Torna la disfida del crocifisso

Articolo inserito il 18/10/2019 alle 14:40

Fuori i crocifissi dalle aule scolastiche: il neoministro all'istruzione, Lorenzo Fioramonti, torna su un tema evergreen che, con il passare del tempo, non ha perso il suo peso ma ha cambiato pelle. Se negli anni Settanta erano i cristiani acattolici a proporre la rimozione di un simbolo riconosciuto come divisivo (ancorché, all'epoca, in grado di rappresentare la maggioranza della popolazione), vent'anni fa è stato un polemico esponente della comunità islamica a fare propria la battaglia, mentre oggi è la componente laicista a raccogliere il testimone dell'istanza per rilanciarla. Una battaglia che, peraltro, forse ormai risulta fuori tempo massimo, e che sicuramente porta con sé il sospetto di un interesse politico più che religioso.

A margine dell'uscita di Fioramonti si è consumato il solito rito delle reazioni. Inevitabile, naturalmente, quella dei vescovi cattolici: «dall’uscita del ministro dell’istruzione sgorga una ignoranza culturale che dispiace vedere in persone che rappresentano la nostra Repubblica» (così monsignor Giovanni D’ercole); sul fronte della politica l’opposizione conservatrice ha buon gioco ad alzare barricate, mentre il M5S replica imbarazzato precisando che la questione «non è all’ordine del giorno», con Di Maio che rilancia la palla nel campo avversario: «sono cattolico, ma sono contento di vivere in uno Stato laico. Non credo che il crocifisso sia il problema della scuola». Il Pd, per parte sua, si sfila dalla polemica: «non mi pare sia necessario riaprire trite dispute ideologiche sul crocifisso», ha commentato Graziano Delrio.

Tempi duri insomma per i simboli cristiani, già vessati da spicce esibizioni da comizio: «Povero Gesù, rimodellato a simbolo di questo o quello secondo i gusti dell’elettorato di riferimento», sospira Mattia Feltri sulla Stampa, ricordando che paradossalmente, in questa occasione, la comunità musulmana si è tirata fuori dalla contesa ribadendo il proprio disinteresse per il tema. Da segnalare, a margine, l'approfondimento sulla situazione negli altri Paesi europei realizzato dall'agenzia di stampa Agi. 

foto: agi.it



Condizioni d'uso
Puoi ripubblicare questo materiale senza scopo di lucro e solo inserendo in calce la dicitura "fonte: http://www.evangelici.net/focus/1571402458.html" (comprensiva di link). A titolo di cortesia si raccomanda la segnalazione della ripubblicazione a . La citazione parziale benvenuta, ma nel rispetto delle condizioni d'uso.

comments powered by Disqus

536
Copyright e condizione di riproduzione evangelici.net è un sito di Teknosurf.it srl - P.IVA: 01264890052
Il materiale presente in questa pagina si può ripubblicare liberamente ma solo a queste condizioni.
Sono molto gradite donazioni via Paypal, che ci permetteranno di fare di più e meglio. | Contatti