Ti senti solo? Benvenuto Visitatore. Fai Login o Registrati. RegolamentoLeggi il regolamento completo  RSSIscrizione feed RSS

Indice Indice   Help Help   Cerca Cerca   Utenti Utenti   Calendario Calendario   Login Login   Registrati Registrati

    
   I Forum di Evangelici.net
   Vita di chiesa e cammino cristiano
   Attualità a confronto con la Bibbia
(Moderatori: andreiu, ilcuorebatte, Marmar)
   No alla festa di halloween!
« Topic Precedente | Prossimo Topic »
Pagine: 1 2 3 4 5  ...  7 · vai in fondo · Rispondi Rispondi   Create+Poll Create+Poll   Abilita notifica Abilita notifica    Invia il Topic Invia il Topic    Stampa Stampa
   Autore  Topic: No alla festa di halloween!  (letto 7548 volte)
New
Membro familiare
****



Io posso ogni cosa in Cristo che mi fortifica

   


Posts: 3947
Re: No alla festa di halloween!
« Rispondi #30 Data del Post: 26.11.2012 alle ore 18:46:20 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 26.11.2012 alle ore 15:15:36, claudio1964 wrote:
 A me piace un antico ministro di Dio che non aveva problemi ad andare in mezzo a Shamani e altro proprio perchè, diceva: "So a CHI appartengo e in CHI ho creduto".

E' vero che l'Evangelista non deve avere problemi ad andare anche dai pagani, però non ci va per condividere le loro pratiche pagane o per dire "andate pure avanti così",  ma per annunciare e glorificare la VERITA' e spiegare che quelle brutte pratiche pagane sono sbagliate e da non fare.
 
Dio dunque, passando sopra i tempi dell'ignoranza, ora comanda agli uomini che tutti, in ogni luogo, si ravvedano, perché ha fissato un giorno, nel quale giudicherà il mondo con giustizia per mezzo dell'uomo ch'egli ha stabilito, e ne ha dato sicura prova a tutti, risuscitandolo dai morti». - Atti 17:30-31
 
Basta con il tempo trascorso a soddisfare la volontà dei pagani vivendo nelle dissolutezze, nelle passioni, nelle ubriachezze, nelle orge, nelle gozzoviglie, e nelle illecite pratiche idolatriche. - 1Pietro 4:3
« Ultima modifica: 26.11.2012 alle ore 19:19:41 by New » Loggato
claudio1964
Membro
***



Gesù Cristo è lo stesso, ieri, oggi ,in eterno

   
E-Mail

Posts: 102
Re: No alla festa di halloween!
« Rispondi #31 Data del Post: 26.11.2012 alle ore 20:02:58 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 26.11.2012 alle ore 15:49:34, Franchina wrote:

 
non mi pare che Paolo andasse nei templi a mangiare carne sacrificata agli idoli, forse intendeva ben altro, nello scrivere ai corinzi.

 
Sorella se mi spieghi cosa intendesse Paolo, in 1 Corinzi 8 e 10, te ne sarei molto grato.
Grazie  Sorriso
Loggato

Abbiamo inoltre la parola profetica più salda: farete bene a prestarle attenzione, come a una lampada splendente in luogo oscuro, fino a quando spunti il giorno e la stella mattutina sorga nei vostri cuori.

2Pietro 1:19
claudio1964
Membro
***



Gesù Cristo è lo stesso, ieri, oggi ,in eterno

   
E-Mail

Posts: 102
Re: No alla festa di halloween!
« Rispondi #32 Data del Post: 26.11.2012 alle ore 20:16:35 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 26.11.2012 alle ore 18:46:20, New wrote:

E' vero che l'Evangelista non deve avere problemi ad andare anche dai pagani, però non ci va per condividere le loro pratiche pagane o per dire "andate pure avanti così",  ma per annunciare e glorificare la VERITA' e spiegare che quelle brutte pratiche pagane sono sbagliate e da non fare.
 
