Ti senti solo? Benvenuto Visitatore. Fai Login o Registrati. RegolamentoLeggi il regolamento completo  RSSIscrizione feed RSS

Indice Indice   Help Help   Cerca Cerca   Utenti Utenti   Calendario Calendario   Login Login   Registrati Registrati

    
   I Forum di Evangelici.net
   Dottrina, storia ed esegesi biblica (partecipazione riservata a chi si identifica con i punti di fede di evangelici.net)
   Dottrina e riflessioni bibliche
(Moderatori: andreiu, ilcuorebatte, Asaf)
   Giovanni 3:16
« Topic Precedente | Prossimo Topic »
Pagine: 1 2 3  ...  14 · vai in fondo · Rispondi Rispondi   Create+Poll Create+Poll   Abilita notifica Abilita notifica    Invia il Topic Invia il Topic    Stampa Stampa
   Autore  Topic: Giovanni 3:16  (letto 13786 volte)
Andrea II
Membro
***



...

   


Posts: 192
Giovanni 3:16
« Data del Post: 20.02.2017 alle ore 11:09:42 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Buongiorno a tutti e ben ritrovati  Sorriso
 
Volevo sottoporre alla vostra attenzione un versetto della Bibbia molto conosciuto, forse il più conosciuto.
 
Perché Dio ha tanto amato il mondo, che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque crede in lui non perisca, ma abbia vita eterna. Giovanni 3:16
 
Quasi tutte le letture di questo passo sono unanimi nel concludere che l'amore di Dio sia universale ed esteso a tutte le sue creature, appunto il mondo. Tutto il Vangelo pare essere condensato in questo verso che viene preso come "bignami" del nuovo testamento. Da questa conclusione parte l'annuncio dell'amore di Dio verso i peccatori e tale diventa il tema dominante di tutte le azioni evangelistiche contemporanee.
 
Ecco la mia domanda. Perchè tale annuncio di amore non è mai presente come evangelizzazione nei Vangeli e nelle predicazioni apostoliche degli Atti? A parte il verso in questione (che come molti sanno può presentare ben altra lettura) Gesù non parla MAI dell'amore del Padre ai peccatori increduli, perchè? Quello che noi riteniamo essere il centro del Vangelo non è MAI menzionato dagli Apostoli quando questi si rivolgono alle folle di ascoltanti davanti a loro?
 
Il dubbio è questo: siamo proprio sicuri che Giovanni 3:16 dica quello che comunemente si intende e sia "la Bibbia in un verso"?
 
Vi ringrazio per l'attenzione e per le eventuali risposte  Ciao
Loggato
ester2
Membro familiare
****



Cosi' dice il Signore:"Io onoro quelli che mi onorano"    1Sam.2-30

   
E-Mail

Posts: 2119
Re: Giovanni 3:16
« Rispondi #1 Data del Post: 20.02.2017 alle ore 23:28:41 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Le tue riflessioni le trovo sempre interessanti. Penso che tu abbia la risposta mi piacerebbe saperla  Sorriso
Loggato
Johannan
Membro
***



Gesù Cristo è il mio Signore

   


Posts: 215
Re: Giovanni 3:16
« Rispondi #2 Data del Post: 20.02.2017 alle ore 23:38:26 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Pace del Signore

on 20.02.2017 alle ore 11:09:42, Andrea II wrote:
...Ecco la mia domanda. Perchè tale annuncio di amore non è mai presente come evangelizzazione nei Vangeli e nelle predicazioni apostoliche degli Atti? A parte il verso in questione (che come molti sanno può presentare ben altra lettura) Gesù non parla MAI dell'amore del Padre ai peccatori increduli, perchè? ...

 
Le domande sono formulate sulla base di considerazioni palesemente false!
 
Matteo 9:13 Or andate e imparate che cosa significhi: Voglio misericordia, e non sacrifizio; poiché io non son venuto a chiamar de' giusti, ma dei peccatori.
 
Luca 5:32 Io non son venuto a chiamar de' giusti, ma de' peccatori a ravvedimento.
 
