I Forum di Evangelici.net (https://www.evangelici.net/cgi-bin/forum/YaBB.pl)
Vita di chiesa e cammino cristiano >> Attualità a confronto con la Bibbia >> In attesa del rapimento della Chiesa
(Messaggio iniziato da: New il 28.05.2016 alle ore 19:55:11)

Titolo: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di New il 28.05.2016 alle ore 19:55:11
Andrea Belli - In attesa del rapimento della Chiesa

https://www.youtube.com/watch?v=84Q0rpgxepc

Non sappiamo quando ci sarà il rapimento e anche per questo motivo dobbiamo sempre essere pronti.

Ma voi, fratelli, non siete nelle tenebre, così che quel giorno abbia a sorprendervi come un ladro; perché voi tutti siete figli di luce e figli del giorno; noi non siamo della notte né delle tenebre. Non dormiamo dunque come gli altri, ma vegliamo e siamo sobri; - 1Tessalonicesi 5:4-6

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Stefanotus il 28.05.2016 alle ore 20:20:00

on 05/28/16 alle ore 19:55:11, New wrote:
Andrea Belli - In attesa del rapimento della Chiesa

https://www.youtube.com/watch?v=84Q0rpgxepc

Ma voi, fratelli, non siete nelle tenebre, così che quel giorno abbia a sorprendervi come un ladro; perché voi tutti siete figli di luce e figli del giorno; noi non siamo della notte né delle tenebre. Non dormiamo dunque come gli altri, ma vegliamo e siamo sobri; - 1Tessalonicesi 5:4-6

Tu sai che Andrea Belli è il nostro mitico Andreiu vero?

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di New il 28.05.2016 alle ore 20:22:43

on 05/28/16 alle ore 20:20:00, Stefanotus wrote:
Tu sai che Andrea Belli è il nostro mitico Andreiu vero?


Certo che lo so.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di New il 29.05.2016 alle ore 07:59:38
Desidero fare un piccola riflessione su un punto del video, che spiega che nell'attesa, oltre che a predicare il Vangelo, dobbiamo vivere in obbedienza alla Parola di Dio.
Io penso che se non viviamo in obbedienza saremmo degli ipocriti religiosi e prima o poi  il diavolo lo farà capire agli altri e così non solo verremmo disprezzati da chi ci ascolta, ma (e questo sarebbe terribile) indurremmo la gente a non credere nemmeno alla Parola di Dio.
Dobbiamo consacrarci a Dio, infatti, se non ci sforziamo di eliminare ogni vizio o  anche pur lieve peccato dalla nostra vita potremmo addirittura arrivare all'orribile errore di distorcere la Parola di Dio e di conseguenza predicare anche un errore allo scopo di autogiustificarci.

Noi sappiamo che il Signore ci ama, rimaniamo allora sempre in Lui nella preghiera, nello studio, nel servizio e così avremo sempre la sua guida e potremmo essere Suoi strumenti per portare tante persone a Lui e nel caso dovessimo aver commesso qualche peccato, chiediamo subito perdono al Signore che ci perdona, ci lava, e ci dà la forza di camminare in santità e di annunciare con sicurezza la Sua Parola.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Johannan il 29.05.2016 alle ore 13:01:34

on 05/29/16 alle ore 07:59:38, New wrote:
Dobbiamo consacrarci a Dio, infatti, se non ci sforziamo di eliminare ogni vizio o  anche pur lieve peccato dalla nostra vita potremmo addirittura arrivare all'orribile errore di distorcere la Parola di Dio e di conseguenza predicare anche un errore allo scopo di autogiustificarci.

Noi sappiamo che il Signore ci ama, rimaniamo allora sempre in Lui nella preghiera, nello studio, nel servizio e così avremo sempre la sua guida e potremmo essere Suoi strumenti per portare tante persone a Lui e nel caso dovessimo aver commesso qualche peccato, chiediamo subito perdono al Signore che ci perdona, ci lava, e ci dà la forza di camminare in santità e di annunciare con sicurezza la Sua Parola.

Bellissima riflessione!
:good:

Pace del Signore

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di New il 29.05.2016 alle ore 17:37:53
poi noi viventi, che saremo rimasti, verremo rapiti insieme con loro, sulle nuvole, a incontrare il Signore nell'aria; e così saremo sempre con il Signore. - 1Tessalonicesi 4:17

L'Apostolo Paolo era sicuro di essere rapito, certo è ovvio che non poteva sapere quando ci sarebbe stato il rapimento, ma se ci fosse stato era sicuro di essere preso.
E noi? Non sappiamo quando ci sarà, ma se ci fosse adesso saremmo sicuri di essere presi? Come facciamo a saperlo?
Se siamo in regola lo capiamo dalla gioia interiore che già da adesso sentiamo nel nostro cuore quando riceviamo Parole di consolazione:

Consolatevi dunque gli uni gli altri con queste parole. - 1Tessalonicesi 4:18

Quando i fratelli parlano del rapimento, noi proviamo gioia o proviamo turbamento?

Ottimo se ci sentiamo nella gioia, la gioia è infatti frutto dello Spirito Santo, ma se sentiamo turbamento?
Se sentiamo turbamento allora prendiamo subito la nostra medicina, chiediamo perdono al Signore e chiediamogli di farci capire dove non siamo a posto e poi compiamo la nostra salvezza con timore e tremore.

Così, miei cari, voi che foste sempre ubbidienti, non solo come quand'ero presente, ma molto più adesso che sono assente, adoperatevi al compimento della vostra salvezza con timore e tremore; - Filippesi 2:12

Dobbiamo quindi compiere il percorso della salvezza che abbiamo ricevuto per fede camminando nella via della santificazione, ossia nell'obbedienza alla Sua Parola e così il Signore ci farà camminare e agire nella via della santificazione donadoci volontà e capacità di fare opere buone:

infatti è Dio che produce in voi il volere e l'agire, secondo il suo disegno benevolo. - Filippesi 2:12


Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 05.06.2019 alle ore 22:38:12
solita domanda:

il rapimento è prima o dopo la Gt?

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 05.06.2019 alle ore 23:30:17
Tom-anad, inizi ad essere stancante. Abbiamo capito, secondo te è dopo. Ti lasciamo libertà di crederlo, sperando che anche tu sia dello stesso avviso nei nostri confronti.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 06.06.2019 alle ore 22:59:40

on 06/05/19 alle ore 23:30:17, Marmar wrote:
Tom-anad, inizi ad essere stancante. Abbiamo capito, secondo te è dopo. Ti lasciamo libertà di crederlo, sperando che anche tu sia dello stesso avviso nei nostri confronti.

stavo facendo la solita domanda ma a New, con te ci siamo capiti, o meglio ognuno legge dove gli conviene....

hai mai valutato le differenze pratiche ed oggettive nel caso sia io a sbagliare oppure tu?

prova a pensarci........

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di New il 07.06.2019 alle ore 10:25:03

on 06/06/19 alle ore 22:59:40, tom_anad wrote:
stavo facendo la solita domanda ma a New

Anch'io credo che il rapimento della Chiesa avverrà prima della grande tribolazione e i versetti che lo dimostrano sono già sati riportati nelle tante vecchie discussioni che puoi trovare nel forum col tasto Cerca.
Ma adesso vorrei farti una semplice domanda: Secondo te lo Sposo potrebbe lasciare la Sua amata Sposa (ossia la Chiesa) sotto la Sua stessa ira (ira dell'agnello)?

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 07.06.2019 alle ore 10:39:34
Adesso sono al lavoro,
Questa sera ti rispondo poiché la risposta è articolata e complessa

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 09.06.2019 alle ore 19:18:54

on 06/07/19 alle ore 10:25:03, New wrote:
Anch'io credo che il rapimento della Chiesa avverrà prima della grande tribolazione e i versetti che lo dimostrano sono già sati riportati nelle tante vecchie discussioni che puoi trovare nel forum col tasto Cerca.
Ma adesso vorrei farti una semplice domanda: Secondo te lo Sposo potrebbe lasciare la Sua amata Sposa (ossia la Chiesa) sotto la Sua stessa ira (ira dell'agnello)?


Caro New,
in primo luogo l'ira di DIO o l'ira dell'Agnello, che sono le sette coppe avverrà dopo il rapimento della chiesa e cioè quando Cristo tornerà (i tempi li trovi in Daniele 12 - i 1260, i 1290 e i 1335 giorni).
Questo è scritto in AP 11:14 Il secondo «guai» è passato; ma ecco, il terzo «guai» verrà presto.15 Poi il settimo angelo suonò la tromba e nel cielo si alzarono voci potenti, che dicevano: «Il regno del mondo è passato al nostro Signore e al suo Cristo ed egli regnerà nei secoli dei secoli».
L'angelo dice che dopo che sono passati i due guai suona la settima tromba che annuncia il rapimento e POI ci sarà il terzo "guai" che è l'ira dell'Agnello.
Ma questa avverrà nei giorni successivi al rapimento che sarà contestuale con il ritorno di Cristo.
Riguardo al tuo personale convincimento che Gesù non tribolerà la sua chiesa hai ragione ma hai sbagliato i tempi.
I primi due guai sono la conseguenza di AP 12:  7 E ci fu una battaglia nel cielo: Michele e i suoi angeli combatterono contro il dragone. Il dragone e i suoi angeli combatterono, 8 ma non vinsero, e per loro non ci fu più posto nel cielo. 9 Il gran dragone, il serpente antico, che è chiamato diavolo e Satana, il seduttore di tutto il mondo, fu gettato giù; fu gettato sulla terra, e con lui furono gettati anche i suoi angeli........12 Perciò rallegratevi, o cieli, e voi che abitate in essi! Guai a voi, o terra, o mare! Perché il diavolo è sceso verso di voi con gran furore, sapendo di aver poco tempo».
I primi due guai (permessi da Dio ma non opera di DIO) sono l'opera del nemico buttato sulla terra, difatti la scrittura ci dice che avrà potere per 1260 giorni anche sui santi.
Quindi non è Gesù che darà tribolazione alla sua sposa, ma la sua sposa passerà nella tribolazione causata dal nemico e come detto, permessa da Dio.
voglio citare anche    .Marco 13:12 Il fratello darà il fratello alla morte, il padre darà il figlio; i figli insorgeranno contro i genitori e li faranno morire. 13 Sarete odiati da tutti a causa del mio nome; ma chi avrà perseverato sino alla fine, sarà salvato.

Come vedi Gesù ha detto che dobbiamo perseverare fino ALLA FINE,  non ha detto che ci avrebbe portati via prima.
Gesù ha detto anche Giovanni 17:15.Non prego che tu li tolga dal mondo, ma che tu li preservi dal maligno.

concludo con questo versetto
.1 TE 3:3 affinché nessuno fosse scosso in mezzo a queste tribolazioni; infatti voi stessi sapete che a questo siamo destinati.


perdona la sintesi, ma qui non possiamo dilungarci.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 10.06.2019 alle ore 08:53:39
Carissimo tom-anad, ti consiglio di anteporre ad ogni tua argomentazione attorno alle scritture, in special modo quando si tratta di escatologia, un bel "SECONDO ME". E' un esercizio di stile che produce effetti molto positivi. Il primo su tutti noi quando scriviamo, perché ci mette tutti quanti sullo stesso piano, quello su cui siamo realmente, poiché parte di un unico corpo, con uguale peso, anche se con ruoli diversi.

Sono sicuro che tu sottintendi sempre il "secondo me" ma lo scriverlo è un toccasana, speciamente per lo scrivente, così da non correre il rischio di sentirsi in cattedra, perché è un posto scomodissimo, come quello dell'invitato che si sedette a capo tavola. Noi tutti sappiamo che la verità è nelle mani di Cristo soltanto, noi possiamo fare alcune ipotesi, in base a ciò che leggiamo e, speciamente, a ciò che pensiamo.

Quel vizio è proprio di molti TdG, che quando passano da casa mia vi si siedono sempre, ed a volte nel bel mezzo di un discorso guardano l'orologio, e come bianconiglio, scoprono che è tardi, è tardi, e se ne vanno lasciando il discorso in sospeso per evitare l'imbarazzo.

Per quanto riguarda ciò che hai scritto, concordo con te sulla G.T. seguente il rapimento. Per le altre cose espongo il mio punto di vista.

Sigilli, trombe e coppe sono in sequenza ciò che avviene al momento in cui scade il tempo riservato a Satana per la gestione di questo mondo.

La scelta su chi è idoneo a svelare e mandare in atto le sette fasi escatologiche cade su Gesù.

Vi sono sette sigilli, il settimo è quello che conclude questa era. All'interno di tale sigillo sono comprese sette trombe. All'interno della settima tromba sono comprese sette coppe.

All'apertura del primo sigillo, contemporaneamente a Cristo, ed in parallelo al suo operato, appare un'altra figura, un cavaliere su un cavallo bianco, che viene incoronato per vincere ancora. Questa figura è oscura, non corrisponde a Cristo, in primo luogo perché opera insieme a lui, anche se i risultati della sua azione sono nefasti.

Si può paragonare questa figura con quella di Cristo al cap 19.
Il primo:
Apocalisse 6
2 Guardai e vidi un cavallo bianco. Colui che lo cavalcava aveva un arco; e gli fu data una corona, ed egli venne fuori da vincitore, e per vincere.


Il secondo, ovvero Cristo:

Apocalisse 19
11 Poi vidi il cielo aperto, ed ecco apparire un cavallo bianco. Colui che lo cavalcava si chiama Fedele e Veritiero; perché giudica e combatte con giustizia. 12 I suoi occhi erano una fiamma di fuoco, sul suo capo vi erano molti diademi e portava scritto un nome che nessuno conosce fuorché lui. 13 Era vestito di una veste tinta di sangue e il suo nome è la Parola di Dio. 14 Gli eserciti che sono nel cielo lo seguivano sopra cavalli bianchi, ed erano vestiti di lino fino bianco e puro. 15 Dalla bocca gli usciva una spada affilata per colpire le nazioni; ed egli le governerà con una verga di ferro, e pigerà il tino del vino dell'ira ardente del Dio onnipotente. 16 E sulla veste e sulla coscia porta scritto questo nome: Re dei re e Signore dei signori.


La differenza nella descrizione è notevole.

Tutto ciò che accade in cielo ha la sua ripercussione in terra, la procedura in atto in cielo che porterà Cristo ad essere intronizzato Re dei re e Signore dei Signori, vede un qualcosa di analogo ma con scopi opposti in terra, ossia: un re terreno che per mantenere il suo dominio usa i mezzi tradizionali che i re terreni hanno sempre usato, questa volta, però, gli effetti sono devastanti, e riguardano l'intero pianeta.

Non è necessario pensare che questo re sia un'unica persona, ma può essere benissimo una casta, oppure un accordo tra potenti che mira ad instaurare una dittatura mondiale, al cui comando si succederanno alcune persone che fanno da precursori all'Empio della fine, portando avanti il suo piano diabolico.

All'apertura dei sigilli da parte di Cristo, corrisponde un evento in terra, Più si avvicina il momento in cui i regni del mondo passeranno di mano, più l'azione in terra del personaggio a cavallo porta a catastrofi sempre maggiori, in sequenza: guerra, carestia, malattie, morte. Tale sequenza ha un filo logico ed è ciò che è sempre accaduto nella storia, anche se in forma minore.

Questi avvenimenti possono benissimo essere accaduti nel secolo scorso, con le due guerre mondiali e tutto ciò che ne è seguito.

Il quinto sigillo vede le ANIME dei santi che attendono giustizia, vengono rassicurate e viene loro fatto sapere che si deve attendere che il loro numero sia completo prima che possa iniziare a fare pulizia in terra. E' curioso notare che qui si parla di ANIME, non di corpi risuscitati, perché ancora il momento non è arrivato.

Il sesto sigillo è quello che precede la fine di questo mondo, quando tutte le certezze cadono e tutte le persone si rendono conto di ciò che sta accadendo e sono prese dal terrore di trovarsi di fronte al giudizio di Dio.

Il settimo sigillo rivela i dettagli di questa fine e del perché le persone si rendono conto di ciò che le aspetta. Al suo interno ci sono sette angeli con le trombe, e si accingono a suonarle.

Si tratta dei suoni di tromba che precedevano l'arrivo di ogni re. Ad ogni passo che il Re Cristo fa avvicinandosi al suo Regno, qualcosa accade in terra, questo mondo si distrugge per far posto al nuovo.
Le prime quattro trombe hanno il loro effetto sull'ambiente:
La prima ha effetto sul terreno, che un terzo di esso bruciò insieme alla vegetazione.
La seconda ha effetto sul mare un terzo di esso diventò sangue, un terzo dei pesci morì, ed un terzo delle navi affondò.
La terza ha effetto sulle acque dolci un terzo diventano velenose.
La quarta ha effetto sulle sorgenti di luce, che si riducono di un terzo.

(SEGUE)

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 10.06.2019 alle ore 08:56:38
(SEGUITO)

La quinta tromba non ha più effetto sull'ambiente ma sulle persone che NON HANNO IL SIGILLO DI DIO IN FRONTE. I preservati dalla piaga sono l'insieme della chiesa, che non è ancora stata rapita, e dei 144000 che non sono ancora stati nascosti.

Questa piaga, che non è parte della G.T, non ha effetto sui segnati da Dio, ossia quelli che hanno lo Spirito di Dio in loro, come dice anche Paolo:
2 Corinzi 1
21 È Dio stesso che ci conferma, insieme a voi, in Cristo, e ci ha conferito l'unzione, 22 ci ha impresso il sigillo e ci ha dato la caparra dello Spirito Santo nei nostri cuori.


La sesta tromba vede l'uccisione di un terzo delle persone da parte di un esercito demoniaco. Lo scopo di queste piaghe è portare le persone alla conversione ma, per ora non producono effetti.

C'è da dire che il fatto che si parli di un terzo delle cose o persone, non è detto che abbia un significato numerico, ma potrebbe trattarsi anche di altro, per esempio quando si parla di persone potrebbe riferirsi ad una suddivisione per età: i bambini, gli adulti, i vecchi. Oppure di razza: i semiti, i camiti, gli iafeti. Oppure di fede: i credenti, i tiepidi, gli increduli. Oppure anche gli appartenenti ad un modo di vedere il mondo in tre categorie di pensiero.

Lo stesso può valere per le altre suddivisioni.

Queste piaghe non fanno parte dei 42 mesi di G.T, è appunto per la presenza della chiesa nel mondo che il loro effetto è attenuato, poiché la chiesa stessa è ciò che rende santo il mondo, essendo il sale e la luce, cose che la preservano dalla totale compromissione.

Le prime quattro trombe potrebbero avere già suonato, infatti: la prima, che riguarda il suolo e la vegetazione, parla di incendi che stanno tutt'ora devastando le zone più pregiate del pianeta, ad opera di grandi multinazionali che sottraggono territorio alle foreste per usare il terreno secondo i propri scopi. Anche il terreno stesso è "bruciato" non più idoneo in quanto trattato con i più raffinati veleni chiamati pesticidi, che stanno rovinando l'equilibrio di tutto l'ecosistema. Anche le piogge acide stanno distruggendo la vegetazione ed il terreno. Per rendersi conto dell'immane danno basta fare qualche ricerca in rete. E' la prima volta nella storia che qualcosa di simile accade.

La seconda colpisce il mare. Una massa simile ad una montagna colpì il mare. Un monte, biblicamente può essere anche il simbolo di una nazione, ed in questi giorni è apparsa una vera e propria nazione, per estensione in un oceano. Si tratta di scarti di materiale plastico che stanno galleggiando. Le navi affondate sono un vero e proprio rischio ambientale, dato che intere navi cariche di rifiuti pericolosissimi sono state fatte affondare. Il loro numero è incalcolabile nel solo Mediterraneo. Nel mondo intero prefigurano una catastrofe. Tutto ciò per risparmiare sulle spese di smaltimento. Queste cose provocano la morte di moltissime creature che abitano il mare. Un altro evento che sta mettendo a rischio l'intero oceano Pacifico è il versamento di sostanze radioattive provenienti dalla centrale atomica di Fukushima.

La terza colpisce le acque dolci, e qui non c'è bisogno di dilungarsi in prove, poiché ognuno di noi è a conoscenza di fiumi o laghi distrutti dall'inquinamento.

La quarta tromba è ancora più facile a vedersi, basta alzare gli occhi al cielo per capire che non è più quello di una volta. Una velatura più o meno costante, e di intensità variabile giorno per giorno, ricopre le nostre teste, fino a rendere tutto il cielo scuro, solcato da scie lasciate da aerei, non sappiamo se intenzionalmente o meno. In tal modo la luce che proviene dal cielo viene attenuata.

La quinta e la sesta tromba prevedono un certo ragionamento.

Il personaggio a cavallo del primo sigillo porta avanti la sua opera per restare in possesso del mondo, ed a tale scopo prevede di creare un mondo in cui sarà l'unico re. Per questo occorre un nuovo ordine mondiale, dove su tutte le cose abbia assoluto dominio.

A tale scopo c'è una curiosità da osservare. Il Regno dei Cieli, per ora è nascosto nei credenti. Questo avviene perché i NATI DI NUOVO hanno in sé il seme del Regno di Dio.

L'usurpatore, non si occupa dei "nati di nuovo" ma dei "nuovi nati" ed inserisce in loro, attraverso iniezioni, sostanze che secondo gli esami condotti da alcune organizzazioni riconosciute valide, sono addirittura inquietanti. Noi non possiamo sapere con certezza quale sia la verità, ma un sospetto potrebbe anche nascere.

Il Regno dei Cieli ha come sovrano un Dio ubiquo, presente simultaneamente, in ogni zona del creato. Il regno contraffatto ha mire molto più ridotte, si contenta del solo globo terrestre. A tale scopo sta facendo sforzi giganteschi per installare una tecnologia che coprirà ogni metro quadrato del pianeta, rendendolo così, secondo il suo modo di vedere, ubiquo pure lui. Si tratta del 5G, a cui seguiranno altre cose simili.

Queste pratiche sono un rischio per la salute delle persone? Sono in molti, anche scienziati di altissimo livello a pensare di si.

Ci sarebbero molte altre cose da esaminare, come ad esempio, l'idolatria, l'adorazione di falsi cristi e falsi profeti. La scienza è una benedizione divina, ha alleviato moltissime sofferenze, ed è, quindi, cosa buona. Ma l'uso che ne viene fatto è il suo elevarla ad oggetto di culto, credendola l'unica salvezza per il genere umano, e bollando gli scettici come eretici. Si tenta di legiferare in modo tale che possano essere puniti tutti quelli che non vogliano sottoporsi ai dettami dei suoi sacerdoti, che in camice bianco pontificano e condannano.

Vedremo l'evolversi delle cose. Occhi aperti.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 10.06.2019 alle ore 09:14:37
Caro Marmar
Non ho mai trovato un fratello con idee così chiare sugli ultimi eventi socio/politici contestualizzati con le scritture.
Concordo pienamente con l'evolversi degli eventi.
Una perplessità sul primo cavallo bianco, poiché è scritto che viene per vincere, e noi sappiamo chi è il vincitore, che sicuramente non è il nemico, anzi satana ne prenderà tante, sarà rinchiuso e dopo il millennio gettato nel fuoco inestinguibile.
Comunque il confronto con new è sul pre o post tribolazionismo, sul resto siamo d'accordo.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 10.06.2019 alle ore 10:39:58
Daniele 9

25 Sappi dunque e comprendi bene: dal momento in cui è uscito l'ordine di restaurare e ricostruire Gerusalemme fino all'apparire di un unto, di un capo, ci saranno sette settimane e sessantadue settimane; essa sarà restaurata e ricostruita, piazza e mura, ma in tempi angosciosi. 26 Dopo le sessantadue settimane un unto sarà soppresso, nessuno sarà per lui. Il popolo d'un capo che verrà distruggerà la città e il santuario; la sua fine verrà come un'inondazione ed è decretato che vi saranno devastazioni sino alla fine della guerra. 27 Egli stabilirà un patto con molti, per una settimana; in mezzo alla settimana farà cessare sacrificio e offerta; sulle ali delle abominazioni verrà un devastatore. Il devastatore commetterà le cose più abominevoli, finché la completa distruzione, che è decretata, non piombi sul devastatore"».


Penso che il personaggio in questione sia da collegare a ciò che racconta Daniele, ossia: nel sessantanovesimo settenario il popolo di un capo che verrà distruggerà città e tempio di Gerusalemme.

Durante il settantesimo settenario stabilirà un patto con molti e lo violerà facendo cessare i sacrifici nel tempio di Gerusalemme.

Nella sua prima venuta il capo che verrà (venne nel 70 d.C. ma era futuro al tempo di Daniele) distrusse Gerusalemme e tempio.

Nella sua seconda venuta, sette anni nel tempo della fine, quando Israele sarà ristabilito ed il tempio ricostruito, vincerà ancora. Sarà la vittoria di Pirro, durerà poco ma vincerà ancora.

Questo personaggio deve il suo successo a quello di Apocalisse 6, suo precursore e figura.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di New il 10.06.2019 alle ore 16:16:02

on 06/09/19 alle ore 19:18:54, tom_anad wrote:
Quindi non è Gesù che darà tribolazione alla sua sposa, ma la sua sposa passerà nella tribolazione causata dal nemico e come detto, permessa da Dio.

Grazie per la risposta, ma potresti per favore precisare chi sarebbe il nemico che scatenerà la tribolazione? Secondo me il nemico che scatenerà la tribolazione è l'anticristo che però potrà manifestarsi solo quando la chiesa sarà stata rapita; infatti è la chiesa che con lo Spirito Santo lo ha trattenuto e lo sta ancora trattenendo (vedi 2Tessalonicesi 2:6-7).

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 10.06.2019 alle ore 21:46:24
Il brano di 2Tess 2 ha un significato diverso, ormai è svelato il mistero.


http://www.marmari.org/apocalisse-037/rapimento/empieta.htm

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 10.06.2019 alle ore 22:33:17

on 06/10/19 alle ore 16:16:02, New wrote:
Grazie per la risposta, ma potresti per favore precisare chi sarebbe il nemico che scatenerà la tribolazione? Secondo me il nemico che scatenerà la tribolazione è l'anticristo che però potrà manifestarsi solo quando la chiesa sarà stata rapita; infatti è la chiesa che con lo Spirito Santo lo ha trattenuto e lo sta ancora trattenendo (vedi 2Tessalonicesi 2:6-7).


