evangelici.net - l'alternativa cristiana in rete
RSS
Cerca

Speciale > Attualità

2003... e avanti

Per gentile concessione di www.apocalypsesoon.org
scritto da Pietro Arnese

13 gennaio, 2003

Le scioccanti notizie sulla clonazione che hanno inaugurato l'inizio del nuovo anno sono servite a dare un tono specifico a cosa ci aspetterà per la parte restante di esso. Queste clamorose notizie hanno fatto instantaneamente il giro del mondo facendo luccicare gli occhi di molti con visioni di immortalità e blah blah blah! Resta comunque il fatto che nessuna prova è stata fornita (e non ce ne sono nemmeno in arrivo) e che gli autori di queste dichiarazioni erano stati già in passato denunciati per frode.

Proprio un gruppo intrigante questi Raeliani, con uno spiccato senso del busine$$. Non voglio ora annoiarvi con i dettagli, dal momento che i mass media si sono divertiti a sviscerare fino alla nausea tutti gli aspetti legati ai Raeliani; comunque leggendo dal loro sito internet si riesce ad avere un adeguato quadro del loro cosiddetto credo e dei loro obiettivi. Attraverso la promessa di sesso libero (di ogni tipologia) e dell'eternità, i Raeliani possono mietere grandi successi in quest'epoca, lasciandosi dietro le spalle le altre fedi religiose, in quanto essi dichiarano di poter offrire subito qui in terra i loro doni senza dover attendere un chissà come e chissà quando.

Non finirò mai di stupirmi della credulità della gente che si suppone intelligente e informata. Il signor Barnum, del famoso circo Barnum e Bailey, ci lasciò la famosa frase: "Ogni minuto nasce uno sciocco!". Certo, questo fu detto anni fa. Oggi sarebbe più corretto dire: "Ogni secondo nasce uno sciocco (come minimo)". Sicuramente i capi dei Raeliani, che lo hanno capito molto bene, fanno leva proprio sui bisogni più carnali dell'umanità, ma le loro storie sono così irrazionali che chiunque dotato di buonsenso dovrebbe rigettare le loro assurdità. In tutta questa vicenda quelli che hanno avuto i maggiori vantaggi sono proprio i Raeliani che hanno ottenuto quello che cercavano: soldi e pubblicità gratuita grazie ai mass media compiacenti.

Ora, riguardo al discorso della clonazione (se è attuabile o se sarà mai possibile clonare esseri umani) ritengo che gli scienziati possono cercare di combinare e scombinare il DNA, fare esperimenti in vitro, in utero o utilizzando qualsiasi altro sistema di fertilizzazione presente o futuro, ma qualsiasi cosa essi facciano i risultati si riveleranno in conclusione deludenti se non proprio mostruosi. E' particolarmente significativo che una persona esperta in materia, cioè il "creatore" della prima pecora clonata Dolly, è stato molto risoluto a dichiararsi contro i cosiddetti esperimenti della Clonaid (l'azienda scelta dai Raeliani per la ricerca e la produzione dei cloni). E' fattivamente dimostrato che Dolly e gli altri cloni NON sono animali normali; ciò lo si riscontra dal fatto che essi invecchiano 3 o 4 volte più rapidamente dei loro simili non clonati e in piu' sono soggetti a tutta una serie di problemi organici e strutturali ancora irrisolti. Recentemente, ho avuto modo di vedere un documentario in televisione, nel quale venivano mostrati gli effetti di questi esperimenti. Queste immagini, seppur scioccanti, dovrebbero essere viste da tutti. Per riprendere una famosa frase: … l'orrore, ah l'orrore.

Vi sono anche persone che vogliono usare la clonazione per avere a disposizione organi di ricambio per sé stessi o per i bisogni dei loro figli o dei loro cari. Siamo davvero entrati nell'era di Frankenstein.

A parte la controversia legata alla Clonaid, dovremmo porre l'attenzione sui problemi fondamentali conseguenti all'utilizzo di queste tecniche: gli esseri clonati avranno l'anima o saranno come degli zombi? Saranno essi delle perfette copie anche nel carattere e nell'aspetto fisico? Come vede Dio questa oltraggiosa intromissione a quelle che sono le Sue prerogative?

