Norris, ad Avellino tra fede e canestri

Articolo inserito il 31/8/2018 alle 15:07

Arriva ad Avellino Cole Norris, stella del basket USA: nel ritratto proposto da Andrea Barocci sul Corriere dello Sport emerge la figura di un credente impegnato, cresciuto a pane e Bibbia, con una famiglia che lo ha incoraggiato a fare sport, «a una condizione però: prima la chiesa e la scuola, poi tutto il resto. Così quel piccoletto con pochi chili addosso aveva preso a frequentare la Webster Street Church of Christ: suonava la batteria, guidava il coro durante le cerimonie religiose, e intanto tirava a canestro». L'adolescenza di Norris è trascorsa tra partite che non dovevano interferire con le cerimonie religiose, e il suo presente si sviluppa sulla stessa direttrice: «se perdo qualche sermone? La chiesa mi manda la registrazione in DVD». Ad Avellino si presenta «con due anelli NBA, la Bibbia e un concetto di etica sportiva da diffondere in Italia». Ma, soprattutto, con una convinzione granitica: «uno dei miei brani preferiti delle Sacre Scritture è la lettera ai Filippesi 4,13: "Tutto posso in colui che mi dà la forza". Mi piace perché, come dice la Bibbia, io posso realizzare qualsiasi cosa, purché Cristo rimanga sempre al primo posto nella mia vita».


foto: basketnet.it



Condizioni d'uso
Puoi ripubblicare questo materiale senza scopo di lucro e solo inserendo in calce la dicitura "fonte: http://www.evangelici.net/focus/1535720822.html" (comprensiva di link). A titolo di cortesia si raccomanda la segnalazione della ripubblicazione a . La citazione parziale benvenuta, ma nel rispetto delle condizioni d'uso.

comments powered by Disqus

342
Copyright e condizione di riproduzione evangelici.net è un sito di Teknosurf.it srl - P.IVA: 01264890052
Il materiale presente in questa pagina si può ripubblicare liberamente ma solo a queste condizioni.
Sono molto gradite donazioni via Paypal, che ci permetteranno di fare di più e meglio. | Contatti