Ti senti solo? Benvenuto Visitatore. Fai Login o Registrati. RegolamentoLeggi il regolamento completo  RSSIscrizione feed RSS

Indice Indice   Help Help   Cerca Cerca   Utenti Utenti   Calendario Calendario   Login Login   Registrati Registrati

    
   I Forum di Evangelici.net
   Vita di chiesa e cammino cristiano
   Attualità a confronto con la Bibbia
(Moderatori: andreiu, ilcuorebatte, Marmar)
   La resa dell’Europa all’Islam
« Topic Precedente | Prossimo Topic »
Pagine: 1 2 3  ...  9 · vai in fondo · Rispondi Rispondi   Create+Poll Create+Poll   Abilita notifica Abilita notifica    Invia il Topic Invia il Topic    Stampa Stampa
   Autore  Topic: La resa dell’Europa all’Islam  (letto 8764 volte)
New
Membro familiare
****



Io posso ogni cosa in Cristo che mi fortifica

   


Posts: 3947
La resa dell’Europa all’Islam
« Data del Post: 04.05.2013 alle ore 12:09:53 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Due convertiti “eccellenti”: Magdi Cristiano Allam e Sam Solomon denunciano la resa dell’Europa all’islam  
 
http://ioamolitalia.it/eventi/due-convertiti-%E2%80%9Ceccellenti%E2%80%9 D-magdi-cristiano-allam-e-sam-solomon-denunciano-la-resa-dell%E2%80%99europa-all%E2%80%99islam.html
« Ultima modifica: 04.05.2013 alle ore 12:29:01 by New » Loggato
ester2
Membro familiare
****



Cosi' dice il Signore:"Io onoro quelli che mi onorano"    1Sam.2-30

   
E-Mail

Posts: 2119
Re: La resa del dell’Europa all’Islam
« Rispondi #1 Data del Post: 04.05.2013 alle ore 12:28:57 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Grazie per il link New  Sorriso  anche se ancora non l'ho letto, lo faccio subito.
 
Questa volta però non le faccio le sviolinate a Magdi  Sorridente  Vago
Loggato
New
Membro familiare
****



Io posso ogni cosa in Cristo che mi fortifica

   


Posts: 3947
Re: La resa dell’Europa all’Islam
« Rispondi #2 Data del Post: 04.05.2013 alle ore 12:35:07 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

E' uno dei coraggiosi che denunciano che siamo in Eurabia.
« Ultima modifica: 04.05.2013 alle ore 12:39:48 by New » Loggato
ester2
Membro familiare
****



Cosi' dice il Signore:"Io onoro quelli che mi onorano"    1Sam.2-30

   
E-Mail

Posts: 2119
Re: La resa dell’Europa all’Islam
« Rispondi #3 Data del Post: 04.05.2013 alle ore 12:44:40 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 04.05.2013 alle ore 12:35:07, New wrote:
E' uno dei coraggiosi che denunciano che siamo in Eurabia.

 
Si condivido  
 Sorriso
 
Proprio qui sulla mia scrivania ho il libro di Bat Ye'Or su quest'argomento: Eurabia.
Loggato
New
Membro familiare
****



Io posso ogni cosa in Cristo che mi fortifica

   


Posts: 3947
Re: La resa dell’Europa all’Islam
« Rispondi #4 Data del Post: 04.05.2013 alle ore 12:54:49 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

A mio avviso bisognerebbe riflettere anche sull'intervento di Sam Salomon che è un mussulmano convertito al Cristianesimo che ha detto:
 
“I mussulmani sono persone bisognose di amore e salvezza mentre l’islam è un’ideologia. I mussulmani possono quindi essere redenti, l’islam no.".  
« Ultima modifica: 04.05.2013 alle ore 17:30:05 by New » Loggato
alle
Admin
*****




"Se perseverate nella mia parola ..." Giov 8:31

   


Posts: 17739
Re: La resa dell’Europa all’Islam
« Rispondi #5 Data del Post: 04.05.2013 alle ore 19:38:22 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 04.05.2013 alle ore 12:54:49, New wrote:
A mio avviso bisognerebbe riflettere anche sull'intervento di Sam Salomon che è un mussulmano convertito al Cristianesimo che ha detto:
 
“I mussulmani sono persone bisognose di amore e salvezza mentre l’islam è un’ideologia. I mussulmani possono quindi essere redenti, l’islam no.".  