Luca 15:7 Io vi dico che così vi sarà in cielo più allegrezza per un solo peccatore che si ravvede, che per novantanove giusti i quali non han bisogno di ravvedimento.
 
Marco 2:17 E Gesù, udito ciò, disse loro: Non sono i sani che hanno bisogno del medico, ma i malati. Io non son venuto a chiamar de' giusti, ma dei peccatori.
 
Romani 5:6 Perché, mentre eravamo ancora senza forza, Cristo, a suo tempo, è morto per gli empi.
 
Romani 5:8 ma Iddio mostra la grandezza del proprio amore per noi, in quanto che, mentre eravamo ancora peccatori, Cristo è morto per noi.
 
1Timoteo 1:15 Certa è questa parola e degna d'essere pienamente accettata: che Cristo Gesù è venuto nel mondo per salvare i peccatori, dei quali io sono il primo.
 
1Pietro 2:24 egli, che ha portato egli stesso i nostri peccati nel suo corpo, sul legno, affinché, morti al peccato, vivessimo per la giustizia, e mediante le cui lividure siete stati sanati.
 

on 20.02.2017 alle ore 11:09:42, Andrea II wrote:
... Quello che noi riteniamo essere il centro del Vangelo non è MAI menzionato dagli Apostoli quando questi si rivolgono alle folle di ascoltanti davanti a loro? ...

 
Atti 2:38 E Pietro a loro: RAVVEDETEVI, e ciascun di voi sia battezzato nel nome di Gesù Cristo, per la remissione dei VOSTRI PECCATI, e voi riceverete il dono dello Spirito Santo. 39 Poiché per voi è la promessa, e per i vostri figliuoli, e per tutti quelli che son lontani, per quanti il Signore Iddio nostro ne chiamerà.
 

on 20.02.2017 alle ore 11:09:42, Andrea II wrote:
... Il dubbio è questo: siamo proprio sicuri che Giovanni 3:16 dica quello che comunemente si intende e sia "la Bibbia in un verso"?...

 
SI, io sono proprio sicuro che è così.
 
Pace del Signore
« Ultima modifica: 20.02.2017 alle ore 23:40:11 by Johannan » Loggato

Iddio ha tanto amato il mondo, che ha dato il suo unigenito Figliuolo, affinché chiunque crede in lui non perisca, ma abbia vita eterna
Andrea II
Membro
***



...

   


Posts: 192
Re: Giovanni 3:16
« Rispondi #3 Data del Post: 21.02.2017 alle ore 10:37:22 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Caro Johannan,
deve esserci stato un disguido perchè vedo che hai citato 4 versi presi nè in Atti e tanto meno nei vangeli. Forse non sono stato chiaro e  cercherò di rimediare facendo una precisazione. Che nelle epistole, indirizzate ai santi, si parli in maniera ampia e compiuta dell'amore di Dio non lo metto affatto in dubbio ed anzi è una gioia e una consolazione per ogni vero cristiano nato di nuovo.  
 
Il punto è che Gesù e gli Apostoli, e vedo che anche nei versi da te citati questo traspare molto chiaramente, parlavano di ravvedimento richiesto da Dio e non di amore di Dio. Pietro o Paolo non hanno mai detto ad una folla di ascoltanti increduli Dio vi ama e Cristo stesso non ha mai detto ad un peccatore Dio ti ama. Se c'è nei quattro vangeli una tale espressione di Gesù ti chiedo di farmela presente perchè non l'ho trovata, idem nelle predicazioni evangelistiche in atti degli apostoli.
 
A me pare che l'unica eccezione sia appunto Giovanni 3:16, a te o ad altri risulta il contrario? Ti sarei grato se potessi indicarmi i versi che ti portano a dire ciò   Sorriso
Loggato
Domenico
Membro familiare
****




Certo, beni e bontà m'accompagneran no (Sal. 23:6)

   


Posts: 857
Re: Giovanni 3:16
« Rispondi #4 Data del Post: 21.02.2017 alle ore 13:24:11 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Caro Andrea II, credo che sarebbe interessante rispondere a quel che Ester ti ha chiesto. Solo in questo modo, si potrebbe sapere, (e sapendolo) quel che tu pensi di Giovanni 3:16 e quale potrebbe essere il suo significato.
Loggato
salvo
Membro familiare
****




Io so che il mio Redentore vive.

