Sea Watch, in campo la chiesa valdese

Notizia inserita il 15/1/2019 alle 15:32 nella categoria: Dall'Italia

Verrà affidata alla Diaconia valdese una parte dei quarantanove profughi che per diciannove giorni hanno atteso, bloccati in alto mare sulla nave Sea Watch, di conoscere la loro sorte, vittime loro malgrado dell'ennesimo braccio di ferro tra Paesi europei (e tra politici italiani).

La Chiesa valdese aveva offerto, nei giorni scorsi, la sua disponibilità ad accogliere nelle sue strutture una parte dei rifugiati ("senza oneri per lo Stato", precisa il Corriere) attraverso il progetto Mediterranean Hope, mentre al Governo si consumava un duello tra il premier Conte (che invocava ragioni umanitarie di carattere eccezionale) e il suo vice Salvini (fermo sulla linea del no agli sbarchi di qualsiasi natura e a qualunque titolo). Dopo il chiarimento europeo, mercoledì i 49 sono sbarcati a Malta e verranno accolti nei prossimi giorni dall'Italia e altri otto Paesi.

La vicenda della Sea Watch ha permesso ai giornali nazionali di riscoprire la realtà protestante - e, nello specifico, valdese - la sua vocazione umanitaria («facciamo quello per cui ci sentiamo chiamati. Seguiamo quello che è il nostro mandato e la nostra etica», ha spiegato alla Stampa Federica Brizi della Fcei) concretizzata nell'impegno mirato all'inclusione dei migranti nella società attraverso l'assistenza e la formazione.

Gian Guido Vecchi sul Corriere, oltre a proporre un excursus sulla storia della comunità (una storia che, ha ricordato, anticipa la Riforma luterana, affondando le radici nel XII secolo), ha colto l'occasione per ricordare le personalità di origine valdese: «il grande regista Luigi Comencini, lo storico e azionista Giorgio Spini e suo figlio Valdo, più volte ministro. Tra i politici ci sono anche l’ex ministro e segretario di Rifondazione Paolo Ferrero e il senatore di Forza Italia Lucio Malan. Di famiglia valdese è l’imprenditore del caffè Riccardo Illy, già sindaco di Trieste e presidente del Friuli-Venezia Giulia. Di ascendenza valdese era il filosofo della scienza Ludovico Geymonat. Da parte materna lo era l’imprenditore Adriano Olivetti come lo è Gustavo Zagrebelsky, giurista ed ex presidente della Corte Costituzionale»

foto: corriere.it

Condizioni d'uso
Puoi ripubblicare questo materiale senza scopo di lucro e solo inserendo in calce la dicitura "fonte: http://www.evangelici.net/notizie/1547562774.html" (comprensiva di link). A titolo di cortesia si raccomanda la segnalazione della ripubblicazione a . La citazione parziale č benvenuta, ma nel rispetto delle condizioni d'uso.

comments powered by Disqus
 

 

1510
Copyright e condizione di riproduzione evangelici.net è un sito di Teknosurf.it srl - P.IVA: 01264890052
Il materiale presente in questa pagina si può ripubblicare liberamente ma solo a queste condizioni.
Sono molto gradite donazioni via Paypal, che ci permetteranno di fare di più e meglio. | Contatti