Progetto Archippo - Formazione cristiana permanente Benvenuto Visitatore. Fai Login o Registrati. RegolamentoLeggi il regolamento completo  RSSIscrizione feed RSS

Indice Indice   Help Help   Cerca Cerca   Utenti Utenti   Calendario Calendario   Login Login   Registrati Registrati

    
   I Forum di Evangelici.net
   Vita di chiesa e cammino cristiano
   Vita cristiana
(Moderatore: andreiu)
   Un divorziato risposato può suonare in chiesa?
« Topic Precedente | Prossimo Topic »
Pagine: 1 2  · vai in fondo · Rispondi Rispondi   Create+Poll Create+Poll   Abilita notifica Abilita notifica    Invia il Topic Invia il Topic    Stampa Stampa
   Autore  Topic: Un divorziato risposato può suonare in chiesa?  (letto 1258 volte)
Virtuale
Membro familiare
****



Abbi fiducia in Gesù

   


Posts: 2452
Re: Un divorziato risposato può suonare in chiesa?
« Rispondi #15 Data del Post: 13.05.2018 alle ore 20:37:49 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 11.05.2018 alle ore 15:10:17, Grande_Puffo wrote:

Mi sa che sarà dura perché in realtà la Bibbia non la disapprova

 
Quale Bibbia ? Quella di Pinco Pallino ?
Loggato

"Zia, ma quando Gesù è risorto ha fatto il buco nell`ozono ? " (bambino) di Tony Kospan.
Grande_Puffo
Membro familiare
****




W questo FORUM!!!

   
E-Mail

Posts: 2318
Re: Un divorziato risposato può suonare in chiesa?
« Rispondi #16 Data del Post: 14.05.2018 alle ore 10:28:55 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 13.05.2018 alle ore 20:37:49, Virtuale wrote:

 
Quale Bibbia ? Quella di Pinco Pallino ?

No, la mia. Sorridente
 
Scherzi a parte, dove è che la Bibbia proibirebbe di fare un servizio in chiesa ad un divorziati risposato?
Loggato
Grande_Puffo
Membro familiare
****




W questo FORUM!!!

   
E-Mail

Posts: 2318
Re: Un divorziato risposato può suonare in chiesa?
« Rispondi #17 Data del Post: 14.05.2018 alle ore 11:16:35 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Uno studio molto ben fatto (almeno secondo me).
 
http://www.riconciliazione.org/ce-vita-dopo-il-divorzio/
« Ultima modifica: 14.05.2018 alle ore 11:17:06 by Grande_Puffo » Loggato
Grande_Puffo
Membro familiare
****




W questo FORUM!!!

   
E-Mail

Posts: 2318
Re: Un divorziato risposato può suonare in chiesa?
« Rispondi #18 Data del Post: 15.05.2018 alle ore 08:49:12 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 14.05.2018 alle ore 17:40:23, Virtuale wrote:

Sì sì, nel caso in cui il coniuge fa adulterio l`altra parte si può risposare.

E poi, tornando in argomento, può tranquillamente suonare la chitarra in chiesa.
Loggato
Paolo_aquila
Membro familiare
****



Fratelli amiamoci , perchè l'amore vien da Dio.

   
E-Mail

Posts: 431
Re: Un divorziato risposato può suonare in chiesa?
« Rispondi #19 Data del Post: 11.11.2018 alle ore 12:55:09 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Caro Andrea, prima di tutto segui il consiglio che ti è stato dato, cambia chiesa, xkè il pastore che presiede dovrebbe sapere che" GESU' ODIA IL DIVORZIO".Per cui non dovrebbe mettere al servizio quello che viene definito dalla Parola di Dio :ADULTERO.! Questo pastore non stà Osservando la Parola di Dio e, tu se vai in Chiesa lo fai non per suonare o cantare MA SOPRATTUTTO PER ASCOLTARE LA PAROLA DI DIO !!! DIO TI BENEDICA.
Loggato

Paolo aquila
Grande_Puffo
Membro familiare
****




W questo FORUM!!!

   
E-Mail

Posts: 2318
Re: Un divorziato risposato può suonare in chiesa?
« Rispondi #20 Data del Post: 12.11.2018 alle ore 09:15:01 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Gesù odia il divorzio, non il divorziato.
Loggato
enzo
Membro familiare
****




"Ti amo, Signore, mia forza"  Salmo 17:2

   
WWW    E-Mail

Posts: 607
Re: Un divorziato risposato può suonare in chiesa?
« Rispondi #21 Data del Post: 19.11.2018 alle ore 15:45:11 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

1Corinzi 7:24 Fratelli, ognuno rimanga davanti a Dio nella condizione in cui si trovava quando fu chiamato.
 
Manco da una vita dal forum, e in base a questa discussione, vorrei sapere il senso di questo versetto.
Per me se un divorziato risposato viene "chiamato" in questa condizione, tale deve rimanere. Che senso ha divorziare da credente? Che poi, non è sbagliato divorziare da credente? E poi, divorziando cosa metterebbe a posto? Ritornerebbe a sposare la prima moglie che ha lasciato quando non era convertito? e la seconda moglie lasciata da credente non lo porrebbe in una condizione maggiore di peccato? E se la prima moglie si fosse risposata? (da non credenti tutto è lecito purtroppo!!!) Ecco perchè Paolo dà questo insegnamento! cercare di rimediare ad una situazione fatta da non credenti potrebbe causare danni maggiori al credente. (è un mio pensiero).  
 
