Giorno del ricordo, sdegno evangelico per i raid vandalici

Notizia inserita il 15/2/2015 alle 17:39 nella categoria: Dall'Italia

ROMA - "Stupore e sdegno" per gli atti vandalici compiuti da ignoti a Roma sui muri della Casa del Ricordo dell'esodo istriano, fiumano e dalmata sono stati espressi da Oreste Ponticiello, pastore della chiesa evangelica Adi di Roma-Eur che ha sede nel quartiere giuliano-dalmata, l'area tra Eur e Laurentino che alla fine del secondo conflitto mondiale venne destinata ad accogliere - e ancora ospita - una parte dei profughi istriani, fiumani e dalmati emigrati dopo la perdita dei territori orientali.

Il gesto vandalico, particolarmente odioso per la concomitanza con il Giorno del Ricordo che commemora il dramma delle foibe e dell'esodo, è avvenuto nella notte tra il 9 e il 10 febbraio, quando ignoti hanno tracciato sui muri slogan inneggianti ai "partigiani jugoslavi" (responsabili degli infoibamenti), hanno reso inservibile il citofono del Museo e preso a martellate la targa dell'istituto inaugurato appena cinque giorni prima.

In un messaggio al direttore della Società di studi fiumani, Marino Micich, il pastore ribadisce la necessità di «sensibilizzare alla conoscenza e alla coscienza della realtà del nostro passato recente e promuovere i giusti sentimenti di comprensione, solidarietà e rispetto verso chi ha dovuto subire l'aspetto più violento dell'egoismo umano».

Proprio allo scopo di sensibilizzare alla solidarietà e rendere omaggio alla sofferenza, la chiesa evangelica annuncia per sabato 21 febbraio alle 11 presso il centro O. M. Sinigaglia dell'EUR (ex Casa della bambina giuliano dalmata - via Laurentina, 631) un convegno sul tema "La diaspora giuliano dalmata: dal dramma alla speranza" organizzato in collaborazione con l'associazione cristiana Missione Tabita, la Società di studi fiumani e l'Associazione Venezia Giulia-Dalmazia.

Interverranno il direttore dell'Archivio museo storico di Fiume e segretario generale della Società di studi fiumani, Marino Micich ("I giuliano-dalmati e l'esodo a Roma"), Donatella Schurzel dell'Associazione nazionale Venezia Giulia e Dalmazia ("Le esperienze degli esuli, parole e immagini") e Veglio Jugovac, pastore della chiesa evangelica di Trieste ("Dal dramma dell'esodo alla speranza della fede").

(nella foto, un'immagine simbolo dell'esodo istriano)

Condizioni d'uso
Puoi ripubblicare questo materiale senza scopo di lucro e solo inserendo in calce la dicitura "fonte: http://www.evangelici.net/notizie/1424018367.html" (comprensiva di link). A titolo di cortesia si raccomanda la segnalazione della ripubblicazione a . La citazione parziale è benvenuta, ma nel rispetto delle condizioni d'uso.

comments powered by Disqus
 

 

3274
Copyright e condizione di riproduzione evangelici.net è un sito di Teknosurf.it srl - P.IVA: 01264890052
Il materiale presente in questa pagina si può ripubblicare liberamente ma solo a queste condizioni.
Sono molto gradite donazioni via Paypal, che ci permetteranno di fare di più e meglio. | Contatti