Haim Baharier - Le dieci parole

Recensione del 4/2/2014

Nell’Occidente cristiano li abbiamo sempre chiamati “dieci comandamenti”: contenuti in Esodo e Deuteronomio, costituiscono la base della torah ebraica e dell’etica cristiana. Eppure il termine “decalogo” avrebbe dovuto insospettirci e metterci sulla pista giusta: perché quei “comandamenti”, in realtà, in quanto tali non esistono, frutto di un malinteso nato da un’interpretazione culturale poco attinente al testo originale.

Lo spiega, in un agile e illuminante volumetto, Haim Baharier, abile divulgatore del pensiero ebraico, che sgombra il campo dagli equivoci precisando subito che si tratta, in realtà, di “dieci parole”: «non ci sono imperativi, nessuna imposizione. I verbi sono al futuro. Quei verbi sono promesse che si realizzano».

Le dieci Parole diventano così «una tappa della Creazione», una “comunicazione” che richiede una preparazione spirituale per «strutturarsi interiormente ad accogliere la parola divina»: per questo l’autore accompagna nove premesse, ispirate a Esodo 19, alle nove promesse di Esodo 20.

Il risultato è un libro a metà tra la lezione, la narrazione e la riflessione, che si legge come un affascinante percorso tra esegesi, storia e parola.

Le dieci parole
Autore: Haim Baharier
Editore: San Paolo
Anno: 2011
Pagine: 103
Prezzo: € 10,00

comments powered by Disqus
 

 

11284
Copyright e condizione di riproduzione evangelici.net è un sito di Teknosurf.it srl - P.IVA: 01264890052
Il materiale presente in questa pagina si può ripubblicare liberamente ma solo a queste condizioni.
Sono molto gradite donazioni via Paypal, che ci permetteranno di fare di più e meglio. | Contatti