Dio dunque, passando sopra i tempi dell'ignoranza, ora comanda agli uomini che tutti, in ogni luogo, si ravvedano, perché ha fissato un giorno, nel quale giudicherà il mondo con giustizia per mezzo dell'uomo ch'egli ha stabilito, e ne ha dato sicura prova a tutti, risuscitandolo dai morti». - Atti 17:30-31
 
Basta con il tempo trascorso a soddisfare la volontà dei pagani vivendo nelle dissolutezze, nelle passioni, nelle ubriachezze, nelle orge, nelle gozzoviglie, e nelle illecite pratiche idolatriche. - 1Pietro 4:3

 
caro fratello, sono daccordo con te nel non vivere in dissolutezza, in orge, in ubriachezze e nelle pratiche idolatriche, su questo non ci piove, ma non credo che se, ad esempio, uno di noi va la sera di hallowyn a cena con degli amici che cristiani non sono, per forza si ubriachi, partecipi ad orge etc, e riaguardo l'idolatria penso (come pensava Paolo in 1 Corinzi cap 8 e cap. 10), che dipende dall'importanza che diamo noi a qualche cosa; e che se un cristiano non è debole nella fede (sempre a detta di paolo) l'idolo non è nulla. egli fa l'esempio che se qualcuno ti invita a casa sua ( o da un altra parte, è uguale) ed ha , ad esempio qualche cosa che lui pensa sia sacrificata agli idoli, ai demoni, il cristiano che non ha problemi di coscienza in quanto sa che per lui c'è un solo Dio, ne mangi senza problemi.  
 
" Mangiate di tutto ciò che si vende al macello senza fare alcuna domanda per motivo di coscienza, 26 perché «la terra e tutto ciò che essa contiene è del Signore». 27 Se qualche non credente vi invita e volete andarvi, mangiate di tutto ciò che vi è posto davanti senza fare alcuna domanda per motivo di coscienza. 28 Ma se qualcuno vi dice: «Questo fa parte delle cose sacrificate agli idoli», non ne mangiate, per riguardo a colui che vi ha avvertito e per motivo di coscienza, perché «la terra e tutto ciò che essa contiene è del Signore». 29 Or mi riferisco non alla tua coscienza, ma a quella dell'altro. Per qual motivo infatti sarebbe la mia libertà giudicata dalla coscienza di un altro? 30 Ma se prendo parte alle vivande con gratitudine, perché sarei biasimato per ciò di cui rendo grazie? 31 Sia dunque che mangiate, sia che beviate, sia che facciate alcun'altra cosa, fate tutte le cose alla gloria di Dio".  
 Questa si chiama Libertà in Cristo.  
 Diverso è il discorso se un cristiano crede che se ad esempio la sera di hallowyn pensa che uscire ed andare in un locale sia peccato, allora non andarci per riguardo a quel fratello o sorella; ma questo, d'altronde,è il pensiero dell'Apostolo.  
So per esperienza che, se ci mettiamo davanti alla parola,che è uno specchio, e vediamo che in questo caso siamo chiamati (per come la pensiamo) "deboli", possa dar noia ed irritare, ma la parola è data proprio per guardarsi e crescere, anche quando ci fa male
 
Certamente non dico di organizzare noi addirittura una festa del genere, non dico nemmeno di andarci e tantopiù di ubriacarsi e simili, ma nemmeno di dargli tanta importanza. Dio è al di sopra di OGNI cosa, hallowyn .
compreso e tutto Egli fa riuscire ai Suoi piani.  
 
Comunque ognuno è liberissimo di pensarla come vuole, ma la Parola è la Parola e non si può cambiare.
 
Pace
« Ultima modifica: 26.11.2012 alle ore 20:19:51 by claudio1964 » Loggato

Abbiamo inoltre la parola profetica più salda: farete bene a prestarle attenzione, come a una lampada splendente in luogo oscuro, fino a quando spunti il giorno e la stella mattutina sorga nei vostri cuori.