Daniele 7:25 Egli parlerà contro l'Altissimo, affliggerà i santi dell'Altissimo, e si proporrà di mutare i giorni festivi e la legge; i santi saranno dati nelle sue mani per un tempo, dei tempi e la metà d'un tempo.

come possono i santi (la chiesa rapita) essere dati nelle mani dell'anticristo per tre tempi e mezzo se rapita prima della GT?

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 10.06.2019 alle ore 23:05:21
Daniele non vede la chiesa, a questo proposito la profezia delle 70 settimane è illuminante. La preghiera di Daniele era per conoscere le sorti DEL SUO POPOLO, e la risposta che arriva è in quel senso.

Le sorti del popolo di Dio, ossia Israele in quel caso, terminano con la distruzione del Tempio a Gerusalemme, e riprendono quando il tempio viene ricostruito.

Ho un amico ebreo con cui a volte parlo della Bibbia, la parte che riguarda loro, ossia l'A.T. e lui stesso dice che l'ebraismo non può essere praticato finché il tempio non sarà ricostruito, cosa cui molto probabilmente penserà direttamente l'Anticristo.

I santi di Daniele sono parte del popolo ebraico nel tempo della fine.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 11.06.2019 alle ore 05:58:16

on 06/10/19 alle ore 23:05:21, Marmar wrote:
Daniele non vede la chiesa, a questo proposito la profezia delle 70 settimane è illuminante. La preghiera di Daniele era per conoscere le sorti DEL SUO POPOLO, e la risposta che arriva è in quel senso.

Le sorti del popolo di Dio, ossia Israele in quel caso, terminano con la distruzione del Tempio a Gerusalemme, e riprendono quando il tempio viene ricostruito.

Ho un amico ebreo con cui a volte parlo della Bibbia, la parte che riguarda loro, ossia l'A.T. e lui stesso dice che l'ebraismo non può essere praticato finché il tempio non sarà ricostruito, cosa cui molto probabilmente penserà direttamente l'Anticristo.

I santi di Daniele sono parte del popolo ebraico nel tempo della fine.


Lo studio è lungo e complesso.
In primo luogo dobbiamo capire qual'è il "SUO POPOLO"
Sai chi si intende per popolo di Dio....
Personalmente non concordo con la tua rappresentazione.
Molto brevemente ti spiego il perché.
Quelli chiamati santi sono i salvati. Gesù disse se non credete che "io sono" morirete nei vostri peccati.
Quindi i giudei, dopo la venuta di Cristo, agli occhi di Dio non sono santi.
Mentre i giudei che hanno accettato Cristo fanno parte della chiesa (la sposa) e verranno rapiti insieme ai gentili credenti.
Quindi sia ne VT che nel NT quando si parla dei santi DEGLI ULTIMI TEMPI  ci si riferisce alla chiesa rapita.
Non esistono due categorie di santi, almeno non lo trovo scritto.
Riguardo alle tesi dei giudei di oggi bisogna stare molto attenti. Loro per esempio anche la profezia di Isaia 53 la riferiscono ad Israele (a loro) e non al Messia.
I giudei (il piccolo residuo) saranno santi quando Dio scriverà la sua Legge nel loro cuore e questo accadrà (credo) quando vedranno Gesù tornare e allora faranno cordoglio      .Zaccaria 12:10
«Spanderò sulla casa di Davide e sugli abitanti di Gerusalemme
lo Spirito di grazia e di supplicazione;
essi guarderanno a me, a colui che essi hanno trafitto,
e ne faranno cordoglio come si fa cordoglio per un figlio unico,
e lo piangeranno amaramente come si piange amaramente un primogenito.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di New il 11.06.2019 alle ore 10:24:12

on 06/10/19 alle ore 22:33:17, tom_anad wrote:
come possono i santi (la chiesa rapita) essere dati nelle mani dell'anticristo per tre tempi e mezzo se rapita prima della GT?

on 06/10/19 alle ore 23:05:21, Marmar wrote:
I santi di Daniele sono parte del popolo ebraico nel tempo della fine.

Concordo. A mio avviso i martiri della grande tribolazione saranno gli Ebrei convertiti che evangelizzeranno tutte le nazioni:

Così parla il SIGNORE degli eserciti: "In quei giorni avverrà che dieci uomini di tutte le lingue delle nazioni piglieranno un Giudeo per il lembo della veste e diranno: 'Noi verremo con voi perché abbiamo udito che Dio è con voi'"». - Zaccaria 8:23

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 11.06.2019 alle ore 10:24:57
Non si tratta della MIA RAPPRESENTAZIONE, ma di una cosa universalmente riconosciuta.

DANIELE 9
20 «Io parlavo, pregando e confessando il mio peccato e il peccato del mio popolo Israele, e presentavo la mia supplica al SIGNORE, al mio Dio, per il monte santo del mio Dio. 21 Mentre stavo ancora parlando in preghiera, quell'uomo, Gabriele, che avevo visto prima nella visione, mandato con rapido volo, si avvicinò a me all'ora dell'offerta della sera. 22 Egli mi rivolse la parola e disse: "Daniele, io sono venuto perché tu possa comprendere. 23 Quando hai cominciato a pregare, c'è stata una risposta e io sono venuto a comunicartela, perché tu sei molto amato. Fa' dunque attenzione al messaggio e comprendi la visione.

24 Settanta settimane sono state fissate riguardo al tuo popolo e alla tua santa città,

per far cessare la perversità, per mettere fine al peccato, per espiare l'iniquità e stabilire una giustizia eterna, per sigillare visione e profezia e per ungere il luogo santissimo.


Tanto per ricordare:  

http://www.marmari.org/70sett/70-START.htm

Tutto il resto del libro segue questo schema.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 11.06.2019 alle ore 10:31:52

on 06/11/19 alle ore 10:24:12, New wrote:
Concordo. A mio avviso i martiri della grande tribolazione saranno gli Ebrei convertiti che evangelizzeranno tutte le nazioni:

Così parla il SIGNORE degli eserciti: "In quei giorni avverrà che dieci uomini di tutte le lingue delle nazioni piglieranno un Giudeo per il lembo della veste e diranno: 'Noi verremo con voi perché abbiamo udito che Dio è con voi'"». - Zaccaria 8:23



A questi vanno aggiunti i due testimoni vestiti di sacco, i più potenti profeti di tutti i tempi, la loro morte/risurrezione segnerà la fine di questo pazzesco mondo.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di New il 11.06.2019 alle ore 10:50:37

on 06/10/19 alle ore 21:46:24, Marmar wrote:
Il brano di 2Tess 2 ha un significato diverso, ormai è svelato il mistero.
http://www.marmari.org/apocalisse-037/rapimento/empieta.htm

Il tuo studio è interessante, ma non mi è chiaro questo: Il"trattenete" del versetto 7 ha applicato l'articolo personale maschile e perciò deve essere necessariamente una Persona che a mio avviso è lo Spirito Santo. Dopo il rapimento lo Spirito Santo non opererà più come adesso che c'è la chiesa, ma sarà presente solo come era nell'A.T. infatti il periodo della grazia sarà finito.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 11.06.2019 alle ore 12:29:31
3 Nessuno vi inganni in alcun modo; poiché quel giorno non verrà se prima non sia venuta l'apostasia e non sia stato manifestato l'uomo del peccato, il figlio della perdizione,

6 Ora voi sapete ciò che lo trattiene affinché sia manifestato a suo tempo. 7 Infatti il mistero dell'empietà è già in atto, soltanto c'è chi ora lo trattiene, finché sia tolto di mezzo.


Se a trattenere, ritardare, la manifestazione dell'Empio fosse lo S.S. avremmo che prima la Chiesa, che è la dimora dello S.S. in terra, sarebbe rapita, e dopo si manifesterebbe lìEmpio, mentre il versetto 3 dice il contrario.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di New il 11.06.2019 alle ore 12:48:26

on 06/11/19 alle ore 12:29:31, Marmar wrote:
3 Nessuno vi inganni in alcun modo; poiché quel giorno non verrà se prima non sia venuta l'apostasia e non sia stato manifestato l'uomo del peccato, il figlio della perdizione,

6 Ora voi sapete ciò che lo trattiene affinché sia manifestato a suo tempo. 7 Infatti il mistero dell'empietà è già in atto, soltanto c'è chi ora lo trattiene, finché sia tolto di mezzo.


Se a trattenere, ritardare, la manifestazione dell'Empio fosse lo S.S. avremmo che prima la Chiesa, che è la dimora dello S.S. in terra, sarebbe rapita, e dopo si manifesterebbe lìEmpio, mentre il versetto 3 dice il contrario.

Sì, in base alla tua ipotesi hai ragione, ma il problema è che secondo me il giorno del Signore citato nel versetto 3 è il giorno del ritorno glorioso del Signore in cui tutti lo vedranno e non quello del rapimento della chiesa; in altre parole il giorno del rapimento non è il giorno del ritorno glorioso del Signore.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 11.06.2019 alle ore 13:25:32
Di solito quando, come in questo caso, portavo degli studi in comunità, non mi affidavo mai alle mie intuizioni, ma cercavo conferme altrove, e quando queste erano molto affidabili lo portavo.

In questo caso vi sono altre conferme a questa lettura.

Comunque ognuno ha pieno diritto di avere le proprie idee.

Per quanto riguarda il discorso sull'articolo che citavi, io non sono un grecista, ma puoi dare un'occhiata qui:

https://biblehub.com/interlinear/2_thessalonians/2-7.htm

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 11.06.2019 alle ore 14:04:36
Quali sono i punti che ti fanno preferire la tua lettura a quella più o meno tradizionale?

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di New il 11.06.2019 alle ore 14:30:59

on 06/11/19 alle ore 13:25:32, Marmar wrote:
Per quanto riguarda il discorso sull'articolo che citavi, io non sono un grecista, ma puoi dare un'occhiata qui:
https://biblehub.com/interlinear/2_thessalonians/2-7.htm

Ho dato un'occhiata al link che hai postato che è interessante. Comunque nemmeno io sono un esperto di greco, perciò posso solo dirti che mi sono basato su (ossia quello applicato al trattenente del versetto 7) visto come articolo determinativo di genere maschile, nominativo singolare.
Quindi lo vedo come una Persona e lo Spirito Santo è una Persona. Lo Spirito Santo di Dio è Onnipotente e può trattenere la menzogna perché è lo Spirito della Verità (Giovanni 14:17) e convince il mondo quanto al peccato, alla giustizia e al giudizio (Giovanni 16:8).
Al versetto 6 c'è invece il neutro τὸ che a mio avviso indica l'azione della chiesa che dopo il rapimento non ci sarà più a trattenere l'anticristo.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 11.06.2019 alle ore 16:31:44
Hai dato un'occhiata al numero Strong?

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di New il 11.06.2019 alle ore 17:24:55

on 06/11/19 alle ore 16:31:44, Marmar wrote:
Hai dato un'occhiata al numero Strong?

Come avevo detto non sono un esperto di greco e ho dato la mia interpretazione basata sui termini posti davanti al trattenente l'anticristo.

In ogni modo posto anche due copia e incolla (inglese e italiano) del numero Strong

G3588
ὁ, ἡ, τό
ho    hē    to
ho, hay, to
The masculine, feminine (second) and neuter (third) forms, in all their inflections; the definite article; the (sometimes to be supplied, at others omitted, in English idiom): - the, this, that, one, he, she, it, etc.

ὁ (ho)
l'articolo definito
Numero Strong: G3588
articolo

1) il/lo/la/i/gli/le, questo, quello, questi, eccetera

αἱ: nom. pl. femm., voc. pl. femm.
αἵ: nom. pl. femm.
ἡ: nom. sing. femm., voc. sing. femm.
ἥ: nom. sing. femm.
ὁ: nom. sing. masc., voc. sing. masc.
ὅ: nom. sing. masc.
οἱ: nom. pl. masc., voc. pl. masc.
τά: acc. pl. neut.
τὰ: acc. pl. neut., nom. pl. neut., voc. pl. neut.
ταῖς: dat. pl. femm.
τὰς: acc. pl. femm.
τῇ: dat. sing. femm.
τήν, τὴν: acc. sing. femm.
τῆς: gen. sing. femm.
τό: acc. sing. neut.
τὸ: acc. sing. neut., nom. sing. neut., voc. sing. neut.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 11.06.2019 alle ore 19:37:13

on 06/11/19 alle ore 17:24:55, New wrote:
Come avevo detto non sono un esperto di greco e ho dato la mia interpretazione basata sui termini posti davanti al trattenente l'anticristo.

In ogni modo posto anche due copia e incolla (inglese e italiano) del numero Strong

G3588
ὁ, ἡ, τό
ho    hē    to
ho, hay, to
The masculine, feminine (second) and neuter (third) forms, in all their inflections; the definite article; the (sometimes to be supplied, at others omitted, in English idiom): - the, this, that, one, he, she, it, etc.

ὁ (ho)
l'articolo definito
Numero Strong: G3588
articolo

1) il/lo/la/i/gli/le, questo, quello, questi, eccetera

αἱ: nom. pl. femm., voc. pl. femm.
αἵ: nom. pl. femm.
ἡ: nom. sing. femm., voc. sing. femm.
ἥ: nom. sing. femm.
ὁ: nom. sing. masc., voc. sing. masc.
ὅ: nom. sing. masc.
οἱ: nom. pl. masc., voc. pl. masc.
τά: acc. pl. neut.
τὰ: acc. pl. neut., nom. pl. neut., voc. pl. neut.
ταῖς: dat. pl. femm.
τὰς: acc. pl. femm.
τῇ: dat. sing. femm.
τήν, τὴν: acc. sing. femm.
τῆς: gen. sing. femm.
τό: acc. sing. neut.
τὸ: acc. sing. neut., nom. sing. neut., voc. sing. neut.



Io non mi azzardo a tradurre dal greco, è troppo tosto per me.
Se qualche grecista ci vuole illuminare ben venga, non dimentichiamo, però, che tale passo da alcuni viene ritenuto oscuro.

Comunque non si tratta di una mia interpretazione, la prima volta che venni a conoscenza di questo modo di intendere il testo fu nell'aprile del '96 quando lessi un libro di Sergio Quinzio (famoso teologo) intitolato proprio "Mysterium Iniquitatis" e tratta proprio del passo in questione; lo trovai molto interessante.

Tu dici che lo S.S. può agire in modo da ritardare la manifestazione dell'Empio. Secondo ciò che penso io, però, lo S.S. può guidare, consolare, far crescere e molte altre cose, agendo dall'interno delle persone, perché lo S.S. vive con noi ed è in noi. Ma se la chiesa non vi sarà più sulla terra, allora significa che lo S.S può agire anche senza di lei nel mondo, quindi non è solo con lei e dentro di lei, ma anche altrove, ed agisce nel mondo in modo autonomo.

Ti viene in mente qualcosa di scritturale a tale proposito? Lasciamo stare la Trinità per carità, altrimenti ci vogliono pagine su pagine senza, per altro, concludere nulla.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 11.06.2019 alle ore 19:43:46
In tutta la Bibbia, dal principio alla fine, si parla di un personaggio che alla fine dei tempi si manifesterà come "Anticristo", ed è una persona in carne ed ossa.


Il tuo ragionamento è giusto, ma si tratta del lavoro svolto nell'ombra da quella persona, che riesce a sedurre gran parte del genere umano. Lo smascherare tale individuo farà chiarezza su molte cose.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 11.06.2019 alle ore 21:22:46
caro New,
tu hai scritto:
.A questi vanno aggiunti i due testimoni vestiti di sacco, i più potenti profeti di tutti i tempi, la loro morte/risurrezione segnerà la fine di questo pazzesco mondo.

questo è giusto.
voglio ricollegarmi ai due testimoni per farti notare che dopo l'elevazione in cielo degli stessi suona la settima tromba che preannuncia il rapimento della chiesa.
Allora, la domanda è: quando terminano il servizio dei 1260 giorni i due testimoni?

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 11.06.2019 alle ore 21:24:44
altra domanda rivolta a chiunque voglia intervenire:
Dove trovate scritto, o almeno sottinteso, che durante la grande tribolazione ci sarà una grande conversione?

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 11.06.2019 alle ore 22:08:29

on 06/11/19 alle ore 21:22:46, tom_anad wrote:
caro New,
tu hai scritto:
.A questi vanno aggiunti i due testimoni vestiti di sacco, i più potenti profeti di tutti i tempi, la loro morte/risurrezione segnerà la fine di questo pazzesco mondo.

questo è giusto.
voglio ricollegarmi ai due testimoni per farti notare che dopo l'elevazione in cielo degli stessi suona la settima tromba che preannuncia il rapimento della chiesa.
Allora, la domanda è: quando terminano il servizio dei 1260 giorni i due testimoni?


Non è così, il racconto dei due testimoni è racchiuso nella seconda parentesi, non è inserito cronologicamente nella trama.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 11.06.2019 alle ore 22:11:18

on 06/11/19 alle ore 21:24:44, tom_anad wrote:
altra domanda rivolta a chiunque voglia intervenire:
Dove trovate scritto, o almeno sottinteso, che durante la grande tribolazione ci sarà una grande conversione?



E' appunto in 11:13, e siamo alla fine della G.T.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 12.06.2019 alle ore 05:39:42

on 06/11/19 alle ore 22:11:18, Marmar wrote:
E' appunto in 11:13, e siamo alla fine della G.T.


Caro Marmar, tu stai confermando che in AP 11:13 siamo alla fine della GT
I 1260 giorni durante i quali i due testimoni compiono la loro opera quando finiscono?

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 12.06.2019 alle ore 06:58:20
Vai qui:

http://www.marmari.org/apocalisse/

Clicca su "SIGILLI TROMBE COPPE"

Clicca sul 7° sigillo

Clicca su 6° tromba

Chiudi la pagina con il testo relativo alla sesta tromba (cap 9)

Clicca in basso su "2° parentesi"

E' spiegato qui.

Se non consideri le tre parentesi non potrai mai seguire un filo cronologico in tutto il racconto di Apocalisse.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di New il 12.06.2019 alle ore 10:38:30

on 06/11/19 alle ore 19:37:13, Marmar wrote:
Tu dici che lo S.S. può agire in modo da ritardare la manifestazione dell'Empio. Secondo ciò che penso io, però, lo S.S. può guidare, consolare, far crescere e molte altre cose, agendo dall'interno delle persone, perché lo S.S. vive con noi ed è in noi. Ma se la chiesa non vi sarà più sulla terra, allora significa che lo S.S può agire anche senza di lei nel mondo, quindi non è solo con lei e dentro di lei, ma anche altrove, ed agisce nel mondo in modo autonomo.

Lo Spirito Santo frena il male, vedi Giovanni 16:8 e quando sarà stato tolto il peccato e l'iniquità domineranno.
Lo Spirito Santo era presente anche nell'A.T. però non poteva dimorare permanentemente nelle persone perché non erano ancora nate di nuovo e questo quadro ci sarà anche dopo il rapimento. lo Spirito Santo ci sarà ancora ma solo come c'era prima dell'era della grazia.
La Chiesa è sale del mondo e luce della terra (Matteo 5:13-14) il sale impedisce il deterioramento e la luce scaccia le tenebre.
Per me il ciò (genere neutro) che lo trattiene del vers. 6 è l'azione della chiesa e il chi (genere maschile) ora lo trattiene è lo Spirito Santo.
Dopo il rapimento lo Spirito Santo ci sarà ancora (altrimenti non sarebbero possibili le conversioni ed i martirii della tribolazione) ma lo sarà solo come c'era prima dell'era della grazia.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 12.06.2019 alle ore 10:47:22
Ok, per te è così.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 13.06.2019 alle ore 21:06:30

on 06/12/19 alle ore 06:58:20, Marmar wrote:
Vai qui:

http://www.marmari.org/apocalisse/

Clicca su "SIGILLI TROMBE COPPE"

Clicca sul 7° sigillo

Clicca su 6° tromba

Chiudi la pagina con il testo relativo alla sesta tromba (cap 9)

Clicca in basso su "2° parentesi"

E' spiegato qui.

Se non consideri le tre parentesi non potrai mai seguire un filo cronologico in tutto il racconto di Apocalisse.

Tutto Ok,
il grafico da te predisposto da gli eventi:
settima tromba, cioè quando c'è il rapimento, contiene le sette coppe.
Ma la settima tromba suona "DOPO" che i due testimoni hanno svolto la loro opera per 1260 giorni (la durata della GT) e quindi il rapimento è immediatamente dopo l'elevazione in cielo dei due olivi.
Infatti l'ira di Dio è riferita solo alle sette coppe, dopo che la chiesa è stata rapita e durerà trenta giorni (Daniele 12:11 )
Tutti i guai precedenti sono l'ira del diavolo che buttato sulla terra e sapendo di avere poco tempo farà un disastro, ma tutto ciò perché Dio lo permette.
AP 12:   12 Perciò, rallegratevi, o cieli, e voi che abitate in essi. Guai a voi, terra, e mare! perciocchè il Diavolo è disceso a voi, avendo grande ira, sapendo che egli ha poco tempo.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 13.06.2019 alle ore 23:21:19
I capitoli 10 e 11 contengono la seconda parentesi, che come  la prima era tra il sesto ed il settimo sigillo, questa è tra la sesta e la settima tromba. Ciò che si legge in quei capitoli non segue la cronologia delle trombe, ma è un discorso a parte. I due testimoni, di cui si legge al cap 11 non agiscono prima della settima tromba, ma durante la G.T. leggi accuratamente il testo e vedrai.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 21.06.2019 alle ore 21:01:10

on 06/13/19 alle ore 23:21:19, Marmar wrote:
I capitoli 10 e 11 contengono la seconda parentesi, che come  la prima era tra il sesto ed il settimo sigillo, questa è tra la sesta e la settima tromba. Ciò che si legge in quei capitoli non segue la cronologia delle trombe, ma è un discorso a parte. I due testimoni, di cui si legge al cap 11 non agiscono prima della settima tromba, ma durante la G.T. leggi accuratamente il testo e vedrai.


caro Marmar, la settima tromba suona dopo che i due testimoni sono elevati in cielo.
ti cito il testo:
AP 11:12 Ed essi udirono una voce potente che dal cielo diceva loro: «Salite quassù». Essi salirono al cielo in una nube e i loro nemici li videro. 13 In quell'ora ci fu un gran terremoto e la decima parte della città crollò e settemila persone furono uccise nel terremoto; e i superstiti furono spaventati e diedero gloria al Dio del cielo.
14 Il secondo «guai» è passato; ma ecco, il terzo «guai» verrà presto.

La settima tromba
15 Poi il settimo angelo suonò la tromba e nel cielo si alzarono voci potenti, che dicevano: «Il regno del mondo è passato al nostro Signore e al suo Cristo ed egli regnerà nei secoli dei secoli».


Il testo è cosi chiaro poiché letteralmente scritto per non farci cadere in interpretazioni personali "POI suonò la settima tromba.
Va bene che Apocalisse deve essere interpretata ma cambiare un "POI" con "PRIMA" mi sembra di stravolgere e non interpretare.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 21.06.2019 alle ore 21:09:38
Ebrei 9:28
così anche Cristo, dopo essere stato offerto una volta sola per portare i peccati di molti, apparirà una seconda volta, senza peccato, a coloro che lo aspettano per la loro salvezza.


Ebbene chi aspetta Cristo per la salvezza se non i santi della chiesa.

Cristo tornerà una sola (seconda) volta e non due, e tornerà in modo palese e visibile e non in segreto.
Dov'è scritto che verrà in segreto?
Dov'è scritto che rapirà l Chiesa prima del suo ritorno?

La Bibbia parla chiaro che la Chiesa verrà rapita al ritorno (unico) di Cristo, che vedrà l'anticristo, che subirà la persecuzione della bestia per 42 mesi la quale avrà potere anche sui santi - chi sono i santi se la chiesa, chiamata santa, è stata rapita prima? -



Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 21.06.2019 alle ore 21:39:50
Anche per questo vale ciò che ho detto nel thread precedente: si tratta del tuo punto di vista, che tutti accettiamo.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 21.06.2019 alle ore 21:49:44
esistono punti di vista migliori degli altri?

un abbraccio

:friends:

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 07.07.2019 alle ore 22:51:54
voglio ricominciare lo studio partendo da:

1 TE 4:14 Infatti, se crediamo che Gesù morì e risuscitò, crediamo pure che Dio, per mezzo di Gesù, ricondurrà con lui quelli che si sono addormentati. 15 Poiché questo vi diciamo mediante la parola del Signore: che noi viventi, i quali saremo rimasti fino alla venuta del Signore, non precederemo quelli che si sono addormentati; 16 perché il Signore stesso, con un ordine, con voce d'arcangelo e con la tromba di Dio, scenderà dal cielo, e prima risusciteranno i morti in Cristo; 17 poi noi viventi, che saremo rimasti, verremo rapiti insieme con loro, sulle nuvole, a incontrare il Signore nell'aria; e così saremo sempre con il Signore.

Questo è l'unico versetto della Bibbia che parla esplicitamente del "RAPIMENTO"  della chiesa.
Gli altri versetti, i quali completano la spiegazione degli eventi, ne parlano per deduzione.
Quindi ricomincerei con lo studio del soli versetti da 14 a 17 di 1TE.
Dio per mezzo di Gesù ricondurrà con Lui (Gesù) i morti mediante la risurrezione che avverrà PRIMA del rapimento e i risuscitati insieme ai rapiti incontreranno Gesù nell'aria poiché Gesù tornerà sulle nuvole.
Paolo

15 Poiché questo vi diciamo mediante la parola del Signore: che noi viventi, i quali saremo rimasti fino alla venuta del Signore,
La parola ci dice che noi viventi che saremo "rimasti" - la parola greca usata da Paolo è perileipo  che può essere tradotto in:
1) restare
2)rimanere
3)essere superstiti
4) essere lasciati alle spalle
5) sopravvivere.

Quindi dobbiamo intendere che noi che saremo rimasti, oppure sopravvissuti saremo rapiti.
La domanda è, sopravvissuti a cosa?
Andiamo avanti, - rimasti fino alla sua venuta (dal greco parusia)
Parusia ha due significati 1) ritorno di Cristo, 2) perdurare della sua presenza.
Lo stesso termine è usato in FILIPP. 1:25,26 dove Paolo dice che tornerà da loro per restarci.
La parola ci dice che Cristo torna per restare, per instaurare il suo regno e non per andare via per tre anni e poi tornare di nuovo.