Genesi 11:6
Il Signore disse: "Ecco, essi sono un solo popolo e hanno tutti una lingua sola; questo è il principio del loro lavoro; ora nulla impedirà loro di condurre a termine ciò che intendono fare"

Questa è una dichiarazione che proviene direttamente da Dio. Oggi, "il linguaggio unico" che unisce gli uomini è la scienza e gli scienziati sono i suoi sacerdoti senza limiti ne morale, ma con solo un'insaziabile fame di guadagno e di gloria. Per quelli che hanno orecchie per sentire, il fenomeno della clonazione rappresenta un gigantesco campanello d'allarme lungo la strada che porta alla fine.

Un altro allarme rosso è costituito dalle sconvolgenti anomalie meteorologiche verificatesi in tutte le parti del mondo durante l'anno scorso, questo inverno e nel proseguo del 2003. Anche le attività vulcaniche e i terremoti stanno registrando livelli da record.

IL 2003 SARÀ L'ANNO PIÙ CALDO
Sky News - 29 dicembre 2002

L'ufficio meteorologico ha preannunciato che il 2003 sarà probabilmente l'anno più caldo da quando si è iniziato ad effettuare i rilevamenti.

Le temperature lungo il globo sembra debbano superare quelle del 1998 - l'anno più caldo mai registrato. Quell'anno fu particolarmente caldo a motivo degli effetti provocati da El Nino, un fenomeno causato dal surriscaldamento dell'Oceano Pacifico. L'anno appena trascorso è stato comunque il secondo anno più caldo mai registrato.

El Nino
Gli scienziati si sono detti allarmati per l'aumento della temperatura nel 2002, considerato che gli effetti di El Nino sono stati molto più deboli. Phil Jones, dell'Unità di Ricerca Climatica dell'Università dell'East Anglia, che ha collaborato con l'Ufficio Meteorologico per la raccolta dei dati, ha affermato: "Globalmente, gli anni caldi avvengono per l'effetto di El Nino nella parte orientale dell'Oceano Pacifico. L'alta temperatura del 2002 è rimarcabile se si considera che nel corso di quasi tutto l'anno gli effetti di El Nino sono stati di gran lunga inferiori a quelli registrati nel 1997 e nel 1998. Considerato che un moderato effetto di El Nino avrà luogo, ci sono buone probabilità che il 2003 risulterà più caldo del 2002".

Aumento della temperatura globale
La media della temperatura registrata quest'anno nel Regno Unito è stata di 10,5° C (51F); solo il 1949, il 1990 e il 1999 furono più caldi. Dei 10 anni più caldi mai registrati, nove sono anni che vanno dal 1990 (compresi il 1999,2000 e 2001), facendo così prevedere che il futuro riserverà un ulteriore surriscaldamento. Negli ultimi cento anni la media globale delle temperature è aumentata di oltre 0,6° C (33F) e si presume che l'aumento della temperatura negli ultimi 50 anni sia dovuto ad attività umane, come la combustione di energia.

Nella regione in cui vivo, i contadini sono allarmati dal fatto che i raccolti sono criticamente in pericolo proprio per questo inusuale caldo e per gelate notturne tuttora possibili, perché, che piaccia o no, siamo in inverno. Nell'ascoltare testimonianze di vecchi contadini, è facile rimanere perplessi. Essi non hanno mai assistito in tutta la loro vita ad un clima simile a quello che si sta verificando in questi giorni. Sono portato a credere più a loro piuttosto che agli scienziati che stanno ancora dibattendo se stiamo entrando in un periodo di surrriscaldamento globale oppure ad una nuova era glaciale. La Bibbia ci preannuncia che le cose si faranno sempre più "bollenti", clima compreso, e che l'umanità si troverà, fra l'altro, di fronte ad una gravissima carestia. Si stanno quindi creando le condizioni affinché ciò si verifichi.

