L'Irlanda vota s all'aborto

Articolo inserito il 5/6/2018 alle 10:23

In Irlanda il referendum sulla legalizzazione dell'aborto è passato con il 66,4% dei voti favorevoli. Tecnicamente è stato abolito l'emendamento costituzionale che garantiva pieni diritti fin dal concepimento, una norma in vigore dal 1983, che impediva l’interruzione di gravidanza.

Complice del risultato, ha spiegato Sergio Romano sul Corriere, è stata l'immagine della chiesa cattolica, compromessa negli anni dalle accuse di abusi su minori; in realtà già prima del referendum la legislazione veniva applicata con un approccio pragmatico ("ibrido e ipocrita", lo definisce Romano): «le donne non potevano abortire, ma potevano documentarsi sui metodi e sui luoghi in cui la maternità poteva essere programmata in "altri modi"», insomma «vietava l’aborto in patria, ma lo permetteva, di fatto, all’estero».

foto: corriere.it



Condizioni d'uso
Puoi ripubblicare questo materiale senza scopo di lucro e solo inserendo in calce la dicitura "fonte: http://www.evangelici.net/focus/1528187001.html" (comprensiva di link). A titolo di cortesia si raccomanda la segnalazione della ripubblicazione a . La citazione parziale benvenuta, ma nel rispetto delle condizioni d'uso.

comments powered by Disqus

282
Copyright e condizione di riproduzione evangelici.net è un sito di Teknosurf.it srl - P.IVA: 01264890052
Il materiale presente in questa pagina si può ripubblicare liberamente ma solo a queste condizioni.
Sono molto gradite donazioni via Paypal, che ci permetteranno di fare di più e meglio. | Contatti