Ti senti solo? Benvenuto Visitatore. Fai Login o Registrati. RegolamentoLeggi il regolamento completo  RSSIscrizione feed RSS

Indice Indice   Help Help   Cerca Cerca   Utenti Utenti   Calendario Calendario   Login Login   Registrati Registrati

    
   I Forum di Evangelici.net
   Vita di chiesa e cammino cristiano
   Testimonianze
(Moderatori: andreiu, serg68)
   Risurrezione
« Topic Precedente | Prossimo Topic »
Pagine: 1  · vai in fondo · Rispondi Rispondi   Create+Poll Create+Poll   Abilita notifica Abilita notifica    Invia il Topic Invia il Topic    Stampa Stampa
   Autore  Topic: Risurrezione  (letto 929 volte)
Victor
Osservatore
*






   
E-Mail

Posts: 10
Risurrezione
« Data del Post: 22.09.2017 alle ore 22:30:52 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Sono sempre stato molto renitente a parlare dell'esperienza che mi ha condotto a Cristo, ma sono lieto di poterlo fare nella speranza che possa risultare utile a qualche 'cercatore'. Io stesso lo sono stato, da quando la mia ragione ha iniziato a dare i primi segni di vita, quindi intorno ai 14 anni. Nel mio cammino mi sono imbattuo in Nietzsche e tutto ciò che ne consegue, dal nichilismo alla megalomania. Vagavo desolato in un mondo che sembrava rigettarmi e trovavo conforto nella disolutezza giovanile condivisa con gli amici. Quando questa situazione è giunta all'esasperazione, ovvero intorno ai 16 anni, con tanto di bocciautura e successivo ritiro provvisorio da scuola, intravidi una luce. Una sera, apparentemente come le altre, mentre ascoltavo le consuete canzoni malinconiche, ebbi un pensiero improvviso: quanta sofferenza dovevo aver causato alle persone che mi amavano con il mio atteggiamento? Per la prima volta ero riuscito a distogliere l'attenzione dai mie presunti problemi e ad interrogarmi sull'entità di quelli degli altri. E fu doloroso. Molto doloroso. Ma poi pensai, in particolare riferito a mia madre: cosa la trattiene dalla disperazione? Perchè non si trova nel mio medesimo stato? Eppure, date le vicissitudini della vita, sarebbe più che giustificata. Ma lei non cedeva. Qual era il suo dìsegreto? Era la fede. Nonostante le capitasse d'inalberarsi o di essere delusa dalle circostanze esterne, subito si ricomponeva e tornava al suo rifugio sicuro: la fede. Piansi copiose lacrime quella sera e partorii un proposito: dovevo sforzarmi di ricercare quella fede, a tutti i costi.  
Il giorno dopo, com'è prevedibile che fosse, dimenticai tutto. A settembre ritornai a scuola col gravoso compito di ripartire dopo due anni persi. In classe quell'anno mi dichiarai un ateo accanito e addirittura me ne vantai. Avevo anche iniziato a bestemmiare, cosa che prima suscitava ribrezzo alla mia coscienza. Insomma, quel singolare episodio sembrava essere definitivamente obliato. Riuscii a superare l'anno con successo e approffittai dell'estate per dedicarmi con più zelo alla lettura. Tra gli autori affrontati m'impressionò Dostoevskij, sia per la profondità dei contenuti che per la forma. In un delle sue opere (delitto e castigo) un personaggio pungolò la mia incredulità. Katja, una ragazza costretta a prostituirsi data l'indigenza della sua famiglia, cagionata dalla negligenza del padre. Nonostante la sua professione abominevole, Katja teneva con se una bibbia che leggeva con avidità la sera nel suo misero stanzino. Questo fatto m'incuriosì. Tanto che decisi di comprarne una col seguente pretesto propinato a mia madre: "devo trovare i fondamenti della mia critica a Dio e dimostrarne l'inesistenza". Ma non fu così. Fin dalle prime letture percepii con nitore una fiamma divampare nel mio petto. Avevo dimenticato l'episodio incipiente suesposto, ma ne rivivevo le emozioni.  
Per concludere, ora mi ritengo un convertito. Non ho più fatto uso di alcohol per raggiungere l'ebbrezza e ho smesso di fumare da più di due anni. Non che voglia vantarmene o dare dimostrazione della mia fede, ma è per evidenziare l'opera che Cristo sta portando avanti in me.Frequento, seppur con discontinuità, una chiesa evangelica e ambisco a farne la ragione della mia vita. Dopo notti insonni e strenuanti ricerche, ho trovato anch'io quel rifugio sicuro a cui tanto anelavo: Gesù Cristo. Ora sono consapevole che ho appena intrapreso un sentiero colmo di ostacoli che spero mi conduca ad una piena armonia relazionale con lui. 'Null'altro desidero'.
Loggato
Milla
Membro familiare
****