Oltre a quanto già detto, esiste il perenne allarme riguardante Israele, cioè di quello che sarà lo scenario principale degli ultimi giorni. Sul nostro sito vi sono ampie dissertazioni riguardo Israele, il suo ruolo, la guerra che gli stati nemici confinanti (con l'aiuto dei loro alleati del nord) gli muoveranno contro (così come descritto in Ezechiele 38, 39 riguardo alla guerra di Gog e Magog, la quale non va confusa con la battaglia di Armagheddon, che avverrà invece in un secondo tempo). La guerra di Gog e Magog dovrebbe iniziare come una rappresaglia contro Israele, dopo che quest'ultima avrà distrutto Damasco per mezzo di una bomba nucleare.

La Siria sta astutamente facendo valere la sua posizione di forza in Libano, e avverrà che Israele prima o dopo sarà costretta a reagire. Il testo seguente è un estratto da un articolo pubblicato recentemente dalla United Press:

Israele avverte che risponderà agli atti terroristici
di Joshua Brilliant, dal "International Desk", pubblicata il 02/12/2002

HERZLIYA, Israele, 2 dicembre, -- Il Consiglio di Sicurezza Nazionale di Israele ha reso noto che un "massiccio attacco terroristico che dovesse minacciare l'esistenza stessa di Israele creerebbe le condizioni per una rappresaglia che fino ad ora sarebbe stata considerata inaccettabile per l'opinione pubblica".

Ephraim Halevy, che è stato recentemente dimesso dalla carica di capo del servizio segreto del Mossad, ha avvertito che Israele dispone di "un'ampia e varia capacità di risposta (per controbattere a coloro che vogliono minacciare la sua esistenza) che sarebbe meglio non far scatenare prematuramente".

Durante la Terza Conferenza sul Bilancio della Sicurezza di Israele tenutasi ad Herzliya, Halevy ha lanciato un appello affinché Israele riesamini la nuova situazione creatasi dopo i recenti attentati di Mombasa (Kenia) contro un aereo di linea israeliano. Il Ministro della Difesa, Shaul Mofaz, ha riferito in una riunione di Gabinetto che sono venuti alla luce nuovi elementi secondo cui vi sarebbe al Qaida dietro agli attentati di Mombasa. In quegli attentati tre kamikaze si sono fatti esplodere in un hotel, provocando la morte di 10 keniani e di tre israeliani, mentre nel frattempo due missili sono stati lanciati contro un Boeing 757-300 israeliano che stava decollando dall'aeroporto internazionale di Mombasa. I missili hanno mancato di poco l'aereo che conteneva, oltre all'equipaggio, 272 passeggeri.

Il capo militare dello Staff Generale, Lt. Gen. Moshe Ya'alon, ha affermato che le forze di difesa israeliane hanno sventato diversi attacchi di al Qaida contro Israele. Al Qaida dispone della collaborazione di diversi palestinesi operativi nei territori ed essa ha dichiarato guerra agli infedeli, ritenendo Israele il primo dei molti obiettivi da colpire.

(Copyright © 2002 United Press International)

Questi sono solo alcuni campanelli d'allarme che segnalano l'imminente Ritorno di Gesù Cristo. Un consiglio rivolto al saggio: la Bibbia ha documentato con estrema precisione la nascita, la vita, la morte, la resurrezione e l'ascensione del Signor Gesù Cristo diversi secoli prima che questi eventi avessero luogo. La stessa Bibbia, con la stessa inequivocabile autorità, ci avverte che il Signor Gesù Cristo presto ritornerà su questa terra. La prima volta Egli venne come un Agnello a deporre la propria vita per tutti quei peccatori che avrebbero accettato il Suo sacrificio. La seconda volta, Egli tornerà come un Leone, per eseguire il Suo giusto giudizio su tutti coloro che Lo hanno rifiutato. Non c'è altro luogo in cui andare e nessun altro a cui rivolgersi e questa realtà sarà presto realizzata da tutto il mondo, sebbene per molti sarà troppo tardi.

Pietro Arnese

Copyright e condizione di riproduzione evangelici.net è un sito di Teknosurf.it srl - P.IVA: 01264890052
Il materiale presente in questa pagina si può ripubblicare liberamente ma solo a queste condizioni.
Sono molto gradite donazioni via Paypal, che ci permetteranno di fare di più e meglio. | Contatti