evangelici.net - l'alternativa cristiana in rete
RSS
Cerca

Gli Speciali di Evangelici.net

Messaggio Anti SPAM
(di Paolo Jugovac, 20/04/2000)

Caro fratello,

se anche tu hai inviato uno o più messaggi a molteplici indirizzi, ci dispiace informarti che potresti rientrare nella categoria degli "Spammers", cioè quelli che utilizzano internet per fare dello SPAM.

Per l’ambiente evangelico, Internet è uno strumento di comunicazione formidabile, che permette di raggiungere a costo quasi nullo e in tempi estremamente brevi un numero elevatissimo di credenti.

Però, come tutti gli strumenti di comunicazione, è necessario saperli utilizzare senza creare problemi agli altri. E’ un po’ come con il telefono: va usato evitando di creare disguidi tecnici, di fornire marketing non richiesto o di fare scherzi di cattivo gusto.

Allo stesso modo, anche in Internet è necessario sapersi comportare correttamente. Per evitare di creare disagi (o indisporre) gli altri, è bene rispettare alcune elementari regole di convivenza telematica.

Ti inviamo le seguenti indicazioni con spirito fraterno, chiedendo anche a te di seguire quanto consigliato. Se infatti per alcuni Internet è solo un gioco, per molti di noi la e-mail è uno strumento di lavoro, e chiediamo a tutti di trattarla con il dovuto rispetto.

LEGGEREZZA: Prima di tutto, impostate il vostro programma di posta elettronica in maniera che i vostri messaggi vengano realizzati in formato testo e non in html. Per essere leggibili a tutti e sufficientemente leggere, le e-mail devono essere prive di sfondi, disegni o caratteri ricercati. Si tratta infatti di appesantimenti che abbelliscono la pagina, ma allo stesso tempo allungano inutilmente i tempi di scaricamento. La e-mail non ha bisogno di arricchimenti grafici: è il suo contenuto a fare la differenza.

ALLEGATI: gli attachment vanno utilizzati solo quando strettamente indispensabile; se dovete spedire un file in formato Word, non è il caso di allegarlo: copiate nel testo della e-mail, subito dopo la presentazione, il contenuto del file.
Se il materiale è di altro tipo, mettetelo on-line presso un sito Internet (ormai sono tantissimi a offrire spazio gratuito) e nella mail segnalate semplicemente l’indirizzo a cui recarsi per trovarlo.
Quando invece è assolutamente necessario allegare un file e proprio non esiste altra soluzione, tentare sempre di alleggerirlo, possibilmente compattandolo in un file "zip", che ormai tutti hanno la possibilità di leggere. Vi raccomandiamo comunque di non abusare di questa soluzione.

MESSAGGI "GIRATI". Non "girare" ad altre persone un messaggio senza averne prima controllato l’origine. Può trattarsi di petizioni umanitarie, di informazioni distorte da parte di alcune aziende a scapito di altre, di "offerte commerciali" più o meno vantaggiose. Anche se molti inoltrano questi messaggi con buone intenzioni, resta il fatto che nella maggior parte dei casi si tratta di bufale, se non addirittura di spam, per cui è necessario stare attenti. Verificare la veridicità e l’attendibilità è la prima regola per chi comunica.

MESSAGGI INDESIDERATI: capita quasi quotidianamente di ricevere lettere circolari da parte di fratelli, missioni, chiese, associazioni. Queste lettere vengono indirizzate a un ampio numero di persone, ma - se il mittente è serio - questi indirizzi non sono stati scelti a caso: sono frutto di una corrispondenza personale, di contatti diretti, di persone che si sono dette esplicitamente interessate a ricevere queste informazioni. Insomma: questi fratelli, chiese, missioni hanno l’autorizzazione a inviare i messaggi a quelle persone. Ma gli altri no. Quindi, mai accumulare indirizzi e-mail traendoli da altre lettere circolari, e creando così una congerie di indirizzi a cui inviare indiscriminatamente le proprie comunicazioni. Evitate sempre di inviare messaggi generici non richiesti: forse non lo sapete, ma lo "spamming" (così viene denominata questa pratica) è punibile anche ufficialmente dalle autorità della rete.

MAILING LIST. Proprio per evitare questi problemi, esistono numerose mailing list evangeliche, a cui i credenti si iscrivono a seconda del proprio interesse specifico per uno o per l’altro argomento (musica, gruppi di preghiera, messaggi, predicazioni, notizie sul mondo evangelico, consigli per l’evangelizzazione in settori specifici, appuntamenti di comunione…), e dalle quali ricevono periodicamente notizie in merito al tema in questione. Quando avete qualcosa da comunicare a una cerchia di credenti più ampia di quella che conoscete direttamente, inviate un messaggio alla mailing-list più indicata per il tipo di informazione che dovete lanciare, e sarà il gestore della mailing a diffondere il vostro messaggio. Se poi volete che le persone cui scrivete possano raggiungervi in caso siano interessate a ricevere ulteriore materiale da voi in successive occasioni, non dimenticate di segnalare il vostro indirizzo e i vostri intenti.

SOLUZIONI ESTREME. Crearsi un indirizzario in maniera corretta (come spiegato sopra, ossia attraverso contatti diretti) non è difficile, ma è comunque cosa lunga e impegnativa. Magari però ci si trova nella condizione di sentire l’esigenza di informare urgentemente i fratelli su manifestazioni, materiale disponibile o quant’altro, e non si trova una mailing-list adatta a cui indirizzare il messaggio. Come fare? Se proprio indispensabile, inviate un messaggio a tutti gli indirizzi che volete, ma che sia una tantum (un’unica volta); nella e-mail, scusandovi per l’intromissione, comunicate in breve (e senza formattazioni pesanti) il messaggio e la disponibilità di quanto si ritiene utile far conoscere, chiedendo a chi interessato di contattarvi. Vi assicuriamo che molti non mancheranno di farlo.

PRIVACY. Visto che non tutti sono corretti al punto da rispettare queste indicazioni, tutelate i vostri corrispondenti: quando inviate messaggi circolari, inserite gli indirizzi nella casella "bcc" (nella versione italiana, "ccn") e non in quella "To" (italiano: "A"); in questo modo saranno invisibili agli altri destinatari.

SITO: se state curando un’opera, una missione, una chiesa, o avete comunque molte cose da comunicare, anziché utilizzare lettere circolari potreste pensare seriamente di aprire un sito, nel quale mettere a disposizione tutto il vostro materiale: a chiunque e in qualsiasi momento.

Per ulteriori informazioni: http://it.wikipedia.org/wiki/Netiquette

 
 


70645

Copyright e condizione di riproduzione evangelici.net è un sito di Teknosurf.it srl - P.IVA: 01264890052
Il materiale presente in questa pagina si può ripubblicare liberamente ma solo a queste condizioni.
Sono molto gradite donazioni via Paypal, che ci permetteranno di fare di più e meglio. | Contatti