Poche parole dense di significato  Buono!
Loggato

" Io sono con voi tutti i giorni, sino alla fine dell'età presente ".
(Gesù, in Matteo 28:20)
kosher
Membro familiare
****




Neve Shalom Wahat al-Salam

   


Posts: 423
Re: La resa dell’Europa all’Islam
« Rispondi #6 Data del Post: 05.05.2013 alle ore 10:30:42 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Francesco Maggio, collaboratore dell’Associazione MeTA Onlus, evidenziando la volontà di taluni di smussare aree di conflittualità teologica tra islam e cristianesimo, ha menzionato il documento “Common Word”, redatto nel 2007 da 138 tra i più eminenti rappresentanti dell’islam a livello mondiale e inviata a papa Benedetto XVI e alle chiese del mondo per promuovere la comprensione tra le fedi. “Il documento  - ha affermato Maggio - parte dal presupposto che se i cristiani e mussulmani non sono in pace, il mondo non può essere in pace e che in gioco c’è la sopravvivenza del mondo. La proposta di pace che avanzano prende spunto dalla sura 3:64 del corano. In essa si chiede di accettare il monoteismo islamico, smussando la visione cristiana di Dio e di Cristo. Si esortano le popolazioni del libro a non adorare nessuno se non Allah e a non associare erroneamente Cristo ad Allah. Si chiede così di respingere la divinità di Cristo, rinnegandolo come salvatore.”
 
I cristiani non devono assolutamente respingere la divinità di Cristo, questo va detto ai musulmani, agli induisti, al confucianesimo, ai buddisti e deve essere ribadito, con forza, alla pericolosissima “deriva giudaizzante” ( i nemici acerrimi di Paolo ) dell’evangelo, molto più pericolosa – soprattutto perché si insinua all’interno - secondo me, per il Cristianesimo, di qualsiasi religione mondiale.  
 
I contenuti di tale documento sono stati esposti da Leonardo De Chirico, Vice Presidente di Alleanza Evangelica Italiana, affermando la fede in di Dio Padre, Figlio e Spirito Santo e respingendo l’idea che il Dio della Bibbia e l’Allah del Corano siano la stessa cosa vista sotto angolature differenti.
 
Sono assolutamente d’accordo, ma la fede nel Padre, nel Figlio e nello Spirito Santo distingue il Cristianesimo da qualsiasi religione, non solo l’Islam. Il Corano , per esempio, non mi pare offenda Gesù come invece fa il Talmud. Il cristianesimo è una religione diversa da tutte, e sottolineo tutte, le altre, perché in tutte le altre c’è un Dio che viene cercato dagli uomini, mentre nel Cristianesimo è Dio che, avendo creato gli uomini, li cerca e soprattutto li vuole salvare.  E pur di salvarli decide, addirittura, che il Figlio unigenito si faccia uomo per annunciare loro il suo messaggio di verità, giustizia, libertà, di pace, di fede, speranza, amore fraterno senza limiti che tutto dona e nulla chiede; prende su di sé i loro peccati e immola volontariamente la sua vita per la loro salvezza sul Calvario, soffrendo “come” il Servo, “da” Servo, e lasciandosi inchiodare sullo strumento di morte usato per i malfattori: la Croce.
 
