Brasile, chiese e quarantena

Articolo inserito il 23/6/2020 alle 10:34

«Il virus è Satana, per combatterlo non ci si deve chiudere in casa, ma avere fiducia in Dio»: il pastore brasiliano Silas Malafaia dà manforte a Jair Bolsonaro nel suo rifiuto di riconoscere la gravità della situazione dettata dal covid. Pare che, nonostante la gestione fallimentare dell'allarme epidemia da parte del presidente, una sostanziosa parte della popolazione sia ancora con lui, incluse molte chiese: «Il "popolo del capitano" - scrive Emiliano Guanella sulla Stampa - è eterogeneo e va dai fanatici di estrema destra ai fedeli delle chiese evangeliche pentecostali fino ai milioni di brasiliani poveri o poverissimi. In prima fila tra i sostenitori di Bolsonaro ci sono anche i leader delle più importanti chiese evangeliche neopentecostali, come la Igreja Universal e Assembleia de Deus», che «la settimana scorsa si sono incontrati per pregare assieme al presidente». Non tutte le chiese, in realtà, danno credito a Bolsonaro e alla sua linea: «le chiese evangeliche tradizionali, come la battista o l’anglicana, sono a favore della quarantena, quelle più moderne e commerciali sostengono la linea del governo», scrive Guanella.

foto: lastampa.it



Condizioni d'uso
Puoi ripubblicare questo materiale senza scopo di lucro e solo inserendo in calce la dicitura "fonte: http://www.evangelici.net/focus/1592901288.html" (comprensiva di link). A titolo di cortesia si raccomanda la segnalazione della ripubblicazione a . La citazione parziale benvenuta, ma nel rispetto delle condizioni d'uso.

comments powered by Disqus

547
Copyright e condizione di riproduzione evangelici.net è un sito di Teknosurf.it srl - P.IVA: 01264890052
Il materiale presente in questa pagina si può ripubblicare liberamente ma solo a queste condizioni.
Sono molto gradite donazioni via Paypal, che ci permetteranno di fare di più e meglio. | Contatti