2Pietro 1:19
New
Membro familiare
****



Io posso ogni cosa in Cristo che mi fortifica

   


Posts: 3947
Re: No alla festa di halloween!
« Rispondi #33 Data del Post: 27.11.2012 alle ore 09:43:36 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Caro Claudio, dicendo di non andare a quella festa non si cambia mica la Parola di DIO, ma le si obbedisce, perché quella festa, anche se purtroppo viene presentata da molti come una innocua, è una pericolosissima festa del satanismo e dell'occultismo:
 
http://www.evantv.net/video/?dietro-le-maschere-di-halloween
 
E quale accordo fra Cristo e Beliar? O quale relazione c'è tra il fedele e l'infedele? - 2Corinzi 6:15
 
E perciò bisogna fare il proprio dovere di sentinella:
 
Ma se la sentinella vede venir la spada e non suona il corno, e il popolo non è stato avvertito, e la spada viene e porta via qualcuno di loro, questo sarà portato via per la propria iniquità, ma io domanderò conto del suo sangue alla sentinella". - Ezechiele 33:6  
« Ultima modifica: 27.11.2012 alle ore 09:53:55 by New » Loggato
claudio1964
Membro
***



Gesù Cristo è lo stesso, ieri, oggi ,in eterno

   
E-Mail

Posts: 102
Re: No alla festa di halloween!
« Rispondi #34 Data del Post: 27.11.2012 alle ore 10:56:10 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 27.11.2012 alle ore 09:43:36, New wrote:
Caro Claudio, dicendo di non andare a quella festa non si cambia mica la Parola di DIO, ma le si obbedisce, perché quella festa, anche se purtroppo viene presentata da molti come una innocua, è una pericolosissima festa del satanismo e dell'occultismo:
 
http://www.evantv.net/video/?dietro-le-maschere-di-halloween
 
E quale accordo fra Cristo e Beliar? O quale relazione c'è tra il fedele e l'infedele? - 2Corinzi 6:15
 
E perciò bisogna fare il proprio dovere di sentinella:
 
Ma se la sentinella vede venir la spada e non suona il corno, e il popolo non è stato avvertito, e la spada viene e porta via qualcuno di loro, questo sarà portato via per la propria iniquità, ma io domanderò conto del suo sangue alla sentinella". - Ezechiele 33:6  

 
Caro New, io non dico di andare alla festa (l'ho anche scritto) ma dico solo di non darle più importanza di quella che ha. Anche per Paolo non poteva esserci rapporto tra Cristo e Beliaar, come non ce n'era tra la Santa Cena e gli altari pagani (1 Cor. 10), eppure per lui "l'idolo è nulla", solo per chi è qualche cosa prende importanza.
 
Dici bene che se la sentinella vede venire la spada deve avvertire, ricordiamoci però che deve essere
 Sorridenteio a far vedere alla sentinella che la spada sta arrivando e non i propri pregiudizi e vedute, date da versi sparsi qua e la. Inoltre si deve essere stati fatti sentinelle, ne converrai come me; Ezechiele era un profeta.
 
Credo che il tema Biblico che più si avvicina al fatto di cui stiamo parlando sia 1 Corinzi 8, dato che anche li si parla di idoli, demoni e sacrifici fatti a loro.
Veniamo alla prima epistola ai Corinti. Apriamo il capo otto.  
L'occasione di quei capitoli fu una domanda rivolta a Paolo circa le cose sacrificate agli idoli. Si tenga a mente che nel divieto di atti 15, il primo comando fu di non usare le cose sacrificate agli idoli.  
 
L'occasione che ha dato luogo a quanto scritto, non è nata per le cose sacrificate agli idoli, bensi per le carni soffocate e per il sangue; ma potrebbe sorgere discussione anche intorno ai cibi offerti agli idoli, e, in alcuni luoghi, ci sono stati intoppi per erronea interpretazione della parola di Dio anche a questo punto.
 
Inoltre, siccome il comando fu dato nello stesso tempo e sotto lo stesso "[G]è parso a noi e allo Spirito Santo[/G]", così l'avere chiaro questo punto aiuta a capire l'altro.  
 
Siccome fu fatta questa richiesta a Paolo, vuol dire che nella chiesa di corinto c'erano di quelli che avevano conoscenza, e non avevano scrupolo alcuno di mangiare carne sacrificate agli idoli.; non erano loro a fare i sacrifici, ma si avvalevano della vendita a buon prezzo e le mangiavano.  
 
Alcuni si intoppavano, e quindi si rivolsero a Paolo per ammaestramento. A questo punto sorge spontanea la prima osservazione: Se Paolo avesse predicato il divieto di atti 15:29, e quel divieto fosse come uno statuto nella chiesa di Corinto, che bisogno c'era di domandare?  
 
