Egitto, pirati informatici contro i cristiani

Articolo inserito il 13/7/2019 alle 16:41

In Egitto gli estremisti islamici potrebbero aver adottato una nuova tecnica per aizzare gli animi della popolazione contro i cristiani. Di recente un giovane copto ha visto pubblicare a suo nome sui social alcuni post blasfemi; il ragazzo ha spiegato online di non aver pubblicato alcunché e si è scusato per l'episodio, ma il suo gesto non è bastato: i suoi presunti interventi hanno spinto un gruppo a organizzare un'azione punitiva devastando l'abitazione del giovane.

Pare non si tratti del primo caso simile: «alcune fonti locali - riferisce Porte Aperte - hanno raccontato di altri casi, alcuni dei quali resi pubblici; sembra che siamo di fronte ad una nuova tattica dei gruppi estremisti salafiti, messa in atto per danneggiare i cristiani del Paese, specialmente i copti dell’Alto Egitto. Non si tratta di incidenti casuali, ma di una strategia organizzata per attaccare il cristianesimo, una tattica messa in atto da persone con disponibilità economica tale da permettere loro di pagare degli hacker».

foto: porteaperteitalia.org



Condizioni d'uso
Puoi ripubblicare questo materiale senza scopo di lucro e solo inserendo in calce la dicitura "fonte: http://www.evangelici.net/focus/1563028877.html" (comprensiva di link). A titolo di cortesia si raccomanda la segnalazione della ripubblicazione a . La citazione parziale benvenuta, ma nel rispetto delle condizioni d'uso.

comments powered by Disqus

426
Copyright e condizione di riproduzione evangelici.net è un sito di Teknosurf.it srl - P.IVA: 01264890052
Il materiale presente in questa pagina si può ripubblicare liberamente ma solo a queste condizioni.
Sono molto gradite donazioni via Paypal, che ci permetteranno di fare di più e meglio. | Contatti