Claudio Magris - Livelli di guardia

Recensione del 4/2/2014

Roberto Barbolini, su Panorama, ha descritto Claudio Magris come una «bussola preziosa nel mare di pigrizia etica e appiattimento mentale in cui non ci è dolce navigare». E in effetti gli interventi raccolti nel libro - pubblicati sul Corriere della Sera dallo studioso triestino tra il 2006 e il 2011 - non passano inosservati. Magris riflette su grandi temi e piccole questioni attingendo a quel buonsenso etico e a quella forma morale che molti rimpiangono di fronte a «tragedie, farse, faziosità, violenze, deliri e indecenze» che ci si parano davanti ogni giorno. Articoli, spiega Magris, “nati a caldo” di fronte a «eventi, vicende o polemiche che hanno segnato... la vita civile italiana», ma che, potremmo chiosare, presentano ancora oggi una loro attualità. Una cinquantina di interventi dove lucidità e laicità - intesa come «capacità di distinguere ciò che è dimostrabile razionalmente da ciò che è invece oggetto di fede» - si abbinano alla godibilità e alle frequenti tracce di triestinità, marchio di fabbrica dell’autore.

Livelli di guardia
Autore: Claudio Magris
Editore: Garzanti
Anno: 2011
Pagine: 204
Prezzo: € 18,00

comments powered by Disqus
 

 

10719
Copyright e condizione di riproduzione evangelici.net è un sito di Teknosurf.it srl - P.IVA: 01264890052
Il materiale presente in questa pagina si può ripubblicare liberamente ma solo a queste condizioni.
Sono molto gradite donazioni via Paypal, che ci permetteranno di fare di più e meglio. | Contatti