E se anche avessero dimenticato, che bisogno aveva Paolo di rispondere tanto a lungo come fece, invece di dire che si attenessero a ciò che era già stato ordinato?  
E' chiaro dunque che di quel triplice divieto di atti 15:29 nella chiesa di Corinto [G]non[/G] c'era stata menzione.  
 
Si legga con attenzione tutto il capitolo, e si troverà che il mangiare quelle carni, non era in se peccato, eccetto che si fosse mangiato come per devozione all'idolo, il che è idolatria; ed eccetto che si fosse dato intoppo a qualche fratello debole; infatti dice:" [G]Ma guardate che questa vostra podestà non divenga intoppo ai deboli[/G]".  
 
Avevano dunque podestà di poter mangiare. Poi l'apostolo prosegue dicendo:" [G]Perchè se alcuno vede te  [/G](e si intende te che hai conoscenza, e sai che l'idolo è nulla),[G]essere a tavola nel tempio degli idoli, non sarà la sua coscienza che debole, edificata amangiare delle cose sacrificate agli idoli[/G]?"  
 
Si vuol dire in sostanza che "tu mangi innocentemente, senza riverenza all'idolo, ma il debole comincerà a dubitare, e sarà indotto a pensare che gli adoratori dell'idolo possano avere ragione,e potrà ritornare indietro".  
 
Ora se qualcuno avesse mangiato nel tempio degli idoli, senza coscienza di dare culto agli idoli, e senza essere visto dai deboli nella fede,non avrebbe commesso alcun peccato.  
 
Voler discutere sul chiaro significato del capo otto della prima ai Corinti, è un voler chiudere gli occhi alla luce.  
 
C'è poi chi osserva che anche nell'Apocalisse 2:14,20 è condannato chi mangia cose sacrificate agli idoli; è sicuramente un'errata interpretazione, perchè Balaam e Iezebel sono figuree di false dottrine e di miscuglio.  
 
Il mangiare nelle feste Moabite, per cui perirono tanti Israeliti, fu causato direttamente dall'idolatria, e fu seguito da eccesso di immoralità, e da ciò venne l'ira di Dio.  
 
Non erano sicuramente le cose innocenti in se stesse, che Iddio prendeva di mira (neppure allora, nell'antico patto), ma perchè quelle cose avevano legame allo spirito del mondo.  
 
Mangiare è nella scrittura uno dei simboli di comunione, perciò il riferire a Balaam o Iezebel che diedero da mangiare cose sacrificate agli idoli, è lo stesso che dire: corruppero il popolo per trarlo dietro a idoli e demoni.  
L'Apocalisse dunque non altera nulla di ciò che è stato detto nelle epistole di S. Paolo riguardo alla bene intesa.  
libertà , a non giudicare altri sul mangiare o sul bere.  
 
Io dico solo questo : che se una persona, uno di noi, quella sera, esce con degli amici ,ma non esce con "devozione" ai demoni, cioè, va fuori come se per lui è una sera come un altra, quella è davvero una sera come un altra.
 
Poi, fratello, ripeto, uno la pensa come vuole.
 
pace a te
« Ultima modifica: 27.11.2012 alle ore 11:10:45 by claudio1964 » Loggato

Abbiamo inoltre la parola profetica più salda: farete bene a prestarle attenzione, come a una lampada splendente in luogo oscuro, fino a quando spunti il giorno e la stella mattutina sorga nei vostri cuori.

2Pietro 1:19
Franchina
Membro familiare
****




Formami come il vasaio! Rendimi come Tu vuoi!

   
E-Mail

Posts: 1789
Re: No alla festa di halloween!
« Rispondi #35 Data del Post: 27.11.2012 alle ore 11:38:25 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Claudio, l'epistola ai Corinzi, è a parer mio, l'esempio lampante di come usato un versetto, fatta una dottrina.
 
Paolo, espone il problema del mangiare carne sacrificata agli idoli, tenendo presente che all'interno di corinto esistevano realtà diverse: greci pagani, greci cristiani, ebrei messianici ed ebrei.
 
Se per paolo mangiare la carne sacrificata agli idoli non era nulla, dice di evitare di scandalizzare chi ci sta attorno.
Se io vado in un locale la sera di halloween, e mi vede un mio amico a cui ho parlato di Cristo (tutti i locali quella sera sono a tema) potrei dare una cattiva impressione. A me non toglie nulla e non aggiunge nulla, ma evitare di far del male agli altri, mi fa e mi aggiunge molto.
 