“Io amo l’Italia” resta pur sempre un partito politico, mischiare il Cristianesimo e i suoi valori con la politica è un qualcosa che mi lascia perplesso, non condanno il soggetto politico, sia chiaro, ma vorrei ricordare al signor Allam che con tutto il rispetto per le sue idee la Costituzione Italiana, come diceva, giustamente, molti anni fa il mio professore di Diritto Pubblico  è la Costituzione più bella e democratica del mondo, ci vorrebbe solo una classe politica che  prima di essere in grado di applicarla dovrebbe quantomeno leggerla.    
Loggato

Dominus noster Iesus Christus, Deus unigenitus, primogenitus totius creationis.
Papia 85
Membro familiare
****





   


Posts: 371
Re: La resa dell’Europa all’Islam
« Rispondi #7 Data del Post: 05.05.2013 alle ore 12:06:39 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Vi consiglio la la lettura del libro di Sergio Yayha Pallavicini " dentro la moschea", Pallavicini, italo giapponese convertito all' Islam prende in questo libro il lettore per mano  facendolo viaggiare all' interno del mondo dell' Islam, dando il valore di essere Musulmani riscoprendo il valore delle benedizioni spirituali presenti sia all' interno dell' Islam che del Cristianesimo oltre all' Ebraismo e allo stesso tempo purificare l' Islam da particolarismi o interpretazioni grezze , aderire all' Islam non per negare il Cristianesimo ma per riscoprire le sorgenti di verità presenti in entrambi, interessanti le riflessioni dell' Imam Pallavicini  che guida  la C.O.R.E.I.S. , associazione che ha aperto riflessioni profonde sia a livello spirituale che sociale e culturale sulla presenza dell' Islam in Europa.
Loggato

Prometeo
New
Membro familiare
****



Io posso ogni cosa in Cristo che mi fortifica

   


Posts: 3947
Re: La resa dell’Europa all’Islam
« Rispondi #8 Data del Post: 05.05.2013 alle ore 17:21:27 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 05.05.2013 alle ore 10:30:42, kosher wrote:
Sono assolutamente d’accordo, ma la fede nel Padre, nel Figlio e nello Spirito Santo distingue il Cristianesimo da qualsiasi religione, non solo l’Islam.

Questo è ovvio e nessuno l'ha negato, ma vedi quella denuncia riguardava in particolare la resa dell'Europa all'Islam perché l'Islam avanza in modo impressionante e sono d'accordo con quello che hanno detto Francesco Maggio, Magdi Cristiano Allam, Sam Solomon e anche il Pastore Roberto Mazzeschi di Alleanza Evangelica Italiana.
Insomma il pericolo c'è, per esempio se leggi quest'articolo vedi che la sharia viene applicata ampiamente in Gran Bretagna tutti i giorni:

 
http://www.tempi.it/la-sharia-viene-applicata-ampiamente-in-gran-bretagn a-tutti-i-giorni#.UYZ1ar3y-So
 
« Ultima modifica: 05.05.2013 alle ore 19:32:29 by New » Loggato
ester2
Membro familiare
****



Cosi' dice il Signore:"Io onoro quelli che mi onorano"    1Sam.2-30

   
E-Mail

Posts: 2119
Re: La resa dell’Europa all’Islam
« Rispondi #9 Data del Post: 06.05.2013 alle ore 11:00:27 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 04.05.2013 alle ore 12:54:49, New wrote:
A mio avviso bisognerebbe riflettere anche sull'intervento di Sam Salomon che è un mussulmano convertito al Cristianesimo che ha detto:
 
“I mussulmani sono persone bisognose di amore e salvezza mentre l’islam è un’ideologia. I mussulmani possono quindi essere redenti, l’islam no.".  

 
Sono pienamente d'accordo. Noi non odiamo le persone, piuttosto annunciamo loro la Verità che li rende uomini e donne liberi.
 
