Duford: "una parte degli evangelici USA si sente senza casa"

Articolo inserito il 14/10/2020 alle 10:08

L'opinionista Jerushah Duford, nipote di Billy Graham, in un commento su USA Today si schiera senza mezze misure contro Donald Trump. «Ho passato tutta la mia vita in chiesa - spiega -, ogni mia decisione significativa è stata guidata dalla mia fede. Ma ora mi sento senza casa». Nel 2016, ricorda, molti come lei scelsero Trump come "il minore dei due mali"; tuttavia «il nostro presidente continua a perpetuare una narrazione "noi contro loro"».

Di fronte a questa situazione, si rammarica l'autrice, «quasi tutti i leader della nostra chiesa non dicono nulla», tanto che, alle intemerate del presidente, «il mondo intero ha visto il termine "evangelico" diventare sinonimo di ipocrisia e falsità. La mia fede e la mia chiesa sono diventate uno zimbello e qualsiasi tentativo da parte dei suoi membri di difendere le azioni di Trump in questo momento suona vuoto e insincero», si sfoga la Duford.

foto: usatoday.com



Condizioni d'uso
Puoi ripubblicare questo materiale senza scopo di lucro e solo inserendo in calce la dicitura "fonte: http://www.evangelici.net/focus/1602662931.html" (comprensiva di link). A titolo di cortesia si raccomanda la segnalazione della ripubblicazione a . La citazione parziale benvenuta, ma nel rispetto delle condizioni d'uso.

comments powered by Disqus

277
Copyright e condizione di riproduzione evangelici.net è un sito di Teknosurf.it srl - P.IVA: 01264890052
Il materiale presente in questa pagina si può ripubblicare liberamente ma solo a queste condizioni.
Sono molto gradite donazioni via Paypal, che ci permetteranno di fare di più e meglio. | Contatti