Vorrà dire che uscirò con le mie amiche non credenti un'altra sera, tanto per me non cambia nulla Compiaciuto quella sera starò con i miei fratelli in chiesa o a casa finoa tardi, tanto il 1° si dorme Compiaciuto
Loggato

Mi sia fatto secondo la Tua Parola!
Luca 2
claudio1964
Membro
***



Gesù Cristo è lo stesso, ieri, oggi ,in eterno

   
E-Mail

Posts: 102
Re: No alla festa di halloween!
« Rispondi #36 Data del Post: 27.11.2012 alle ore 11:49:10 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 27.11.2012 alle ore 11:38:25, Franchina wrote:

 
Se per paolo mangiare la carne sacrificata agli idoli non era nulla, dice di evitare di scandalizzare chi ci sta attorno.
Se io vado in un locale la sera di halloween, e mi vede un mio amico a cui ho parlato di Cristo (tutti i locali quella sera sono a tema) potrei dare una cattiva impressione. A me non toglie nulla e non aggiunge nulla, ma evitare di far del male agli altri, mi fa e mi aggiunge molto.
 

 
Pienamente daccordo sorella, l'ho scritto anche nel post sopra  
 Sorriso
Loggato

Abbiamo inoltre la parola profetica più salda: farete bene a prestarle attenzione, come a una lampada splendente in luogo oscuro, fino a quando spunti il giorno e la stella mattutina sorga nei vostri cuori.

2Pietro 1:19
New
Membro familiare
****



Io posso ogni cosa in Cristo che mi fortifica

   


Posts: 3947
Re: No alla festa di halloween!
« Rispondi #37 Data del Post: 27.11.2012 alle ore 12:13:08 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 27.11.2012 alle ore 10:56:10, claudio1964 wrote:
Io dico solo questo : che se una persona, uno di noi, quella sera, esce con degli amici

Caro Claudio alla sera del 31 ottobre uno potrebbe anche andare alla cena con degli amici sempre purché la cena non sia in un luogo demoniaco.
Uno potrebbe anche andare nei luoghi demoniaci a scopo evangelistico e questo è certamente buono.
Ma in genere, poiché i satanisti in quella sera pregano i demoni, la cosa migliore da fare sarebbe di digiunare e fare battaglia spirituale contro le forze malvagie scatenate dal diavolo in quella notte.
 
Questa è un'ottima alternativa cristiana a quella festa malvagia:

 
http://www.evangelici.net/notizie/1350291120.html
« Ultima modifica: 27.11.2012 alle ore 12:24:08 by New » Loggato
claudio1964
Membro
***



Gesù Cristo è lo stesso, ieri, oggi ,in eterno

   
E-Mail

Posts: 102
Re: No alla festa di halloween!
« Rispondi #38 Data del Post: 27.11.2012 alle ore 14:56:54 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 27.11.2012 alle ore 12:13:08, New wrote:

Caro Claudio alla sera del 31 ottobre uno potrebbe anche andare alla cena con degli amici sempre purché la cena non sia in un luogo demoniaco.
Uno potrebbe anche andare nei luoghi demoniaci a scopo evangelistico e questo è certamente buono.
Ma in genere, poiché i satanisti in quella sera pregano i demoni, la cosa migliore da fare sarebbe di digiunare e fare battaglia spirituale contro le forze malvagie scatenate dal diavolo in quella notte.
 
Questa è un'ottima alternativa cristiana a quella festa malvagia:

 
http://www.evangelici.net/notizie/1350291120.html

 
Vedo che non controbatti con la Scrittura quello che ho scritto, ma la dottrina si fa con la Scrittura e non con quel che si pensa, nemmeno se lo pensano le masse .
 
Scusa tanto se te lo dico, ma questa , secondo la Parola è chiamata "fede debole" (1 Cor.8-10). Inoltre, come ha detto sandro48, il tanto parlarne, e con timore, non fa altro che dar "potere" ai demoni quando Gesù Cristo nel Grande mandato ha detto che ha dato podestà, a chi crede, di camminarci sopra.
 