16 perché il Signore stesso, con un ordine, con voce d'arcangelo e con la tromba di Dio, scenderà dal cielo, e prima risusciteranno i morti in Cristo;

Molti parlano di un ritorno segreto, silenzioso di Cristo, un ritorno nel quale nessuno lo vedrà; il mondo saprà solo che milioni di persone sono scomparse nel nulla.
Ma la parola dice questo?
La parola dice che il Signore darà un ordine con voce d'arcangelo (immaginiamo quale potenza del timbro di voce) e con la tromba di Dio (la tromba nell'epoca di scrittura delle epistole era lo strumento più rumoroso), che sarà udita da tutti rapirà la sua chiesa.
Vi sembra un evento silenzioso.

17 poi noi viventi, che saremo rimasti, verremo rapiti insieme con loro, sulle nuvole, a incontrare il Signore nell'aria; e così saremo sempre con il Signore.

Incontreremo il Signore nell'aria w SAREMO SEMPRE con il Signore.
Nelle teorie pretribolazioniste che prevedono il rapimento prima del ritorno del Signore c'è un tempo non ben definito che la chiesa è rapita dalla terra ma non è con il Signore.
Dov'è la chiesa in questo periodo?
La bibbia non ne parla.
E' chiaro che è dottrina di uomini, la parola dice che quando il Signore rapirà la chiesa, la stessa sarà SEMPRE con Lui.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di New il 08.07.2019 alle ore 07:29:37

on 07/07/19 alle ore 22:51:54, tom_anad wrote:
Questo è l'unico versetto della Bibbia che parla esplicitamente del "RAPIMENTO"  della chiesa.

Secondo te a quale evento escatologico si riferiscono Matteo 24:40-41, Luca 17:34-36?

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 08.07.2019 alle ore 08:31:24

on 07/08/19 alle ore 07:29:37, New wrote:
Secondo te a quale evento escatologico si riferiscono Matteo 24:40-41, Luca 17:34-36?


ho scritto che ci sono tanti passi che parlano del ritorno di Cristo,
Quello che ho voluto evidenziare è che il termine "RAPIMENTO " viene citato solo in 1TE 4.
Negli altri brani si fa riferimento al rapimento per deduzione.
Comunque non è questo il problema.
Bisognava iniziare dal versetto principale

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 17.07.2019 alle ore 22:36:47
Cerchiamo di capire cosa dice la Bibbia in ordine al “rapimento” se è un evento precedente e separato dalla venuta del Signore come sostengono pre-tribolazionisti oppure se esso è un evento unico come affermato dai post-tribolazionisti.
Praticamente i credenti che accettano l’interpretazione “dispensazionalista”  insegnano che la seconda venuta o il ritorno di Cristo avverrà in due fasi: prima il RAPIMENTO (la sua venuta per i santi) e in seguito la Sua venuta in gloria (la sua venuta con i santi). L’intervallo fra questi due eventi è il periodo della grande tribolazione.
Il RAPIMENTO secondo i pre=trib. è una venuta  invisibile e segreta.  Ci viene detto che “La Sua manifestazione nelle nuvole sarà velata all’occhio umano e NESSUNO LO VEDRÀ. Verrà furtivamente ed altrettanto rapidamente sarà già sparito; verrà a prendere  la sua sposa  e svanirà come un’ombra nella notte” .
I punti salienti sono:
1 “Improvviso ed INVISIBILE, nascosto al mondo, il Signore verrà come un ladro nella notte e rapirà via i Suoi santi”.
2 “(Il rapimento) avverrà in SEGRETO, e soltanto i credenti ne saranno a conoscenza”.
3 “Nel rapimento solo i credenti vedono Gesù; è un mistero, un SEGRETO”.
4 “Sarà un rapimento SEGRETO, tranquillo e senza rumore.  Il mondo si accorgerà soltanto dell’improvvisa scomparsa di milioni di persone contemporaneamente.
La parola nel   testo che parla del  rapimento della chiesa dice proprio l’opposto!
“Perché il Signore stesso, con un ORDINE, con VOCE d‟arcangelo e con la TROMBA di Dio, scenderà dal cielo, e prima risusciteranno i morti in Cristo; poi noi viventi, che saremo rimasti, verremo rapiti insieme con loro, sulle nuvole, a incontrare il Signore nell’aria” (1 Tessalonicesi 4:16-17).
Per me questo passo indica tutt’altro che un rapimento segreto e silenzioso. La parola tradotta “ordine” nella Nuova Riveduta, è “potente grido” nella Riveduta e in molte altre versioni. Al grido  del Signore che scende dal cielo, con la voce dell’arcangelo e la tromba di Dio, si uniranno grida di lode e di gioia provenienti dalle vaste moltitudini dei santi che si innalzano verso il cielo a incontrare il Signore!
Anzi, Gesù stesso ci ha avvisati dicendo: “Allora, se qualcuno vi dice: Il Cristo è qui, oppure è là, non lo credete... se vi dicono: Eccolo, è nelle stanze segrete (Diodati), non lo credete; infatti come il lampo esce da levante e si vede fino a ponente, così sarà la venuta del Figlio dell’uomo” (Matteo 24:23-27).

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 17.07.2019 alle ore 22:39:42
Riporto uno studio scaricato da internet


“Ma sappiate questo,” Gesù continuò “che se il padrone della casa sapesse a quale ora della notte il ladro deve venire, veglierebbe e non lascerebbe scassinare la sua casa. Perciò, anche voi siate pronti; perché nell’ora che non pensate il Figlio dell’uomo verrà” (Matteo 24:43-44). Il ritorno di Cristo sarà come la venuta di un ladro nel senso che non sappiamo QUANDO verrà. Ma qui non si parla di una venuta di Cristo in segreto per prendere misteriosamente i credenti e portarli fuori dal mondo in modo che nessuno sappia come o dove siano finiti. Non dobbiamo pensare che il Signore si aggiri come un ladro, lavorando di notte, pauroso di essere scoperto. Il significato è che egli verrà come un ladro, non che agirà come un ladro!

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 18.07.2019 alle ore 00:37:04

Quote:
Il RAPIMENTO secondo i post-trib. è una venuta  invisibile e segreta.  Ci viene detto che “La Sua manifestazione nelle nuvole sarà velata all’occhio umano e NESSUNO LO VEDRÀ. Verrà furtivamente ed altrettanto rapidamente sarà già sparito; verrà a prendere  la sua sposa  e svanirà come un’ombra nella notte” .  


Volevi dire i pre-trib?

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 18.07.2019 alle ore 07:21:04

on 07/18/19 alle ore 00:37:04, Marmar wrote:
Volevi dire i pre-trib?


certo, grazie
Correggo subito

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 18.07.2019 alle ore 10:49:39
Forse sarebbe meglio cercare di entrare nel dettaglio, per quanto possibile.

Cosa intendi tu grande tribolazione? Intendi il periodo nel quale saranno versate le sette coppe dell'ira di Dio, o forse deve essere considerato diversamente?

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 18.07.2019 alle ore 15:28:13
La terza parentesi, un intermezzo importante.

http://www.marmari.org/apocalisse-037/coppe/terzapar.htm

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 18.07.2019 alle ore 15:36:29

on 07/18/19 alle ore 10:49:39, Marmar wrote:
Forse sarebbe meglio cercare di entrare nel dettaglio, per quanto possibile.

Cosa intendi tu grande tribolazione? Intendi il periodo nel quale saranno versate le sette coppe dell'ira di Dio, o forse deve essere considerato diversamente?



stasera ti rispondo con calma
Adesso sono at work

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 18.07.2019 alle ore 22:01:29

on 07/18/19 alle ore 10:49:39, Marmar wrote:
Forse sarebbe meglio cercare di entrare nel dettaglio, per quanto possibile.

Cosa intendi tu grande tribolazione? Intendi il periodo nel quale saranno versate le sette coppe dell'ira di Dio, o forse deve essere considerato diversamente?


carissimo,
domanda troppo facile e tendenziosa.
La grande tribolazione è l'ira del diavolo che gettato giù sarà arrabbiatissimo sapendo di avere poco tempo.
Le sette coppe dell'ira di Dio sono successive al rapimento e "dovrebbero durare 30 giorni. Uso il condizionale perché entriamo nell'interpretazione.

brevissima cronologia degli eventi (se non ti è chiaro poi la faccio lunga, anzi lunghissima):
tre anni e mezzo di grande tribolazione dove l'umanità compresa la chiesa subirà l'ira del nemico,
ritorno di Cristo, resurrezione dei morti, rapimento della chiesa e dopo sette coppe dell'ira di Dio sui ribelli, increduli e bestemmiatori e sopratutto su coloro che hanno il marchio della bestia.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 18.07.2019 alle ore 22:13:22

Per quanto tempo la chiesa dovrebbe stare nel mondo per adempiere questo comando divino? L’implicazione è che questa missione continuerà fino alla fine del tempo. Certo sembrerebbe strano se il piano di Dio avesse previsto di rimuovere la chiesa sette anni prima della fine! Una simile promessa non avrebbe senso se alla fine dei tempi la chiesa non sarebbe più stata sulla terra.
Nei capitoli precedenti del Vangelo di Matteo, Gesù aveva ribadito la stessa cosa. Raccontò la parabola di un uomo che seminò del buon seme nel suo campo, ma un nemico seminò della zizzania in mezzo al grano. Quando l’erba cominciò a germogliare, i servi si accorsero di cosa era successo e chiesero se dovevano cogliere la zizzania. Ma il padrone rispose: “Lasciate che tutti e due crescano insieme fino alla mietitura; e al tempo della mèsse, dirò ai mietitori: Cogliete prima le zizzanie, e legatele in fasce per bruciarle; ma il grano, raccoglietelo nel mio granaio” (Matteo 23:24-30).
Non c’è da speculare per quanto riguarda la corretta interpretazione della parabola, poiché Gesù stesso ci dà la spiegazione. Il buon seme, il grano, viene seminato dal “Figlio dell’uomo”, Gesù Cristo. Le zizzanie, i figli del maligno, sono seminati dal nemico, cioè il “diavolo”. Grano e zizzanie vengono seminati nello stesso campo, “il mondo” (vv. 37-39).
“Come dunque le zizzanie si raccolgono e si bruciano con il fuoco, così avverrà alla fine dell'età presente. Il Figlio dell'uomo manderà i suoi angeli che raccoglieranno dal suo regno tutti gli scandali e tutti quelli che commettono l’iniquità, e li getteranno nella fornace ardente... Allora i giusti risplenderanno come il sole nel regno del Padre loro” (vv. 40-43). È evidente che il momento della separazione fra coloro che commettono l’iniquità e i giusti è alla fine!
Gesù disse che ENTRAMBI sarebbero cresciuti INSIEME fino alla FINE e ALLORA ci sarà la mietitura con la grande separazione. La Bibbia insegna questo. Ma la dottrina del rapimento della chiesa cosiddetta “pre-tribolazione” dice che entrambi NON cresceranno insieme nel campo fino alla fine dei tempi, poiché afferma che il grano sarà raccolto prima e sarà separato dalla zizzania sette anni prima della fine!
Secondo una nota nella Bibbia di Scofield (Scofield Reference Bible), “Alla fine di questa età (v.40) la zizzania viene separata per essere bruciata, ma prima il grano viene raccolto nel granaio”.6 Ma se qualcosa viene “prima” dovrebbe essere il giudizio sugli increduli, poiché la parabola dice: “Cogliete PRIMA le zizzanie” per bruciarle “ma il grano raccoglietelo nel mio granaio” (Matteo 13:30). Allora? La Scrittura dice “Prima le zizzanie”, la nota nella Bibbia Scofield dice l’opposto! Questo modo di torcere le parole non aiuta molto a sostenere il punto di vista pretribolazione.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 18.07.2019 alle ore 23:54:22

Quote:
Il RAPIMENTO secondo i post-trib. è una venuta  invisibile e segreta.  Ci viene detto che “La Sua manifestazione nelle nuvole sarà velata all’occhio umano e NESSUNO LO VEDRÀ. Verrà furtivamente ed altrettanto rapidamente sarà già sparito; verrà a prendere  la sua sposa  e svanirà come un’ombra nella notte” .  



Quote:
Ma la dottrina del rapimento della chiesa cosiddetta “pre-tribolazione” dice che entrambi NON cresceranno insieme nel campo fino alla fine dei tempi, poiché afferma che il grano sarà raccolto prima e sarà separato dalla zizzania sette anni prima della fine!


Tu conosci stranissimi pre-tribolazionisti.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di madstar il 19.07.2019 alle ore 00:04:33
Quel che sento da più di cinquanta anni sugli ultimi tempi e relativi passi apocalittici, sia nei dibattiti, sia nelle relazioni, sia negli studi ed anche sulla relativa editoria, sono la migliore interpretazione della parola 'evoluzione senza fine'

Mai sentite due persone dire le stesse cose, mai sentita una persona che dopo dieci anni non abbia cambiato le sue tesi.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 19.07.2019 alle ore 00:14:49
1Pietro 4:17
Perché è giunto il tempo del giudizio di Dio, e sarà proprio il popolo di Dio ad essere giudicato per primo. E se perfino noi, che siamo cristiani, dobbiamo essere giudicati, quale sarà la fine di quelli che non obbediscono al Vangelo di Dio?

La parabola delle zizzanie parla del giudizio all'INTERNO della chiesa, non di quello sul mondo, sono cose diverse.

Guarda qui:

http://www.marmari.org/apocalisse-037/rapimento/empieta.htm

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 19.07.2019 alle ore 02:29:03

on 07/19/19 alle ore 00:04:33, madstar wrote:
Mai sentite due persone dire le stesse cose, mai sentita una persona che dopo dieci anni non abbia cambiato le sue tesi.


quello che tu affermi significherebbe che tra 10 anni, Dio volendo, io e Marmar continueremo a "litigare" cambiando i ruoli ? ( io pre  e lui post)

caro madstar è  la prima volta che dialoghiamo, quindi mi devo presentare, personalmente leggo e ascolto tutto è tutti, ma credo solo alla Bibbia e non ai libri degli illustri biblisti .
Chiarito questo non dovrò più giustificare il mio pensiero.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 19.07.2019 alle ore 02:34:06

on 07/18/19 alle ore 23:54:22, Marmar wrote:
Tu conosci stranissimi pre-tribolazionisti.


madstar ha ragione, non c'è accordo neanche tra i pre-tribolzionisti, infatti c'è chi decide che il rapimento è sette anni prima, chi 3 anni e mezzo prima e chi approssimativamente tre anni prima.
Il Signore tornerà UNA sola volta ed è  scritto a chiari lettere

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 19.07.2019 alle ore 02:42:41

on 07/19/19 alle ore 00:14:49, Marmar wrote:
1Pietro 4:17
Perché è giunto il tempo del giudizio di Dio, e sarà proprio il popolo di Dio ad essere giudicato per primo. E se perfino noi, che siamo cristiani, dobbiamo essere giudicati, quale sarà la fine di quelli che non obbediscono al Vangelo di Dio?

La parabola delle zizzanie parla del giudizio all'INTERNO della chiesa, non di quello sul mondo, sono cose diverse.
]

Matteo 13:38
il campo è il mondo; il buon seme sono i figli del regno; le zizzanie sono i figli del maligno;

Gesù quando spiega la parabola dice che il campo ove è  seminato è il mondo e non la chiesa.
Io credo a Gesù piuttosto che ai biblisti

Comunque anche applicato alla chiesa il risultato non cambia perché le zizzanie vengono raccolte e bruciate alla mietitura insieme al buon seme, e non il buon seme tre anni prima.
Rifletti su cosa dice la Parola e non i libri.


:-D

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 19.07.2019 alle ore 02:50:01
17 Infatti è giunto il tempo in cui il giudizio deve cominciare dalla casa di Dio; e se comincia prima da noi, quale sarà la fine di quelli che non ubbidiscono al vangelo di Dio? 18 E se il giusto è salvato a stento, dove finiranno l'empio e il peccatore?

il passo che citi  si riferisce al giudizio infatti i salvati compariranno davanti al Tribunale di Cristo prima del millennio mentre gli altri dopo davanti al Trono bianco. Per questo dice che inizierà "tra noi"
Infatti i peccatori verranno giudicati 1000 anni dopo.
Questo dice Pietro ma non ha nulla a che vedere con il rapimento

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 19.07.2019 alle ore 09:33:11

Quote:
Matteo 13:38
il campo è il mondo; il buon seme sono i figli del regno; le zizzanie sono i figli del maligno;

Il mondo è, evidentemente, il posto dov'è seminata la chiesa.

Ma sono questi gli argomenti a favore del post-tribolazionismo? Dettagli trovati qua e là?


Quote:
Comunque anche applicato alla chiesa il risultato non cambia perché le zizzanie vengono raccolte e bruciate alla mietitura insieme al buon seme, e non il buon seme tre anni prima.
Rifletti su cosa dice la Parola e non i libri.


Seguendo il tuo consiglio e riflettendo su ciò che dice la Parola, leggo;
Cogliete prima le zizzanie, e legatele in fasci per bruciarle; ma il grano, raccoglietelo nel mio granaio

Qui si sta parlando di selezione, si tratta di dividere due gruppi, i falsi credenti da quelli veri, e di preparare i due gruppi al loro destino. I mietitori, come accade in realtà, scelgono ciò che è buono dividendolo da ciò che non lo è. Ciò che non è buono viene LEGATO e così preparato ad essere distrutto (non dice che è distrutto subito, ma che è preparato per esserlo) questa fase precede la battitura del grano che poi sarà riposto nei granai. La fase della bruciatura può essere anche successiva alla battitura. Non è di quello che si occupa la parabola, ma della selezione, che è il tema UNICO del racconto.

Del resto Gesù, nelle sue parabole, si è sempre ispirato a ciò che aveva attorno.

Se proprio vogliamo trovare qualche altro argomento riferito alla mietitura, questo andrebbe ricercato all'interno delle festività giudaiche, con la festa della mietitura in primavera, e quella della vendemmia in autunno.

Quote:
il buon seme tre anni prima.

Prima affermavi che i pre-tribolazionisti sostenessero un rapimento sette anni prima, ora siamo a tre.  :confuso: (cerco solo di capire).

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 19.07.2019 alle ore 09:55:01
Caro marmar

O sei distratto o non leggi i miei post.

Ho già  scritto che i pre=tribolazione sono di tre correnti di pensiero
7 anni prima
3,5 anni prima
E quelli come la tua idea circa a 3 anni prima

Rileggi i miei post

Riguardo ai passi che dimostrano il rapimento dopo la GT ne ho ancora più di 30, ma uno alla volta

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 19.07.2019 alle ore 10:07:35
I post-tribolazionisti hanno un pensiero unico?

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 19.07.2019 alle ore 10:45:52

on 07/19/19 alle ore 10:07:35, Marmar wrote:
I post-tribolazionisti hanno un pensiero unico?


no

Ci sono tre pensieri e l'ho già scritto, ma sono tutti NON scritturali perché la parola parla in maniera chiara che la chiesa verrà rapita in occasione dell'UNICO ritorno di Cristo.
Tutti coloro che dicono che interpretano lo fanno per stravolgere la parola poiché è talmente chiara

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 19.07.2019 alle ore 11:42:42
E' chiara per te e per gli altri no?

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Giamba il 19.07.2019 alle ore 12:08:33

on 07/19/19 alle ore 10:45:52, tom_anad wrote:
no

Ci sono tre pensieri e l'ho già scritto, ma sono tutti NON scritturali perché la parola parla in maniera chiara che la chiesa verrà rapita in occasione dell'UNICO ritorno di Cristo.
Tutti coloro che dicono che interpretano lo fanno per stravolgere la parola poiché è talmente chiara


Io non sarei così drastico. Anzi, se esiste questo gran dibattito è proprio perché non è così chiaro.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 19.07.2019 alle ore 12:28:20

on 07/19/19 alle ore 12:08:33, Giamba wrote:
Io non sarei così drastico. Anzi, se esiste questo gran dibattito è proprio perché non è così chiaro.


c'è un gran dibattito semplicemente perché ognuno deve difendere la sua idea preconcetta e la sua appartenenza a queste o quelle denominazioni le quali pur di distinguersi tutte si sono inventate qualcosa di diverso.

Se non si lasciano le religioni non si può comprendere pienamente il messaggio della Parola.

La Bibbia è una, la volontà di Dio una, anche Gesù è uno e tornerà una sola volta.
Ebrei 9:28
così anche Cristo, dopo essere stato offerto una volta sola per portare i peccati di molti, apparirà una seconda volta, senza peccato, a coloro che lo aspettano per la loro salvezza.


Gesù è atteso da coloro che lo aspettano per la loro salvezza. Chi sono?

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 19.07.2019 alle ore 12:38:13
Ebrei 9:28
così anche Cristo, dopo essere stato offerto una volta sola per portare i peccati di molti, apparirà una seconda volta, senza peccato, a coloro che lo aspettano per la loro salvezza.


proviamo ad interpretare questo versetto:
così anche Cristo dopo essere stato offerto una volta sola

Credo che tutti concordiamo che il significato di questo primo verso si riferisce al sacrificio di Cristo per la salvezza dell'umanità e che lo stesso è stato fatto una sola volta e non verrà ripetuto.

apparirà una seconda volta senza peccato a coloro che lo aspettano per la loro salvezza.

anche su questo verso sono riportati gli stessi termini e cioè che  Cristo tornerà una sola seconda volta per la salvezza di coloro che lo aspettano.
Qui sorge il problema dei pre-trib. i quali concordano che Cristo è stato offerto una sola volta, ma in disprezzo della scrittura dicono che tornerà DUE volte.
Vi sembra che la parola dica questo?


P.S. per Marmar- visto che sono 3 volte che rifai la stessa domanda questa spiegazione ed anche le future riguardano tutti e tre i tipi di pre-trib poiché anche se in tempi diversi tutti dite che Gesù verrà due volte.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 19.07.2019 alle ore 12:48:01
LA PREGHIERA SACERDOTALE
Poco prima della sua morte, Gesù disse queste parole ai suoi discepoli: “Nel mondo avrete tribolazione...” (Giovanni 16:33). Nei versetti seguenti leggiamo la preghiera di Gesù per i discepoli: “Non prego che tu li tolga dal mondo, ma che tu li preservi dal maligno” (Giovanni 17:15).
Gesù non pregò che la chiesa fosse tolta dal mondo! La chiesa doveva rimanere nel mondo pur non essendo del mondo.
Si potrebbe pensare che questo si riferisca ai discepoli di allora,  ma non è così. “Non prego soltanto per questi – continua Gesù – ma anche per quelli che credono in me per mezzo della loro parola” (v.20). In questo versetto non siamo forse inclusi anche noi oggi? Non abbiamo noi creduto in Cristo per mezzo della parola tramandata a noi da questi discepoli di allora? Certamente! E allora Gesù pregava anche per noi! Egli ha pregato perché fossimo preservati dal male del mondo, ma non ha pregato che fossimo tolti via dal mondo, ben sapendo che avremmo avuto tribolazioni e prove!
Sarebbe diverso se Gesù avesse detto: “Nel mondo ci sarà tribolazione... ma io pregherò affinché voi siate tolti via dal mondo”. Allora coloro che insegnano che il rapimento avverrà prima della tribolazione avrebbero una base per la loro posizione e questo versetto sarebbe citato spesso come una conferma. Ma poiché il versetto dice proprio l’opposto, ci sembra ovvio che questo neghi chiaramente l’idea di una venuta speciale, “segreta” di Cristo per portare via la chiesa.
Gesù insegnò che i credenti sarebbero rimasti nel mondo con un compito ben preciso: predicare il Vangelo. Il grande mandato ai discepoli era di “andare ... e fare discepoli tutti i popoli” con la Sua promessa “Io sono con voi tutti i giorni sino alla fine dell’età presente” (Matteo 28:19,20).

Non dice fino all'arrivo della grande tribolazione, oppure fino a tre anni prima della fine

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Virtuale il 19.07.2019 alle ore 14:01:06

on 07/19/19 alle ore 09:33:11, Marmar wrote:
Cogliete prima le zizzanie, e legatele in fasci per bruciarle;

,,,mi sono venute le lacrime a pensare a quelli che saranno legati in fasci e bruciati.

Che il Signore ci preservi.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Giamba il 19.07.2019 alle ore 14:07:07

on 07/19/19 alle ore 12:28:20, tom_anad wrote:
c'è un gran dibattito semplicemente perché ognuno deve difendere la sua idea preconcetta e la sua appartenenza a queste o quelle denominazioni le quali pur di distinguersi tutte si sono inventate qualcosa di diverso.

Se non si lasciano le religioni non si può comprendere pienamente il messaggio della Parola.

La Bibbia è una, la volontà di Dio una, anche Gesù è uno e tornerà una sola volta.
Ebrei 9:28
così anche Cristo, dopo essere stato offerto una volta sola per portare i peccati di molti, apparirà una seconda volta, senza peccato, a coloro che lo aspettano per la loro salvezza.


Gesù è atteso da coloro che lo aspettano per la loro salvezza. Chi sono?


Non sono un fan delle "due venute". E' la posizione che mi è stata sempre insegnata ma ho iniziato a metterla in discussione e, in attesa di approfondire, personalmente non me la sento di sbilanciarmi. Però, come ci sono passi a sostegno della venuta unica, ce ne sono altri che lasciano invece che potrebbe esserci un rapimento della chiesa separato. Non essendo una dottrina fondamentale per la salvezza, direi che diversità di vedute su questo punto sono ammissibili :-)

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 19.07.2019 alle ore 14:20:26

on 07/19/19 alle ore 14:07:07, Giamba wrote:
Non sono un fan delle "due venute". E' la posizione che mi è stata sempre insegnata ma ho iniziato a metterla in discussione e, in attesa di approfondire, personalmente non me la sento di sbilanciarmi. Però, come ci sono passi a sostegno della venuta unica, ce ne sono altri che lasciano invece che potrebbe esserci un rapimento della chiesa separato. Non essendo una dottrina fondamentale per la salvezza, direi che diversità di vedute su questo punto sono ammissibili :-)


anche a te un caro saluto,
Che dire.... Concordo con te che non è fondamentale per la salvezza, ma questo è l'argomento del tipico.
Tieni conto che comunque indirettamente lo può essere o meglio lo sarà.
Molti pastori delle più note sigle evangeliche fuggono dall' argomento avendo la dottrina dei capi da inculcare ai fedeli e allo stesso tempo (forse o probabilmente) hanno paura di mentire riguardo al pre-trib

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 19.07.2019 alle ore 14:20:48
Sono tutti argomenti secondari. Devi andare alla radice della questione. Per esempio:

Ebrei 9:28
così anche Cristo, dopo essere stato offerto una volta sola per portare i peccati di molti, apparirà una seconda volta, senza peccato, a coloro che lo aspettano per la loro salvezza.



