Media&Fede

Continuo a credere in Dio
(22 settembre 2019)
«Credo e ho sempre creduto in Dio. Al nostro Dio. Quello che regna nella Trinità, accanto al Figlio e allo Spirito Santo. Credo in lui con tutto il mio cuore e tutta la mia anima. Lo prego, lo ascolto, seguo i suoi comandamenti, credo... [continua]
Il pensiero di un altrove
(9 agosto 2019)
«Nulla avrebbe senso se non ci fosse il pensiero di un altrove. Perché tutti cercano di lasciare qualcosa di sé? In un mondo così ingiusto, peraltro, in cui uno muore a tre anni, l’altro a 90, uno nasce miliardario e... [continua]
Affermare Dio
(1 luglio 2019)
«Avere Dio come riferimento è necessario per la nostra felicità. Ed è una felicità a cui anche il non credente può aspirare, riconoscendo che Dio è in ogni cosa che reputa vera e buona. La nostra ragione... [continua]
Speranza e ricompensa
(10 maggio 2019)
«La parola “cristiano” può essere utilizzata in molte accezioni. C’è ad esempio il cristianesimo culturale, che osserva le abitudini della fede, ne sostiene le istituzioni e parla usando i suoi termini. Le persone... [continua]
La cultura del superlativo
(29 aprile 2019)
«Siamo la cultura del superlativo, dell’esternazione e dell’iperbole enfatica che provoca emozione... È l’insofferenza al comparativo. È il trionfo della dimensione emotiva, come l’iperbole, l’apostrofe,... [continua]
Estetica e sostanza
(25 marzo 2019)
«Mi hai chiesto che cosa credo. Credo che anche se mi si dimostra mille volte che una cosa è buona oppure è bella, io sono e rimango indifferente, e l'unico segno sul quale regolerò il mio giudizio è: se la sua presenza... [continua]
Il cardine della fede
(11 marzo 2019)
«Per me la Bibbia significa colonna vertebrale degli studi della mia vita, l’amore della cultura occidentale. Ho una forte fede e mia mamma me l’ha trasmessa. Nei momenti meno facili c’è un cardine a cui aggrapparci, nei... [continua]
Questo mondo vuoto
(4 marzo 2019)
«Ho sempre avuto una componente spirituale marcata, nascosta dalla vita che scorre, dal rumore di fondo. Oggi so che è rumore di fondo. Prima non ne ero pienamente consapevole. Vengo da una famiglia di liberali, sensibile alle esperienze... [continua]
Il messaggio improponibile
(2 gennaio 2019)
«Se la Parola fosse mondanamente proponibile e accettabile, se potesse coesistere con il mondo e abitare in esso, il Messia non sarebbe stato rifiutato e crocifisso». Così Sergio Quinzio, teologo ed esegeta scomparso nel 1996,... [continua]
Le ragioni della fede
(23 dicembre 2018)
«Che cosa crede colui che crede in Dio? Egli crede in una fondamentale razionalità della realtà. Egli crede che il bene sia più fondamentale del male. Egli crede che ciò che è inferiore debba essere compreso a... [continua]

> Andare all'archivio per gli articoli precedenti

 

 

Copyright e condizione di riproduzione evangelici.net è un sito di Teknosurf.it srl - P.IVA: 01264890052
Il materiale presente in questa pagina si può ripubblicare liberamente ma solo a queste condizioni.
Sono molto gradite donazioni via Paypal, che ci permetteranno di fare di più e meglio. | Contatti