Comunque ognuno ha la misura di fede che gli è stata assegnata,per cui , ripeto per l'ennesima volta, si è liberi di credere come si vuole, però troverei molto più proficuo, anzichè dire ai fratelli deboli nella fede, "mamma mia, allontanati da li...non andare di la..." cercare di far loro comprendere la verità spiegata non da me, ma da Un Apostolo che da solo ha quasi scritto il Nuovo testamento e che da un altra parte ha detto che dobbiamo arrivare allo stato di uomini fatti e non rimanere sempre come bambini.
 
E poi sucsa, ma davvero pensi/pensate che Dio non farà arrivare a Lui quelli che Lui stesso ha dato a Gesù? halloween, o meno?Demoni o meno?
 
Pace
« Ultima modifica: 27.11.2012 alle ore 15:20:03 by claudio1964 » Loggato

Abbiamo inoltre la parola profetica più salda: farete bene a prestarle attenzione, come a una lampada splendente in luogo oscuro, fino a quando spunti il giorno e la stella mattutina sorga nei vostri cuori.

2Pietro 1:19
New
Membro familiare
****



Io posso ogni cosa in Cristo che mi fortifica

   


Posts: 3947
Re: No alla festa di halloween!
« Rispondi #39 Data del Post: 27.11.2012 alle ore 16:03:45 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 27.11.2012 alle ore 14:56:54, claudio1964 wrote:
Vedo che non controbatti con la Scrittura

Caro Claudio, questo non è vero perché i passi Biblici li ho citati e adesso aggiungo anche questo:
 
Ma chi avrà scandalizzato uno di questi piccoli che credono in me, meglio per lui sarebbe che gli fosse appesa al collo una macina da mulino e fosse gettato in fondo al mare. - Matteo 18:6
 
La festa di halloween è un veleno per il Cristianesimo e fa male ai bambini perché la storia del dolcetto-scherzetto ha portato anche tristi conseguenze. Ti porto solo qualche esempio di come sia diseducativa quella festa: ad una signora che non gli aveva dato il dolcetto i bambini hanno graffiato l'esterno della porta d'ingresso, a due coniugi anziani hanno abbassato l'interruttore del contatore della luce che si trova in cantina lasciandoli così al buio, hanno messo carta igienica nelle cassette delle lettere, ecc. ecc..
 
E la colpa è anche di quelli che non insegnano ai bambini che quella festa non si deve fare.

****************

 
E poi ho saputo che spariscono anche dei gatti e all'estero hanno fatto persino sacrifici umani.

 
http://www.ilrestodelcarlino.it/rovigo/cronaca/2011/10/31/610947-hallowe en_gatto_ucciso.shtml
 
http://www.gris-imola.it/ultime_notizie/ExsatanistaavvertedelpericolodiH alloween.php
« Ultima modifica: 27.11.2012 alle ore 16:23:04 by New » Loggato
claudio1964
Membro
***



Gesù Cristo è lo stesso, ieri, oggi ,in eterno

   
E-Mail

Posts: 102
Re: No alla festa di halloween!
« Rispondi #40 Data del Post: 27.11.2012 alle ore 17:40:11 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 27.11.2012 alle ore 16:03:45, New wrote:

Caro Claudio, questo non è vero perché i passi Biblici li ho citati e adesso aggiungo anche questo:
 
Ma chi avrà scandalizzato uno di questi piccoli che credono in me, meglio per lui sarebbe che gli fosse appesa al collo una macina da mulino e fosse gettato in fondo al mare. - Matteo 18:6
 
La festa di halloween è un veleno per il Cristianesimo e fa male ai bambini perché la storia del dolcetto-scherzetto ha portato anche tristi conseguenze. Ti porto solo qualche esempio di come sia diseducativa quella festa: ad una signora che non gli aveva dato il dolcetto i bambini hanno graffiato l'esterno della porta d'ingresso, a due coniugi anziani hanno abbassato l'interruttore del contatore della luce che si trova in cantina lasciandoli così al buio, hanno messo carta igienica nelle cassette delle lettere, ecc. ecc..
 
E la colpa è anche di quelli che non insegnano ai bambini che quella festa non si deve fare.