Il buonismo è "amore" taroccato, fa più male che bene.
Loggato
kosher
Membro familiare
****




Neve Shalom Wahat al-Salam

   


Posts: 423
Re: La resa dell’Europa all’Islam
« Rispondi #10 Data del Post: 07.05.2013 alle ore 09:46:43 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 05.05.2013 alle ore 17:21:27, New wrote:

Questo è ovvio e nessuno l'ha negato, ma vedi quella denuncia riguardava in particolare la resa dell'Europa all'Islam perché l'Islam avanza in modo impressionante e sono d'accordo con quello che hanno detto Francesco Maggio, Magdi Cristiano Allam, Sam Solomon e anche il Pastore Roberto Mazzeschi di Alleanza Evangelica Italiana.
Insomma il pericolo c'è, per esempio se leggi quest'articolo vedi che la sharia viene applicata ampiamente in Gran Bretagna tutti i giorni:

 
http://www.tempi.it/la-sharia-viene-applicata-ampiamente-in-gran-bretagn a-tutti-i-giorni#.UYZ1ar3y-So
 

 
Caro New, gli integralismi e i fondamentalismi, di qualsiasi religione, provocano danni, spesso, irreparabili per le persone investite da tali fanatismi, il fondamentalismo Islamico è terribile, è un dato innegabile. Ma esaminiamo l’argomento dal punta di vista pratico e soprattutto dei fatti reali e non di pseudoteorie  partorite da chi, non voglio usare la parola odio, non ama la cultura Araba in generale che, è giusto ribadirlo, non è solo integralismo e fondamentalismo, ma è una cultura millenaria patrimonio della civiltà mondiale.  
 
1) Dal punto di vista politico c’è pericolo?
 
● I Bin Laden, i Saddam Hussein, i Gheddafi, sono criminali creati ad hoc dall’asse dominante in occidente dal dopoguerra in poi, questo lo sanno tutti.
 
●  La Francia controlla politicamente e militarmente molti paesi a maggioranza Islamica, Inghilterra (forse il più grande Paese colonizzatore a livello mondiale) e Olanda (in Sud Africa) idem ,  spesso e volentieri le guerre che si scatenano in tali zone sono provocate da criminali dittatori messi lì dai governi dominanti.
 
● Inoltre, il fondamentalismo islamico è al governo in tutti i Paesi Arabi? Assolutamente no!!! Certo la democrazia che abbiamo noi in Europa è lontana anni luce dalle Costituzioni di Paesi come l’Egitto, la Turchia, la Tunisia, ma in questi Paesi non si può certo parlare di mufti o di califfi al potere. La Turchia poi, un tempo Pese guida della fratellanza islamica, non aspetta altro che Israele e l'occidente attacchino Siria ed Iran per assumere il potere ed essere l'unico interlocutore dell'occidente in Medio Oriente.
 
2) Dal punto di vista della fede c’è pericolo?
 
● Gli ultimi vent’anni hanno dimostrato che gli Europei medi sono molto di più affascinati dalla new age e dalla spiritualità buddista che non dall'Islam, cristiani o occidentali in genere  che si convertono ad una religione radicale come l’Islam sono pochissimi. Proprio tu hai postato un articolo in cui si parla di migliaia di musulmani che si convertono al Cristianesimo - Gloria a Dio - e poi parli di pericolo per la fede?
 
● Come si fa a parlare di Eurabia e di Islamizzazione dei Paesi Europei quando le uniche leggi (inconcepibili per una religione fondamentalista) a cui si pensa sono l’istituzionalizzazione delle coppie gay.  Zapatero in Spagna, Holland in Francia, Belgio e  Olanda (Canada e Stati Uniti in America)  già da svariati anni pensano e talvolta approvano leggi che istituzionalizzano non solo i matrimoni gay ma finanche  il diritto d’adozione, per queste coppie, di bambini. Paesi sotto uno pseudo dominio islamico approverebbero leggi del genere?
 
● La salvezza è un aspetto che hanno tutte le religioni ed essa è la meta sperata dai credenti di qualsiasi fede, ma la salvezza attraverso la redenzione - nel caso del Cristianesimo grazie al sacrificio del Cristo Redentore – è presente solo ed esclusivamente nella religione cristiana. Buddha, Mosè, Confucio, Muhammad, non sono redentori, sono legislatori, maestri, profeti, saggi, ma non sono redentori come invece è stato Cristo Gesù, pertanto, dal punto di vista della fede cristiana, se c’è un pericolo per il cristiano è un pericolo che riguarda la conversione a qualsiasi altra religione o credo non solo all’Islam.
 