Il fatto di apparire una seconda volta non ha nessuna relazione con il pre o il post. Qualunque sia il momento del rapimento, Gesù tornerà una seconda volta. Il passo citato non è risolutivo riguardo alla questione.


Il fatto che i post-trib insistano sul dire che il ritorno di Cristo sarà unico, è un responso senza valore, poiché tutti dicono che sarà unico. Il ritorno di Cristo avverrà attraverso la sua investitura del Regno, quello è il momento in cui torna, ossia: la sua opera sarà totale verso il mondo, come lo fu quando venne la prima volta.


Questo suo ritorno comprende, in primo luogo, la formazione di un governo, di un esercito e di tutto ciò che occorre per portare avanti la nuova guida del mondo. Tutto ciò è narrato in analogia a ciò che accade in terra al fine che possa essere compreso facilmente.


Poi, quando le "formalità" saranno espletate, allora interverrà personalmente, e forse anche fisicamente, in virtù del corpo che possiede, che gli permette di vivere sia in questa dimensione sia in quella spirituale. Anche la chiesa che è al suo seguito, probabilmente avrà le stesse caratteristiche.


Tutto ciò che accade dal momento dell'investitura (Apo 11) alla manifestazione in gloria, (cap 19 e paralleli) riguarda la "formazione" del suo seguito, e si trova elencato in chiaro al cap 19 di Apocalisse.


Nessun re si metterebbe al governo senza prima aver scelto e formato i suoi. Il periodo di formazione si svolge in cielo e non è visibile da terra. Si vedrà solo il compimento di tale lavoro, al momento della manifestazione in gloria.


Riguardo alla preghiera sacerdotale ci troviamo di fronte all'affidamento della chiesa al Padre, perché il loro lavoro riguarda tutto il tempo prima che il regno arrivi, ed hanno bisogno di protezione. Ma non solo i 12, anche tutti quelli che seguiranno dovranno lavorare nel mondo: quindi non possono essere tolti da esso. Qui non è l'escatologia in discussione, ma il tempo della grazia.


Sicuramente avrai argomenti molto più solidi.





Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 19.07.2019 alle ore 14:21:54
Per giamba

Continua a seguire questo topic perché è mia intenzione andare avanti con lo studio

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 19.07.2019 alle ore 14:28:26
Caro marmar

Di argomenti più solidi ti ho già scritto che non io ma nella Bibbia ne trovi tanti se vuoi.
Il problema è che quello che tu hai scritto non è solido, è  solo teoria umana non suffragata dalla scrittura.
Senza rendertene cinto hai dettato tempi e modi a Gesù per instaurare il suo Regno.

Ultima cosa: ho citato 5 versetti che dicono che Gesù tornerà con i Santi Angeli....... Li conosci? ......
Se così non sarà, dimostralo con le scritture e non con le tue idee

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 19.07.2019 alle ore 14:51:09
La confusione che stai facendo è quella di scambiare il "ritorno di Cristo" con la sua "manifestazione in gloria".

La sua manifestazione riguarda l'entrata in conflitto con le potenze di questo mondo, che ormai, dopo la cacciata dal cielo, saranno tutte terrene.

Cristo, dopo la sua ascensione si è occupato del suo Regno, che non è di questo mondo, è nascosto nei credenti, è la chiesa la destinataria delle sue attenzioni.

Quando tornerà, lo farà in modo tale che le sue attenzioni non saranno più solo verso la chiesa, ma tutto il mondo sarà diventato il suo Regno, sarà il Regno dei cieli, perché sarà diretto da lassù, anche attraverso la chiesa.

Il ritorno di Cristo è il suo prendere possesso del mondo. La sua manifestazione in gloria è l'evento seguente che rivendica quel suo possesso del mondo e la conseguente distruzione dell'usurpatore e dei suoi seguaci.

Paolo distingue nettamente i due eventi, anche chiamandoli con il proprio nome.


Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 19.07.2019 alle ore 15:29:05
Caro marmar
Nessuna confusione,
Il ritorno di Cristo e la sua manifestazione in gloria sono il medesimo evento.
Quando Gesù tornerà il nemico verrà distrutto alla SUA apparizione. Non è scritto che Gesù  regna in terra insieme al nemico.
Quando Gesù  torna, torna in gloria e non in sordina.
Comunque tutte le teorie (sia mie che tue) vanno suffragare dalle scritture ricordandoci non oltre quello che è scritto

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 19.07.2019 alle ore 20:41:46
Se lo dici tu.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 19.07.2019 alle ore 21:04:04
marmar scrive
Il fatto di apparire una seconda volta non ha nessuna relazione con il pre o il post. Qualunque sia il momento del rapimento, Gesù tornerà una seconda volta. Il passo citato non è risolutivo riguardo alla questione.

il passo dice "UNA" seconda volta e non due.
non stiamo parlando che questo passo dice quando sarà il rapimento ma insegna che tornerà UNA sola volta.

ti faccio una domanda: per tè ha volte il senso letterale della Bibbia ove non parla in parabole?

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 19.07.2019 alle ore 21:06:44

on 07/19/19 alle ore 20:41:46, Marmar wrote:
Se lo dici tu.


il problema dell'incomunicabilità è nel sostenere che i passi biblici da me citati sono considerati come miei pensieri e non la parola di DIO.

Quando esprimo un parere lo indico e accetto controdeduzioni, ma quando cito la scrittura per mè non esistono pareri contrari alla Parola.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 19.07.2019 alle ore 21:19:51
ANDIAMO AVANTI CON LO STUDIO

Leggendo  Matteo 13, Gesù paragona il regno di Dio a una rete gettata in mare. Essa raccoglie pesce di ogni genere, buono e cattivo. Alla fine il buon pesce viene conservato mentre il pesce cattivo viene buttato via. Quando dovrebbe avvenire questa grande separazione? “Così avverrà ALLA FINE dell'età presente. Verranno gli angeli e separeranno i malvagi dai giusti e li getteranno nella fornace ardente” (Matteo 13:47-50).
dove troviamo scritto che il pesce buono viene preso prima?

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 19.07.2019 alle ore 21:22:32
Gesù paragona il tempo del suo ritorno anche ai giorni di Lot. “Similmente, come avvenne ai giorni di Lot: si mangiava, si beveva, si comprava, si vendeva, si piantava, si costruiva” – tutte cose che si facevano normalmente ogni giorno senza che nessuno si aspettasse una catastrofe – “ma nel giorno che Lot uscì da Sodoma piovve dal cielo fuoco e zolfo, che li fece perire tutti. Lo stesso avverrà nel giorno in cui il Figlio dell’uomo sarà manifestato” (Luca 17:28-30). Lot, il credente, fu risparmiato. Gli increduli furono distrutti. Allo stesso modo quando Cristo ritornerà, i credenti saranno risparmiati (presi al volo per incontrare il Signore nell’aria!) mentre in quel giorno il mondo sarà distrutto.
Nulla in questo brano ci suggerisce l'idea che Lot uscì da Sodoma alcuni anni prima ( 7, 3,5 oppure 3 anni) e  dopo la città fu distrutta. Queste cose accaddero nello stesso giorno.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 19.07.2019 alle ore 21:27:00
Pietro scrive “Poiché dunque tutte queste cose devono dissolversi, quali non dovete essere voi, per santità di condotta e per pietà, mentre attendete e affrettate la venuta del giorno di Dio, in cui i cieli infocati si dissolveranno e gli elementi infiammati si scioglieranno!” (vv.11,12).
Naturalmente non sembra che Pietro pensasse che i credenti sarebbero stati portati via dal mondo sette o tre anni e mezzo  prima della fine. Perché li avrebbe esortati ad “attendere” la venuta del giorno di Dio quando i cieli si sarebbero dissolti? Perché parlare della fine, se la loro vera speranza sarebbe stato un evento  anni prima? Secondo Pietro, “la venuta del Signore”, “il giorno del Signore come un ladro” è il tempo in cui i cieli passeranno via e la terra si scioglierà col fuoco. E secondo l’apostolo Paolo “il giorno del Signore” che viene “come un ladro nella notte” avviene contemporaneamente al rapimento della chiesa: Pietro aveva sentito dalle labbra di Gesù la promessa: “Tornerò e vi accoglierò presso di me” (Giovanni 14:3). Col passare degli anni alcuni cominciarono a schernire i credenti dicendo: “Dov’è la promessa della sua venuta?” A questo Pietro rispose: “Il Signore non ritarda l’adempimento della sua promessa... il giorno del Signore verrà come un ladro: in quel giorno i cieli passeranno stridendo, gli elementi infiammati si dissolveranno, la terra e le opere che sono in essa saranno bruciate” (2 Pietro 3:10,11). Ecco come Pietro descrive quel che Gesù aveva definito “la fine dell’età presente”.

su questo argomento troviamo un parallelismo anche con Giobbe.
Infatti non c’è il minimo accenno che lasci intuire che il rapimento sia un fatto separato dalla distruzione del mondo al tempo della fine. ... così l’uomo giace e non risorge più; finché non vi siano più cieli egli non si risveglierà, né sarà destato dal suo sonno” (Giobbe 14:10-12; 19:26,27). Espressioni tipo “finché non vi siano più cieli”, “i cieli e la terra passeranno stridendo”, “il cielo e la terra passeranno” sembrano indicare proprio la fine delle cose come noi le conosciamo. Fino a quel tempo i morti non saranno risuscitati. Questo scrive Giobbe (o meglio questo ha dettato lo Spirito Santo a Giobbe)

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 19.07.2019 alle ore 22:34:33

on 07/19/19 alle ore 21:04:04, tom_anad wrote:
marmar scrive
Il fatto di apparire una seconda volta non ha nessuna relazione con il pre o il post. Qualunque sia il momento del rapimento, Gesù tornerà una seconda volta. Il passo citato non è risolutivo riguardo alla questione.

il passo dice "UNA" seconda volta e non due.
non stiamo parlando che questo passo dice quando sarà il rapimento ma insegna che tornerà UNA sola volta.

ti faccio una domanda: per tè ha volte il senso letterale della Bibbia ove non parla in parabole?



Mi spieghi dove ho detto che tornerebbe due volte?

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 19.07.2019 alle ore 22:38:38

on 07/19/19 alle ore 21:06:44, tom_anad wrote:
il problema dell'incomunicabilità è nel sostenere che i passi biblici da me citati sono considerati come miei pensieri e non la parola di DIO.

Quando esprimo un parere lo indico e accetto controdeduzioni, ma quando cito la scrittura per mè non esistono pareri contrari alla Parola.


Scrivo perché non ho sonno, altrimenti sarei a letto.
Ti sei mai provato a chiedere se non è forse che i tuoi pensieri e le tue deduzioni le presenti sempre come parola di dio? E non per quello che sono? Forse non te ne accorgi nemmeno.


Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 19.07.2019 alle ore 22:51:25

on 07/19/19 alle ore 21:22:32, tom_anad wrote:
Gesù paragona il tempo del suo ritorno anche ai giorni di Lot. “Similmente, come avvenne ai giorni di Lot: si mangiava, si beveva, si comprava, si vendeva, si piantava, si costruiva” – tutte cose che si facevano normalmente ogni giorno senza che nessuno si aspettasse una catastrofe – “ma nel giorno che Lot uscì da Sodoma piovve dal cielo fuoco e zolfo, che li fece perire tutti. Lo stesso avverrà nel giorno in cui il Figlio dell’uomo sarà manifestato” (Luca 17:28-30). Lot, il credente, fu risparmiato. Gli increduli furono distrutti. Allo stesso modo quando Cristo ritornerà, i credenti saranno risparmiati (presi al volo per incontrare il Signore nell’aria!) mentre in quel giorno il mondo sarà distrutto.
Nulla in questo brano ci suggerisce l'idea che Lot uscì da Sodoma alcuni anni prima ( 7, 3,5 oppure 3 anni) e  dopo la città fu distrutta. Queste cose accaddero nello stesso giorno.


Esattamente, infatti l'incontro con il Signore nell'aria avviene prima della manifestazione in gloria dei credenti con il Signore; avviene quando Gesù ha l'investitura del Regno. Sei tu che vedi l'investitura e la manifestazione come un solo evento, cosa niente affatto scritturale.

Tu lo credi, ne hai tutto il diritto, ma non hai nessun diritto di dare addosso a chi non la pensa come te. Credi di essere l'unico a saper leggere la Bibbia?

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 19.07.2019 alle ore 22:53:33
lo dicevo che ti arrabbiavi....


riprendiamo il discorso.
Dove è scritto quello che tu sostieni?

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 19.07.2019 alle ore 22:56:16
Anche Marta credeva che il fratello Lazzaro sarebbe risuscitato “nella risurrezione, NELL'ULTIMO GIORNO” (Giovanni 11:24). Questa non era semplice speculazione da parte sua, poiché Gesù stesso dichiarava ripetutamente che la risurrezione sarebbe avvenuta “NELL'ULTIMO GIORNO” (Giovanni 6:39,40,44,54). Dal momento che il rapimento coincide con lo stesso tempo della risurrezione dei morti in Cristo (1 Tessalonicesi 4:16,17), è evidente che il rapimento della chiesa avverrà nell’ultimo giorno e non sette anni prima dell’ultimo giorno!

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 19.07.2019 alle ore 22:58:27
Nel grande capitolo della risurrezione (1 Corinzi 15), ci viene detto che queste cose avverranno “al suono dell’ultima tromba. Perché la tromba squillerà, e i morti risusciteranno incorruttibili, e noi saremo trasformati” (vv.51,52). Sappiamo anche che in questo “ultimo giorno”, al suono dell'"ultima tromba”, “l’ultimo nemico” sarà distrutto. Paolo dice “l’ultimo nemico che sarà distrutto, sarà la morte” (v.26).
Accadrà tutto “in un momento, in un batter d’occhio, al suono dell’ultima tromba. Perché la tromba squillerà, e i morti risusciteranno...allora”, cioè al momento della risurrezione dei morti e del rapimento dei credenti viventi “allora sarà adempiuta la parola che è scritta: ..La morte è stata sommersa nella vittoria” ( vv. 52-54). Secondo gli insegnamenti dispensazionalisti queste cose accadrebbero sette o tre  anni prima della Grande Tribolazione. E cosa pensare poi di coloro che moriranno in seguito, alcuni dei quali martiri per Cristo? Il dispensazionalismo richiede un’altra risurrezione per loro alla fine dei sette o tre anni, dopo la tribolazione. Ma se l’ultimo nemico è già stato distrutto prima, dovrà essere distrutto ancora una volta dopo la tribolazione? Se invece collochiamo la distruzione dell’ultimo nemico all’“ultimo giorno”, come la Bibbia insegna, allora l’ultimo nemico sarà veramente l’ultimo!

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 19.07.2019 alle ore 23:01:48

on 07/19/19 alle ore 21:27:00, tom_anad wrote:
Pietro scrive “Poiché dunque tutte queste cose devono dissolversi, quali non dovete essere voi, per santità di condotta e per pietà, mentre attendete e affrettate la venuta del giorno di Dio, in cui i cieli infocati si dissolveranno e gli elementi infiammati si scioglieranno!” (vv.11,12).
Naturalmente non sembra che Pietro pensasse che i credenti sarebbero stati portati via dal mondo sette o tre anni e mezzo  prima della fine. Perché li avrebbe esortati ad “attendere” la venuta del giorno di Dio quando i cieli si sarebbero dissolti? Perché parlare della fine, se la loro vera speranza sarebbe stato un evento  anni prima? Secondo Pietro, “la venuta del Signore”, “il giorno del Signore come un ladro” è il tempo in cui i cieli passeranno via e la terra si scioglierà col fuoco. E secondo l’apostolo Paolo “il giorno del Signore” che viene “come un ladro nella notte” avviene contemporaneamente al rapimento della chiesa: Pietro aveva sentito dalle labbra di Gesù la promessa: “Tornerò e vi accoglierò presso di me” (Giovanni 14:3). Col passare degli anni alcuni cominciarono a schernire i credenti dicendo: “Dov’è la promessa della sua venuta?” A questo Pietro rispose: “Il Signore non ritarda l’adempimento della sua promessa... il giorno del Signore verrà come un ladro: in quel giorno i cieli passeranno stridendo, gli elementi infiammati si dissolveranno, la terra e le opere che sono in essa saranno bruciate” (2 Pietro 3:10,11). Ecco come Pietro descrive quel che Gesù aveva definito “la fine dell’età presente”.

su questo argomento troviamo un parallelismo anche con Giobbe.
Infatti non c’è il minimo accenno che lasci intuire che il rapimento sia un fatto separato dalla distruzione del mondo al tempo della fine. ... così l’uomo giace e non risorge più; finché non vi siano più cieli egli non si risveglierà, né sarà destato dal suo sonno” (Giobbe 14:10-12; 19:26,27). Espressioni tipo “finché non vi siano più cieli”, “i cieli e la terra passeranno stridendo”, “il cielo e la terra passeranno” sembrano indicare proprio la fine delle cose come noi le conosciamo. Fino a quel tempo i morti non saranno risuscitati. Questo scrive Giobbe (o meglio questo ha dettato lo Spirito Santo a Giobbe)



Quel passo petrino si riferisce alla fine del millennio, quando sarà superata questa creazione. Non c'entra nulla con il ritorno.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 19.07.2019 alle ore 23:07:44

on 07/19/19 alle ore 22:56:16, tom_anad wrote:
Anche Marta credeva che il fratello Lazzaro sarebbe risuscitato “nella risurrezione, NELL'ULTIMO GIORNO” (Giovanni 11:24). Questa non era semplice speculazione da parte sua, poiché Gesù stesso dichiarava ripetutamente che la risurrezione sarebbe avvenuta “NELL'ULTIMO GIORNO” (Giovanni 6:39,40,44,54). Dal momento che il rapimento coincide con lo stesso tempo della risurrezione dei morti in Cristo (1 Tessalonicesi 4:16,17), è evidente che il rapimento della chiesa avverrà nell’ultimo giorno e non sette anni prima dell’ultimo giorno!


Cosa intendeva Marta in questo brano con ultimo giorno? Credi che fosse al corrente del ritorno, del rapimento, e della tribolazione?

E tu cosa intendi per ultimo giorno? Ultimo per chi?

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 19.07.2019 alle ore 23:11:52

on 07/19/19 alle ore 22:58:27, tom_anad wrote:
Nel grande capitolo della risurrezione (1 Corinzi 15), ci viene detto che queste cose avverranno “al suono dell’ultima tromba. Perché la tromba squillerà, e i morti risusciteranno incorruttibili, e noi saremo trasformati” (vv.51,52). Sappiamo anche che in questo “ultimo giorno”, al suono dell'"ultima tromba”, “l’ultimo nemico” sarà distrutto. Paolo dice “l’ultimo nemico che sarà distrutto, sarà la morte” (v.26).
Accadrà tutto “in un momento, in un batter d’occhio, al suono dell’ultima tromba. Perché la tromba squillerà, e i morti risusciteranno...allora”, cioè al momento della risurrezione dei morti e del rapimento dei credenti viventi “allora sarà adempiuta la parola che è scritta: ..La morte è stata sommersa nella vittoria” ( vv. 52-54). Secondo gli insegnamenti dispensazionalisti queste cose accadrebbero sette o tre  anni prima della Grande Tribolazione. E cosa pensare poi di coloro che moriranno in seguito, alcuni dei quali martiri per Cristo? Il dispensazionalismo richiede un’altra risurrezione per loro alla fine dei sette o tre anni, dopo la tribolazione. Ma se l’ultimo nemico è già stato distrutto prima, dovrà essere distrutto ancora una volta dopo la tribolazione? Se invece collochiamo la distruzione dell’ultimo nemico all’“ultimo giorno”, come la Bibbia insegna, allora l’ultimo nemico sarà veramente l’ultimo!


Stai facendo di nuovo una confusione terribile, la morte sarà distrutta nella nuova creazione, non dal rapimento. Leggi bene. Nel millennio esisterà ancora.

Mamma mia, sei sicuro di voler fare l'insegnante?

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 19.07.2019 alle ore 23:29:27

on 07/19/19 alle ore 22:53:33, tom_anad wrote:
lo dicevo che ti arrabbiavi....

Non è sufficiente un tom-anad qualunque per farmi perdere la calma  ;-)

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 20.07.2019 alle ore 06:45:40
la calma è la virtù dei forti.  

quindi se non sei arrabbiato continuo a parteciparti uno studio che condivido al 99%

La descrizione di Gesù non lascia spazio all’idea di due eventi separati. “Il Figlio dell’uomo verrà nella gloria del Padre suo, con i suoi angeli, e allora renderà a ciascuno secondo l’opera sua” (Matteo 16:27). Questo non può riferirsi a una venuta segreta di Gesù da solo, poiché Egli viene in gloria con gli angeli. In questa venuta ciascuno riceve secondo l’opera sua. Questo non può accordarsi con l’idea del rapimento come un fatto precedente, perché altrimenti vorrebbe dire che molti sarebbero già stati presi dal mondo e premiati.
“Se uno si sarà vergognato di me e delle mie parole in questa generazione adultera e peccatrice, anche il Figlio dell’uomo si vergognerà di lui quando verrà nella gloria del Padre suo con i santi angeli” (Marco 8:38). Se Gesù venisse da solo in segreto, sarebbe quello il momento in cui si vergognerebbe del comportamento di alcune persone. Perché dovrebbe dire che queste cose accadrebbero alla sua venuta in gloria con gli angeli ?
I credenti di Tessalonica soffrivano “persecuzioni e afflizioni” ed erano “afflitti” dai non credenti (2 Tessalonicesi 1:4,7). Ma Paolo li incoraggiava con la verità che essi avrebbero ricevuto “riposo” dai loro guai “quando il Signore Gesù apparirà dal cielo con gli angeli della sua potenza, in un fuoco fiammeggiante, per far vendetta di coloro che non conoscono Dio” poiché “verrà per essere in quel giorno glorificato nei suoi santi” (vedi 2 Tessalonicesi 1:7-10).
In questo passo, come negli altri, il premio per i giusti e la condanna degli increduli sono avvenimenti che si intrecciano, accadendo entrambi allo stesso tempo, alla venuta del Signore. Notiamo inoltre che quando Gesù torna per liberare i suoi redenti dalle loro afflizioni, egli viene “in un fuoco fiammeggiante”. Altro che rapimento segreto!

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 20.07.2019 alle ore 06:49:04
sempre dallo stesso studio

DUE FASI DI UNA SOLA VENUTA ?
Per quanto mi riguarda cominciai a studiare la Bibbia, inclusa la profezia, quando ero ancora molto giovane. Durante gli anni della mia adolescenza ero spinto, come le persone di Berea (Atti 17:11) a esaminare “ogni giorno le Scritture per vedere se le cose stavano così”. La maggior parte dei credenti che allora conoscevo erano stati influenzati dall’interpretazione “dispensazionalista” della profezia per cui Gesù sarebbe tornato ancora due volte: prima per rapire in segreto la chiesa e sette anni dopo in gloria e potenza alla fine dei tempi. Io sapevo che Gesù era venuto la prima volta e che “apparirà una seconda volta, senza peccato, a coloro che lo aspettano per la loro salvezza” (Ebrei 9:28), ma dove insegnavano le Scritture una terza venuta di Cristo? Naturalmente per lo più non si parlava di una terza venuta; era meglio dire che c’erano “due fasi” dell’unica seconda venuta.
Questo modo di parlare mi sembrava strano, come se fosse stato aggiunto qualcosa per far quadrare qualche teoria. Se il rapimento è una “fase” separata dalla venuta di Cristo in gloria, mi chiedevo come ciascuna delle due “fasi” potesse essere la seconda venuta. Se si tratta di due avvenimenti distinti, separati da diversi anni, una venuta che segue la seconda venuta sarebbe la terza! Ma nella Scrittura non trovavo mai riferimenti a una terza venuta, o non leggevo di “venute” (al plurale), e naturalmente sarebbe una contraddizione parlare di “due seconde venute”.
Nel tentativo di spiegare questa evidente difficoltà, alcuni scrittori dispensazionalisti sostengono che “il rapimento” non è la seconda venuta del Signore. Uno di loro così si esprime: “Propriamente parlando il rapimento NON È AFFATTO LA SECONDA VENUTA. La seconda venuta è la rivelazione locale, corporale, visibile di Cristo nelle nuvole del cielo mentre torna sulla terra... con grande potenza e gloria”.
E un altro ancora: “L’evento eccezionale che segnerà sia la fine del giorno di grazia sia l’inizio della Grande Tribolazione è il rapimento della chiesa... QUESTO AVVENIMENTO NON È LA SECONDA VENUTA DI CRISTO. Piuttosto questo è il rapimento o la raccolta della vera chiesa”.
 8
Ma cercare di considerare il rapimento come un fatto precedente e separato dalla seconda venuta di Gesù sembra una cosa poco ragionevole e incoerente con altri insegnamenti della Scrittura. Gesù disse: “Perciò, anche voi siate pronti; perché nell’ora che non pensate il Figlio dell’uomo verrà” (Matteo 24:44). Perché Gesù dovrebbe ammonirci sull’importanza di essere pronti per la sua VENUTA, se il rapimento avverrebbe prima della sua venuta?
Nella parabola delle mine, raccontata da Gesù, il padrone dice ai servi: “Fatele fruttare fino al mio RITORNO (letteralmente VENUTA)” (Luca 19:13). Come può la chiesa essere impegnata e far fruttare metaforicamente qualcosa fino alla sua venuta (o al suo ritorno) se essa verrà rapita sette anni prima della sua venuta? Gesù disse: “Io tornerò (letteralmente VERRÒ DI NUOVO) e vi accoglierò presso di me” (Giovanni 14:3). Questo vuole semplicemente dire che il momento in cui Gesù accoglie i suoi presso di Sé è quando ritorna, quindi non avviene sette anni prima della sua venuta!
In perfetta armonia con l’insegnamento di Gesù, anche gli apostoli ammonivano: “Siate dunque pazienti, fratelli, fino alla VENUTA del Signore... ancora un brevissimo tempo e colui che deve VENIRE VERRÀ e non tarderà” (Giacomo 5:7; Ebrei 10:36,37). Di nuovo, perché esortare i fratelli a essere pazienti fino alla VENUTA del Signore, se la loro vera speranza consiste nel rapimento della chiesa prima della sua venuta?
L’apostolo Paolo parla dei credenti che aspettano “la MANIFESTAZIONE del Signore nostro Gesù Cristo” (1 Corinzi 1:7). Se egli fosse stato convinto che i credenti sarebbero stati rapiti di nascosto sette anni prima della manifestazione del Signore, perché non ci parla piuttosto dei credenti che aspettano il rapimento? Certamente Paolo non considera il rapimento come qualcosa di separato e distinto dalla venuta di Gesù. Perfino nel classico passo del “rapimento” parla dei credenti portati via nelle nuvole alla VENUTA del Signore! (1 Tessalonicesi 4:16). Considerando quanto esposto finora troviamo che sia una forzatura affermare che il rapimento non è la venuta del Signore.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 20.07.2019 alle ore 06:55:37

È BIBLICO ?
L’autore ha letto per intero il Nuovo Testamento con l’obiettivo preciso di trovare tutti i passi biblici che insegnano che la seconda venuta di Cristo avverrà in due fasi. Sono arrivato alla stessa conclusione di Oswald J. Smith: “Possiamo cercare in tutti gli scritti del Nuovo Testamento e non troveremo alcuna indicazione delle “due fasi” della venuta del Signore... Nessun versetto della Bibbia ne parla”.
Questo fatto è ben noto a personaggi provenienti da diverse denominazioni evangeliche. Il famoso espositore biblico G. Campbell Morgan disse: “L’idea di una seconda venuta di Cristo separata e segreta è... senza alcun fondamento biblico”.16 Si consideri anche la dichiarazione di Pat Robertson: “Nel caso che la tribolazione fosse un evento futuro di persecuzione mondiale, allora devo dire che i credenti la sperimenteranno. Nella Bibbia io non trovo l’insegnamento che i credenti saranno ‘rapiti’ prima della tribolazione... La Bibbia parla di due venute di Gesù: la prima alla sua nascita, la seconda al suo ritorno in trionfo. Non esiste una terza venuta per un rapimento segreto”.
Persino alcuni che credono nel rapimento preribolazione a volte hanno ammesso che non esistono basi bibliche per essa. Charles Fuller, (convinto sostenitore del rapimento segreto) ebbe a dire alla radio: “Non esiste nessun versetto in tutto il Nuovo Testamento che insegni il rapimento della chiesa prima della tribolazione, ma io lo credo lo stesso”. Pur apprezzando alcuni esponenti del pensiero premillenialista e pretribolazionista, non si può che rimanere perplessi da una simile affermazione. Quanta importanza può avere una qualsiasi dottrina, se “nessun versetto” della Bibbia la insegna ?