****************

 
E poi ho saputo che spariscono anche dei gatti e all'estero hanno fatto persino sacrifici umani.

 
http://www.ilrestodelcarlino.it/rovigo/cronaca/2011/10/31/610947-hallowe en_gatto_ucciso.shtml
 
http://www.gris-imola.it/ultime_notizie/ExsatanistaavvertedelpericolodiH alloween.php

 
caro New, intendevo controbattere i passi citati di Corinzi. Certo, versi qua e la se ne possono prendere a migliaia e non finiremmo più, ma sappiamo tutti che dovrebbero essere attinenti all'argomento,o no?  La discussione verteva sul fatto che non si deve andare in locali la sera del 31 Ottobre perchè, a quanto si dice, quella è la sera delle forze del male e andando in posti dove le persone sono mascherate e si divertono, ci sono i demoni. Questo più o meno mi sembra l'intendimento generale su cui non sono daccordo per i motivi esposti fino qua ed anche per questo: Non sono i demoni che hano potere di decidere la loro ora, ma è Dio Padre che permette come e quando vuole il manifestarsi del nemico (argomento Giobbe 1) . Vediamo Gesù nel Getsemani che disse ai soldati e ai religiosi che Lo andavano a prendere :"questa è l'ora vostra, questa è la potenza delle tenebre».ma sappiamo che il permesso era stato dato loro da Dio Padre.
 
sarei daccordo nell'aiutare i fratelli che sono ancora deboli nella fede su queste cose (come ho letto della sorella Zizzi) a spiegar bene loro ed a farli crescere nella conoscenza e nella vita dello Spirito e, sono sicuro che, se crescessero in questo, non proverebbero nemmeno più l'attrazione di quelle feste,cosa che, purtroppo invece i "divieti"  alimentano (argomento Romani 7:9-13). Per i bambini in questione che riporti , non è certo colpa di una qualsiasi festa, ma è mancanza di educazione ricevuta dalla famiglia semmai, e comunque dovrebbero essere capiti, sono bamibini, appunto, chi di noi da piccolo non ha combinato qualche cosa?
Anche per il fatto che c'è gente che fa sparire i gatti, per gente che invoca i demoni etc, vuoi dire che un Cristiano viene contaminato per gli atti degli altri?
Fermo restando che io non ho mai detto che si fa bene ad andare a quelle feste, sto dicendo altro. Spero mi si capisca
« Ultima modifica: 27.11.2012 alle ore 17:42:07 by claudio1964 » Loggato

Abbiamo inoltre la parola profetica più salda: farete bene a prestarle attenzione, come a una lampada splendente in luogo oscuro, fino a quando spunti il giorno e la stella mattutina sorga nei vostri cuori.

2Pietro 1:19
New
Membro familiare
****



Io posso ogni cosa in Cristo che mi fortifica

   


Posts: 3947
Re: No alla festa di halloween!
« Rispondi #41 Data del Post: 27.11.2012 alle ore 18:40:08 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

I bambini che fanno quelle brutte cose sono le vittime e nessuno li mette sotto accusa, perché la colpa è di chi li ha indotti a farle o gliele ha lasciate fare.
E in quella festa i bambini imparano a non rispettare i diritti e le necessità degli altri (pensa solo al disagio in cui si potrebbe trovare un infermo collegato ad una apparecchiatura elettrica medica che all'improvviso rimane al buio perché gli hanno abbassato l'interruttore del contatore).
 
Il Cristiano che dovesse festeggiare halloween (e non parlo ovviamente di chi per es. va fuori a mangiare una pizza con amici senza intenzione di festeggiare halloween) prende parte ai festeggiamenti di chi fa i rituali satanici, come sacrifici di gatti ecc. e a questo punto apre delle brecce all'azione dei demoni che hanno così trovato il pretesto per poter agire.
« Ultima modifica: 27.11.2012 alle ore 18:52:06 by New » Loggato
claudio1964
Membro
***



Gesù Cristo è lo stesso, ieri, oggi ,in eterno

   
E-Mail

Posts: 102
Re: No alla festa di halloween!
« Rispondi #42 Data del Post: 27.11.2012 alle ore 18:56:25 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 27.11.2012 alle ore 18:40:08, New wrote:
I bambini che fanno quelle brutte cose sono le vittime e nessuno li mette sotto accusa, perché la colpa è di chi li ha indotti a farle o gliele ha lasciate fare.
E in quella festa i bambini imparano a non rispettare i diritti e le necessità degli altri (pensa solo al disagio in cui si potrebbe trovare un infermo collegato ad una apparecchiatura elettrica medica che all'improvviso rimane al buio perché gli hanno abbassato l'interruttore del contatore).
 
