evangelici.net - l'alternativa cristiana in rete
RSS
Cerca

Gli Speciali di Evangelici.net

Evangelici D'Italia Per Israele (EDIPI)
insieme per il loro terzo raduno nazionale


Quest'anno la calabria è stata testimone di una presenza unica nel suo genere. Forse il mare ed il cielo si erano accordati per donare un tempo delizioso, anche se l'autunno mediterraneo pareva affacciarsi, quasi a voler contribuire alla gioia della festa.

E si, perché di festa si è trattato. Si poteva udire musica d'ogni sorta di strumento, vedere fanciulle, donne, uomini danzare in cerchio in riva al mare, assaporare cibi succulenti d'antica ricetta, forse la più antica. Oltre trecento persone hanno percorso chilometri con l'auto, il treno e l'aereo per non perdere l'appuntamento atteso ormai da un anno. Evangelici D'Italia Per Israele (EDIPI) insieme per il loro terzo raduno nazionale, dal 29 ottobre al 1 novembre 2004.

"L'ebraicità di Gesù" è stato il filo conduttore per i tre giorni abbondanti del convegno.

I coniugi Lazarus da Jaffa, il dott. Lance Lambert da Gerusalemme, il dott. Rinaldo Diprose da Roma e il dott. Mark Surey da Londra, hanno esaudito le aspettative dei partecipanti in merito al titolo della conferenza. Senza nulla togliere a tutti gli oratori, crediamo che Lance Lambert sia stato utilizzato dal Signore in un modo stupendo. Un partecipante ha affermato di essere stato "piegato come un foglio di carta". Si potevano notare occhi lucidi, visi attenti, cuori aperti alla Parola di Dio.

La musica ha avuto un ruolo centrale nello svolgimento del programma. La corale della Chiesa di Palmi (RC), anche se non è annoverata tra i grandi, ha avuto la capacità di trasmettere la giusta atmosfera di lode e adorazione con musica per lo più tratte dal grande lavoro di Paul Wilbur "Shalom Jerusalem". Durante l'esecuzione più volte si è potuto vedere persone inginocchiate in preghiera. Anche Milano ha dato il suo contributo con il quartetto "Shalom". Gabriele Crespi (chitarra acustica), Andrea Casiraghi (basso elettrico), Davide e Samuele Marazzita (chitarra acustica e flauto traverso), con un repertorio acustico hanno dato vita ad una rappresentazione musicale includendo canti di lode e musiche messianiche con la collaborazione di Ellah Gorelic.

Diversi banchi con libri, articoli regalo, e oggettistica hanno proposto ai partecipanti vari acquisti in tema con il convegno. Quest'anno l'organizzazione ha voluto includere dei work-shop, ritagli di tempo su temi e pratiche in tema al convegno a libera scelta: danza ebraica con Carla Padovani, direttore artistico della compagnia "Terra di Danza", storia con il prof. Antonio Sorrenti e il past. Corrado Maggia, cucina ebraica con la prof.ssa Donatella Limentani Pavoncello della comunità ebraica di Roma. Ma non si è voluto tralasciare gli aspetti sociali e politici della realtà ebraica internazionale e dello stato d'Israele. Il dott. Micha Limor, cittadino israeliano, rappresentante del Keren Hayesod (Appello Unificato per Israele) ha commosso la platea mostrando in video l'opera di sostegno pratico per gli ebrei della diaspora ancora in difficoltà, elogiando anche il lavoro ed il sostegno degli evangelici, in particolar modo quello del pastore Ivan Basana, presidente di EDIPI.

Anche l'ambasciata israeliana era presente con un suo rappresentante, il giovane dott. Dario Burgaretta dell'ufficio affari politici, il quale ha letto un messaggio personale di sua eccellenza Ehud Gol, ambasciatore in Italia del libero stato democratico d'Israele. Dario Burgaretta è stato anche testimone di un'iniziativa spontanea di David Lazarus in onore dei Cristiani Evangelici presenti. Da una lettura di Genesi 33:1-4, David Lazarus, ebreo credente in Gesù Messia e Salvatore d'Israele e del mondo, ha voluto immedesimarsi in Giacobbe. Tutti gli illustri ospiti hanno espresso la loro meraviglia e commozione per il sostegno ad Israele e a tutti gli ebrei del mondo da parte di una platea numerosa, affiatata e riconoscente a Dio per il dono fatto al mondo intero, Israele, dal quale ci è pervenuta la Scrittura e la persona di Gesù.

Infine: chi ringraziare per i deliziosi giorni trascorsi in Calabria? Ringraziare Dio è doveroso oltre che opportuno, ed ognuno dei partecipanti deve inchinarsi alla Sua benevolenza. Non bisogna però dimenticare anche chi, pur non essendo Dio, ha voluto essere pienamente disponibile per il servizio del Signore. Ivan Basana, presidente di EDIPI con tutta la sua famiglia sono stati promotori, mente e logistica per tutta la conferenza. Un grazie, semplice ma sentito da chi scrive questo pezzo e si vuole fare portavoce di quanti hanno partecipato e leggeranno queste righe.

Davide Marazzita

Il sito di "EDIPI": www.edipi.bhb.it72261

Copyright e condizione di riproduzione evangelici.net è un sito di Teknosurf.it srl - P.IVA: 01264890052
Il materiale presente in questa pagina si può ripubblicare liberamente ma solo a queste condizioni.
Sono molto gradite donazioni via Paypal, che ci permetteranno di fare di più e meglio. | Contatti