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 20.07.2019 alle ore 07:06:08

on 07/19/19 alle ore 23:11:52, Marmar wrote:
Stai facendo di nuovo una confusione terribile, la morte sarà distrutta nella nuova creazione, non dal rapimento. Leggi bene. Nel millennio esisterà ancora.

Mamma mia, sei sicuro di voler fare l'insegnante?



Allora riepiloghiamo gli ultimi post

1) ti ho citato 5 versetti ove E' SCRITTO che Gesù tornerà con i Santi Angeli e non con la chiesa
2) ti ho fatto notare che nei tre vangeli E' SCRITTO dopo la tribolazione di quei giorni
3) ti ho fatto notare che E' SCRITTO che la prima resurrezione avviene dopo la GT
4) ti ho fatto notare che E' SCRITTO che dopo l'elevazione in cielo dei due testimoni (che è alla fine della GT) suona la settima tromba che sancisce il rapimento
5) ti ho fatto notare che nella Parola da nessuna parte è scritto che Gesù tornerà due volte, anzi E' SCRITTO che dopo essere stato offerto per i ns peccati tornerà UNA seconda volta.

il risultato è che non mi hai portato una sola scrittura che dimostrasse la tua tesi, rimanendo nell'insegnamento che NON DOBBIAMO ANDARE OLTRE QUELLO CHE E' SCRITTO.

per ultimo, avendo condiviso uno studio passatomi per le mani, fai ironia sul suo contenuto.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 20.07.2019 alle ore 08:45:52
Cominciamo da qui:

Quote:
il risultato è che non mi hai portato una sola scrittura che dimostrasse la tua tesi, rimanendo nell'insegnamento che NON DOBBIAMO ANDARE OLTRE QUELLO CHE E' SCRITTO.

Ecco le scritture, che continui a dire che non riporto.

Per quanto riguarda Apocalisse, l'intero libro:
www.marmari.org/apocalisse
questo sito l'ho fatto io, ho impiegato 35 anni per poter essere in grado di scriverlo, sono stati anni d'interesse sull'argomento, avendo letto non ricordo quanto.

Se ti riferisci all'argomento specifico del rapimento puoi trovare tutto qui:

http://www.marmari.org/apocalisse-037/preopost/index.htm
Quest'ultimo è stato costruito in "diretta" e puoi trovarci tutti i riferimenti biblici che vuoi.

A questo va aggiunto tutto ciò che ho postato, per quanto riguarda i brani in questione. Non mi pare si possa dire che non ho portato una sola scrittura. Il sito su 'Apocalisse è uno dei più completi del mondo.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 20.07.2019 alle ore 08:53:47
Grazie
Leggerò

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 20.07.2019 alle ore 10:10:13

Quote:
1) ti ho citato 5 versetti ove E' SCRITTO che Gesù tornerà con i Santi Angeli e non con la chiesa
2) ti ho fatto notare che nei tre vangeli E' SCRITTO dopo la tribolazione di quei giorni
3) ti ho fatto notare che E' SCRITTO che la prima resurrezione avviene dopo la GT
4) ti ho fatto notare che E' SCRITTO che dopo l'elevazione in cielo dei due testimoni (che è alla fine della GT) suona la settima tromba che sancisce il rapimento
5) ti ho fatto notare che nella Parola da nessuna parte è scritto che Gesù tornerà due volte, anzi E' SCRITTO che dopo essere stato offerto per i ns peccati tornerà UNA seconda volta.


Tu hai fatto notare il tuo punto di vista su questi argomenti, il fatto che sia valido o no deve essere stabilito.

Riguardo al primo punto.
1) ti ho citato 5 versetti ove E' SCRITTO che Gesù tornerà con i Santi Angeli e non con la chiesa

Prendiamo un passo famosissimo tra quelli che hai citato:

Matteo 24
30 Allora apparirà nel cielo il segno del Figlio dell'uomo; e allora tutte le tribù della terra faranno cordoglio e vedranno il Figlio dell'uomo venire sulle nuvole del cielo con gran potenza e gloria. 31 E manderà i suoi angeli con gran suono di tromba per riunire i suoi eletti dai quattro venti, da un capo all'altro dei cieli.

Questo brano parla dell'apparizione in gloria di Cristo, e dice:
Allora apparirà nel cielo il segno del Figlio dell'uomo; e allora tutte le tribù della terra faranno cordoglio

L'apparizione di Cristo sarà un fatto universale, tutti ne saranno al corrente e saranno colpiti da profondo dispiacere. (Non mi pare che si parli dei suoi seguaci, che ne sarebbero felicissimi)

vedranno il Figlio dell'uomo venire sulle nuvole del cielo con gran potenza e gloria.

Cristo si presenterà per quello che è, ossia: la Parola di Dio, ed il Re dei re, e tutti quanti gli abitanti della terra ne saranno consapevoli.

E manderà i suoi angeli con gran suono di tromba per riunire i suoi eletti dai quattro venti, da un capo all'altro dei cieli

In questo passo Gesù stesso INVIA gli angeli a RADUNARE i suoi eletti dai quattro venti, DA UN CAPO ALL'ALTRO DEI CIELI. Gli angeli hanno il compito di RADUNARE gli eletti, che OVVIAMENTE SI TROVANO IN CIELO, e se si trovano lassù, significa che vi erano andati precedentemente, questa è logica, non si scappa.

Prendiamo il punto due

2) ti ho fatto notare che nei tre vangeli E' SCRITTO dopo la tribolazione di quei giorni

Questo conferma che dopo la tribolazione il Signore apparirà, e porterà con sé tutti gli eletti radunandoli dal cielo, dove erano già. Vedi il punto precedente.

Prendiamo il punto tre
3) ti ho fatto notare che E' SCRITTO che la prima resurrezione avviene dopo la GT

Non importava che me lo facessi notare tu, è scritto che è così, quello che non riesci a notare, benché sia chiaramente scritto, è che a quella risurrezione parteciperanno solo i martiri della G.T.

Prendiamo il punto quattro.
4) ti ho fatto notare che E' SCRITTO che dopo l'elevazione in cielo dei due testimoni (che è alla fine della GT) suona la settima tromba che sancisce il rapimento

Il fatto è che si parla dei due testimoni all'interno della seconda parentesi, leggi bene il testo. Ciò che giovanni racconta in tutte le tre parentesi è al di fuori della normale sequenza degli eventi, in questo caso, si colloca come dici tu alla fine della grande tribolazione, ma al momento del suono della settima tromba, la tribolazione non è ancora iniziata. Non è difficile da notare, basta leggere senza preconcetti. La seconda parentesi va da Apo 10:1 a 11:11. Se non si considerano le tre parentesi all'interno del racconto di Apocsalisse è impossibile ricostruire un quadro cronologico degli eventi.
Un commento a queste parentesi lo puoi trovare qui:

http://www.marmari.org/apocalisse-037/pers&int/09-144mila/2gruppi.htm

http://www.marmari.org/apocalisse-037/trombe/secpar.htm

http://www.marmari.org/apocalisse-037/coppe/terzapar.htm


Punto cinque.
5) ti ho fatto notare che nella Parola da nessuna parte è scritto che Gesù tornerà due volte, anzi E' SCRITTO che dopo essere stato offerto per i ns peccati tornerà UNA seconda volta.

E' quello che dico anch'io. Bisogna vedere cosa s'intende per ritorno: anche questo l'ho spiegato molte volte, mi viene il dubbio che tu nemmeno li legga i miei posts. Comunque torniamoci sopra.

Apocalisse 11
15 Poi il settimo angelo suonò la tromba e nel cielo si alzarono voci potenti, che dicevano: «Il regno del mondo è passato al nostro Signore e al suo Cristo ed egli regnerà nei secoli dei secoli». 16 E i ventiquattro anziani che siedono sui loro troni davanti a Dio, si gettarono con la faccia a terra e adorarono Dio, dicendo: 17 «Ti ringraziamo, Signore, Dio onnipotente, che sei e che eri, perché hai preso in mano il tuo grande potere, e hai stabilito il tuo regno. 18 Le nazioni si erano adirate, ma la tua ira è giunta, ed è arrivato il momento di giudicare i morti, di dare il loro premio ai tuoi servi, ai profeti, ai santi, a quelli che temono il tuo nome, piccoli e grandi, e di distruggere quelli che distruggono la terra».

Vediamo cosa dicono le voci in cielo:
«Il regno del mondo è passato al nostro Signore e al suo Cristo ed egli regnerà nei secoli dei secoli».

Eccolo il ritorno di Cristo, è questo il momento in cui torna, quando ha l'investitura del Regno. Durante la sua prima venuta egli era nel mondo, e durante la sua seconda venuta egli torna nel mondo.

Lui è sempre stato presente per la sua chiesa, che ha guidato dal cielo, ma la sua chiesa non è di questo mondo. Torna nel mondo con la sua investitura. A ciò segue immediatamente la nomina dei suoi ministri, che trova sia nel mondo dei morti, sia dei vivi, e che porta a sé, nel luogo in cui abita, dopo "avergli preparato un posto" come afferma lo stesso Giovanni nel suo Vangelo. Questa fase è invisibile dalla terra, ma è reale. Tutto ciò che possiamo notare in terra è la sparizione della chiesa di quelli che sono in vita.

La manifestazione in gloria avviene successivamente, al momento opportuno, quando le nozze di Cristo si saranno celebrate, ovviamente in cielo, invisibili dalla terra, come narrato al capitolo 19.

Ora vediamo se continuerai a ripetere che non rispondo alle tue note. Ho perso il conto delle volte che l'ho fatto, ma forse sei un po' distratto,





Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 20.07.2019 alle ore 10:24:01
Il testo che tu citi come riferimento post-tribolazionista riporta questo passo in apertura:

Matteo 16
27 Perché il Figlio dell'uomo verrà nella gloria del Padre suo, con i suoi angeli, e allora renderà a ciascuno secondo l'opera sua.

Forse si tratta di una distrazione dell'autore, ma non era per fede che venivamo salvati? Perché qui la selezione viene fatta secondo le opere? E perché manca il versetto 28, che è parte integrante del passo?

L'autore sorvola, eppure è il tema principale. Riflettiamo.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 20.07.2019 alle ore 10:33:38
Ancora nel testo da te citato:

Quote:
non trovo l’insegnamento che i credenti saranno ‘rapiti’ prima della tribolazione... La Bibbia parla di due venute di Gesù: la prima alla sua nascita, la seconda al suo ritorno in trionfo. Non esiste una terza venuta per un rapimento segreto”.

E' il classico errore, quello di non saper leggere il testo di Apocalisse e confondere il ritorno con la manifestazione.

Il preconcetto che sta alla base di tale errore è il credere che il ritorno di Cristo debba essere fisico come quello della prima venuta, ed ecco anche la spiegazione della mancanza del versetto 28 come nel post precedente.

Eppure in tutto il N.T. è chiaro che Cristo dopo l'ascensione è tornato nel posto in cui era da sempre, lo dice anche Paolo.

2Corinzi 5:16
Quindi, da ora in poi, noi non conosciamo più nessuno da un punto di vista umano; e se anche abbiamo conosciuto Cristo da un punto di vista umano, ora però non lo conosciamo più così.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 20.07.2019 alle ore 11:08:47
Cristo, dopo la sua risurrezione possiede un "corpo nuovo" che, come narrato nei Vangeli, gli permette di passare dalla nostra "dimensione" a quella dello Spirito. Il suo apparire "a porte chiuse" lo conferma di là da ogni dubbio.

Il suo ritorno durerà dall'investitura del Regno fino al giudizio davanti al trono bianco, poi "tutto sarà rimesso nelle mani del Padre"  (cfr  1Corinzi 15:24).

Durante quel periodo, probabilmente, egli potrà manifestarsi anche fisicamente sulla terra, come avveniva durante gli ultimi 40 giorni prima dell'ascensione. Questo, però, non vuol dire che il suo ritorno sia per forza fisico, il luogo dove abita è il cielo. In terra avrà i suoi rappresentanti che sono i 144000.

Probabilmente anche i componenti la chiesa, avendo il "corpo nuovo" (cfr 1 cor 15) potranno manifestarsi in terra; saranno simili a Cristo.

Quando parliamo dell'escatologia dobbiamo presentare le cose nel modo giusto, poiché, come dice Paolo "Consolatevi dunque gli uni gli altri con queste parole.. Non c'è consolazione nell'essere convinti di dover attraversare la grande tribolazione con l'ordine di non potersi difendere dall'oppressione, come afferma categoricamente Apocalisse:

Apocalisse 13:10
Se uno deve andare in prigionia, andrà in prigionia; se uno dev'essere ucciso con la spada, bisogna che sia ucciso con la spada. Qui sta la costanza e la fede dei santi.

Questo è riservato a quelli che si convertono in tale periodo, e che non saranno più nel tempo della grazia, ormai gli eventi dimostrano che che Gesù regna, la fede in lui non è più necessaria come prima del suo investimento, ora sono le opere che parlano chiaro.

Ho tenuto uno studio su Apocalisse, come richiestomi, dalla comunità che frequento, è durato due anni e mezzo con una frequenza di tre riunioni al mese per 11 mesi l'anno. In quel periodo ho conosciuto persone che avevano paura del libro di Apocalisse, non lo leggevano perché spaventate da ciò che dice, non sicure del fatto che l'intervento di Dio nel mondo non era contro la chiesa, che sarà portata al sicuro presso il suo Signore.

Questo timore deve essere smontato, poiché il ritorno di Cristo è la cosa più bella della storia dell'umanità. E' la definitiva vittoria del bene sul male, e ciò che la chiesa aspetta da sempre.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 21.07.2019 alle ore 20:15:07

Quote:
marmar scrive:
E' il classico errore, quello di non saper leggere il testo di Apocalisse e confondere il ritorno con la manifestazione.


ricominciamo con il mio studio e non con quelli scaricati.

tu dici che è un errore classico confondere il ritorno con la manifestazione.
ti cito un verso

2Tessalonicesi 2:8
E allora sarà manifestato l'empio, che il Signore Gesù distruggerà con il soffio della sua bocca, e annienterà con l'apparizione della sua venuta.

Quando Cristo si manifesterà distruggerà l'empio.
Ma se l'empio è distrutto con la manifestazione di Cristo significa che Cristo si manifesta alla fine della GT, poiché distrutto l'anticristo la GT è finita.

Da ora in poi affronterò un tema alla volta

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 21.07.2019 alle ore 20:33:05
nello studio da te postato sul rapimento ho tratto le tue opinioni:

citi questi tre versetti
1Tessalonicesi 1
9 perché essi stessi raccontano quale sia stata la nostra venuta fra voi, e come vi siete convertiti dagl'idoli a Dio per servire il Dio vivente e vero, 10 e per aspettare dai cieli il Figlio suo che egli ha risuscitato dai morti; cioè, Gesù che ci libera dall'ira imminente.

1 Tessalonicesi 5
8 Ma noi, che siamo del giorno, siamo sobri, avendo rivestito la corazza della fede e dell'amore e preso per elmo la speranza della salvezza. 9 Dio infatti non ci ha destinati a ira, ma ad ottenere salvezza per mezzo del nostro Signore Gesù Cristo, 10 il quale è morto per noi affinché, sia che vegliamo sia che dormiamo, viviamo insieme con lui. 11 Perciò, consolatevi a vicenda ed edificatevi gli uni gli altri, come d'altronde già fate.

Apocalisse 3
10 Siccome hai osservato la mia esortazione alla costanza, anch'io ti preserverò dall'ora della tentazione che sta per venire sul mondo intero, per mettere alla prova gli abitanti della terra.


e li commenti così
Il rapimento è l'evento più atteso della chiesa, quando i credenti vivi cambieranno dimora e, dalla terra, andranno ad incontrare il Signore "nell'aria" un luogo intermedio tra la terra ed cielo, invisibile agli occhi umani.

Tale evento sarà immediatamente seguente alla risurrezione dei morti in Cristo, non è dato sapere quale sia il tempo che intercorre tra essi, anche se viene fatto capire che avverrà prima che la grande tribolazione entri nel suo pieno furore.

E' anche l'unico modo di riunire in un sol luogo tutti quelli che faranno parte della chiesa collaboratrice di Cristo durante tutto il millennio.
nfatti, non essere destinati all'ira di Dio, così come preservati, significa non essere in terra durante il versamento delle sette coppe dell'ira di Dio, descritte in Apocalisse. Questo deve spingerci a consolarci ed edificarci.


Andiamo ad analizzare i versetti citati.
1TE1 Gesù ci libera dall'ira imminente.
Prima domanda: l'ira di Dio secondo te è la grande tribolazione ?

1TE 5 Dio non ci ha destinati ad ira . La risposta è la stessa della domanda fatta.

AP 3:10 Io vi preserverò dall'ora della tentazione.
In primo luogo cerchiamo di capire a chi è rivolto il messaggio.
E' alla chiesa di Filadelfia, una delle sette chiese (dove sette stato per totalità della chiesa di Cristo poiché le chiese erano molte più di sette) e non è neanche l'ultima da poter pensare che sia quella dei nostri tempi (teoria di Godet).
In secondo luogo è il messaggio ad una chiesa e non alla chiesa universale che è quella che sarà rapita. Potrei citare un passo della chiesa di Laodicea per dimostrare che saremo tutti vomitati.
Terzo punto il Signore parla di preservare e non togliere.
Il verbo preservare significa
( tratto dal vocabolario treccani - preservare v. tr. [dal lat. tardo praeservare, comp. di prae- «pre-» e servare «conservare»] (io presèrvo, ecc.). – 1. Salvare, tenere lontano, da pericoli fisici o danni morali, mediante difese, accorgimenti e interventi opportuni:
quindi questo versetto non dimostra affatto che la chiesa sarà tolta dalla tentazione.
Per ultimo la parola parla di "tentazione" e non di "tribolazione" e quindi si può intendere che il Signore ci preserva dalla tentazione, cioè dalla possibilità che il nemico possa sedurci (altrove è scritto: di sedurre anche gli eletti se fosse possibile)

Riguardo alla tua tesi che sarà un incontro invisibile, - non c'è scritto in Bibbia è solo una tua idea

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 21.07.2019 alle ore 20:50:51
andiamo avanti, tu citi

Apocalisse 7
9 Dopo queste cose guardai e vidi una folla immensa che nessuno poteva contare, proveniente da tutte le nazioni, tribù, popoli e lingue, che stava in piedi davanti al trono e davanti all'Agnello, vestiti di bianche vesti e con delle palme in mano. 10 E gridavano a gran voce, dicendo: «La salvezza appartiene al nostro Dio che siede sul trono, e all'Agnello». 11 E tutti gli angeli erano in piedi intorno al trono, agli anziani e alle quattro creature viventi; essi si prostrarono con la faccia a terra davanti al trono e adorarono Dio, dicendo: 12 «Amen! Al nostro Dio la lode, la gloria, la sapienza, il ringraziamento, l'onore, la potenza e la forza, nei secoli dei secoli! Amen». 13 Poi uno degli anziani mi rivolse la parola, dicendomi: «Chi sono queste persone vestite di bianco e da dove sono venute?» 14 Io gli risposi: «Signor mio, tu lo sai». Ed egli mi disse: «Sono quelli che vengono dalla grande tribolazione. Essi hanno lavato le loro vesti, e le hanno imbiancate nel sangue dell'Agnello. 15 Perciò sono davanti al trono di Dio e lo servono giorno e notte, nel suo tempio; e colui che siede sul trono stenderà la sua tenda su di loro. 16 Non avranno più fame e non avranno più sete, non li colpirà più il sole né alcuna arsura; 17 perché l'Agnello che è in mezzo al trono li pascerà e li guiderà alle sorgenti delle acque della vita; e Dio asciugherà ogni lacrima dai loro occhi».

poi commenti:

Apocalisse, però, c'informa con assoluta chiarezza che il gruppo dei rapiti (folla immensa o grande folla) verrà dalla grande tribolazione. La parola tradotta con "vengono" riferita alla grande tribolazione, dal greco, non può significare che vengono da essa, nel senso di averla attraversata, ma che vengono da essa perché sono stati tolti da quel contesto.


Apocalisse conferma che la grande folla VIENE dalla grande tribolazione, però poi neghi che viene, ma che è stata tolta.
Bisogna riscrivere i libri di grammatica per le scuole .
Pur di cercare di dimostrare le idee preconcette si cambia il colore bianco in nero o viceversa.
Quale studioso o letterato potrebbe mai avallare l'interpretazione che tu dai della parola "venire".
Siamo al paradosso letterario.

Se il Signore avesse detto all'apostolo Giovanni che la grande folla è quella che è stata preservata dalla grande tribolazione allora avresti ragione.

La parola prosegue
Essi hanno lavato le loro vesti, e le hanno imbiancate nel sangue dell'Agnello. 15 Perciò sono davanti al trono di Dio e lo servono giorno e notte, nel suo tempio; e colui che siede sul trono stenderà la sua tenda su di loro.

Cosa significa "aver lavato le vesti nel sangue dell'Agnello"?
E prosegue: sono davanti al trono di DIO ......
per Essere davanti al Trono di Dio significa che sono stati già portati in cielo e quindi è un evento successivo al ritorno di Cristo.
Tu hai sostenuto che la chiesa rapita tre anni circa prima del ritorno di Cristo è nell'aria in attesa di essere radunati alla venuta in gloria di Gesù. Ma come vedi il passo da te citato dice diversamente.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 21.07.2019 alle ore 22:12:39
tu scrivi:

in questo passo si parla di una donna, tale donna è il simbolo terreno dell'insieme dei credenti fedeli al Padre ed al Figlio, che durante la storia sono passati sulla terra.

Nel periodo storico del brano in questione, ossia quello della fine, la donna è composta dai credenti in Cristo sia gentili, sia ebrei convertiti (messianici). Il gruppo degli ebrei è composto dai 144000 fedeli.

Prima precisazione, la donna viene citata in due passi, al versetto 1 dove simboleggia Israele (dodici stelle, il sole e la luna - Genesi 37:9) e nel versetto 13 e seguenti ove simboleggia la chiesa.
Difatti il dragone perseguita la discendenza di lei che osservano i comandamenti di Dio e custodiscono la testimonianza di Gesù.
Chi sono i discendenti della donna che custodiscono la testimonianza di GESU'?
Necessariamente i cristiani (gentili e messianici) e non i giudei di sangue poiché loro non hanno creduto in Gesù.
tu scrivi
La donna, che si è appena sgravata del "figlio" che "deve reggere tutte le nazioni con una verga di ferro" e che rappresenta la chiesa con le stesse funzioni di Cristo, ossia i "regnanti" ormai maturi e rapiti, si ritrova ad essere composta solo dalla parte ebraica, e quindi verrà "nascosta" nel deserto, dove il Dragone non ha accesso, poiché i 144000 ebrei avranno un ministero da svolgere in terra, e perciò non saranno rapiti in cielo.


Questo non è esatto. Abbiamo appena letto che il dragone perseguiterà la discendenza della donna che credono in Gesù. Non è assolutamente scritto che la discendenza è solo ebraica, i soli ebraici sono i 144000. La discendenza della donna è la chiesa.

L'importantissimo ministero terreno dei 144000 ebrei comporta un tempo in cui dovrà ricevere un "nutrimento", e tale tempo è proprio quello in cui imperversa la grande tribolazione, ossia 1260 giorni che, però, non sarà vissuta da quel gruppo.

Durante la grande tribolazione non ci saranno conversioni, anzi la parola dice:
Apocalisse 9:20
Il resto degli uomini che non furono uccisi da questi flagelli, non si ravvidero dalle opere delle loro mani; non cessarono di adorare i demòni e gli idoli ...

Apocalisse 16:9
E gli uomini furono bruciati dal gran calore; e bestemmiarono il nome di Dio che ha il potere su questi flagelli, e non si ravvidero per dargli gloria.

Apocalisse 16:11
e bestemmiarono il Dio del cielo a causa dei loro dolori e delle loro ulcere, ma non si ravvidero dalle loro opere.

In AP 11:13 troviamo che i superstiti del terremoto diedero gloria a DIO. Ma quando avverrà questo? Dopo la resurrezione dei due testimoni che sarà dopo i 1260 giorni del loro servizio e cioè ALLA FINE DELLA GRANDE TRIBOLAZIONE e non durante.
Ma alla fine della GT il rimanente del popolo ebraico sarà salvato.

