Girolamo, la passione per la Sacra Scrittura

Articolo inserito il 12/10/2020 alle 09:29

Lo scorso 30 settembre ricorrevano i 1600 anni dalla morte di Girolamo da Stridone, studioso cristiano di origine dalmata che dedicò una significativa parte della propria esistenza alla traduzione della Bibbia in latino partendo dai testi originali disponibili all'epoca; il suo sforzo diede vita alla monumentale versione ancora nota con il nome di Vulgata, considerata universalmente, ricorda Gianfranco Ravasi su Avvenire, "uno dei momenti fondanti della cultura occidentale".

Personaggio dalla personalità complessa, Girolamo era caratterizzato da un viscerale amore per la Bibbia, che «si manifesta - spiega ancora Ravasi - in forma appassionata e veemente, talora con un linguaggio aspro e con toni accesi», un amore che è «sostenuto e alimentato dallo studio rigoroso e attento, a cominciare dalle lingue originali, ed è arricchito in Girolamo dagli strumenti della filologia del suo tempo». Un'applicazione costante, concentrata e a tutto tondo che, sedici secoli dopo, ha ancora qualcosa da insegnare.

Papa Francesco ha voluto ricordare la ricorrenza dedicando a Girolamo una lettera apostolica, Scripturae Sacrae affectus (il testo integrale è qui).

foto: avvenire.it



Condizioni d'uso
Puoi ripubblicare questo materiale senza scopo di lucro e solo inserendo in calce la dicitura "fonte: http://www.evangelici.net/focus/1602487775.html" (comprensiva di link). A titolo di cortesia si raccomanda la segnalazione della ripubblicazione a . La citazione parziale benvenuta, ma nel rispetto delle condizioni d'uso.

comments powered by Disqus

207
Copyright e condizione di riproduzione evangelici.net è un sito di Teknosurf.it srl - P.IVA: 01264890052
Il materiale presente in questa pagina si può ripubblicare liberamente ma solo a queste condizioni.
Sono molto gradite donazioni via Paypal, che ci permetteranno di fare di più e meglio. | Contatti