La Santa Cena lunare di Buzz Aldrin

Articolo inserito il 1/8/2019 alle 10:21

Il cinquantesimo anniversario dello sbarco sulla luna ha tenuto banco per tutta la scorsa settimana con programmi, approfondimenti, commenti, rievocazioni televisive che hanno raccontato i fatti, spiegato i dettagli (specie a chi, nel 1969, ancora non c'era) e proposto aneddoti sulle vicende collegate all'impresa.

Un dettaglio però è sfuggito ai più. Il secondo uomo sceso sulla luna, Buzz Aldrin, non solo era evangelico praticante ma ricopriva all'epoca il ruolo di anziano nella Webster Presbyterian Church di Houston, in Texas; visto che la fatidica data dello sbarco sulla luna - il 20 luglio - cadeva di domenica, Aldrin celebrò la Santa Cena sul modulo Eagle (lo aveva raccontato lui stesso, anni fa), immediatamente dopo lo storico allunaggio, collegandosi idealmente con la sua chiesa madre e chiedendo, via radio, alla base della Nasa qualche momento di silenzio mentre apriva la confezione di pane e versava il vino in un calice portato apposta per l'occasione, leggendo nel contempo le parole di Gesù riportate in Giovanni 15:5: "Io sono la vite, voi siete i tralci. Se uno rimane in me, e io lui, egli porterà molto frutto; perché senza di me non potete fare nulla".

foto: premier.org.uk



Condizioni d'uso
Puoi ripubblicare questo materiale senza scopo di lucro e solo inserendo in calce la dicitura "fonte: http://www.evangelici.net/focus/1564647693.html" (comprensiva di link). A titolo di cortesia si raccomanda la segnalazione della ripubblicazione a . La citazione parziale benvenuta, ma nel rispetto delle condizioni d'uso.

comments powered by Disqus

550
Copyright e condizione di riproduzione evangelici.net è un sito di Teknosurf.it srl - P.IVA: 01264890052
Il materiale presente in questa pagina si può ripubblicare liberamente ma solo a queste condizioni.
Sono molto gradite donazioni via Paypal, che ci permetteranno di fare di più e meglio. | Contatti