   
WWW    E-Mail

Posts: 1053
Re: Giovanni 3:16
« Rispondi #5 Data del Post: 21.02.2017 alle ore 15:10:55 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Spesso ciò che leggiamo nel nuovo testamento è come il titolo di un tema che ci veniva dato in classe. Poi,ognuno lo svolgeva come èra capace.
 Molto difficilmente riusciremo ad entrare nella mente di Colui che ci ha dato il tema; sta di fatto che ognuno lo affronterà nel modo migliore.
Iddio ha tanto amato il mondo, è scritto; per dimostrarlo ha dato il Suo Unigenito come prezzo di riscatto.
Non ha detto al mondo: io ti amo, ma ha dato la dimostrazione della dimensione dell'amore.
Ora, se noi diciamo a qualcuno: io ti amo, di certo diciamo una bella frase ma, se poi manca la dimostrazione (vedi quella de Padre), ciò che diciamo si svuota e diventa i inutile.
Ora, forse i discepoli non hanno mai detto a nessuno: Iddio ti ama, ma, esempio, quando hanno detto al paralitico: non abbiamo né argento né oro, ma quello che abbiamo te lo diamo, che hanno di fatto detto?
Oppure, quando, nonostante la persecuzione rimanevano fermi, accertati che erano al servizio di Cristo; quale messaggio d'amore più grande se non quello di mettere la propria vita per i propri nemici.
Il messaggio d'amore, cos'è? Dire ti amo è un messaggio d'amore?
Non c'è peggior predicazione di quella che non sa cosa sia la carità di Dio,perché non risponde al messaggio del Padre ma alla logica religiosa di chi tale predicazione propina. Le parole da sole non sono nulla, anche se sono belle, spesso sono solo amene.
Loggato

Nick skype Ristoramento
Andrea II
Membro
***



...

   


Posts: 192
Re: Giovanni 3:16
« Rispondi #6 Data del Post: 21.02.2017 alle ore 16:39:03 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Cari Domenico ed Ester,
prima di esprimere la mia vorrei che chiunque avesse obbiezioni su quanto detto finora avesse la possibilità di farlo. Ho imparato proprio su questo forum che è meglio andare lentamente e dare tempo a tutti di dire la loro su quanto scritto. Certamente se poi andremo avanti in questa discussione avrò modo di dire la mia e spero di leggere le opinioni di molti altri  Occhiolino
 
Quanto a quello che ha scritto Salvo sulla nullità delle parole che spesso sono solo amene direi che è un'altro argomento di discussione. Cerco di spiegarmi facendoti riflettere su quando Gesù predicando il vangelo di Dio diceva di ravvedersi e credere non offrendo proprio nulla (Mc 1:14,15); non stava mica predicando inutilmente. Stessa cosa per Pietro, Paolo e gli altri uomini di cui Dio si è usato e la cui storia è narrata nella Bibbia.
Dato che oggi tutti presentano il Vangelo come un messaggio d'amore da parte di Dio ai peccatori, mi chiedevo se questo modo di predicare fosse conforme al modo di predicare del Signore Gesù e degli apostoli. Quanto alle azioni a corollario delle parole forse è meglio parlarne altrove, ti ringrazio  Buono!
 
