evangelici.net - l'alternativa cristiana in rete
RSS
Cerca

Gli Speciali di Evangelici.net

Israel Today intervista David Wilkerson

Vi presentiamo una recente intervista che David Wilkerson ha concesso al periodico Israel Today. David Wilkerson è uno tra i più noti predicatori a livello mondiale, apprezzato anche da evangelici.net per la sua integrità dottrinale e il suo impegno a favore di una chiesa cristiana più pura e di credenti più consacrati.

Per questo vi proponiamo questa intervista: le posizioni espresse non vengono necessariamente condivise in toto dalla redazione, ma riteniamo comunque utile presentare la posizione - certo non improvvisata - di un uomo di Dio come Wilkerson, in modo da suscitare un sano dibattito su un tema così importante.



In una visita in Gran Bretagna, l'editore di Israel Today ha incontrato il pastore americano David Wilkerson, che si trovava lì per una serie di discorsi in pubblico. Parlando di Israele, America e della Parola di Dio, ci si è potuti rendere conto che Wilkerson non usa mezzi termini.

"La Bibbia ci dice chiaramente, al capitolo 12 di Zaccaria, che Dio distruggerà chiunque va contro Gerusalemme" ha affermato Wilkerson. "Se George W. Bush spingerà Israele a dare un solo centimetro di Gerusalemme agli arabi, Dio lo punirà."

David Wilkerson è il pastore che ha fondato la Times Square Church a Manhattan. Ha scritto più di una trentina di libri, compreso La croce ed il coltello (1963), la storia della sua predicazione in mezzo ai teppisti di New Yok City. Dal libro è stato tratto il film omonimo nel 1969. Wilkerson è anche il fondatore di Teen Challenge, un programma di riabilitazione basato sulla Bibbia per i ragazzi dipendenti da droghe e alcool, che vanta ben l'86% di risultati positivi.

Israel Today: Quali sono stati i suoi sentimenti durante la guerra in Iraq, come americano e come cristiano?

Wilkerson: Ho predicato sulla caduta di Saddam Hussein, ed ho avvertito il nostro presidente che ogni cosa gira attorno ad Israele. Non si tratta solo di petrolio. Saddam aveva deciso di distruggere Israele, con la collaborazione delle altre nazioni islamiche. Saddam Hussein è una persona testarda, e sono molto grato a Dio che ha dato al nostro presidente quella forte convinzione per salvare Israele da quelle sue intenzioni

Israel Today: Crede veramente che il presidente Bush sceglierà di ascoltare alla Parola di Dio piuttosto che agli uomini per quel che riguarda Israele?

Wilkerson: E' per questo che io invito i credenti statunitensi a pregare per il nostro presidente tutti i giorni, ed anche di pregare contro l'antisemitismo che ancora si trova in mezzo alla Chiesa. Dio mi ha avvertito quando ho fondato Times Square Church che noi saremmo dovuti rimanere sempre fedeli ad Israele. Ed io finora ho sempre fatto così.

Israel Today: Lei adesso si trova in Europa, dove molti cristiani non hanno capito il perché della guerra che gli USA hanno condotto contro l'Iraq.

Wilkerson: Più che altro, in Europa molti cristiani non hanno proprio capito la Parola di Dio. I missili di Saddam erano puntati solo verso Israele, non verso i paesi musulmani limitrofi. Oltre a ciò, sta insorgendo un certo antisemitismo nelle chiese, in particolar modo qui in Gran Bretagna.

Israel Today: Lei se la sentirebbe di descrivere l'Islam come una religione pacifica, come ha fatto il suo presidente?

Wilkerson: Io ho letto il Corano, e sono sicuro che gli insegnamenti di quel libro sono falsi. L'Islam è una religione di distruzione. Trovo strano il fatto che i predicatori evangelici non abbiano capito che Dio non ha affatto rotto il Suo patto verso Israele. Dio ad Israele ha dato una terra, ed ogni nazione che vuole distruggere Israele sarà punita.

Israel Today: Lei ha un bel coraggio a schierarsi in maniera così aperta con Israele.

Wilkerson: Nel mondo cristiano ricevo molte critiche per questo. Ma sento le ricche benedizioni di Dio in questo, questo per me conta di più.

Israel Today: Finita la guerra, Israele è di nuovo all'ordine del giorno. Lei pensa che la 'roadmap' possa portare la pace tra gli Israeliani ed i Palestinesi?

Wilkerson: No! Come può Bush, che conosce la Bibbia, a non temere Dio e a spingere Israele in un compromesso territoriale per rispettare la roadmap? Dio lo punirà per questo. Il dollaro crollerà, Bush cadrà in depressione con il serio rischio di perdere le prossime elezioni. Prego quotidianamente che i ministri credenti di Bush possano avere una maggiore influenza su di lui rispetto a quella degli altri ministri.

Israel Today: In altre parole, secondo lei non c'è una soluzione umana al conflitto tra Israele e gli arabi?

Wilkerson: Dio ha promesso di proteggere il Suo popolo. Ha fatto un patto e ha dato loro la Terra Promessa. Ha stabilito i confini del paese e li manterrà. Non vedo una realistica speranza di pace, perchè non riesco ad immaginare i coloni ebrei che abbandonano gli insediamenti, come richiedono gli arabi. Dal canto loro gli arabi dicono che non ci sarà pace fino a quando Gerusalemme Est non diventerà la capitale dello stato palestinese. Ma questo è contro la volontà di Dio. Amico mio, se il mondo dividerà Gerusalemme, sarà il caos.

Israel Today: Noi in Israele possiamo ringraziare Dio che è la nostra arma segreta...

Wilkerson: La prego, pubblichi il mio avvertimento nei confronti delle nazioni che si pongono contro il popolo di Dio e contro la sua città, Gerusalemme. Dio lo ha promesso e quindi lo adempirà. Shalom, e che Dio vi benedica.


Traduzione di Giovanni Cappellini, articolo originale: http://www.israeltoday.co.il/headlines/headlines.asp?CatID=1&ArticleID=80

Copyright e condizione di riproduzione evangelici.net è un sito di Teknosurf.it srl - P.IVA: 01264890052
Il materiale presente in questa pagina si può ripubblicare liberamente ma solo a queste condizioni.
Sono molto gradite donazioni via Paypal, che ci permetteranno di fare di più e meglio. | Contatti