Stretta sulle religioni nel territorio ribelle di Luhansk

Articolo inserito il 8/11/2018 alle 17:52

In Ucraina, nell'autoproclamata repubblica autonoma di Luhansk, le autorità hanno negato l'autorizzazione al culto a numerose denominazioni, tra cui battisti e pentecostali (ma anche ai cattolici).

Lo scorso mese di febbraio, segnala Evangelical Focus - è stata approvata una legge religiosa che richiama la libertà di credo ma impone una serie di restrizioni, giustificate con l'obiettivo della sicurezza nazionale. La regione di Luhansk vive una situazione di sostanziale guerra civile dal 2014, quando un gruppo di ribelli, con il sostegno della Russia, ha dichiarato unilateralmente l'indipendenza del territorio dall'Ucraina (anche se, a oggi, pare controllino solo un terzo del territorio).

Una vicenda quasi tribale, sintomo di un'instabilità tanto più preoccupante in quanto - non dimentichiamolo - va in scena nel cuore dell'Europa.

foto: evangelicalfocus.com



Condizioni d'uso
Puoi ripubblicare questo materiale senza scopo di lucro e solo inserendo in calce la dicitura "fonte: http://www.evangelici.net/focus/1541695923.html" (comprensiva di link). A titolo di cortesia si raccomanda la segnalazione della ripubblicazione a . La citazione parziale benvenuta, ma nel rispetto delle condizioni d'uso.

comments powered by Disqus

184
Copyright e condizione di riproduzione evangelici.net è un sito di Teknosurf.it srl - P.IVA: 01264890052
Il materiale presente in questa pagina si può ripubblicare liberamente ma solo a queste condizioni.
Sono molto gradite donazioni via Paypal, che ci permetteranno di fare di più e meglio. | Contatti