Anche la chiesa avrà un tempo in cui sarà "nutrita", e questo avverrà in cielo,
Da nessuna parte è scritto che la chiesa sarà nutrita in cielo- anzi è scritto che sarà la sposa dell'Agnello e regnerà con LUI.

nel tempo in cui si celebreranno le "nozze dell'Agnello", e corrisponde, anch'esso, a quello della grande tribolazione.

Il brano appena visto, che segue subito quello della risurrezione dei morti di Apocalisse 11, conferma che il rapimento della chiesa (ossia dei regnanti figli della "donna"), come dice Paolo nel brano di 1 Tessalonicesi 4, è collocato cronologicamente subito dopo la risurrezione dei morti in Cristo.

Il fatto che il "figlio della donna" sia rapito verso il cielo, prima che il Dragone lo possa divorare, è anch'esso una conferma del fatto che la chiesa non attraverserà la grande tribolazione, che è il tempo in cui le sette coppe dell'ira di Dio saranno versate per distruggere completamente l'opera che il Dragone ed i suoi, scagliati in terra, cercano di portare a termine.


La grande tribolazione non è l'ira di Dio ma l'ira del diavolo

Apocalisse 12:12
Perciò, rallegratevi, o cieli, e voi che abitate in essi. Guai a voi, terra, e mare! perciocchè il Diavolo è disceso a voi, avendo grande ira, sapendo che egli ha poco tempo.
Le sette coppe dell'ira di Dio saranno versate alla fine della GT, infatti il Signore verrà con grande ira. Apocalisse 6:16 E dicevano ai monti e alle rocce: «Cadeteci addosso, nascondeteci dalla presenza di colui che siede sul trono e dall'ira dell'Agnello;17 perché è venuto il gran giorno della sua ira. Chi può resistere?»

Probabilmente quello sarà un tempo di prova pure per la chiesa, perché anche se la grande tribolazione non sarà entrata nella fase in cui sarà in grado di essere funesta per essa, gli eventi che si verificheranno e che annunceranno il peggio, metteranno in crisi chi non ha una fede incrollabile in Cristo.

Ma anche chi non avrà vegliato a sufficienza nel meditare le scritture relative al tempo della fine, e perciò sarà preso da timore, rischierà di trovarsi dalla parte di chi prende decisioni sbagliate, magari cercando rifugio nella menzogna e mancare così il rapimento .


concordo sul fatto che  chi non avrà vegliato a sufficienza nel meditare le scritture relative al tempo della fine, e perciò sarà preso da timore, rischierà di trovarsi dalla parte di chi prende decisioni sbagliate.
Una delle decisioni sbagliate è quella di credere che ci sarà una seconda opportunità, e cioè dopo aver visto di non essere stati rapiti credere che lo si possa fare dopo. Questo è l'ultimo inganno del nemico.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 22.07.2019 alle ore 09:16:33
OK, basta, prendila come vuoi, stai girando attorno allo stesso discorso, per me finisce qui.


Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 22.07.2019 alle ore 09:20:15
Ieri ho ricevuto questo da "Messianic Bible" che voglio condividere con voi.

https://i.postimg.cc/mk6QJdVv/2019-07-22-1.png (https://postimg.cc/WqgFJwB8)

Riporto la traduzione:


Geremia 2:17
Tutto questo non ti succede forse perché hai abbandonato il SIGNORE, il tuo Dio, mentre egli ti guidava per la buona via?

Oggi nel calendario ebraico ebraico è il 17 di Tammuz.

In questo giorno sia nel 586 aC che nel 70 dC, le mura di Gerusalemme furono violate rispettivamente dai Babilonesi e dai Romani.

E in una singolare coincidenza, il Primo e il Secondo Tempio furono distrutti dai Babilonesi nel 586 aC e dai Romani nel 70 dC il 9 di Av, tre settimane dopo.

È stata solo una tragica coincidenza o incidenza divina che ha avuto luogo?

Nel giudaismo, la rottura delle mura di Gerusalemme e la successiva distruzione del Tempio non sono considerate una semplice coincidenza.

Queste grandi tragedie furono il risultato della ribellione e dell'idolatria.

Deuteronomio 31:16-18
16 Il SIGNORE disse a Mosè: «Ecco, tu stai per addormentarti con i tuoi padri; e questo popolo andrà a prostituirsi seguendo gli dèi stranieri del paese nel quale sta per entrare; mi abbandonerà e violerà il patto che io ho stabilito con lui. 17 In quel giorno la mia ira si infiammerà contro di lui; e io li abbandonerò, nasconderò loro il mio volto e saranno divorati. Molti mali e molte angosce piomberanno loro addosso; perciò in quel giorno diranno: "Questi mali non ci sono forse caduti addosso perché il nostro Dio non è in mezzo a noi?". 18 In quel giorno io nasconderò del tutto il mio volto, a causa di tutto il male che avranno fatto rivolgendosi ad altri dèi.

Per piangere la rottura delle mura di Gerusalemme, gli ebrei osservanti digiunano dall'alba fino al tramonto.

Sebbene questo sia un tempo di lutto, è anche un tempo di speranza, poiché Zaccaria profetizzò che il 17 di Tammuz sarebbe stato trasformato in un giorno di gioia.

Zaccaria 8:19
«Così parla il SIGNORE degli eserciti: "Il digiuno del quarto, il digiuno del quinto, il digiuno del settimo e il digiuno del decimo mese diventeranno per la casa di Giuda una gioia, un gaudio, feste d'esultanza; amate dunque la verità e la pace".

Il 17 di Tammuz, quindi, è un digiuno minore che porta la speranza di una grande promessa:

In questo giorno e in tutte le tre settimane, il popolo ebraico attende con impazienza l'era messianica promessa quando Sar Shalom (Principe della pace) regnerà a Gerusalemme da un nuovo tempio (Ezechiele 40-48).

Salmi 2:6
«Sono io», dirà, «che ho stabilito il mio re sopra Sion, il mio monte santo».

C'è poco tempo. Yeshua arriverà presto!

http://www.nostreradici.it/17Tamuz09.htm

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 22.07.2019 alle ore 11:53:10

on 07/22/19 alle ore 09:16:33, Marmar wrote:
OK, basta, prendila come vuoi, stai girando attorno allo stesso discorso, per me finisce qui.


ok

Visto che siamo sul topik il rapimento della chiesa, senza offesa, vorrei continuare con la spiegazione del punto di vista post-trib. Per gli altri che amano leggere e confrontare i ragionamenti e soprattutto il modo di lettura della Parola


Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 22.07.2019 alle ore 11:57:26
Basta che non diventi un monologo, questo non è il tuo blog. Se la cosa supererà il buon senso, e soprattutto se mancherà il dialogo, ma sarai solo tu a scrivere, prenderò i provvedimenti del caso.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 22.07.2019 alle ore 22:07:29

on 07/22/19 alle ore 11:57:26, Marmar wrote:
Basta che non diventi un monologo, questo non è il tuo blog. Se la cosa supererà il buon senso, e soprattutto se mancherà il dialogo, ma sarai solo tu a scrivere, prenderò i provvedimenti del caso.


Caro marmar, io scrivo su questo sito da anonimo perché non voglio pubblicità, quindi non ho bisogno di avere un sito altrimenti lo farei e posterei anche la mia foto.
Pensavo si trattasse di un sito messo a disposizione della Parola di Dio e non della parola dell'admin.

Comunque, uomo avvisato.....

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 22.07.2019 alle ore 22:59:12
Hai letto il regolamento prima di iscriverti?

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 22.07.2019 alle ore 23:08:15

on 07/22/19 alle ore 22:59:12, Marmar wrote:
Hai letto il regolamento prima di iscriverti?



caro fratello finché rispetto il "regolamento" della Parola di DIO sono a posto con tutti, compreso te.

La parola dice
Atti 4:19
Ma Pietro e Giovanni risposero loro: «Giudicate voi se è giusto, davanti a Dio, ubbidire a voi anziché a Dio.
Atti 5:29
Ma Pietro e gli altri apostoli risposero: «Bisogna ubbidire a Dio anziché agli uomini.


Finquando rimango fedele alla parola non ho nulla da rimproverarmi.
Se ti ho offeso, ti chiedo scusa, per il resto rimango fedele alla Parola avendo fatto mio il versetto che ci insegna a non andare "
oltre ciò che è scritto
shalom

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 23.07.2019 alle ore 09:54:56

on 07/23/19 alle ore 09:40:24, Virtuale wrote:
Questo è biblico...ma mi è venuto in mente che la lettera uccide ma lo Spirito vivifica.
Quindi è tutto da capire fin quanto quello che è scritto dev`essere interpretato in modo spirituale.


la lettera uccide è  riferito alla Legge. Infatti la sua trasgressione uccide, mentre la fede in Cristo vivificante. È scritto "chi non ha Spirito di Cristo non gli appartiene"

Comunque concordo che bisogna interpretare in modo spirituale ma senza stravolgere il Vangelo di Cristo.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Virtuale il 23.07.2019 alle ore 20:17:42

on 07/23/19 alle ore 09:54:56, tom_anad wrote:
la lettera uccide è  riferito alla Legge. Infatti la sua trasgressione uccide, mentre la fede in Cristo vivificante. È scritto "chi non ha Spirito di Cristo non gli appartiene"

Comunque concordo che bisogna interpretare in modo spirituale ma senza stravolgere il Vangelo di Cristo.

Se non sbaglio non c`è più la legge ma la fede.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di daleoe il 23.07.2019 alle ore 21:06:37
La legge c'è sempre, ma siccome non siamo in grado di metterla in pratica, allora la legge "uccide", quindi, abbiamo bisogno della fede in Cristo.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 23.07.2019 alle ore 21:44:08

on 07/23/19 alle ore 21:06:37, daleoe wrote:
La legge c'è sempre, ma siccome non siamo in grado di metterla in pratica, allora la legge "uccide", quindi, abbiamo bisogno della fede in Cristo.


:good:

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 23.07.2019 alle ore 22:44:48
Un tempo vi fu un grande scienziato che rivoluzionò tutto il modo di comunicare che le persone avevano avuto fino ad allora. Fu un cambiamento epocale, tutto ne trasse vantaggio.

Quell'uomo si chiamava Morse, ed inventò il telegrafo.

Mi chiedo perché oggi non lo usi più nessuno, visto che fu veramente innovativo.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 25.07.2019 alle ore 14:18:37

on 07/23/19 alle ore 22:44:48, Marmar wrote:
Un tempo vi fu un grande scienziato che rivoluzionò tutto il modo di comunicare che le persone avevano avuto fino ad allora. Fu un cambiamento epocale, tutto ne trasse vantaggio.

Quell'uomo si chiamava Morse, ed inventò il telegrafo.

Mi chiedo perché oggi non lo usi più nessuno, visto che fu veramente innovativo.



:good:

:rotfl: :-D

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 30.07.2019 alle ore 22:54:03
Daniele 7:21 Io vidi quel corno fare guerra ai santi e avere il sopravvento, 22 finché non giunse il vegliardo. Allora il potere di giudicare fu dato ai santi dell'Altissimo, e venne il tempo che i santi ebbero il regno.
25 Egli parlerà contro l'Altissimo, affliggerà i santi dell'Altissimo, e si proporrà di mutare i giorni festivi e la legge; i santi saranno dati nelle sue mani per un tempo, dei tempi e la metà d'un tempo. 26 Poi si terrà il giudizio e gli sarà tolto il dominio; verrà distrutto e annientato per sempre. 27 Allora il regno, il potere e la grandezza dei regni che sono sotto tutti i cieli saranno dati al popolo dei santi dell'Altissimo; il suo regno è un regno eterno, e tutte le potenze lo serviranno e gli ubbidiranno".


Anche in Daniele è chiaro che il corno (l'anticristo) farà guerra ai santi e avrà il sopravvento, finche NON GIUNSE IL VEGLIARDO.
Allora il potere di giudicare fù dato ai Santi.

Quando i santi avranno il potere di giudicare?
Dopo che sarà venuto il Signore, mentre per tre tempi e mezzo saranno dati nelle mani dell'anticristo.
La parola è chiara che i santi subiranno l'ira del diavolo (per mezzo dell'anticristo) e non l'ira di Dio che sono le sette coppe e sarà Gesù stesso a pigiare l'uva nel tino dell'ira di Dio contro i ribelli.

I pretribolazionisti, per non confutare la loro teoria dicono che i santi a cui si riferisce Daniele sono solo ebrei.
Questo non è assolutamente scritturale.
In tutto il nuovo testamento per santi si intende la chiesa, ma, i pre-trib solo per apocalisse e Daniele dicono che sono gli ebrei.
Esaminiamo il versetto 27 Allora il regno, il potere e la grandezza dei regni che sono sotto tutti i cieli saranno dati al popolo dei santi dell'Altissimo; il suo regno è un regno eterno, e tutte le potenze lo serviranno e gli ubbidiranno"
Se così fosse come sostengono i pre-trib noi cristiani gentili non avremmo parte al regno eterno perché la parola di Daniele parla chiaramente che i "santi dell'Altissimo" ( e quindi i soli ebrei) riceveranno il regno.

Non è scritturale e non è neanche una bella notizia per noi credenti. Se ciò che predicano i pre-trib fosse vero invano sarebbe la nostra fede non essendo ebrei di sangue.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 06.10.2019 alle ore 08:13:51
vedo che l'argomento è dormiente...
chi tace acconsente...

shalom

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 06.10.2019 alle ore 13:47:24
Sarà che forse ormai l'argomento è un po' sfruttato?

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 06.10.2019 alle ore 15:17:00
dai che lo sappiamo che parlare della Parola non è mai troppo.

soprattutto degli eventi finali per noi nati di nuovo che abbiamo già gustato l'amore di Gesù ed abbiamo accettato la Sua salvezza.

:friends:

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 06.10.2019 alle ore 18:54:30
Per quanto riguarda i santi degli ultimi giorni in Israele a me piace molto questo passo: naturalmente non è l'unico.

Isaia 4

1 In quel giorno, sette donne afferreranno un uomo e diranno:
«Noi mangeremo il nostro pane,
ci vestiremo delle nostre vesti;
facci solo portare il tuo nome!
Togli via da noi il disonore!»
Purificazione e gloria d'Israele
Gr 23:5-6 (So 3:12-15; Is 33:20-24)
2 In quel giorno, il germoglio del SIGNORE
sarà lo splendore e la gloria
degli scampati d'Israele,
e il frutto della terra sarà il loro vanto e il loro ornamento.
3 Avverrà che i sopravvissuti di Sion e i superstiti di Gerusalemme
saranno chiamati santi:
chiunque, cioè, in Gerusalemme sarà iscritto tra i vivi,
4 una volta che il Signore avrà lavato le brutture delle figlie di Sion,
e avrà purificato Gerusalemme dal sangue che vi è stato sparso,
con il soffio del giudizio e con il soffio dello sterminio.
5 Il SIGNORE creerà su tutta la distesa del monte Sion
e sulle sue assemblee
una nuvola di fumo per il giorno
e uno splendore di fuoco fiammeggiante per la notte;
perché su tutta la gloria vi sarà un padiglione.
6 Ci sarà un riparo per far ombra di giorno e proteggere dal caldo,
e per servir di rifugio e d'asilo durante la tempesta e la pioggia.



Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 07.10.2019 alle ore 05:57:23
Avverrà che i sopravvissuti di Sion e i superstiti di Gerusalemme
saranno chiamati santi:
chiunque, cioè, in Gerusalemme sarà iscritto tra i vivi,

Il residuo che il Signore terrà in vita sarà Santo.
Questo per vari motivi scritti nella Bibbia.
In primo luogo i giudei non convertiti non saranno rapiti, si convertiranno al ritorno di Cristo quando lo vedranno e faranno cordoglio.
Il Signore cambierà il cuore di pietra e scriverà la Legge sul loro cuore.........
Ecco perché il residuo sarà chiamato santo

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 26.01.2020 alle ore 18:01:34
caro New
riporto alcuni versi di
Daniele 7:24 Le dieci corna sono dieci re che sorgeranno da questo regno; e dopo quelli, sorgerà un altro re, che sarà diverso dai precedenti e abbatterà tre re. 25 Egli parlerà contro l'Altissimo, affliggerà i santi dell'Altissimo, e si proporrà di mutare i giorni festivi e la legge; i santi saranno dati nelle sue mani per un tempo, dei tempi e la metà d'un tempo. 26 Poi si terrà il giudizio e gli sarà tolto il dominio; verrà distrutto e annientato per sempre. 27 Allora il regno, il potere e la grandezza dei regni che sono sotto tutti i cieli saranno dati al popolo dei santi dell'Altissimo; il suo regno è un regno eterno, e tutte le potenze lo serviranno e gli ubbidiranno".

Se la grande tribolazione è solo per i giudei vana è la nostra fede poichè i santi dell'Altissimo (solo i giudei) avranno accesso al Regno Messianico.

In nessun passo della Bibbia è scritto che la chiesa non passerà nella grande tribolazione, è solo un'idea di Darby che trae origine  dal sogno di una sig.ra Margareth McDowell.
Dimmi se un sogno (ogni giorno ne facciamo miliardi) può costituire una dottrina biblica che contrasta con la parola.

shalom


Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di New il 26.01.2020 alle ore 18:35:46

on 01/26/20 alle ore 18:01:34, tom_anad wrote:
Se la grande tribolazione è solo per i giudei

La tribolazione riguarderà gli Ebrei non ancora convertiti e i gentili non ancora convertiti, ma gli Ebrei convertiti saranno rapiti con i gentili convertiti, ossia i credenti tutti.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 26.01.2020 alle ore 18:48:26

on 01/26/20 alle ore 18:35:46, New wrote:
La tribolazione riguarderà gli Ebrei non ancora convertiti e i gentili non ancora convertiti, ma gli Ebrei convertiti saranno rapiti con i gentili convertiti, ossia i credenti tutti.


voglio iniziare il confronto ma ad una condizione:
per me vale quello che è scritto, prima significa prima e dopo significa dopo.
fatto la premessa inizierei con un verso di AP 20:4 Poi vidi dei troni. A quelli che vi si misero seduti fu dato di giudicare. E vidi le anime di quelli che erano stati decapitati per la testimonianza di Gesù e per la parola di Dio, e di quelli che non avevano adorato la bestia né la sua immagine e non avevano ricevuto il suo marchio sulla loro fronte e sulla loro mano. Essi tornarono in vita e regnarono con Cristo per mille anni. 5 Gli altri morti non tornarono in vita prima che i mille anni fossero trascorsi. Questa è la prima risurrezione. 6 Beato e santo è colui che partecipa alla prima risurrezione.

allo stesso tempo Paolo (lo Spirito Santo) scrive:

1 TE 4: 15 Poiché questo vi diciamo mediante la parola del Signore: che noi viventi, i quali saremo rimasti fino alla venuta del Signore, non precederemo quelli che si sono addormentati; 16 perché il Signore stesso, con un ordine, con voce d'arcangelo e con la tromba di Dio, scenderà dal cielo, e prima risusciteranno i morti in Cristo; 17 poi noi viventi, che saremo rimasti, verremo rapiti insieme con loro, sulle nuvole, a incontrare il Signore nell'aria; e così saremo sempre con il Signore

come leggi la parola ci dice che prima risorgeranno i morti e poi i vivi saranno rapiti.
Ma come è scritto in AP 20 la risurrezione dei morti avverrà al ritorno di Cristo.
Domanda come può avvenire il rapimento prima della "prima" risurrezione?

shlaom

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 26.01.2020 alle ore 22:45:32

Quote:
La tribolazione riguarderà gli Ebrei non ancora convertiti e i gentili non ancora convertiti, ma gli Ebrei convertiti saranno rapiti con i gentili convertiti, ossia i credenti tutti.


La penso anch'io come te.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di New il 27.01.2020 alle ore 09:41:59

on 01/26/20 alle ore 18:48:26, tom_anad wrote:
Domanda come può avvenire il rapimento prima della "prima" risurrezione

Le risurrezioni sono due:
La prima è quella dei redenti che include anche i santi dell’Antico Testamento (vedi Daniele 12:2).
La seconda avverrà dopo il millennio, gli empi risusciteranno per il giudizio finale (vedi Apocalisse 20:5,12,13) e compariranno davanti al Gran Trono Bianco per essere giudicati. È la risurrezione degli ingiusti, cioè di coloro che hanno commesso ogni male e non hanno abbracciato la salvezza in Gesù Cristo. Questa è la seconda risurrezione che ha come risultato la seconda morte.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 27.01.2020 alle ore 09:54:04

on 01/27/20 alle ore 09:41:59, New wrote:
Le risurrezioni sono due:
La prima è quella dei redenti che include anche i santi dell’Antico Testamento (vedi Daniele 12:2).
La seconda avverrà dopo il millennio, gli empi risusciteranno per il giudizio finale (vedi Apocalisse 20:5,12,13) e compariranno davanti al Gran Trono Bianco per essere giudicati. È la risurrezione degli ingiusti, cioè di coloro che hanno commesso ogni male e non hanno abbracciato la salvezza in Gesù Cristo. Questa è la seconda risurrezione che ha come risultato la seconda morte.


giustissimo
Le risurrezione sono DUE, una al ritorno di Cristo (I morti udranno la Sua voce) e la seconda dopo il millennio.
Paolo però scrive che il rapimento avverrà dopo, o nell'immediato dalla PRIMA Risurrezione.

Quindi come può esserci il rapimento 7 anni prima del ritorno di Cristo

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di New il 27.01.2020 alle ore 09:56:09

on 01/27/20 alle ore 09:54:04, tom_anad wrote:
Le risurrezione sono DUE

Per i martiri della tribolazione si pensa che risusciteranno in un secondo tempo rispetto alla prima risurrezione, ma in sostanza faranno sempre parte della prima risurrezione.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 27.01.2020 alle ore 12:44:42
Secondo me state facendo una confusione terribile.

Una cosa: la prima risurrezione, che secondo voi è quella che Paolo descrive in  1 Tess 4:16, come può far tornare in vita i santi dell'AT, quando nel versetto stesso è chiaro che ne faranno parte solo i morti in Cristo, ossia i suoi seguaci che per qualsiasi ragione, sono ormai nell'Ades?

E come spiegate Matteo 11:11
In verità io vi dico, che fra i nati di donna non è sorto alcuno maggiore di Giovanni Battista; però, il minimo nel regno dei cieli è maggiore di lui.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 27.01.2020 alle ore 14:41:31

on 01/27/20 alle ore 12:44:42, Marmar wrote:
Secondo me state facendo una confusione terribile.

Una cosa: la prima risurrezione, che secondo voi è quella che Paolo descrive in  1 Tess 4:16, come può far tornare in vita i santi dell'AT, quando nel versetto stesso è chiaro che ne faranno parte solo i morti in Cristo, ossia i suoi seguaci che per qualsiasi ragione, sono ormai nell'Ades?

E come spiegate Matteo 11:11
In verità io vi dico, che fra i nati di donna non è sorto alcuno maggiore di Giovanni Battista; però, il minimo nel regno dei cieli è maggiore di lui.



se non sbaglio questa è la versione dei TDG che dicono che i loro stanno risuscitando mana a mano che muoiono già da parecchio tempo.

Gli eventi biblici tipo il rapimento, la risurrezione, il ritorno di Cristo SONO EVENTI UNICI descritti nel corso dei secoli da diversi profeti e visti da angolazioni diverse.
Se in bibbia è scritto che c'è una prima risurrezione SIGNIFICA CHE NON C'E' NE STATA UN'ALTRA PRIMA.

Gesù tornerà e tornerà una sola volta, però questo evento in Bibbia ci viene descritto in diversi modi
1) tonerà come l'avete visto elevare in cielo (Atti 1)
2) tornerà sulle nuvole (Marco)
3) tornerà su un cavallo bianco (AP)
4) si vedrà il segno del Figlio dell'uomo (Matteo)
5) tornerà (non è scritto come) e poserà i suoi piedi su Gerusalemme...

Ma quante volte torna Gesù?

Una sola volta come ci sarà una sola risurrezione prima del millennio.
La seconda è dopo e non ci riguarda in questo topic

shalom

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 27.01.2020 alle ore 14:45:03

Quote:
marmar scrive
E come spiegate Matteo 11:11
In verità io vi dico, che fra i nati di donna non è sorto alcuno maggiore di Giovanni Battista; però, il minimo nel regno dei cieli è maggiore di lui.


riguardo a questo verso possiamo stare ben sicuri che non riguardava affatto la fine dei tempi perché è riferito al tempo stesso che è vissuto Giovanni il Battista .

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 27.01.2020 alle ore 14:58:36
Matteo 24:29 Subito dopo la tribolazione di quei giorni, il sole si oscurerà, la luna non darà più il suo splendore, le stelle cadranno dal cielo e le potenze dei cieli saranno scrollate. 30 Allora apparirà nel cielo il segno del Figlio dell'uomo; e allora tutte le tribù della terra faranno cordoglio e vedranno il Figlio dell'uomo venire sulle nuvole del cielo con gran potenza e gloria.

Marco 13:24 Ma in quei giorni, dopo quella tribolazione, il sole si oscurerà e la luna non darà più il suo splendore; 25 le stelle cadranno dal cielo e le potenze che sono nei cieli saranno scrollate. 26 Allora si vedrà il Figlio dell'uomo venire sulle nuvole con grande potenza e gloria. 27 Ed egli allora manderà gli angeli a raccogliere i suoi eletti dai quattro venti, dall'estremo della terra all'estremo del cielo


Gesù dice che DOPO la tribolazione di quei giorni, che è la grande tribolazione, apparirà il segno del Figlio dell'uomo.

A meno che nell'esegesi biblica il termine "dopo" significhi "prima" ritengo non ci siano dubbi.

Ovviamente oltre alla giusta esegesi c'è anche l'ermeneutica aristoteliana che pretende di comprendere i pensieri superando il testo letterale. In un certo senso anche i romani ritenevano che aliquid stat pro aliquo, ma non credo sia applicabile alla Parola di Dio.

Comunque siamo qui per dialogare.


shalom

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di New il 27.01.2020 alle ore 15:33:41

on 01/27/20 alle ore 12:44:42, Marmar wrote:
come può far tornare in vita i santi dell'AT, quando nel versetto stesso è chiaro che ne faranno parte solo i morti in Cristo, ossia i suoi seguaci che per qualsiasi ragione, sono ormai nell'Ades?