 Ciao
Loggato

Ma quanti sperano nel Signore riacquistano forza,
mettono ali come aquile, corrono senza affannarsi,
camminano senza stancarsi. (Isaia 40:31)
principessa75
Membro
***




CRISTIANA IMPERFETTA

   


Posts: 61
Re: Un divorziato risposato può suonare in chiesa?
« Rispondi #22 Data del Post: 19.11.2018 alle ore 17:49:07 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

In 1Corinzi 7:10-24 egli insiste sul dovere dei cristiani di non rompere il vincolo matrimoniale ed, in genere, di perseverare nella vocazione terrena in cui li ha trovati l'appello divino.
Loggato

“Questo è buono e gradito davanti a Dio, nostro Salvatore, il quale vuole che tutti gli uomini siano salvati e vengano alla conoscenza della verità.” 1 Timoteo 2:3-4.
andreiu
Admin
*****




Gesù è la mia vita

   
WWW    E-Mail

Posts: 5374
Re: Un divorziato risposato può suonare in chiesa?
« Rispondi #23 Data del Post: 26.11.2018 alle ore 11:58:53 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 19.11.2018 alle ore 15:45:11, enzo wrote:
1Corinzi 7:24 Fratelli, ognuno rimanga davanti a Dio nella condizione in cui si trovava quando fu chiamato.
 
Manco da una vita dal forum, e in base a questa discussione, vorrei sapere il senso di questo versetto.
Per me se un divorziato risposato viene "chiamato" in questa condizione, tale deve rimanere. Che senso ha divorziare da credente? Che poi, non è sbagliato divorziare da credente? E poi, divorziando cosa metterebbe a posto? Ritornerebbe a sposare la prima moglie che ha lasciato quando non era convertito? e la seconda moglie lasciata da credente non lo porrebbe in una condizione maggiore di peccato? E se la prima moglie si fosse risposata? (da non credenti tutto è lecito purtroppo!!!) Ecco perchè Paolo dà questo insegnamento! cercare di rimediare ad una situazione fatta da non credenti potrebbe causare danni maggiori al credente. (è un mio pensiero).  
 
 Ciao

 
Ciao Enzo, se estrapoliamo un versetto fuori dal contesto è pericoloso. Partendo dal tuo ragionamento dovremmo concludere che se un omosessuale è stato chiamato in questa condizione deve rimanere in quello stato. Oppure se sono stato chiamato mentre sto svolgendo un lavoro disonesto che ad esempio froda lo stato devo continuare così. Ecco cosa dice il brano:  
 
Del resto, ciascuno continui a vivere nella condizione assegnatagli dal Signore, nella quale si trovava quando Dio lo chiamò. Così ordino in tutte le chiese. 18 Qualcuno è stato chiamato quando era circonciso? Non faccia sparire la sua circoncisione. Qualcuno è stato chiamato quand'era incirconciso? Non si faccia circoncidere. 19 La circoncisione non conta nulla, e l'incirconcisione non conta nulla; ma ciò che conta è l'osservanza dei comandamenti di Dio. 20 Ognuno rimanga nella condizione in cui era quando fu chiamato. 21 Sei stato chiamato essendo schiavo? Non te ne preoccupare, ma se puoi diventare libero, è meglio valerti dell'opportunità. 22 Poiché colui che è stato chiamato nel Signore, da schiavo, è un affrancato del Signore; ugualmente colui che è stato chiamato mentre era libero, è schiavo di Cristo. 23 Voi siete stati riscattati a caro prezzo; non diventate schiavi degli uomini. 24 Fratelli, ognuno rimanga davanti a Dio nella condizione in cui si trovava quando fu chiamato.
25 Quanto alle vergini non ho comandamento dal Signore; ma do il mio parere, come uno che ha ricevuto dal Signore la grazia di essere fedele.
26 Io penso dunque che a motivo della pesante situazione sia bene per loro di restare come sono; poiché per l'uomo è bene di starsene così. 27 Sei legato a una moglie? Non cercare di sciogliertene. Non sei legato a una moglie? Non cercare moglie. 28 Se però prendi moglie, non pecchi; e se una vergine si sposa, non pecca; ma tali persone avranno tribolazione nella carne e io vorrei risparmiarvela”. Come puoi notare si parla di condizioni legittime ed altre dove si può usufruire di un diritto come lo stato di schiavitu. Poi si parla di persona legata ad una moglie e di uomo non legato ad una moglie, quindi non sposato o vedovo. In quel caso si può legittimamente sposare. Ma la conclusione di tutto il discorso si ha nel V.39 passo che è chiarissimo
Loggato

http://forumbiblico.community.leonardo.it/
Pagine: 1 2  · torna su · Rispondi Rispondi   Create+Poll Create+Poll   Abilita notifica Abilita notifica    Invia il Topic Invia il Topic    Stampa Stampa

« Topic Precedente | Prossimo Topic »
Icons made by Freepik, Daniel Bruce, Scott de Jonge, Icomoon, SimpleIcon from www.flaticon.com is licensed by CC BY 3.0
Powered by YaBB 1 Gold - SP 1.4 - Forum software copyright © 2000-2004 Yet another Bulletin Board

    
Copyright e condizione di riproduzione evangelici.net è un sito di Teknosurf.it srl - P.IVA: 01264890052
Il materiale presente in questa pagina si può ripubblicare liberamente ma solo a queste condizioni.
Sono molto gradite donazioni via Paypal, che ci permetteranno di fare di più e meglio. | Contatti