Gli olivi millenari del Getsemani

Articolo inserito il 27/1/2019 alle 00:23

La rubrica di botanica della Stampa torna sugli olivi del Getsemani: "Pochi anni fa - segnala Carlo Grande - una ricerca del Cnr e la datazione al radiocarbonio hanno rivelato che gli ulivi del Getsemani godono ottima salute e che la loro parte emersa (tronco e chioma) è vecchia di circa 900 anni, risale cioè al XII secolo, ovvero all’epoca crociata, tra il 1092 e il 1198». Gli olivi "provengono da un’unica pianta preesistente": sarebbero dunque figli delle piante tra cui Gesù camminò duemila anni fa.

Il luogo, rileva l'articolo, è «estremamente simbolico, nella Bibbia e nella Storia: qui si accamparono i soldati romani durante l’assedio di Gerusalemme del 70 d.C. che portò alla distruzione della città e del Secondo Tempio. Nel libro di Zaccaria il Monte degli Ulivi e la sottostante valle di Giosafat sono il luogo da cui Dio comincerà a far rinascere i morti alla fine dei tempi, per questo è luogo anche di migliaia di sepolture, si valuta vi siano 150.000 tombe». Una storia affascinante per un luogo tutto sommato anonimo: «Getsemani significa "frantoio" ("Gath Shemanim", torchio d’olio)».

foto: wikipedia.org



Condizioni d'uso
Puoi ripubblicare questo materiale senza scopo di lucro e solo inserendo in calce la dicitura "fonte: http://www.evangelici.net/focus/1548545022.html" (comprensiva di link). A titolo di cortesia si raccomanda la segnalazione della ripubblicazione a . La citazione parziale benvenuta, ma nel rispetto delle condizioni d'uso.

comments powered by Disqus

468
Copyright e condizione di riproduzione evangelici.net è un sito di Teknosurf.it srl - P.IVA: 01264890052
Il materiale presente in questa pagina si può ripubblicare liberamente ma solo a queste condizioni.
Sono molto gradite donazioni via Paypal, che ci permetteranno di fare di più e meglio. | Contatti