Concludo facendoti notare che tu dai per scontato che Dio Padre abbia amato tutti gli uomini, e immagino tu intenda l'intera razza umana discendente da Adamo, e lo abbia "dimostrato" dando Suo Figlio per essi. Ma, ed è il punto di questa discussione, così stai dando a Giovanni 3:16 una lettura che sembra del tutto estranea alle parole di Gesù (nei vangeli) ed all'annuncio apostolico (negli atti). Ovviamente sempre che io non mi sbagli e non ci siano altri passi ora a me sconosciuti e che continuo a chiedere di proporre prima di andare avanti. Immagino che nessuno desideri parlare, fare riflessioni e porre domande sulla base di considerazioni palesemente false.
Loggato
Domenico
Membro familiare
****




Certo, beni e bontà m'accompagneran no (Sal. 23:6)

   


Posts: 857
Re: Giovanni 3:16
« Rispondi #7 Data del Post: 21.02.2017 alle ore 20:19:38 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 21.02.2017 alle ore 16:39:03, Andrea II wrote:
Cari Domenico ed Ester,
prima di esprimere la mia vorrei che chiunque avesse obbiezioni su quanto detto finora avesse la possibilità di farlo. Ho imparato proprio su questo forum che è meglio andare lentamente e dare tempo a tutti di dire la loro su quanto scritto. Certamente se poi andremo avanti in questa discussione avrò modo di dire la mia e spero di leggere le opinioni di molti altri  Occhiolino
 
Quanto a quello che ha scritto Salvo sulla nullità delle parole che spesso sono solo amene direi che è un'altro argomento di discussione. Cerco di spiegarmi facendoti riflettere su quando Gesù predicando il vangelo di Dio diceva di ravvedersi e credere non offrendo proprio nulla (Mc 1:14,15); non stava mica predicando inutilmente. Stessa cosa per Pietro, Paolo e gli altri uomini di cui Dio si è usato e la cui storia è narrata nella Bibbia.
Dato che oggi tutti presentano il Vangelo come un messaggio d'amore da parte di Dio ai peccatori, mi chiedevo se questo modo di predicare fosse conforme al modo di predicare del Signore Gesù e degli apostoli. Quanto alle azioni a corollario delle parole forse è meglio parlarne altrove, ti ringrazio  Buono!
 
Concludo facendoti notare che tu dai per scontato che Dio Padre abbia amato tutti gli uomini, e immagino tu intenda l'intera razza umana discendente da Adamo, e lo abbia "dimostrato" dando Suo Figlio per essi. Ma, ed è il punto di questa discussione, così stai dando a Giovanni 3:16 una lettura che sembra del tutto estranea alle parole di Gesù (nei vangeli) ed all'annuncio apostolico (negli atti). Ovviamente sempre che io non mi sbagli e non ci siano altri passi ora a me sconosciuti e che continuo a chiedere di proporre prima di andare avanti. Immagino che nessuno desideri parlare, fare riflessioni e porre domande sulla base di considerazioni palesemente false.

 
Poiché fino a questo momento, caro Andrea II, non ti sei espresso su Giovanni 3:16, né in un senso. né in un altro senso, obbiettivamente, noi del form, ai quali ti rivolgi per conoscere come va inteso il passo in questione, personalmente, fino a quando non ti esprimerai, non saprei il senso che dai a Giovanni 3:16. Coraggio, dii la tua su questo passo, perché solo allora potrai avere un serio confronto.  
Loggato
ester2
Membro familiare
****



Cosi' dice il Signore:"Io onoro quelli che mi onorano"    1Sam.2-30

   
E-Mail

Posts: 2119
Re: Giovanni 3:16
« Rispondi #8 Data del Post: 22.02.2017 alle ore 00:12:02 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Siccome a me interessa molto la tua risposta Andrea, aspetterò con pazienza, però mi sa che se non rispondi la discussione si ferma  Sorriso
Loggato
aries91
Membro
***



W questo FORUM!!!

   


Posts: 96
Re: Giovanni 3:16
« Rispondi #9 Data del Post: 22.02.2017 alle ore 13:28:23 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

La Bibbia è piena di passi in cui viene affermato l'amore di Dio per tutti gli uomini,increduli inclusi,perchè l'evangelizzazione va svolta ovunque e a tutti gli uomini(TUTTI) come recita Mt 28 o Marco 16:15-16.
« Ultima modifica: 22.02.2017 alle ore 13:34:59 by aries91 » Loggato
Andrea II
Membro
***



...

