M. Livolsi, U. Volli (a cura di) - Rumor e pettegolezzi. L’importanza della comunicazione informale

Recensione del 4/2/2014

All’apparenza si tratta di un tema effimero, che può richiamare alla mente i giornali scandalistici o, al massimo, i talk show. E invece il pettegolezzo è protagonista di un serissimo saggio collettivo che raccoglie interventi di docenti, comunicatori e psicologi impegnati a dissezionare l’argomento sotto diverse prospettive. Sì, perché il pettegolezzo è un fenomeno sociale tra i più antichi e uno strumento di comunicazione da cui derivano, più o meno direttamente, i canali di informazione odierni.

Attraverso gli interventi ci si rende conto di come il pettegolezzo sia sempre stato, insieme, strumento di socialità e di controinformazione, elemento che gioca un ruolo nell’agone politico e contrappunto ai canali di informazione ufficiale, fino alla sua elevazione agli onori - si fa per dire - della presenza televisiva che spesso proprio sul gossip ha costruito interi format di grande successo (si pensi ai reality) e carriere nemmeno troppo brevi.

Chissà: magari comprendere il fenomeno, con i suoi formati e i suoi meccanismi, potrà aiutare ad arginarlo.

Rumor e pettegolezzi. L’importanza della comunicazione informale
Autore: M. Livolsi, U. Volli (a cura di)
Editore: Franco Angeli
Anno: 2005
Pagine: 142
Prezzo: € 14,00

comments powered by Disqus
 

 

10681
Copyright e condizione di riproduzione evangelici.net è un sito di Teknosurf.it srl - P.IVA: 01264890052
Il materiale presente in questa pagina si può ripubblicare liberamente ma solo a queste condizioni.
Sono molto gradite donazioni via Paypal, che ci permetteranno di fare di più e meglio. | Contatti