Loggato

Dominus noster Iesus Christus, Deus unigenitus, primogenitus totius creationis.
New
Membro familiare
****



Io posso ogni cosa in Cristo che mi fortifica

   


Posts: 3947
Re: La resa dell’Europa all’Islam
« Rispondi #11 Data del Post: 07.05.2013 alle ore 15:35:00 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 07.05.2013 alle ore 09:46:43, kosher wrote:
cultura millenaria patrimonio della civiltà mondiale.

E' vero caro Kosher, basta ricordare che furono proprio gli Arabi a ricostruire la geometria, ad introdurre nella matematica le cifre arabe del sistema decimale, a dare sviluppo all’algebra ed impulso all’astronomia moderna che usa ancora i loro termini di zenit, nadir, azimut; hanno prodotto stupende decorazioni non figurative a base di fantasiosi arabeschi e di policromie, ecc. ecc.
Ma il problema è che l’islam ha ottenuto tante conversioni con la forza e ha tracciato una precisa distinzione fra fedeli e non fedeli e le nazioni in cui l’islamismo è religione di stato sono sottoposte alla legge della sharia che è espressione del diritto islamico.
 
Leggi quest'articolo di Dave Hunt "L'ISLAM ED IL VANGELO" pubblicato nel sito cristiano "Apocalypse soon" che ci dà un quadro, che pochi conoscono, della generale intolleranza religiosa nei paesi musulmani. Poiché l’articolo è piuttosto lungo incollo solo questa parte dal sito:

 
http://www.apocalypsesoon.org/I/i-xfile-33.html  
 
La Cortina islamica che separa le nazioni mussulmane dal resto del mondo non è impenetrabile come lo era la Cortina di ferro, ma chi ha sentito una sola parola dai media su di essa? In Arabia Saudita, per esempio, vi è un completo black-out al riguardo dei cristiani; una persona non può addirittura andare in giro con una Bibbia in mano o fare degli studi biblici privati nelle proprie case. Persino nell'ambasciata, sulla quale sventola la bandiera americana, i culti della chiesa cristiana sono banditi. In Arabia Saudita e in alcune altre nazioni mussulmane è ufficialmente prevista la pena di morte (e non ufficialmente in tutte le altre nazioni mussulmane) per i mussulmani che si convertono ad altre religioni.  
 
 Solo i mussulmani possono essere cittadini dell'Arabia Saudita. Anche nelle nazioni arabe nelle quali la legge islamica (shari'a) non viene imposta dal governo, l'influenza dell'Islam preclude la libertà di parola, di stampa, di religione e coscienza. Nei territori dell'OLP, gli arabi cristiani, che in passato avevano libertà sotto Israele, ora soffrono persecuzioni, imprigionamenti e morte a motivo della loro fede. Neppure l'ONU o i nostri governi protestano contro questa oppressione della cortina islamica.  
 
 I mussulmani costruiscono moschee e offrono la loro adorazione in libertà nei paesi occidentali, ma nelle loro nazioni essi negano questa libertà agli altri. Invece di portare a galla questa ipocrisia, i media fanno in modo di coprirla. Un autore mediorientale scrisse che neppure il comunismo è mai stato tanto antagonistico nei confronti della fede cristiana quanto l'Islam....Nella Cina comunista odierna, il Cristianesimo è in continua crescita. Ma la confessione di Cristo da parte di una persona nativa in una nazione islamica viene ancora considerata come alto tradimento. Neppure una chiesa ufficiale, che sarebbe stata permessa anche dai governi comunisti, non è tollerata. (G.J.O. Moshay, Who Is This Allah? Dorchester, 1994, p. 111).
« Ultima modifica: 07.05.2013 alle ore 16:57:50 by New » Loggato
Giamba
Admin
*****





