evangelici.net - l'alternativa cristiana in rete
RSS
Cerca

Gli Speciali di Evangelici.net

Lettura spirituale dell'attuale conflitto israelo-palestinese
A cura del Pastore Ivan Basana
(documento originale del 28/08/2001 - pubblicato con permesso)


Stiamo assistendo ad una vera escalation di violenze in medio oriente con attacchi e attentati palestinesi e ritorsioni di autodifesa da parte israeliana. Ma quello che salta particolarmente all'occhio è il progressivo isolamento internazionale di Israele perpetrato dai mass-media di tutto il mondo e in particolare dalla nostra stampa nazionale che condiziona abilmente l'opinione pubblica italiana in senso filopalestinese: anche oggi ad articoli abbastanza equilibrati del "La stampa", in ottemperanza ad una specie di par condicio, si contrappongono tutti gli altri quotidiani, con in testa "Repubblica", in cui il rapporto d'informazione sia per lo spazio che per argomenti è sbilanciato fortemente in un marcato atteggiamento filo-palestinese.

Il nostro compito come credenti non è certamente quello di parteggiare per il governo di Sharon e di dire che Israele ha sempre ragione, ma di proclamare che "Dio ha sempre ragione". Nella Bibbia è dichiarato che Israele è il popolo che Lui si è scelto e che Satana con odio, crudeltà e menzogna spingerà le nazioni contro Israele per combattere Dio e dominare il mondo. La menzogna è lo strumento pił importane usato da Satana per sedurre le nazioni e noi dobbiamo riconoscere la subdola strategia dell'Avversario e riconoscere la trama di notizie false che fanno il gioco del Nemico, per non diventare anche noi involontariamente elementi delle sue false manovre anche solo ascoltando o commentando.

La menzogna comincia fin dai primi testi delle elementari usati nelle scuole di Arafat, che neppure riportano sulle mappe l'esistenza dello Stato Ebraico, le città israeliane vengono rappresentate come città palestinesi, l'industria e l'agricoltura israeliane vengono illustrate come successi palestinesi, gli ebrei vengono definiti scaltri, truffatori, traditori, sleali, animali, maiali aggressori, ladri, banditi ecc.; incitano alla jihad (guerra santa) e al terrorismo, alimentando l'odio e il fanatismo fin dalla pił tenera età.

Il 5 novembre del 2000 Yasser Arafat ha annunciato l'assegnazione di un premio ai bambini della nuova intifada per la partecipazione ai tumulti e in segno di riconoscenza nei confronti delle vittime. Il premio consiste nell'adddestramento dei bambini al tiro con armi per superare la fase del lancio delle pietre. Anche l'inizio dell'intifada a settembre 2000 è partorito dalla menzogna in quanto la visita di Ariel Sharon, che i media di tutto il mondo hanno definito provocatoria, è successa alla spianata del Tempio, non quindi alla moschea di Al-aksa ed è stata preceduta dal consenso dell'autorità islamica (quindi non improvvisata) e i poliziotti con lui erano 15 e non migliaia come riportato dai giornali. Comunque Sharon, senza saperlo, ha spiritualmente effettuato il percorso di riconquista del Tempio.

Sempre riguardo alle notizie false dei giornali è bene ricordare che il bambino palestinese abbracciato dal padre, promosso dalle testate giornalistico-televisive di tutto il mondo a simbolo della crideltà israeliana, è stato purtroppo involontariamente ucciso da in proiettile della polizia di Arafat. Quest'ultimo, già premio Nobel per la pace, oltre che girare con un Kalashnikov in mano, ha esteso nel 97 la pena di morte ai palestinesi che vendono terra agli Ebrei. Lo slogan quotidiano dell'alzabandiera palestinese è: oggi a Gaza e Gerico, domani a Gerusalemme.

Ma in realtà, in tutto il Corano, non viene menzionata mai Gerusalemme, nemmeno con il nome arabo di El-Kuds, mentre nella Bibbia è citata 656 volte come capitale di Israele. Fin qui il resoconto di una cronaca forse conosciuta, con il rammarico di come la menzogna venga data abbondantemente in pasto al pubblico per alimentare l'odio ed avvelenare gli animi. Ma soprattutto un'abile menzogna architettata contro il popolo di Dio.

Nel chiedermi il perchè di tutto questo ho trovato la risposta nella parola di Dio. Israele sta mangiando il frutto della menzogna seminata nei primi secoli contro Gesł. Già il profeta Osea si era espresso in questi termini:"...avete mangiato il frutto della menzogna..."(Osea.10:13) e poco prima, "Io li salverei, ma essi dicon menzogne contro di me."(Osea,7:13). Anche in Giovanni 8:44, Gesł si rivolge proprio ai farisei, apostrofandoli con:"Voi siete figli del diavolo, che è vostro padre, e volete fare i desideri del padre vostro.

Egli è stato omicida fin dal principio e non si è attenuto alla verità, perchè non c'è verità in lui. Quando dice il falso, parla di quel che è suo perchè è bugiardo e padre della menzogna."Quello che si semina si raccoglie e in questo caso Israele sta raccogliendo il frutto della menzogna seminata nei primi secoli con una produzione letteraria infamante nei confronti di Gesł e sua madre Maria, che va dalle scandalose barayitòt, scritti in lingua ebraica prima del 200 d.C.integrati da aggiunte in aramaico e dissacranti la figura di Gesł, fino alle toledot, dotate di un'accesa polemica e che si possono considerare come una serie di racconti non codificati di matrice ebraica su Gesł e sul primo cristianesimo, una sorte di antivangelo a uso interno, ironico, dissacrante e sarcastico.

Veramente osceni sono alcuni scritti tannaitici, di dotti ebrei (appunto i Tannaimm, dall'aramaico tanah, insegnare) che insegnavano nei primi due secoli e che son menzionati nella Mishnah. Tutta questa attività falsa e offensiva dei primi secoli e presente ancora in alcuni gruppi ortodossi ai nostri giorni. Solo quando chiederanno perdono delle menzogne propinate sulla vita e la figura di Gesł, saranno liberati dallo spirito di menzogna che li attanaglia e così saranno salvati perchè allora in Gesł riconosceranno il Messia. Maranathà, il Signore viene! La grazia del Signore Gesł sia con tutti.

Cari saluti in Cristo,
Ivan Basana.

Copyright e condizione di riproduzione evangelici.net è un sito di Teknosurf.it srl - P.IVA: 01264890052
Il materiale presente in questa pagina si può ripubblicare liberamente ma solo a queste condizioni.
Sono molto gradite donazioni via Paypal, che ci permetteranno di fare di più e meglio. | Contatti