   


Posts: 192
Re: Giovanni 3:16
« Rispondi #10 Data del Post: 22.02.2017 alle ore 16:04:36 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Caro Aries i passi che riporti ci dicono che dobbiamo evangelizzare tutte le creature, non che dobbiamo farlo perchè Dio le ama indistintamente dato che la parola amore li neanche c'è.  
Dunque, non potendo parlar di un'amore universale di Dio verso le creature neanche con questi ultimi passi citati, direi che potremmo dare per assodato che la mia domanda non poggia su una base di considerazioni palesemente false e che nei vangeli e negli atti mai nessuno ha detto ad un peccatore che Dio lo ama con l'unica eccezione di Gesù in Giovanni 3:16. Non so a voi ma personalmente mi fa riflettere il fatto che su un'unica eccezione si condensa il messaggio intero del Vangelo e chiedo, come si può leggere un verso e fargli dire ciò che mai in un contesto parallelo viene detto? Come possiamo dire da un solo verso che Dio ama allo stesso modo tutti i discendenti di Adamo e per loro manda a morire Suo Figlio?
 
Prima di continuare è meglio se ricordo che NON sto assolutamente mettendo in dubbio che Dio è amore e che di questo si parli nella Bibbia, ci terrei a precisare che questa verità è un grande conforto per tutti i veri cristiani e che è proprio a loro che lo Spirito Santo ne parla in maniera sublime e completa.  Proprio per questo facevo notare nei primi post che nelle epistole scritte ai santi si parla dell'amore di Dio, ma nei vangeli e negli atti dove l'uditorio è ben altro no.
 
Quale scopo ha Gesù nel parlare in Giovanni 3? Se si leggesse Giovanni 3:16 senza dedurne per forza l'oggetto dell'amore di Dio si vedrebbe come il soggetto principale del discorso è Cristo come dono di Dio. Infatti Gesù immediatamente prima parla a Nicodemo della sua esaltazione (vv. 14,15). Nel verso 16 tre cose emergono:
1. Viene indicata la motivazione del Padre nel mandare suo Figlio che consiste nel Suo grande amore;
2. Poi ci viene detto quale sia l'oggetto per il quale il dono è dato e cioè tutti coloro che credono (traduzione più letterale di chiunque);
3. Infine ci viene detto il perchè questo è stato fatto e cioè la salvezza dei credenti.
 
Se ci "limitassimo" a questo senza voler per forza leggere in questo verso chi sono gli amati da Dio non cadremmo in apparenti contraddizioni con la predicazione del Signore Gesù e degli apostoli. Inoltre colgo l'occasione per ricordare due cose molto semplici.  
1. La prima è che la parola mondo nel nuovo testamento si presta a molteplici letture e dedurne che qui si intendano tutti i discendenti di Adamo presenta notevoli problemi.
2. La seconda cosa è che nel nuovo testamento l'amore di Dio ha per oggetto sempre e solo i suoi figli non gli empi, gli ingrati e i malvagi (Gv 13:1; 14:21; 15:8; 16:27; Rm 5:8; 8:35,39; II Co 13:13; Gl 2:20; Ef 2:4; 5:25; I Gv 3:1; 4:10). Non vedo perchè qui lo Spirito Santo dovrebbe dire il contrario.
 
So di portare "un'etichetta" che dispone al pregiudizio e fa leggere le mie parole di parte, ma spero si possa instaurare un dialogo costruttivo e fondato sulle Scritture.  
Ciao a tutti Ciao
Loggato
Marmar
Admin
*****



Dio è buono

   
WWW   

Posts: 7759
Re: Giovanni 3:16
« Rispondi #11 Data del Post: 22.02.2017 alle ore 18:19:01 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Io direi che tutti gli esseri umani sono oggetto dell'amore incondizionato di Dio. Tra loro si distinguono:  
 
1) I seguaci di Cristo, che prenderanno parte all'instaurazione del Regno dei cieli e governeranno con lui per 1000 anni.
 