   
E-Mail

Posts: 3915
Re: La resa dell’Europa all’Islam
« Rispondi #12 Data del Post: 09.05.2013 alle ore 13:01:40 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Sono d'accordo con quello che scrive Kosher in linea di massima. E' vero che l'Islam, nella concezione più diffusa, è una religione di conquista, di espansione.  
Però bisogna considerare due fatti molto importati:  
1) analogamente a quanto avviene in altri contesti religiosi, esiste nell'Islam una grande massa di non praticanti, di islamici per nascita e non per convinzione, che non hanno alcuna intenzione di imporre una religione nella quale, fondamentalmente, non credono nemmeno loro se non per tradizione;
2) questo si riflette anche nell'immigrazione, molti islamici hanno trovato una libertà in Europa impensabile nei loro paesi, e non penso che sarebbero contenti se la perdessero di nuovo.
Non parlo ovviamente della libertà di religione, la quale, per mia convinzione personale, deve essere concessa a tutte le fedi in ugual misura. Parlo appunto della libertà di vivere senza ayatollah o guide religiose che impongano comportamenti non condivisi. E questo vale sopratutto per gli immigrati di seconda generazione, i quali preferiscono vivere secondo il modello occidentale, con tutti i suoi pregi e difetti, che non secondo quello tradizionale islamico.
Inoltre, io penso che dovremmo cercare di avere un atteggiamento più coerente verso la "libertà" che c'è in occidente. Quando la si vuole usare per cose che non condividiamo diciamo che c'è troppa libertà, quando fiutiamo il "pericolo islamico" ci schieriamo a favore della libertà dell'occidente, dimenticando che su certi temi siamo molto più d'accordo con gli islamici che non con la cultura occidentale.
Loggato

Dai manichei che ti urlano "o con noi o traditore!", libera nos Domine!
ester2
Membro familiare
****



Cosi' dice il Signore:"Io onoro quelli che mi onorano"    1Sam.2-30

   
E-Mail

Posts: 2119
Re: La resa dell’Europa all’Islam
« Rispondi #13 Data del Post: 27.05.2013 alle ore 09:27:16 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

http://ioamolitalia.it/blogs/verita-e-rivoluzione/la-violenza-islamica-d ilaga-in-europa-la-verita-dell-ideologia-totalitaria-e-liberticida.html
Loggato
Sandro_48
Membro familiare
****




W questo FORUM!!!

   
WWW   

Posts: 1874
Re: La resa dell’Europa all’Islam
« Rispondi #14 Data del Post: 27.05.2013 alle ore 09:56:47 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Allora non è vero quello che afferma la Teologia Cristiana :
 
che Dio è Signore della  Storia.
 
Perchè se lo fosse davvero:
 
1° non avrebbe permesso  Aschwitz
 
2° non permetterebbe che l' Europa diventi Islamica.
 
 Aiuto!
Loggato

http://studiandolateologia.ning.com
http://consulenzaebraica.forumfree.it
http://forumbiblico.forumfree.it
http://ebreieisraele.forumfree.it
Pagine: 1 2 3  ...  9 · torna su · Rispondi Rispondi   Create+Poll Create+Poll   Abilita notifica Abilita notifica    Invia il Topic Invia il Topic    Stampa Stampa

« Topic Precedente | Prossimo Topic »
Icons made by Freepik, Daniel Bruce, Scott de Jonge, Icomoon, SimpleIcon from www.flaticon.com is licensed by CC BY 3.0
Powered by YaBB 1 Gold - SP 1.4 - Forum software copyright © 2000-2004 Yet another Bulletin Board

    
Copyright e condizione di riproduzione evangelici.net è un sito di Teknosurf.it srl - P.IVA: 01264890052
Il materiale presente in questa pagina si può ripubblicare liberamente ma solo a queste condizioni.
Sono molto gradite donazioni via Paypal, che ci permetteranno di fare di più e meglio. | Contatti