Peter Ciaccio - Il vangelo secondo Harry Potter

Recensione del 4/2/2014

Dopo i Simpson, Leonard Cohen e Robert Bresson, la serie di volumi dedicati alla ricerca di tracce bibliche nei fenomeni editoriali, musicali, cinematografici contemporanei va a scavare nella serie di Harry Potter.
A più di qualcuno potrà sembrare singolare, se non blasfemo, accostare alla Bibbia le vicende del maghetto che ha fatto la fortuna di Joanne Rowling, e lo stesso autore, nella prefazione, ritiene opportuno precisare il motivo di questa scelta: non si tratta di mescolare magia e teologia, ma di «mettere in luce, con la passione per l’evangelo e per la buona letteratura, l’ispirazione che l’autrice... ha tratto più o meno esplicitamente dalla Bibbia e dal pensiero cristiano». E, in merito all’obiezione basata sul celebre passo di Levitico («Non praticherete alcuna forma di magia»), rileva che quel versetto semmai «esorta a non affidarsi a chi ci promette una vita migliore sfruttando qualcosa che ci viene venduto come “magia”».
Dodici i capitoli, ognuno dedicato a un confronto specifico più o meno plausibile; e, superato lo straniamento iniziale, il libro rivela un autore preparato e non banale.

Il vangelo secondo Harry Potter
Autore: Peter Ciaccio
Editore: Claudiana
Anno: 2011
Pagine: 112
Prezzo: € 10,00

comments powered by Disqus
 

 

10677
Copyright e condizione di riproduzione evangelici.net è un sito di Teknosurf.it srl - P.IVA: 01264890052
Il materiale presente in questa pagina si può ripubblicare liberamente ma solo a queste condizioni.
Sono molto gradite donazioni via Paypal, che ci permetteranno di fare di più e meglio. | Contatti