Il luogo di preghiera

Media&Fede del 11/7/2014

«Ho trascorso molti anni in chiesa come in una grande scuola. Mio padre era un predicatore, mia madre era la pianista della congregazione. Così io sedevo sempre sulla panca del pianoforte accanto a lei mentre suonava. Essere lì è stato come studiare la parte spirituale dell’uomo. La chiesa, il luogo di preghiera, è come un laboratorio in cui si cerca ciò che siamo davvero, che è una cosa ben più importante della pelle o del sangue. Ho trascorso molti anni con queste persone impegnate in questa ricerca. E così ora è parte di me, ed è presente in ciò che dico e scrivo.

È la ragione di ciò che ho scritto in “Backyard ritual”. Ed è la ragione di ciò che ho scritto in “Mornin”, quando canto “Il mio cuore salirà con l’amore che è raro e vero e so di potere, come ogni uomo, stendere la mia mano e toccare il volto di Dio”. Questo è il messaggio di “We’re in this love together”. È il contenuto di tutto ciò che canto. Ed è il messaggio della chiesa: ma qui è in pop music!».

Al Jarreau intervistato da Alessandro Beltrami
"La musica è spirito" - Avvenire, 12/6/2014

Condizioni d'uso
Puoi ripubblicare questo materiale senza scopo di lucro e solo inserendo in calce la dicitura "fonte: http://www.evangelici.net/mediaefede/1405091292.html" (comprensiva di link). A titolo di cortesia si raccomanda la segnalazione della ripubblicazione a . La citazione parziale è benvenuta, ma nel rispetto delle condizioni d'uso.

comments powered by Disqus
Opzioni di condivisione
Media&Fede recenti:
 

 

3281
Copyright e condizione di riproduzione evangelici.net è un sito di Teknosurf.it srl - P.IVA: 01264890052
Il materiale presente in questa pagina si può ripubblicare liberamente ma solo a queste condizioni.
Sono molto gradite donazioni via Paypal, che ci permetteranno di fare di più e meglio. | Contatti