   
WWW   

Posts: 445
Re: Risurrezione
« Rispondi #1 Data del Post: 01.10.2017 alle ore 00:14:58 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Victor, ne sono contenta Idea
Il Signore ci porta nelle Sue vie in molti modi e questo è stato il tuo.  
Spero che inizierai un percorso di discepolato che ti porti al battesimo.  
Solo una curiosità: ma se ti dichiaravi ateo perchè il bestemmiare? In buona sostanza, l'ateo è ateo perchè appunto NON CREDE in alcuna forma di soprannaturale, dunque cosa bestemmierebbe se non ci crede?  Confuso
Tranquillo che non è una critica personale, sono soltanto amante della coerenza e della logica (attenzione, non significa logica al di sopra della fede, dato che sono arciconvinta che la prima è il punto di inizio e la seconda quello di arrivo). Non per fare la maestrina, figuriamoci che da ragazza neppure io ero la persona più limpida del reame, ero una mente sporca e pencolavo, purtroppo, verso l'occultismo. Ma quando ho capito che non era quella la giusta via un pezzo per volta l'abbandonai. Fu un lungo percorso in cui imparai questo e quel punto della retta via con il tempo. Finchè poi trovai la chiesa dove mi battezzai. E dove imparai tanto di cammino cristiano. Ho chiesto perdono a Dio per la mia vita passata e ora spero di camminare nelle Sue vie fino alla morte. Certo, ancora oggi ho cose da imparare, credo che di imparare non si finisca mai. Ma oramai dobbiamo sforzarci di vivere per piacere a Dio e ringraziando il Signore abbiamo entrambi trovato la chiesa (va bè, quanto a me non vivo più in Italia da un pezzo, dunque non mi trovo più nella mia chiesa di battesimo, ma in una che comunque le somiglia e per certi versi me la ricorda, anche se non è identica) dove possiamo, come dici tu, trovare il rifugio sicuro (anzi, più che la chiesa in sè e per sè il vero rifugio è Gesù Cristo, perchè gli esseri umani, per quanto membri di chiesa, restiamo fallibili). Se leggerai e tornerai a scrivere non far caso se rispondo dopo parecchio tempo, tra studio, lavoro e pratica scolastica ho poco tempo libero e posso venire qua solo 1 volta a settimana (a volte neanche). Allora buon percorso di fede, il Signore ti benedica  Ciao
Loggato
Milla
Membro familiare
****





   
WWW   

Posts: 445
Re: Risurrezione
« Rispondi #2 Data del Post: 01.10.2017 alle ore 00:18:32 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

ps: tra l'altro, spero ti sia di incoraggiamento nel tuo cammino di fede, potrai leggere la mia testimonianza di guarigione da una brutta malattia, alcuni post + sotto. Nonostante non me lo meritassi (se il Signore agisse in base ai nostri meriti da umani fallibili allora ci sveglieremmo ogni giorno all'inferno) ho ricevuto una potente guarigione dal Signore, per cui Lo ri grazio, lodo e benedico. spero ti aiuti
Loggato
Victor
Osservatore
*






   
E-Mail

Posts: 10
Re: Risurrezione
« Rispondi #3 Data del Post: 01.10.2017 alle ore 16:06:13 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Immedesimandomi in un ateo o, molto più semplicemente, rimembrando i miei ragionamenti passati, mi sento di dire: nessun credente può essere razionalmente certo dell'esistenza di Dio; tale convinzione è data da una conoscenza che trascende sia i sensi che l'intelletto e che potremmo definire 'spirituale'. Allo stesso modo nessun ateo può affermare apoditticamente che Dio non esiste, dati i limiti delle sue facoltà. Ma, nel remoto caso che egli esista, lo ingiuria perchè frustratob dalle sue opere. Almeno era quello che facevo io.
Loggato
Virtuale
Membro familiare
****



Abbi fiducia in Gesù

   


Posts: 3161
Re: Risurrezione
« Rispondi #4 Data del Post: 01.10.2017 alle ore 16:58:35 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 01.10.2017 alle ore 16:06:13, Victor wrote:
mi sento di dire: nessun credente può essere razionalmente certo dell'esistenza di Dio; tale convinzione è data da una conoscenza che trascende sia i sensi che l'intelletto e che potremmo definire spirituale

Ieri e oggi per ore e ore......sai al 100 % che è Dio.....sento la sua presenza molto forte....era così forte che ieri mi sono sentita quasi svenire e mi sono dovuta draiare sul letto...ero diventata debole.
 
