Quando la religione andava alla guerra

Notizia inserita il 29/9/2014 alle 15:59 nella categoria: Dall'Italia

TORINO - Dal Cinquecento al Settecento, durante le guerre di religione, le chiese usarono la predicazione per mantenere compatti gli eserciti: sul tema, trattato nel corso del 52.mo Convegno di studi sulla Riforma e sui movimenti religiosi in Italia, esce "Predicazione, eserciti e violenza nell'Europa delle guerre di religione (1560-1715)", a cura di Gianclaudio Civale, ricercatore di storia moderna presso l'Università di Milano.

Il volume, pubblicato da Claudiana nell'ambito della collana della Società di studi valdesi, riporta i contributi proposti al convegno da studiosi provenienti da diverse realtà scientifiche internazionali; filo conduttore degli interventi, spiega Civale nella premessa all'opera, «la constatazione che, nell'Europa delle guerre di religione, sovente la predicazione assunse il ruolo di detonatore della violenza e fu utilizzata come risorsa retorica "disciplinante"» nei confronti di eserciti divenuti a loro volta "terreno di missione".
Ministri riformati e clero cattolico furono chiamati a "motivare religiosamente la guerra" e "trasmettere il necessario zelo ai combattenti" e, tra l'altro, nel farlo utilizzarono significativamente due strategie diverse tra loro: sul fronte riformato venne evocata prevalentemente l'immagine del popolo di Israele, mentre da parte cattolica venne brandita con maggiore frequenza "l'azione vendicatrice di un Dio giustiziere", peraltro con un ampio utilizzo su entrambi i versanti di riferimenti legati all'Antico Testamento.

Il volume riporta i contributi del curatore Gianclaudio Civale e di Dino Carpanetto, Pietro Adamo, Esther Jiménez Pablo, Michela Catto, Guido Laurenti, Vincenzo Lavenia, Cornel Zwierlein, Nathalie Szczech, oltre agli interventi di José Martinez Millan in spagnolo e di Philip Benedict, Philippe Chareyre, Marie-Clarté Lagrée in francese.

A emergere dagli studi, rileva Civale, è ancora una volta «il carattere politico e sociale del discorso religioso» e il "continuo interrogarsi" di intellettuali e teologi «sui nodi irrisolti della legittima autorità e del diritto alla difesa della coscienza violata, del dilemma tra obbedienza politica e difesa della fede».

Il libro:
Gianclaudio Civale (a cura di)
Predicazione, eserciti e violenza nell'Europa delle guerre di religione
Claudiana, 2014
373 pp - 35 €

Condizioni d'uso
Puoi ripubblicare questo materiale senza scopo di lucro e solo inserendo in calce la dicitura "fonte: http://www.evangelici.net/notizie/1411999172.html" (comprensiva di link). A titolo di cortesia si raccomanda la segnalazione della ripubblicazione a . La citazione parziale è benvenuta, ma nel rispetto delle condizioni d'uso.

comments powered by Disqus
 

 

1621
Copyright e condizione di riproduzione evangelici.net è un sito di Teknosurf.it srl - P.IVA: 01264890052
Il materiale presente in questa pagina si può ripubblicare liberamente ma solo a queste condizioni.
Sono molto gradite donazioni via Paypal, che ci permetteranno di fare di più e meglio. | Contatti