Vaccini in arrivo tra dubbi e speranze

Articolo inserito il 25/11/2020 alle 12:58

Il vaccino si avvicina: i laboratori sparsi per il mondo che da mesi stanno lavorando a spron battuto per produrre un farmaco capace di immunizzare l'organismo dal Sars-CoV-2 continuano ad annunciare con soddisfazione i progressi delle ricerche e le percentuali di efficacia (Pfizer è al 95%, Moderna al 94,5%, Oxford/Irbm tra il 90 e il 95%, il russo Sputnik V, con qualche dubbio, al 92%) sembrano confermare l'ottimismo. Il via libera delle autorità mediche e la distribuzione sul mercato delle prime dosi richiederà ancora tempo, ma nei prossimi mesi (già dalla seconda metà di gennaio, secondo il commissario Arcuri) dovrebbe finalmente essere disponibile. Sempre che lo si desideri: secondo un sondaggio pubblicato in questi giorni da Ipsos, il 16% degli intervistati non intende vaccinarsi e il 42% attenderà di valutare l'efficacia del vaccino prima di decidere.

Un trend, nota Goffredo Buccini sul Corriere, che «rivela un paradosso nazionale: di fronte all’attesa messianica di un vaccino, almeno un italiano su tre medita di non vaccinarsi affatto, mettendo a rischio un futuro effetto gregge». Sarà per le mille voci incontrollate che girano in rete, sarà per la comunicazione non proprio lineare da parte delle autorità («la babele sembra una punizione biblica più feroce del morbo in sé»), fatto sta che la cautela pare avere la meglio. Statisticamente «gli scettici si concentrano più al centro-sud e tra gli under 35»; in generale, spiega Matteo Villa dell'Ispi, «non ci si fida della scienza perché comunque la si ritiene collusa col potere», e l'approccio - aggiunge Guendalina Graffigna - «probabilmente è legato anche alle teorie complottiste che vanno a minare la fiducia». Un portato, conclude Buccini, della stagione che ha visto la «caduta verticale della fiducia nella scienza (uno vale uno...)».

Per uscirne servirebbe "una formidabile campagna informativa", ma prima «occorrerebbe un vaccino politico che stronchi il virus più pericoloso per l’Italia: l’interesse di fazione».

foto: wired.it



Condizioni d'uso
Puoi ripubblicare questo materiale senza scopo di lucro e solo inserendo in calce la dicitura "fonte: http://www.evangelici.net/focus/1606305520.html" (comprensiva di link). A titolo di cortesia si raccomanda la segnalazione della ripubblicazione a . La citazione parziale benvenuta, ma nel rispetto delle condizioni d'uso.

comments powered by Disqus

482
Copyright e condizione di riproduzione evangelici.net è un sito di Teknosurf.it srl - P.IVA: 01264890052
Il materiale presente in questa pagina si può ripubblicare liberamente ma solo a queste condizioni.
Sono molto gradite donazioni via Paypal, che ci permetteranno di fare di più e meglio. | Contatti