Messias ed Esposito tra calcio e fede

Articolo inserito il 29/11/2019 alle 17:44

La Gazzetta dello Sport dedica un'intervista a Junior Messias, attaccante del Crotone, e al suo percorso sportivo: «Avevo deciso di smettere con il calcio e la decisione la comunicai al pastore della chiesa evangelica che frequentavo – racconta Messias al quotidiano – perché io sono molto legato alla fede e quindi ho sentito la necessità, in quel momento, di rivolgermi a Dio e capire il suo progetto nei miei confronti. Sarà strano ma da quel momento in poi per mesi si è aperto un nuovo mondo» dando il via alla sua scalata verso le serie maggiori.


Sempre sulla rosea si è parlato anche di Sebastiano Esposito, 17 anni, promessa dell'Inter e della Nazionale che, parlando di fede, spiega come l'importanza di Dio nella sua vita sia "Totale": «Dio è la cosa più grande. Mamma e papà mi hanno messo al mondo, ma se lui non avesse voluto non sarei qui».


foto: gazzetta.it



Condizioni d'uso
Puoi ripubblicare questo materiale senza scopo di lucro e solo inserendo in calce la dicitura "fonte: http://www.evangelici.net/focus/1575045840.html" (comprensiva di link). A titolo di cortesia si raccomanda la segnalazione della ripubblicazione a . La citazione parziale benvenuta, ma nel rispetto delle condizioni d'uso.

comments powered by Disqus

519
Copyright e condizione di riproduzione evangelici.net è un sito di Teknosurf.it srl - P.IVA: 01264890052
Il materiale presente in questa pagina si può ripubblicare liberamente ma solo a queste condizioni.
Sono molto gradite donazioni via Paypal, che ci permetteranno di fare di più e meglio. | Contatti