E questo avviene ogni volta che voglio leggere la Bibbia...nell`Antico Testamento....quando il Signore ha parlato a Mosè sul come deve costruire il tabernacolo.
 
È una presenza così forte...che anche anche in questo momento non posso accedere alla Bibbia....non riesco a resistere...è come se non fossi abbastanza santa per accederci.
 
Anche oggi...è quasi tutto il giorno che c`è questa presenza....e nel pomeriggio....quando siamo andati a fare un`escursione....mentre gli altri erano al ristorante...ho dovuto assentarmi e sdraiarmi sui sedili dell furgoncino perché fisicamente mi sentivo male....ma di dentro...è fantastico...indescrivibile....non ci sono parole per descrivere questo.
 
Il bello è...che sai subito che è Dio....non hai nessun dubbio...è Lui....
.....ora sono debole per la sua presenza...che persiste.
 
...ti auguro di tutto cuore di sperimentare Dio.
 
Alle ore 17.35 ca.....ho potuto riaccedere alla Bibbia.
Faccio la lista delle parti del tabernacolo...in cui ho sentito la forte presenza del Signore:
 
Esodo circa dal capitolo 25 dal versetto 23 in poi...al capitolo 26 fino circa al versetto 26.
 
- La tavola dei pani della presentazione
 
- i teli
 
- Una parte del candelabro d`oro
 
- e le assi e le loro basi
« Ultima modifica: 01.10.2017 alle ore 17:55:32 by Virtuale » Loggato

"Zia, ma quando Gesù è risorto ha fatto il buco nell`ozono ? " (bambino) di Tony Kospan.
Victor
Osservatore
*






   
E-Mail

Posts: 10
Re: Risurrezione
« Rispondi #5 Data del Post: 01.10.2017 alle ore 19:56:37 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Quello che hai scritto non fa che avvalorare ciò che ho sostenuto nel messaggio precedente: si ha esperienza di Dio esclusivamente a livello spirituale. Egli non è 'tangibile' o dimostrabile razionalemente: lo dimostra la storia. Detto questo, non ho escluso di aver 'sentito' Dio nel modo in cui lo intendi
Loggato
Milla
Membro familiare
****





   
WWW   

Posts: 445
Re: Risurrezione
« Rispondi #6 Data del Post: 01.10.2017 alle ore 20:17:22 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

oggi è domenica, quindi posso ancora rispondere (prima di ricominciare le doverose attività). quando si ricevono guarigioni come la mia, non scientificamente spiegabili, è già una dimostrazione dell'esistenza di Dio (che poi alcune persone che hanno poca conoscenza della Parola si lamentino sul perchè Dio conceda la guarigione ad alcuni si e ad altri no è solo perchè non si rendono conto che Dio ne sa più di noi e sa cosa è meglio per uno e per l'altro, per questo basti andare a guardare come monito la storia del re Ezechia che durante i 15 anni di vita in più commise un errore fatale...) . quando riceviamo avvertimenti direttamente dall'alto e ci comportiamo di conseguenza oppure quando li ignoriamo e ne paghiamo le conseguenze, è anch'esso dimostrazione dell'esistenza di Dio. direi che è ben più difficile e farraginoso cercare di dimostrare l'inesistenza di Dio (e finora ogni scusa accampata è stata altamente insufficiente)
Loggato
Milla
Membro familiare
****





   
WWW   

Posts: 445
Re: Risurrezione
« Rispondi #7 Data del Post: 01.10.2017 alle ore 20:20:24 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 01.10.2017 alle ore 16:06:13, Victor wrote:
Immedesimandomi in un ateo o, molto più semplicemente, rimembrando i miei ragionamenti passati, mi sento di dire: nessun credente può essere razionalmente certo dell'esistenza di Dio; tale convinzione è data da una conoscenza che trascende sia i sensi che l'intelletto e che potremmo definire 'spirituale'. Allo stesso modo nessun ateo può affermare apoditticamente che Dio non esiste, dati i limiti delle sue facoltà. Ma, nel remoto caso che egli esista, lo ingiuria perchè frustratob dalle sue opere. Almeno era quello che facevo io.

