Zan, un emendamento a tutela delle opinioni

Articolo inserito il 28/7/2020 alle 09:05

La commissione giustizia della Camera ha approvato a maggioranza un emendamento alla proposta di legge Zan che, nelle intenzioni, dovrebbe sfatare i dubbi sulle possibili conseguenze legali della normativa nei confronti di chi non istiga all'odio ma allo stesso tempo non condivide le posizioni culturali lgbt.

Enrico Costa e Giusi Bartolozzi di Forza Italia hanno proposto un'integrazione al testo nella quale si precisa che «ai sensi della presente legge, sono consentite la libera espressione di convincimenti od opinioni nonché le condotte legittime riconducibili al pluralismo delle idee e alla libertà delle scelte». Soddisfazione è stata espressa dallo stesso Zan e dal Partito democratico; perplessità sul fronte opposto, che - rileva Avvenire - non dimentica come «per valutare quali opinioni sono "riconducibili al pluralismo delle idee" e quali invece possono "istigare all’odio e alla violenza" rimarrà fondamentale l’interpretazione del giudice».

Lo stesso Avvenire segnala che il dibattito sull’omotransfobia è complesso e trasversale, tanto da aver spaccato anche il fronte femminista «con le esponenti di "Se non ora quando" schierate contro l’espressione "identità di genere"».

foto: avvenire.it



Condizioni d'uso
Puoi ripubblicare questo materiale senza scopo di lucro e solo inserendo in calce la dicitura "fonte: http://www.evangelici.net/focus/1595919930.html" (comprensiva di link). A titolo di cortesia si raccomanda la segnalazione della ripubblicazione a . La citazione parziale benvenuta, ma nel rispetto delle condizioni d'uso.

comments powered by Disqus

401
Copyright e condizione di riproduzione evangelici.net è un sito di Teknosurf.it srl - P.IVA: 01264890052
Il materiale presente in questa pagina si può ripubblicare liberamente ma solo a queste condizioni.
Sono molto gradite donazioni via Paypal, che ci permetteranno di fare di più e meglio. | Contatti