Randy Alcorn - Le lettere del conte Ghigno De Putridis

Recensione del 4/2/2014

Secondo C.S. Lewis, «la strada più sicura per l’inferno è quella graduale: è il dolce pendio, il soffice suolo, senza brusche voltate, senza pietre miliari, senza indicazioni». La vita cristiana è una battaglia spirituale contro un nemico invisibile che spesso non si schiera in campo aperto, ma predilige la strategia. Che non conosciamo ma che possiamo riconoscere e prevenire. Lo stesso Lewis, nel primo dopoguerra, usò questa considerazione come artificio letterario per le sue Lettere di Berlicche, epistole di un vecchio demonio al suo giovane discepolo; settant’anni dopo Randy Alcorn, pastore evangelico e apprezzato autore, si richiama esplicitamente a Lewis con quelle che, nella versione italiana, sono diventate le Lettere del conte Ghigno de Putridis.

Ogni capitolo racconta un episodio nella vita di una famiglia media americana insoddisfatta e spiritualmente disorientata, e fa da quinta alla lettera del “conte”, uno spirito infernale, che dalla sua war room stila indicazioni per il suo assistente su come blandire, coccolare, viziare gli umani che gli sono stati affidati per irretirli con l’effimero e raffreddare la loro spiritualità.
Gli esiti? Ve li lasciamo scoprire. E meditare.

Le lettere del conte Ghigno De Putridis
Autore: Randy Alcorn
Editore: Soli Deo Gloria
Pagine: 367
Prezzo: € 12,00

comments powered by Disqus
 

 

11056
Copyright e condizione di riproduzione evangelici.net è un sito di Teknosurf.it srl - P.IVA: 01264890052
Il materiale presente in questa pagina si può ripubblicare liberamente ma solo a queste condizioni.
Sono molto gradite donazioni via Paypal, che ci permetteranno di fare di più e meglio. | Contatti