 
questo genere di ateismo è quello fortemente pencolante verso l'agnosticismo, non è ateismo tout court.
la cosa curiosa, che da qualche parte ho letto, è che questo genere di agnostico non incolpa mai il diavolo...
Loggato
Virtuale
Membro familiare
****



Abbi fiducia in Gesù

   


Posts: 3161
Re: Risurrezione
« Rispondi #8 Data del Post: 01.10.2017 alle ore 21:15:31 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 01.10.2017 alle ore 19:56:37, Victor wrote:
Dio esclusivamente a livello spirituale. Egli non è 'tangibile' o dimostrabile razionalemente: lo dimostra la storia.

Anche nella Bibbia c`è della soria...e in essa c`è la dimostrazione dell`esistenza di Dio....e lì si impara a conoscerlo....e si vede che egli è molto pratico.
« Ultima modifica: 02.10.2017 alle ore 07:53:23 by Virtuale » Loggato

"Zia, ma quando Gesù è risorto ha fatto il buco nell`ozono ? " (bambino) di Tony Kospan.
Victor
Osservatore
*






   
E-Mail

Posts: 10
Re: Risurrezione
« Rispondi #9 Data del Post: 02.10.2017 alle ore 21:46:50 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

La bibbia non dimostra l'esistenza di Dio, ma la presuppone. Il mio commento relativo alla storia era riferito ai tentativi inani di filosofi/teologi di dimostrare razionalmente l'esistenza di Dio (Anselmo, Cartesio, Leibniz...)
Loggato
Virtuale
Membro familiare
****



Abbi fiducia in Gesù

   


Posts: 3161
Re: Risurrezione
« Rispondi #10 Data del Post: 03.10.2017 alle ore 09:14:47 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 02.10.2017 alle ore 21:46:50, Victor wrote:
La bibbia non dimostra l'esistenza di Dio, ma la presuppone.

...puoi fare un`atto di coraggio...e chiedere a Dio....(anche solo con la mente)....di farti vedere che egli esiste....e vedi cosa succede  Risata
 
Perchè per credere in lui...ci vuole coraggio...e questo fa si che i credenti diventano eroi.
 
Giovanni 20:24-29
Ora Tommaso....detto Didimo...uno dei dodici...non era con loro quando venne Gesù.
Gli altri discepoli dunque gli dissero:  "Abbiamo visto il Signore".
Ma egli disse loro:  "Se non vedo nelle sue mani il segno dei chiodi e se non metto il mio dito nel segno dei chiodi...e se non metto la mia mano nel suo costato...io non crederò".
Otto giorni dopo i suoi discepoli erano di nuovo in casa, e Tommaso era con loro.
Gesù venne a porte chiuse, e si presentò in mezzo a loro e disse:  "Pace a voi!".
Poi disse a Tommaso:  "Porgi qua il dito e guarda le mie mani; porgi la mano e mettila sul mio costato; e non essere incredulo, ma credente".
Tommaso gli rispose: "Signore mio e Dio mio!".
Gesù gli disse: "Perché mi hai visto, tu hai creduto; beati quelli che non hanno visto e hanno creduto!"
 
Gesù ha conosciuto esattamante cosa Tommaso voleva....anche quando non era presente fisicamente. Sorriso
« Ultima modifica: 04.10.2017 alle ore 08:55:15 by Virtuale » Loggato

"Zia, ma quando Gesù è risorto ha fatto il buco nell`ozono ? " (bambino) di Tony Kospan.
Pagine: 1  · torna su · Rispondi Rispondi   Create+Poll Create+Poll   Abilita notifica Abilita notifica    Invia il Topic Invia il Topic    Stampa Stampa

« Topic Precedente | Prossimo Topic »
Icons made by Freepik, Daniel Bruce, Scott de Jonge, Icomoon, SimpleIcon from www.flaticon.com is licensed by CC BY 3.0
Powered by YaBB 1 Gold - SP 1.4 - Forum software copyright © 2000-2004 Yet another Bulletin Board

    
Copyright e condizione di riproduzione evangelici.net è un sito di Teknosurf.it srl - P.IVA: 01264890052
Il materiale presente in questa pagina si può ripubblicare liberamente ma solo a queste condizioni.
Sono molto gradite donazioni via Paypal, che ci permetteranno di fare di più e meglio. | Contatti