Aretha Franklin e la Cappella sistina del gospel

Articolo inserito il 18/1/2021 alle 09:34

Carlo Massarini su Linkiesta celebra con un lungo articolo Amazing grace, lo storico album che Aretha Franklin pubblicò nel 1972; per Massarini il disco «ha un valore artistico, spirituale e storico che Aretha riesce a intrecciare fra di loro in una performance che - a detta di tutti, dalla critica ai suoi pari - è il suo album migliore... Un magnifico, irresistibile, ritorno a casa. E se tornare alle radici è sempre un momento importante per un artista, tanto più lo è se le tue radici sono la chiesa e il gospel che hai imparato a suonare e cantare da bambina, e che ha influenzato tutta la tua carriera».

Amazing grace affonda le radici in una cultura religiosa ben diversa dalla nostra, spiega tra l'altro Massarini, fatta «confessioni e pentimenti, preghiere, letture di passi della Bibbia, sì, ma in un contesto totalmente immersivo di musica, ritmo, cori, invocazioni al Signore». In questa cornice nasce Amazing grace, che un esperto si spinse a definire "la Cappella sistina" della musica gospel.

foto: linkiesta.it



Condizioni d'uso
Puoi ripubblicare questo materiale senza scopo di lucro e solo inserendo in calce la dicitura "fonte: http://www.evangelici.net/focus/1610958893.html" (comprensiva di link). A titolo di cortesia si raccomanda la segnalazione della ripubblicazione a . La citazione parziale benvenuta, ma nel rispetto delle condizioni d'uso.

comments powered by Disqus

239
Copyright e condizione di riproduzione evangelici.net è un sito di Teknosurf.it srl - P.IVA: 01264890052
Il materiale presente in questa pagina si può ripubblicare liberamente ma solo a queste condizioni.
Sono molto gradite donazioni via Paypal, che ci permetteranno di fare di più e meglio. | Contatti