Si pensa che la prima risurrezione includa anche i santi dell’Antico Testamento (come Abrahamo, Daniele, ecc.) anche se non si sa di preciso se essi saranno risuscitati durante il rapimento o alla seconda venuta di Cristo con i martiri della tribolazione. In altre parole si potrebbe dire che essi sono "concettualmente" inclusi nella prima risurrezione.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 27.01.2020 alle ore 16:09:16
Ok, basta che lo crediate.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 27.01.2020 alle ore 16:14:29
Dipende da cosa vogliamo usare per la comprensione della Parola, l'esegesi  o l'ermeneutica aristoteliana

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 27.01.2020 alle ore 17:33:55
L'esegesi è proprietà di qualcuno? Tutti quelli che dicono di essere nel giusto lo sono veramente?

Se fosse così allora staremmo freschi, tutti dicono di essere nel giusto, e tutti portano testi biblici a conferma delle loro verità; che se fossero solo ipotesi sarebbero legittime ma, in quanto presentate come verità inconfutabili, avrebbero bisogno di ben altre conferme.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 27.01.2020 alle ore 20:27:05
perdonami Marmar,

ma se nei vangeli di Matteo, Marco e Luca c'è scritto che dopo la tribolazione di quei giorni ci sarà o si vedrà il ritorno di Cristo, pensi che serva l'esegesi per comprenderne la portata?

Sono passi chiari in maniera letterale che non abbisognano di interpretazione ne commento.

Quale esegesi può sostenere che la parola "prima" sia intesa come "seconda"?

Le teorie di Darby si basano solo sul sogno di McDowell.
La Bibbia non parla assolutamente di due venute di Gesù, ne tantomeno di due rapimenti.

Paolo ci avvisa che non saremo rapiti prima che si sia manifestato l'anticristo.
Daniele ci avvisa che i santi saranno dati nelle sue mani per 42 mesi.

A proposito di Daniele ove i pre-tribol. sostengono che siano solo ebrei io voglio fare una domanda.
come possono essere santi gli ebrei che non hanno creduto a Gesù quando la parola dice che si convertiranno nel momento in cui lo vedranno tornare?
Mi è stato detto che sono coloro che si convertiranno durante la G.T. ma se leggiamo attentamente apocalisse vediamo che al sopraggiungere dei flagelli le persone continuavano a bestemmiare Dio.
Altro aspetto, per essere santo e perseguitato per 42 mesi significa che all'arrivo dell'anticristo uno doveva già essere santo. Ma se era già santo sarebbe stato rapito.

Vedi che oltre alle scritture anche la logica dimostra che il rapimento sarà dopo la G.T.
In Ap 20 si parla che risusciteranno coloro che non hanno adorato la bestia e rifiutato il suo marchio. Ma come si fa a rifiutare il marchio se non si è presenti durante la G.T.?


Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 27.01.2020 alle ore 21:02:35
Ancora una volta:

http://www.marmari.org/apocalisse-037/preopost/index.htm

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 27.01.2020 alle ore 22:10:37

on 01/27/20 alle ore 21:02:35, Marmar wrote:
Ancora una volta:

http://www.marmari.org/apocalisse-037/preopost/index.htm



ancora una volta sai che significa?

che c'è chi sostiene le teorie di illustri studiosi e chi sostiene lo scritto della bibbia.

Per accettare la teoria pretribolazionista bisogna prima smentire la bibbia e le sue scritture.

Come possono teorie riassunte in degli schemi  umani smentire gli evangelisti e lo stesso Gesù.

Vorrei vedere se in bibbia fosse scritto "prima" e io sosterrei "dopo".
O mi dimostri che le scritture sono sbagliate (e sono sicuro che non puoi) oppure le teorie dei pretribolazionisti rimangono solo teorie e non verità bibliche.

shalom

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 28.01.2020 alle ore 07:53:19
Degnati, almeno, di leggerlo il mio punto di vista che ho scritto nel link, io l'ho fatto con tutti quelli che sostenevano punti di vista diversi dal mio, e spesso ho cambiato idea.

Comunque leggere non serve a niente se non c'è la volontà di voler capire.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 28.01.2020 alle ore 08:20:21

on 01/28/20 alle ore 07:53:19, Marmar wrote:
Degnati, almeno, di leggerlo il mio punto di vista che ho scritto nel link, io l'ho fatto con tutti quelli che sostenevano punti di vista diversi dal mio, e spesso ho cambiato idea.

Comunque leggere non serve a niente se non c'è la volontà di voler capire.



l'ho già  letto in precedenza e ci siamo scambiati i punti di vista.
Se t fa piacere posso commentarlo

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 28.01.2020 alle ore 11:17:20
Non importa, ma se vuoi puoi farlo.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di New il 28.03.2020 alle ore 16:11:15
Ci sono dei fratelli che pensano che la chiesa prima di essere rapita dovrebbe passare attraverso la grande tribolazione.
Ma questa loro visione può essere facilmente confutata anche perché, se la chiesa dovesse assistere alla manifestazione dell'anticristo ed attraversare la grande tribolazione, potrebbe allora calcolare il momento del ritorno del Signore che invece non possiamo conoscere (Matteo 24:36; Matteo 24:50. ecc.).

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di daleoe il 28.03.2020 alle ore 16:47:20

on 03/28/20 alle ore 16:11:15, New wrote:
Ci sono dei fratelli che pensano che la chiesa prima di essere rapita dovrebbe passare attraverso la grande tribolazione.
Ma questa loro visione può essere facilmente confutata anche perché, se la chiesa dovesse assistere alla manifestazione dell'anticristo ed attraversare la grande tribolazione, potrebbe allora calcolare il momento del ritorno del Signore che invece non possiamo conoscere (Matteo 24:36; Matteo 24:50. ecc.).


Questi fratelli che pensano che la chiesa passa per la grande tribolazione, tra cui anche io, lo fanno perché vedono nelle scritture tale ipotesi.
Per il fatto di poter calcolare il momento del ritorno, si, in effetti dal momento del patto dell'Anticristo si potrà contare 7 anni o anche 3 anni e mezzo dal momento dell'abominazione della desolazione, però potranno sapere il mese o la settimana ma non il giorno e l'ora. Mi spiego meglio: se leggi la profezia dei due testimoni vestiti di sacco, vedrai che questi profetizzeranno per 1260 gg e questo avverrà durante la grande tribolazione, infatti questi, come detto in  Apocalisse 11:6  Essi hanno il potere di chiudere il cielo affinché non cada pioggia, durante i giorni della loro profezia. Hanno pure il potere di mutare l'acqua in sangue e di percuotere la terra con qualsiasi flagello, quante volte vorranno. Come vedi le trombe di Apocalisse che affliggeranno la terra sono chiamate da loro, infatti guarda cosa accade alla loro morte: continuando dal vers. 8  E uomini dei vari popoli, tribù, lingue e nazioni vedranno i loro cadaveri per tre giorni e mezzo, e non permetteranno che i loro cadaveri siano deposti nei sepolcri. 10 E gli abitanti della terra si rallegreranno su di loro, faranno festa e si manderanno doni gli uni agli altri, perché questi due profeti avevano tormentato gli abitanti della terra».
Quello che volevo far notare è che alla fine dei 1260 giorni, che potremo contare, non ci sarà subito il rapimento, questo avvera qualche giorno  o settimana dopo, quindi non sapremo ne il giorno e ne l'ora.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Robby71 il 28.03.2020 alle ore 17:23:52

on 03/28/20 alle ore 16:11:15, New wrote:
Ci sono dei fratelli che pensano che la chiesa prima di essere rapita dovrebbe passare attraverso la grande tribolazione.
Ma questa loro visione può essere facilmente confutata anche perché, se la chiesa dovesse assistere alla manifestazione dell'anticristo ed attraversare la grande tribolazione, potrebbe allora calcolare il momento del ritorno del Signore che invece non possiamo conoscere (Matteo 24:36; Matteo 24:50. ecc.).

Ciao New, personalmente non la penso così, tuttavia in questo caso vorrei spezzare una lancia in favore dei post-tribolazionisti .
Anche se fossimo tutti unanimi sul rapimento prima della tribolazione penso che dovremmo comunque considerare il versetto 29 di Matteo che dice:
Subito dopo la tribolazione di quei giorni, il sole si oscurerà, la luna non darà più il suo splendore, le stelle cadranno dal cielo e le potenze dei cieli saranno scrollate. 30 Allora apparirà nel cielo il segno del Figlio dell'uomo; e allora tutte le tribù della terra faranno cordoglio e vedranno il Figlio dell'uomo venire sulle nuvole del cielo con gran potenza e gloria....
Da quanto ho evidenziato possiamo dedurre che dopo la tribolazione appunto ci sarà ancora un tempo indefinito in cui accadranno degli eventi cosmici. Tuttavia non conosciamo la durata di questi eventi, sappiamo solo che successivi a questi apparirà Cristo Re.
Un altro riferimento ce lo Daniele quando dice: beati quelli che arrivano a 1335 gg...Ma anche questo dato non ci da comunque la certezza che Gesù ritorni al 1335esimo giorno partendo dal giorno del rapimento.
Se Gesù in Matteo ha usato quelle parole è perchè effettivamente non si può sapere il giorno e l'ora anche perchè chi rimarrebbe lo potrebbe poi calcolare.
Se comunque il rapimento avviene prima di certo si potrà sapere l'anno.  ;-)

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di New il 28.03.2020 alle ore 17:58:02

on 03/28/20 alle ore 16:47:20, daleoe wrote:
Per il fatto di poter calcolare il momento del ritorno, si, in effetti dal momento del patto dell'Anticristo si potrà contare 7 anni o anche 3 anni e mezzo dal momento dell'abominazione della desolazione, però potranno sapere il mese o la settimana ma non il giorno e l'ora.

Ma quelli saranno i non rapiti che potranno fare il calcolo dal momento della manifestazione dell'anticristo (se ci crederanno e si convertiranno), ma a noi credenti della chiesa non ci è dato di saperlo.  

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di New il 28.03.2020 alle ore 18:02:30

on 03/28/20 alle ore 17:23:52, Robby71 wrote:
Anche se fossimo tutti unanimi sul rapimento prima della tribolazione penso che dovremmo comunque considerare il versetto 29 di Matteo che dice:
Subito dopo la tribolazione di quei giorni, il sole si oscurerà, la luna non darà più il suo splendore, le stelle cadranno dal cielo e le potenze dei cieli saranno scrollate. 30 Allora apparirà nel cielo il segno del Figlio dell'uomo; e allora tutte le tribù della terra faranno cordoglio e vedranno il Figlio dell'uomo venire sulle nuvole del cielo con gran potenza e gloria....

Ma dimmi: A chi sono dirette quelle parole? Quelle parole non sono per la chiesa, ma per Israele non ancora convertito.
Ricordiamoci che le settanta settimane tutte intere riguardino soltanto il popolo di Israele e Gerusalemme (Daniele 9:4).

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 28.03.2020 alle ore 18:06:46
Esatto, quello è il ritorno in gloria, l'apparizione del Cristo vincitore con gli angeli e la chiesa al seguito, Apo 19 è chiaro.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Robby71 il 28.03.2020 alle ore 18:34:43

on 03/28/20 alle ore 18:02:30, New wrote:
Ma dimmi: A chi sono dirette quelle parole? Quelle parole non sono per la chiesa, ma per Israele non ancora convertito.
Ricordiamoci che le settanta settimane tutte intere riguardino soltanto il popolo di Israele e Gerusalemme (Daniele 9:4).
Anch'io penso che quelle parole siano per Israele e per tutti quelli che non avranno accettato il marchio che magari controlleranno le Scritture.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Robby71 il 28.03.2020 alle ore 18:40:31

on 03/28/20 alle ore 17:58:02, New wrote:
Ma quelli saranno i non rapiti che potranno fare il calcolo dal momento della manifestazione dell'anticristo (se ci crederanno e si convertiranno), ma a noi credenti della chiesa non ci è dato di saperlo.  

Come ho detto prima penso che (andando a ritroso e ricalcolando dal momento in cui avviene il patto con la bestia) potranno calcolare l'anno ma non il giorno e l'ora per il fatto che ci sono dei tempi indefiniti sia prima (cioè a partire dal rapimento fino al giorno in cui verrà stipulato il patto) che dopo con gli eventi cosmici catastrofici che seguiranno la tribolazione. Il versetto di prima dice "subito dopo", ma non sappiamo quanto dura questo "subito"

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 28.03.2020 alle ore 21:24:50
L'importante è non essere qui.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di tom_anad il 29.03.2020 alle ore 11:13:57

on 03/28/20 alle ore 18:06:46, Marmar wrote:
Esatto, quello è il ritorno in gloria, l'apparizione del Cristo vincitore con gli angeli e la chiesa al seguito, Apo 19 è chiaro.


Matteo 16:27
Perché il Figlio dell'uomo verrà nella gloria del Padre suo, con i suoi angeli, e allora renderà a ciascuno secondo l'opera sua.
Matteo 24:31
E manderà i suoi angeli con gran suono di tromba per riunire i suoi eletti dai quattro venti, da un capo all'altro dei cieli.
Matteo 25:31
«Quando il Figlio dell'uomo verrà nella sua gloria con tutti gli angeli, prenderà posto sul suo trono glorioso.
Marco 8:38
Perché se uno si sarà vergognato di me e delle mie parole in questa generazione adultera e peccatrice, anche il Figlio dell'uomo si vergognerà di lui quando verrà nella gloria del Padre suo con i santi angeli».
Marco 13:27
Ed egli allora manderà gli angeli a raccogliere i suoi eletti dai quattro venti, dall'estremo della terra all'estremo del cielo.
Luca 9:26
Perché se uno ha vergogna di me e delle mie parole, il Figlio dell'uomo avrà vergogna di lui, quando verrà nella gloria sua e del Padre e dei santi angeli.
2Tessalonicesi 1:7
e a voi che siete afflitti, riposo con noi, quando il Signore Gesù apparirà dal cielo con gli angeli della sua potenza,


Apocalisse 19 parla degli eserciti che sono nel cielo  che lo seguivano sopra cavalli bianchi, ed erano vestiti di lino fino bianco e puro.

Gli eserciti quando riferito a creature spirituale nella bibbia simboleggiano gli angeli.
Matteo 26:53
Credi forse che io non potrei pregare il Padre mio che mi manderebbe in questo istante più di dodici legioni d'angeli?

Già in Genesi i cherubini avevano la spada simbolo di soldato armato.

Ci sono tanti versetti che dicono chiaramente che Gesù tornerà con gli angeli, mentre non trovo scritto che tornerà con la chiesa, ma semplicemente in AP 19 è scritto che verrà  con gli eserciti che sono nel cielo.
Ma neanche questo è scritto che cioè gli eserciti sono la chiesa, anzi i pochi versi che abbiamo parla di angeli o cherubini e non certo della chiesa.

shalom

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 29.03.2020 alle ore 13:33:04
Rileggilo e controlla se al momento della manifestazione in gloria le nozze dell'Agnello erano già state celebrate, ovviamente in cielo.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di New il 30.03.2020 alle ore 16:41:11

on 03/30/20 alle ore 13:31:06, tom_anad wrote:
appunto, vengono dalla grande tribolazione ove passerà tutta la chiesa.

La chiesa non può venire dalla grande tribolazione perché non entrerà nel giudizio delle nazioni. In Matteo 25:31-46 è descritto il giudizio delle nazioni già predetto in Gioele 3:2.

Questo giudizio, che avrà luogo dopo la battaglia dell'Armagheddon, riguarda coloro che saranno passati attraverso la grande tribolazione, ma non riguarderà i credenti, ossia i rapiti prima della tribolazione, infatti i redenti non saranno sottoposti a giudizio perché il Signore ha detto:

In verità, in verità vi dico: chi ascolta la mia parola e crede a colui che mi ha mandato, ha vita eterna; e non viene in giudizio, ma è passato dalla morte alla vita. - Giovanni 5:24

Noi credenti compariremo sì davanti al tribunale di Cristo (2Corinzi 5:10), ma questo non sarà un giudizio sulla salvezza, ma solo sulle opere che stabilirà la ricompensa (cioè il premio) e anche il rimprovero in base al nostro comportamento e a ciò che avremo meritato.

Quindi anche questi passi biblici depongono per il rapimento della chiesa prima della tribolazione.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di New il 31.03.2020 alle ore 15:11:05
Il Card. Biffi rivela l'identikit dell'anticristo

https://www.youtube.com/watch?v=oIskCYSKxLY

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Robby71 il 31.03.2020 alle ore 16:11:45

on 03/31/20 alle ore 15:11:05, New wrote:
Il Card. Biffi rivela l'identikit dell'anticristo

https://www.youtube.com/watch?v=oIskCYSKxLY

Non credo diventerà mai Papa... :-D
Scherzi a parte più che l'identikit dell'anticristo che dalle Scritture sappiamo
essere una persona, il cardinale ne ha rivelato una componente del suo spirito che è ormai già diffuso

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 31.03.2020 alle ore 17:07:52
Lo sapevate?

https://youtu.be/YLHEsJRNv3U

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Robby71 il 31.03.2020 alle ore 20:12:25
Non avevo mai analizzato quel brano affondo ma per sommi capi lo attribuivo già all'espressione del sentimento sballato 68ino...
Certo che il fatto che un Papa se lo sia poi fatto cantare in faccia è davvero il colmo...

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 31.03.2020 alle ore 21:13:23
Probabilmente è lo scopo di molti papi.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Robby71 il 31.03.2020 alle ore 22:14:39
Infatti anche quest'ultimo non scherza  :-/

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Maxt il 15.05.2020 alle ore 10:24:28
Mi sono riletto il discorso profetico di Gesù, che è alla base del rapimento della Chiesa (Luca 17:34 e versetti precedenti). La mia impressione leggendo tutto il passo è che si parli di un contesto drammatico. Fa il paragone con i tempi di Noè, un periodo di morte per l'intera umanità e quando dice uno sarà preso e l'altro lasciato, più che il rapimento della chiesa con la glorificazione della stessa, io ci vedo un'altrettanto periodo di morte come ai tempi di Noè. Chiaramente questa è la mia visione e la mia impressione. Siamo proprio certi del rapimento della Chiesa? A me, ma ribadisco, opinione personale, è sempre parsa una interpretazione un po' forzata. Il ritorno di Gesù è certo, ma questo primo ritorno, seguito da un secondo ritorno non l'ho mai trovato  molto convincente.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 15.05.2020 alle ore 11:08:06
Scrissi qualcosa qui:

http://www.marmari.org/apocalisse-037/rapimento/choose.htm

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Robby71 il 15.05.2020 alle ore 12:36:50

on 05/15/20 alle ore 10:24:28, Maxt wrote:
Mi sono riletto il discorso profetico di Gesù, che è alla base del rapimento della Chiesa (Luca 17:34 e versetti precedenti). La mia impressione leggendo tutto il passo è che si parli di un contesto drammatico. Fa il paragone con i tempi di Noè, un periodo di morte per l'intera umanità e quando dice uno sarà preso e l'altro lasciato, più che il rapimento della chiesa con la glorificazione della stessa, io ci vedo un'altrettanto periodo di morte come ai tempi di Noè. Chiaramente questa è la mia visione e la mia impressione. Siamo proprio certi del rapimento della Chiesa? A me, ma ribadisco, opinione personale, è sempre parsa una interpretazione un po' forzata. Il ritorno di Gesù è certo, ma questo primo ritorno, seguito da un secondo ritorno non l'ho mai trovato  molto convincente.

Quel discorso profetico del Signore Gesù non è alla base del rapimento, il mistero del rapimento è stato Paolo a rivelarlo.
Nel caso da te citato sarà meglio se si verrà lasciati sulla terra perché si potrà avere accesso al millennio.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Leona il 15.05.2020 alle ore 14:44:01
Premetto di essere stata una persona alla quale non piacevano i Beatles e più precisamente aborrivo John Lennon. Tutti osannavano il suo "Imagine", io l'ho sempre detestato. Mi sembrava falso, furbetto ed ingenuo.

Ma chi è il toro, oggetto del link che avete inviato? Non ho molta voglia di perdere tempo per ascoltarlo ed andare ad informarmi su di lui.

Mi aiutate coi vostri commenti?

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Robby71 il 15.05.2020 alle ore 18:37:44

on 05/15/20 alle ore 14:44:01, Leona wrote:
Premetto di essere stata una persona alla quale non piacevano i Beatles e più precisamente aborrivo John Lennon. Tutti osannavano il suo "Imagine", io l'ho sempre detestato. Mi sembrava falso, furbetto ed ingenuo.

Ma chi è il toro, oggetto del link che avete inviato? Non ho molta voglia di perdere tempo per ascoltarlo ed andare ad informarmi su di lui.

Mi aiutate coi vostri commenti?

É una specie di guru che adotta filosofie orientali miste con il complottismo.
Per certi aspetti lo definirei pericoloso per chi è debole nella fede. Comunque alcuni suoi ragionamenti, se riportati su basi cristiane, possono essere utili.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 15.05.2020 alle ore 23:27:47
E' uno dei tanti che parlano, e che ogni tanto possono essere anche condivisibili, chi più spesso, chi meno. Dipende dalle sensibilità personali.


Questo lo avete letto? Solo una curiosità.
https://www.lavocedeltrentino.it/2020/05/15/finalmente-abbiamo-il-nuovo-salvatore-dellumanita/

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Robby71 il 16.05.2020 alle ore 07:55:44

on 05/15/20 alle ore 23:27:47, Marmar wrote:
Questo lo avete letto? Solo una curiosità.
https://www.lavocedeltrentino.it/2020/05/15/finalmente-abbiamo-il-nuovo-salvatore-dellumanita/

Su byoblu avevo visto l'intervento della Cunial in merito.
Il fattore vaccini sicuramente giocherà un ruolo importante per il controllo che dovranno esercitare la bestia e l'anticristo ma credo anche che il falso Messia dovrà adempiere le antiche profezie per essere accettato dagli ebrei, per cui dovrà essere prima di tutto un giudeo.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 16.05.2020 alle ore 10:45:26
Il fatto è che Apocalisse completa la figura del "piccolo corno" con due personaggi, uno gentile ed uno, molto probabilmente, ebreo.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 16.05.2020 alle ore 10:59:55
Secondo me uno scenario che potrebbe essere possibile è quello dell'unico scopo della guerra dei 10 re e di Armagedon.

I dieci re combattono e distruggono Babilonia la grande, che dalla descrizione che ne viene fatta sembra proprio essere la religione, nel caso Roma.

I re che combattono contro Israele potrebbero avere uno scopo analogo, se ipotizziamo un caos generalizzato globale che potrebbe spingere i banchieri sedicenti padroni del mondo, che essendo per la quasi totalità di stirpe ebraica, troverebbero rifugio proprio in Israele.

L'U.E. sta per crollare, dalle sue ceneri potrebbero nascere i famosi 10 re, che con l'Anticristo al comando agirebbero all'interno di ciò che resta di essa marciando su Roma per distruggere definitivamente il centro di potere gesuita-massonico.

Contemporaneamente sul versante israeliano si compirebbe la distruzione dell'altra faccia della bestia, quella giudaico-sionista.

In uno scenario del genere le due bestie di Apocalisse sarebbero il potere massonico-gesuita, e quello giudaico-sionista.

Non fateci caso la mia fantasia galoppa, ma alcune volte ci sono andato piuttosto vicino. :-D :-D

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Robby71 il 16.05.2020 alle ore 11:38:41

on 05/16/20 alle ore 10:45:26, Marmar wrote:
Il fatto è che Apocalisse completa la figura del "piccolo corno" con due personaggi, uno gentile ed uno, molto probabilmente, ebreo.

Il piccolo corno potrebbe essere un dittatore che esce dai 10 re (che poi non sono re, visto che è scritto non detengono alcun regno. Potrebbe perciò essere una specie di commissione europea)

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Robby71 il 16.05.2020 alle ore 11:41:32

on 05/16/20 alle ore 10:59:55, Marmar wrote:
Secondo me uno scenario che potrebbe essere possibile è quello dell'unico scopo della guerra dei 10 re e di Armagedon.

I dieci re combattono e distruggono Babilonia la grande, che dalla descrizione che ne viene fatta sembra proprio essere la religione, nel caso Roma.

I re che combattono contro Israele potrebbero avere uno scopo analogo, se ipotizziamo un caos generalizzato globale che potrebbe spingere i banchieri sedicenti padroni del mondo, che essendo per la quasi totalità di stirpe ebraica, troverebbero rifugio proprio in Israele.

L'U.E. sta per crollare, dalle sue ceneri potrebbero nascere i famosi 10 re, che con l'Anticristo al comando agirebbero all'interno di ciò che resta di essa marciando su Roma per distruggere definitivamente il centro di potere gesuita-massonico.

Contemporaneamente sul versante israeliano si compirebbe la distruzione dell'altra faccia della bestia, quella giudaico-sionista.

In uno scenario del genere le due bestie di Apocalisse sarebbero il potere massonico-gesuita, e quello giudaico-sionista.

Non fateci caso la mia fantasia galoppa, ma alcune volte ci sono andato piuttosto vicino. :-D :-D

Sono molto d'accordo con questo tipo di prospettiva  :good: :good:

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di New il 16.05.2020 alle ore 11:57:34

on 05/16/20 alle ore 07:55:44, Robby71 wrote:
ma credo anche che il falso Messia dovrà adempiere le antiche profezie per essere accettato dagli ebrei, per cui dovrà essere prima di tutto un giudeo.

A mio avviso è probabile, ma non certo perché il re di Siria Antioco IV Epifane, che è considerato un tipo e predecessore dell’anticristo, non era giudeo.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 16.05.2020 alle ore 12:38:34
Nulla c'è di certo, se non le tasse!

Però Antioco impersonava la somma dei due.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Robby71 il 16.05.2020 alle ore 15:42:54

on 05/16/20 alle ore 11:57:34, New wrote:
A mio avviso è probabile, ma non certo perché il re di Siria Antioco IV Epifane, che è considerato un tipo e predecessore dell’anticristo, non era giudeo.

Sappiamo che i giudei attendono ancora oggi il Messia, l'anticristo farà credere loro che lui è il Messia tanto atteso, collocherà un idolo sulla piazza come fece Epifane con la differenza che questo idolo sarà accettato dalla massa del popolo giudaico. Poi, l'anticristo (secondo Daniele) si insedierà lui stesso nel tempio, e di preciso, nel luogo santissimo, per tanto deve essere per forza di discendenza ebraica visto che in quel luogo specifico non ci può entrare un gentile qualunque.
A quel punto  i 144mila ebrei che sono eletti capiranno che lui è  l'anticristo profetizzato  e conoscendo anche dalle profezie le sue intenzioni fuggiranno nel deserto.
Tutto questo non è farina del mio sacco ma concordo con questa interpretazione finchè non ne trovo una migliore.  :-)

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di New il 16.05.2020 alle ore 16:38:30

on 05/16/20 alle ore 15:42:54, Robby71 wrote:
A quel punto  i 144mila ebrei che sono eletti capiranno che lui è  l'anticristo profetizzato  e conoscendo anche dalle profezie le sue intenzioni fuggiranno nel deserto.