2) I santi dell'A.T. che avranno un ruolo importante insieme alla chiesa durante l'Eternità, nella Nuova Gerusalemme.
 
2) I salvati al gran trono bianco, quelli che hanno dimostrato amore verso il prossimo
 
Restano gli altri, quelli che non si sono adeguati alla giustizia, che hanno rifiutato Cristo, o che hanno adorato la Bestia, insieme ai farabutti di diversa estrazione. Questi non godranno dell'amore di Dio perché lo hanno rifiutato.
Loggato

Aiutiamoci gli uni gli altri a liberarsi da quello che ritarda il nostro cammino.
salvo
Membro familiare
****




Io so che il mio Redentore vive.

   
WWW    E-Mail

Posts: 1053
Re: Giovanni 3:16
« Rispondi #12 Data del Post: 22.02.2017 alle ore 20:26:34 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 21.02.2017 alle ore 16:39:03, Andrea II wrote:

 
Quanto a quello che ha scritto Salvo sulla nullità delle parole che spesso sono solo amene direi che è un'altro argomento di discussione. Cerco di spiegarmi facendoti riflettere su quando Gesù predicando il vangelo di Dio diceva di ravvedersi e credere non offrendo proprio nulla (Mc 1:14,15); non stava mica predicando inutilmente. Stessa cosa per Pietro, Paolo e gli altri uomini di cui Dio si è usato e la cui storia è narrata nella Bibbia.
Dato che oggi tutti presentano il Vangelo come un messaggio d'amore da parte di Dio ai peccatori, mi chiedevo se questo modo di predicare fosse conforme al modo di predicare del Signore Gesù e degli apostoli. Quanto alle azioni a corollario delle parole forse è meglio parlarne altrove, ti ringrazio  Buono!
 
 Nel merito ti ho già risposto; basterebbe leggere senza fretta.

Quote:

Concludo facendoti notare che tu dai per scontato che Dio Padre abbia amato tutti gli uomini, e immagino tu intenda l'intera razza umana discendente da Adamo, e lo abbia "dimostrato" dando Suo Figlio per essi. Ma, ed è il punto di questa discussione, così stai dando a Giovanni 3:16 una lettura che sembra del tutto estranea alle parole di Gesù
.
Parole tue. Quello che tu leggi se non armonizzato bene, rischia solo di rimanere un oggetto di discussioni infinite.

Quote:

(nei vangeli) ed all'annuncio apostolico (negli atti). Ovviamente sempre che io non mi sbagli e non ci siano altri passi ora a me sconosciuti e che continuo a chiedere di proporre prima di andare avanti. Immagino che nessuno desideri parlare, fare riflessioni e porre domande sulla base di considerazioni palesemente false.

Ancora una volta ti ho risposto ma ovviamente hai fretta. Mi unisco a questo punto alle richieste degli altri; facci sapere quale il tuo punto di vista, che è meglio.
Loggato

Nick skype Ristoramento
aries91
Membro
***



W questo FORUM!!!

   


Posts: 96
Re: Giovanni 3:16
« Rispondi #13 Data del Post: 22.02.2017 alle ore 22:37:23 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 22.02.2017 alle ore 16:04:36, Andrea II wrote:
Caro Aries i passi che riporti ci dicono che dobbiamo evangelizzare tutte le creature, non che dobbiamo farlo perchè Dio le ama indistintamente dato che la parola amore li neanche c'è.  
Dunque, non potendo parlar di un'amore universale di Dio verso le creature neanche con questi ultimi passi citati, direi che potremmo dare per assodato che la mia domanda non poggia su una base di considerazioni palesemente false e che nei vangeli e negli atti mai nessuno ha detto ad un peccatore che Dio lo ama con l'unica eccezione di Gesù in Giovanni 3:16. Non so a voi ma personalmente mi fa riflettere il fatto che su un'unica eccezione si condensa il messaggio intero del Vangelo e chiedo, come si può leggere un verso e fargli dire ciò che mai in un contesto parallelo viene detto? Come possiamo dire da un solo verso che Dio ama allo stesso modo tutti i discendenti di Adamo e per loro manda a morire Suo Figlio?
 