Poiché non ho trovato nessun versetto che parla dei centoquarantaquattromila che fuggono nel deserto, sarebbe interessante chiarire:
I centoquarantaquattromila fuggono nel deserto con la donna che rappresenta Israele (Apocalisse 12:6,14)?
La donna indica la Chiesa o Israele?
La Chiesa però dovrebbe essere già stata rapita.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Robby71 il 16.05.2020 alle ore 17:03:45

on 05/16/20 alle ore 16:38:30, New wrote:
Poiché non ho trovato nessun versetto che parla dei centoquarantaquattromila che fuggono nel deserto, sarebbe interessante chiarire:
I centoquarantaquattromila fuggono nel deserto con la donna che rappresenta Israele (Apocalisse 12:6,14)?
La donna indica la Chiesa o Israele?
La Chiesa però dovrebbe essere già stata rapita.

Gli indizi dati da Apocalisse 12 lasciano intendere che si tratti di quei 144mila di nazionalità ebraica. La donna che partorisce il figlio che stava per essere divorato dal dragone è la nazione di Israele che partorisce Gesù il quale stava per essere ucciso da piccolo da Erode che agiva con lo spirito del dragone appunto. (Anche qui non trovo interpretazioni migliori fino ad oggi)
Poi però c'è ancora un terzo di Israele che si convertirà a Cristo, ed è a quelli che Gesù nel discorso sul monte degli ulivi consiglia di fuggire sulle montagne quando vedranno l'abominazione della desolazione di cui ha parlato Daniele, ed è sempre a loro che è rivolto il consiglio di pregare che quel giorno non avvenga di sabato. Infatti sappiamo bene che in Israele di sabato non funziona niente, mi sa che nemmeno i mezzi pubblici sono attivi per cui sarebbe difficile fuggire in quel giorno.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di New il 16.05.2020 alle ore 17:57:58

on 05/16/20 alle ore 17:03:45, Robby71 wrote:
La donna che partorisce il figlio che stava per essere divorato dal dragone è la nazione di Israele che partorisce Gesù il quale stava per essere ucciso da piccolo da Erode che agiva con lo spirito del dragone appunto.

E' vero, qui la donna non può essere che Israele, ma è pur vero che in Apocalisse 21:9 la donna, chiamata moglie dell'Agnello, non può essere che la chiesa.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Robby71 il 16.05.2020 alle ore 18:12:46

on 05/16/20 alle ore 17:57:58, New wrote:
E' vero, qui la donna non può essere che Israele, ma è pur vero che in Apocalisse 21:9 la donna, chiamata moglie dell'Agnello, non può essere che la chiesa.

Quella in Apocalisse 21 è chiamata sposa, ma la donna e la sposa sono due cose differenti.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 16.05.2020 alle ore 18:20:29
:good:

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di New il 16.05.2020 alle ore 19:16:06

on 05/16/20 alle ore 18:12:46, Robby71 wrote:
ma la donna e la sposa sono due cose differenti.

Letteralmente sì perché in teoria una donna potrebbe anche non essere sposa, ma se guardiamo in Genesi 3:15 la donna è sicuramente anche sposa e allora in Genesi 3:15 la donna è Israele o è la chiesa?

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Robby71 il 16.05.2020 alle ore 19:30:15

on 05/16/20 alle ore 19:16:06, New wrote:
Letteralmente sì perché in teoria una donna potrebbe anche non essere sposa, ma se guardiamo in Genesi 3:15 la donna è sicuramente anche sposa e allora in Genesi 3:15 la donna è Israele o è la chiesa?

Bella domanda New, considerando le parole profetiche del versetto, i soggetti citati e i fatti avvenuti, credo che anche in quel caso sia intesa Israele perchè è dalla sua stirpe che poi è nato Gesù che è colui che ha schiacciato la testa al serpente.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 16.05.2020 alle ore 22:41:17
Secondo me (e non solo) le cose stanno così:

http://www.marmari.org/apocalisse-037/pers&int/14-donna/005.htm

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di New il 17.05.2020 alle ore 08:10:36

on 05/16/20 alle ore 19:30:15, Robby71 wrote:
credo che anche in quel caso sia intesa Israele perchè è dalla sua stirpe che poi è nato Gesù che è colui che ha schiacciato la testa al serpente.

Per me il compimento di Genesi 3:15 è in Romani 16:20, quindi è la Chiesa, che è il corpo di Cristo, a schiacciare la testa al serpente nel Nome del Signore Gesù Cristo.

on 05/16/20 alle ore 22:41:17, Marmar wrote:
http://www.marmari.org/apocalisse-037/pers&int/14-donna/005.htm

Ho letto il tuo studio che è molto interessante e utile perché esamina le diverse ipotesi e mi ha fatto pensare che la donna vestita di sole rappresenta sia Israele che la chiesa, infatti in Efesini 2:14 vediamo che Gesù dei due popoli ne ha fatto uno solo.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Robby71 il 17.05.2020 alle ore 10:03:20

on 05/17/20 alle ore 08:10:36, New wrote:
Per me il compimento di Genesi 3:15 è in Romani 16:20, quindi è la Chiesa, che è il corpo di Cristo, a schiacciare la testa al serpente nel Nome del Signore Gesù Cristo.

Tuttavia è proprio Romani 16.20 che ci dice che sarà Il Dio della pace a stritolare satana...La chiesa non è Dio mentre Gesù invece è Pace ed essendo Dio di conseguenza è lui ad essere il Dio della pace.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Robby71 il 17.05.2020 alle ore 11:04:34

on 05/16/20 alle ore 22:41:17, Marmar wrote:
Secondo me (e non solo) le cose stanno così:

http://www.marmari.org/apocalisse-037/pers&int/14-donna/005.htm

Interessante esposizione. Quello che ho notato è che parti da un presupposto cronologico perchè analizzi il contesto temporale del capitolo precedente.
Non so se hai guardato il video che ho postato ultimamente sul forum (non ricordo in quale sezione) comunque, per quanto riguarda questi "inserimenti" che si trovano sparsi nella cronologia degli eventi apocalittici del libro, è curioso prima di tutto notare che non sono casuali ma schematici. E questi inserimenti, a volte parlano di quello che avviene dietro le quinte, a volte fanno una sorta di "flashback" al passato, e a volte dei "flash forward" con visioni nel futuro. Costruendo l'interpretazione del capitolo 12  sulla base di questa analisi si ottengono dei dettagli diversi dal tuo studio anche se alla fine la sostanza per il credente cambia poco o niente.
Fatta questa premessa, la divisione in 3 sezioni dei versetti che vanno da 1al 18 è possibile dividerla se vuoi anche in questo modo:

Prima sezione (passato):
1 Poi un grande segno apparve nel cielo:
una donna rivestita del sole, con la luna sotto i piedi e una corona di dodici stelle sul capo. 2 Era incinta, e gridava per le doglie e il travaglio del parto.


Qui potrebbe essere Israele durante la situazione precaria sotto l'impero romano che partorisce il Savatore del mondo.


Seconda sezione (passato/presente):  
3 Apparve ancora un altro segno nel cielo:
ed ecco un gran dragone rosso, che aveva sette teste e dieci corna e sulle teste sette diademi. 4 La sua coda trascinava la terza parte delle stelle del cielo e le scagliò sulla terra.

Qui racconta della caduta di satana per passare poi alla spiegazione sulle sue intenzioni quando il Signore Gesù venne al mondo, infatti prosegue parlando sempre del dragone e dice quello che effettivamente è avvenuto dopo la nascita di Cristo con la strage degli innocenti :
[/i]Il dragone si pose davanti alla donna che stava per partorire, per divorarne il figlio, non appena l'avesse partorito.[/i]

Terza sezione (presente/futuro):
Qui ora spiega quale sarà il compito finale che avrà quel figlio partorito che è sempre Gesù Cristo e della sua ascensione davanti agli apostoli:
5 Ed ella partorì un figlio maschio, il quale deve reggere tutte le nazioni con una verga di ferro;
e il figlio di lei fu rapito vicino a Dio e al suo trono.

Ora la visione ritorna ad occuparsi della donna (I 144mila d'Israele) che durante la tribolazione fuggirà nel deserto nella zona di Moab:

6 Ma la donna fuggì nel deserto, dove ha un luogo preparato da Dio, per esservi nutrita per milleduecentosessanta giorni.

Tra le tante di versioni in circolo questa l'ho trovata soddisfacente.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di New il 17.05.2020 alle ore 11:46:55

on 05/17/20 alle ore 10:03:20, Robby71 wrote:
Tuttavia è proprio Romani 16.20 che ci dice che sarà Il Dio della pace a stritolare satana...La chiesa non è Dio mentre Gesù invece è Pace ed essendo Dio di conseguenza è lui ad essere il Dio della pace.

Il Dio della pace stritolerà presto Satana sotto i vostri piedi. La grazia del Signore nostro Gesù Cristo sia con voi. - Romani 16:20

Certo che è Dio a stritolare Satana e lo fa attraverso noi che lo schiacciamo sotto i nostri piedi. E' ovvio che la chiesa non è Dio, ma la chiesa, ossia noi, deve agire nel Nome del Signore.

.... nel nome mio scacceranno i demòni .... - Marco 16:17

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Robby71 il 17.05.2020 alle ore 13:44:39

on 05/17/20 alle ore 11:46:55, New wrote:
Il Dio della pace stritolerà presto Satana sotto i vostri piedi. La grazia del Signore nostro Gesù Cristo sia con voi. - Romani 16:20

Certo che è Dio a stritolare Satana e lo fa attraverso noi che lo schiacciamo sotto i nostri piedi. E' ovvio che la chiesa non è Dio, ma la chiesa, ossia noi, deve agire nel Nome del Signore.

.... nel nome mio scacceranno i demòni .... - Marco 16:17

Per come intendo il versetto, nella analisi logica della frase il soggetto che stritola il serpente è "il Dio della pace" che come abbiamo detto è nella figura di Gesù, è Lui infatti che lo ha vinto sulla croce, che poi noi come chiesa, stando in Cristo, ed essendo vittoriosi con Lui, riceviamo il potere di tenere satana sotto i nostri piedi non cambia il fatto che chi ha stritolato satana, sia Cristo.
Non so se sono riuscito a far passare quello che intendo dire 😅



Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 17.05.2020 alle ore 14:07:29

on 05/17/20 alle ore 11:04:34, Robby71 wrote:
Interessante esposizione. Quello che ho notato è che parti da un presupposto cronologico perchè analizzi il contesto temporale del capitolo precedente.
Non so se hai guardato il video che ho postato ultimamente sul forum (non ricordo in quale sezione) comunque, per quanto riguarda questi "inserimenti" che si trovano sparsi nella cronologia degli eventi apocalittici del libro, è curioso prima di tutto notare che non sono casuali ma schematici. E questi inserimenti, a volte parlano di quello che avviene dietro le quinte, a volte fanno una sorta di "flashback" al passato, e a volte dei "flash forward" con visioni nel futuro. Costruendo l'interpretazione del capitolo 12  sulla base di questa analisi si ottengono dei dettagli diversi dal tuo studio anche se alla fine la sostanza per il credente cambia poco o niente.
Fatta questa premessa, la divisione in 3 sezioni dei versetti che vanno da 1al 18 è possibile dividerla se vuoi anche in questo modo:

Prima sezione (passato):
1 Poi un grande segno apparve nel cielo:
una donna rivestita del sole, con la luna sotto i piedi e una corona di dodici stelle sul capo. 2 Era incinta, e gridava per le doglie e il travaglio del parto.


Qui potrebbe essere Israele durante la situazione precaria sotto l'impero romano che partorisce il Savatore del mondo.


Seconda sezione (passato/presente):  
3 Apparve ancora un altro segno nel cielo:
ed ecco un gran dragone rosso, che aveva sette teste e dieci corna e sulle teste sette diademi. 4 La sua coda trascinava la terza parte delle stelle del cielo e le scagliò sulla terra.

Qui racconta della caduta di satana per passare poi alla spiegazione sulle sue intenzioni quando il Signore Gesù venne al mondo, infatti prosegue parlando sempre del dragone e dice quello che effettivamente è avvenuto dopo la nascita di Cristo con la strage degli innocenti :
[/i]Il dragone si pose davanti alla donna che stava per partorire, per divorarne il figlio, non appena l'avesse partorito.[/i]

Terza sezione (presente/futuro):
Qui ora spiega quale sarà il compito finale che avrà quel figlio partorito che è sempre Gesù Cristo e della sua ascensione davanti agli apostoli:
5 Ed ella partorì un figlio maschio, il quale deve reggere tutte le nazioni con una verga di ferro;
e il figlio di lei fu rapito vicino a Dio e al suo trono.

Ora la visione ritorna ad occuparsi della donna (I 144mila d'Israele) che durante la tribolazione fuggirà nel deserto nella zona di Moab:

6 Ma la donna fuggì nel deserto, dove ha un luogo preparato da Dio, per esservi nutrita per milleduecentosessanta giorni.

Tra le tante di versioni in circolo questa l'ho trovata soddisfacente.



Se esaminiamo i commenti rabbinici dell'antico testamento vediamo come tutte le interpretazioni venissero considerate valide, anche se erano in contrasto tra loro. Questo perché la scrittura viene mediata dalla nostra mente, e con quella compresa. L'importante è come dici tu, che poi, alla fine, si giunga ad uno stesso risultato, che è poi quello che la scrittura voleva rivelarci.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Robby71 il 17.05.2020 alle ore 14:31:30

on 05/17/20 alle ore 14:07:29, Marmar wrote:
Se esaminiamo i commenti rabbinici dell'antico testamento vediamo come tutte le interpretazioni venissero considerate valide, anche se erano in contrasto tra loro. Questo perché la scrittura viene mediata dalla nostra mente, e con quella compresa. L'importante è come dici tu, che poi, alla fine, si giunga ad uno stesso risultato, che è poi quello che la scrittura voleva rivelarci.

:good: :friends: :good:

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di New il 17.05.2020 alle ore 15:24:52

on 05/17/20 alle ore 13:44:39, Robby71 wrote:
il soggetto che stritola il serpente è "il Dio della pace" che come abbiamo detto è nella figura di Gesù

Certo, è sempre DIO che agisce perché in Lui è la potenza, ma come agisce? Agisce attraverso noi che siamo Suo strumento, infatti i piedi sono i nostri.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Robby71 il 17.05.2020 alle ore 15:35:57

on 05/17/20 alle ore 15:24:52, New wrote:
Certo, è sempre DIO che agisce perché in Lui è la potenza, ma come agisce? Agisce attraverso noi che siamo Suo strumento, infatti i piedi sono i nostri.

Si, può essere visto anche in questo modo. Tenendo questa versione e tornando al versetto in Genesi, come intendi poi le parole riguardanti il serpente che ferisce il calcagno?

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di New il 17.05.2020 alle ore 18:03:00

on 05/17/20 alle ore 15:35:57, Robby71 wrote:
come intendi poi le parole riguardanti il serpente che ferisce il calcagno?

Io porrò inimicizia fra te e la donna, e fra la tua progenie e la progenie di lei; questa progenie ti schiaccerà il capo e tu le ferirai il calcagno». - Genesi 3:15

Dio ha posto inimicizia tra il serpente ed Eva perché prima della caduta non c'era inimicizia e l'inimicizia da allora c'è sempre stata tra il serpente e la discendenza di Eva ossia dei credenti sia Ebrei dell'A.T. sia dei cristiani del N.T. delle varie chiese che si sono succedute nei secoli. Il serpente ferisce il calcagno perché è il punto più facile da colpire, infatti il diavolo colpisce nel punto debole.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Robby71 il 17.05.2020 alle ore 21:33:12

on 05/17/20 alle ore 18:03:00, New wrote:
Io porrò inimicizia fra te e la donna, e fra la tua progenie e la progenie di lei; questa progenie ti schiaccerà il capo e tu le ferirai il calcagno». - Genesi 3:15

Dio ha posto inimicizia tra il serpente ed Eva perché prima della caduta non c'era inimicizia e l'inimicizia da allora c'è sempre stata tra il serpente e la discendenza di Eva ossia dei credenti sia Ebrei dell'A.T. sia dei cristiani del N.T. delle varie chiese che si sono succedute nei secoli. Il serpente ferisce il calcagno perché è il punto più facile da colpire, infatti il diavolo colpisce nel punto debole.

Si, anche questa può essere un interpretazione  da tenere in considerazione. Con questo tipo di interpretazione credo fili liscio anche l'esposizione linkata da Marmar. Se ho capito bene la donna è una figura ibrida che cambia nel tempo diventando "sposa" nel periodo della chiesa per ritornare "donna" quando fugge nel deserto e infine tornare sposa definitiva di Cristo. In sintesi, "il popolo di Dio" come citato nel link di Marmar.
Se invece (come ho tradotto da un altra esposizione con la quale concordo), il versetto di Genesi lo interpretiamo vedendo nella stirpre della donna solo la figura di Gesù Cristo e nel morso del serpente al calcagno, ci vediamo
profeticamente l'atto della crocifissione durante la quale sono stati anche fatti passare i chiodi attraverso il calcagno del Signore Gesù, allora in quel caso la donna potrebbe anche non essere vista come figura ibrida ma la si può tenere distinta dalla sposa come ho esposto precedentemente.
Comunque alla fine, come ho già detto, in entrambi i casi per noi credenti non cambia il risultato finale.  :friends:

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 18.05.2020 alle ore 09:08:21
...E se l'empio di 2 Ts 2, fosse un anticristo visto da un'angolazione un po' diversa?

Si tratta di un personaggio o di una categoria di persone? L'uomo scientifico, quello che eleva la sua propria dottrina a livello di salvatrice dell'umanità ed a speranza del futuro. Quello che ha fede unicamente nella scienza per  risolvere tutti i problemi, prevedendo un futuro radioso: può essere l'uomo di cui parla Paolo? Se così fosse è già da tempo seduto nel tempio di Dio mostrando unicamente l'uomo come redentore e messia, poiché la scienza è solo un prodotto mondano fallace, mancante, incompleto come lo è il sei rispetto al sette, che se lo si pone a livello divino deve essere ripetuto tre volte. Niente è più apostata dell'uomo posto a salvezza di se stesso, e come tale autore dell'abolizione di ogni altro sacrificio ed offerta.

Chissà.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di New il 18.05.2020 alle ore 09:48:57

on 05/18/20 alle ore 09:08:21, Marmar wrote:
Si tratta di un personaggio o di una categoria di persone?

Per una risposta sicura, a mio avviso, bisognerebbe fare una profonda esegesi di questi versetti:

Ragazzi, è l'ultima ora. Come avete udito, l'anticristo deve venire, e di fatto già ora sono sorti molti anticristi. Da ciò conosciamo che è l'ultima ora. - 1Giovanni 2:18

Chi è il bugiardo se non colui che nega che Gesù è il Cristo? Egli è l'anticristo, che nega il Padre e il Figlio. - 1Giovanni 2:22

e ogni spirito che non riconosce pubblicamente Gesù, non è da Dio, ma è lo spirito dell'anticristo. Voi avete sentito che deve venire; e ora è già nel mondo. - 1Giovanni 4:3

Poiché molti seduttori sono usciti per il mondo, i quali non riconoscono pubblicamente che Gesù Cristo è venuto in carne. Quello è il seduttore e l'anticristo. - 2Giovanni 7

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Ghiza1 il 18.05.2020 alle ore 20:40:55

on 05/17/20 alle ore 11:46:55, New wrote:
Il Dio della pace stritolerà presto Satana sotto i vostri piedi. La grazia del Signore nostro Gesù Cristo sia con voi. - Romani 16:20

Certo che è Dio a stritolare Satana e lo fa attraverso noi che lo schiacciamo sotto i nostri piedi. E' ovvio che la chiesa non è Dio, ma la chiesa, ossia noi, deve agire nel Nome del Signore.

.... nel nome mio scacceranno i demòni .... - Marco 16:17


Non sono daccordo perche i santi noi saremo dati nella mano del picolo corno per 1260 giorno


Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 18.05.2020 alle ore 21:21:34
Ghiza1, vedo che sei nuovo. Ti sei presentato? Se non lo hai ancora fatto sarebbe bello che tu aprissi un thread su "benvenuti", così da conoscersi meglio. E' prassi.

Benvenuto tra noi.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di ester2 il 19.05.2020 alle ore 10:02:09

on 05/16/20 alle ore 10:59:55, Marmar wrote:
I re che combattono contro Israele potrebbero avere uno scopo analogo, se ipotizziamo un caos generalizzato globale che potrebbe spingere i banchieri sedicenti padroni del mondo, che essendo per la quasi totalità di stirpe ebraica, troverebbero rifugio proprio in Israele.

Contemporaneamente sul versante israeliano si compirebbe la distruzione dell'altra faccia della bestia, quella giudaico-sionista.

In uno scenario del genere le due bestie di Apocalisse sarebbero il potere massonico-gesuita, e quello giudaico-sionista.

Non fateci caso la mia fantasia galoppa, ma alcune volte ci sono andato piuttosto vicino. :-D :-D


Quella dei banchieri mi ricorda i Protocolli degli anziani di Sion, che è notoriamente un falso storico.

Perchè giudaico-sionista? Puoi spiegarti meglio?

Ci sono molti cristiani sionisti, in che senso usi il termine sionista nel contesto di questo argomento?



Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 19.05.2020 alle ore 10:34:10
Premetto che si tratta di qualcosa che è più o meno un gioco, ossia: "azzecca la fine".

Premesso questo, ciò di cui si sente spesso parlare sono le famiglie di origine ebraica che sono i gestori della finanza mondiale, tali: Rotschild, Rockfeller, Sassoon, e molti altri. Tali gruppi di potere sembra che si autodefiniscano "illuminati".

Sarebbero quelli.

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di ester2 il 19.05.2020 alle ore 16:24:25

on 05/19/20 alle ore 10:34:10, Marmar wrote:
Premetto che si tratta di qualcosa che è più o meno un gioco, ossia: "azzecca la fine".

Premesso questo, ciò di cui si sente spesso parlare sono le famiglie di origine ebraica che sono i gestori della finanza mondiale, tali: Rotschild, Rockfeller, Sassoon, e molti altri. Tali gruppi di potere sembra che si autodefiniscano "illuminati".

Sarebbero quelli.


Essere ebrei non significa necessariamente essere sionisti, ci sono ebrei che purtroppo sono antisionisti e comunque attenzione a fare queste affermazioni sugli ebrei che controllano il mondo con la finanza, che sono tipici di un complottismo e antisemitismo stucchevoli.


https://m.ilgiornale.it/news/politica/stereotipi-e-complotti-cos-i-grillini-cadono-nel-delirio-1633047.html

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 19.05.2020 alle ore 21:01:01
Non devi dirlo a me, io ho solo riportato un comune sentire, e poi non si tratta nemmeno di cosa seria, mi pareva fosse chiaro.

Ho amici ebrei con cui vado molto d'accordo, e con cui a volte si parla di cose simili, non pensavo potessero urtare la sensibilità di qualcuno.

Vorrà dire che se un giorno mi venisse in mente di scrivere qualcos'altro anche solo somigliante al precedente, prima lo sottoporrò al tuo esame.   ;-)

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Robby71 il 19.05.2020 alle ore 22:31:33

on 05/18/20 alle ore 09:08:21, Marmar wrote:
...E se l'empio di 2 Ts 2, fosse un anticristo visto da un'angolazione un po' diversa?

Si tratta di un personaggio o di una categoria di persone? L'uomo scientifico, quello che eleva la sua propria dottrina a livello di salvatrice dell'umanità ed a speranza del futuro. Quello che ha fede unicamente nella scienza per  risolvere tutti i problemi, prevedendo un futuro radioso: può essere l'uomo di cui parla Paolo? Se così fosse è già da tempo seduto nel tempio di Dio mostrando unicamente l'uomo come redentore e messia, poiché la scienza è solo un prodotto mondano fallace, mancante, incompleto come lo è il sei rispetto al sette, che se lo si pone a livello divino deve essere ripetuto tre volte. Niente è più apostata dell'uomo posto a salvezza di se stesso, e come tale autore dell'abolizione di ogni altro sacrificio ed offerta.

Chissà.

Sono d'accordo sul fatto che possa trattarsi di un uomo che usi la scienza e il mondo scientifico come soluzione dei problemi dell'umanità. Ma da quanto è scritto in 2. Te 2,  dovrebbe trattarsi comunque sempre di una singola persona, che dovrebbe sedersi nel tempio futuro di Gerusalemme. Le abominazioni dovrebbero essere 2. una statua nel tempio capace di far scendere il fuoco (grazie alla scienza?) e appunto quest'uomo che si siederà nel tempio e farà cessare i sacrifici. Quindi, per far cessare i sacrifici, si può ipotizzare che: o sarà qualcuno che non approva la legge ebraica, o che non è approvato dalla classe sacerdotale. Tuttavia, penso che per essere lui l'anticristo, allora questo significa che riuscirà a far credere che lui sia il Messia promesso perchè da quanto è scritto, ne sedurrà molti. Perciò probabilmente riuscirà a sedurre quelli che non sono stati rapiti e avevano sentito parlare di Cristo e i 2 terzi della popolazione ebraica.
Ovviamente tutto questo che ho scritto è sempre da prendere con le molle, ma è bello fantasticare
:-D

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 13.06.2020 alle ore 09:01:34
Continuiamo a fantasticare   :-D

Questo PDF è stato scritto per la comunità che frequento, nella quale condussi uno studio su Apocalisse, che è ancora in rete.

Qui riporto una ulteriore ipotesi sulle trombe e le coppe, che chissà che non sia di sprone a qualcun altro per ulteriori approfondimenti.

http://www.marmari.org/trombecoppe-3.pdf

Titolo: Re: In attesa del rapimento della Chiesa
Post di Marmar il 19.06.2020 alle ore 11:51:09
Intanto uniamoci al canto.   https://www.facebook.com/mary.grieco1/videos/860925103917552/UzpfSTEwMDAxMzM5NDM4Mjk1NDoxMDA1MTIwNjQzMjc3NzM5/


:-D  Siamo molti di più di quel che pensiamo.



Icons made by Freepik, Daniel Bruce, Scott de Jonge, Icomoon, SimpleIcon from www.flaticon.com is licensed by CC BY 3.0
Powered by YaBB 1 Gold - SP 1.4 - Forum software copyright © 2000-2004 Yet another Bulletin Board