Prima di continuare è meglio se ricordo che NON sto assolutamente mettendo in dubbio che Dio è amore e che di questo si parli nella Bibbia, ci terrei a precisare che questa verità è un grande conforto per tutti i veri cristiani e che è proprio a loro che lo Spirito Santo ne parla in maniera sublime e completa.  Proprio per questo facevo notare nei primi post che nelle epistole scritte ai santi si parla dell'amore di Dio, ma nei vangeli e negli atti dove l'uditorio è ben altro no.
 
Quale scopo ha Gesù nel parlare in Giovanni 3? Se si leggesse Giovanni 3:16 senza dedurne per forza l'oggetto dell'amore di Dio si vedrebbe come il soggetto principale del discorso è Cristo come dono di Dio. Infatti Gesù immediatamente prima parla a Nicodemo della sua esaltazione (vv. 14,15). Nel verso 16 tre cose emergono:
1. Viene indicata la motivazione del Padre nel mandare suo Figlio che consiste nel Suo grande amore;
2. Poi ci viene detto quale sia l'oggetto per il quale il dono è dato e cioè tutti coloro che credono (traduzione più letterale di chiunque);
3. Infine ci viene detto il perchè questo è stato fatto e cioè la salvezza dei credenti.
 
Se ci "limitassimo" a questo senza voler per forza leggere in questo verso chi sono gli amati da Dio non cadremmo in apparenti contraddizioni con la predicazione del Signore Gesù e degli apostoli. Inoltre colgo l'occasione per ricordare due cose molto semplici.  
1. La prima è che la parola mondo nel nuovo testamento si presta a molteplici letture e dedurne che qui si intendano tutti i discendenti di Adamo presenta notevoli problemi.
2. La seconda cosa è che nel nuovo testamento l'amore di Dio ha per oggetto sempre e solo i suoi figli non gli empi, gli ingrati e i malvagi (Gv 13:1; 14:21; 15:8; 16:27; Rm 5:8; 8:35,39; II Co 13:13; Gl 2:20; Ef 2:4; 5:25; I Gv 3:1; 4:10). Non vedo perchè qui lo Spirito Santo dovrebbe dire il contrario.
 
So di portare "un'etichetta" che dispone al pregiudizio e fa leggere le mie parole di parte, ma spero si possa instaurare un dialogo costruttivo e fondato sulle Scritture.  
Ciao a tutti Ciao

Se Dio non avesse amore per tutti non farebbe evangelizzare tutti i popoli del mondo. È una cosa implicita
Loggato
andreiu
Admin
*****




Gesù è la mia vita

   
WWW    E-Mail

Posts: 5379
Re: Giovanni 3:16
« Rispondi #14 Data del Post: 23.02.2017 alle ore 00:18:14 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Caro Andrea, permettimi una domanda: a tuo avviso Dio ci può chiedere qualcosa che Lui non fa? Oppure ci chiede qualcosa che Lui fa perfettamente?
Loggato

http://forumbiblico.community.leonardo.it/
Pagine: 1 2 3  ...  14 · torna su · Rispondi Rispondi   Create+Poll Create+Poll   Abilita notifica Abilita notifica    Invia il Topic Invia il Topic    Stampa Stampa

« Topic Precedente | Prossimo Topic »
Icons made by Freepik, Daniel Bruce, Scott de Jonge, Icomoon, SimpleIcon from www.flaticon.com is licensed by CC BY 3.0
Powered by YaBB 1 Gold - SP 1.4 - Forum software copyright © 2000-2004 Yet another Bulletin Board

    
Copyright e condizione di riproduzione evangelici.net è un sito di Teknosurf.it srl - P.IVA: 01264890052
Il materiale presente in questa pagina si può ripubblicare liberamente ma solo a queste condizioni.
Sono molto gradite donazioni via Paypal, che ci permetteranno di fare di più e meglio. | Contatti