Il Cristiano che dovesse festeggiare halloween (e non parlo ovviamente di chi per es. va fuori a mangiare una pizza con amici senza intenzione di festeggiare halloween) prende parte ai festeggiamenti di chi fa i rituali satanici, come sacrifici di gatti ecc. e a questo punto apre delle brecce all'azione dei demoni che hanno così trovato il pretesto per poter agire.

 
Domanda: sei stato sempre puro in tutto e per tutto da bambino? Attenzione, siamo davanti a Dio.  
E solo quella sera, andando a bussare alle porte i bambini "imparano a non rispettare i diritti degli altri"? ne sei proprio sicuro?  
Pensi davvero che i bambini innocenti come sono e che non sanno dell'esistenza di demoni ne di Dio, e che tutto quello che fanno è uscire a bussare a delle porte e passare un paio d'ore tra di loro, proprio perchè è "quella" sera, dici che imparano a comportarsi male secondo i nostri occhi di persone adulte (e che da tempo abbiamo dimenticato di fare scherzi o dispetti) e "corrette"?  Dici questo per intima convinzione o la butti la perchè non riesci a trovare nella Bibbia versi che controbattano quelli di 1 Corinzi?  Perchè finora questa discussione è stata piena di versi Biblici presi qua e la, e per parlare di "questo si fa questo non si fa" (per noi cristiani) dovremmo usare la Scrittura (letta a proposito ed in armonia) e non le marachelle dei bambini.
 
E pensi davvero che un cristiano che va in un locale in cui gli altri festeggiano (sinceramente non ho mai visto nei locali fare rituali satanici) e lui, il cristiano, prende occasione per uscire una sera visto che il giorno dopo è festa ma non fa minimamente culto ai demoni nel proprio cuore e nella propria mente, ma anzi, magari prega in silenzio per coloro che sono nel locale, apra brecce per se stesso al Diavolo? Pensi davvero che basti così poco?   Sembrerebbe quasi che Satana sia più potente di Gesù.......
« Ultima modifica: 27.11.2012 alle ore 18:57:29 by claudio1964 » Loggato

Abbiamo inoltre la parola profetica più salda: farete bene a prestarle attenzione, come a una lampada splendente in luogo oscuro, fino a quando spunti il giorno e la stella mattutina sorga nei vostri cuori.

2Pietro 1:19
New
Membro familiare
****



Io posso ogni cosa in Cristo che mi fortifica

   


Posts: 3947
Re: No alla festa di halloween!
« Rispondi #43 Data del Post: 27.11.2012 alle ore 19:11:23 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Caro Claudio, ti ho già detto e ti ripeto che nessuno sta accusando i bambini e il fatto che tutti siamo stati, chi più chi meno birichini e che ci siano anche altre occasioni di imparare cose cattive, non giustifica halloween.
La colpa è degli adulti che hanno introdotto halloween e ti ho pure citato questo passo che riporto nuovamente:
 
Ma chi avrà scandalizzato uno di questi piccoli che credono in me, meglio per lui sarebbe che gli fosse appesa al collo una macina da mulino e fosse gettato in fondo al mare. - Matteo 18:6  
 
Non ho mai detto che sia sbagliato pregare in quella festa, anzi ho detto che occorre far battaglia spirituale e ho specificato che non parlo ovviamente di chi per es. va fuori a mangiare una pizza con amici senza intenzione di festeggiare halloween purché non si vada in luoghi dove con l'incasso si sostenga finanziariamente l'iniquità.
Non ho mai detto che il diavolo sia più potente del SIGNORE e adesso aggiungo che il rimedio per chi sia stato demonizzato è la liberazione che si fa nel Nome del SIGNORE Gesù proprio perché è nel Suo Nome che il diavolo è sconfitto, è nel Suo Nome che si scacciano i demoni, compresi quelli entrati in occasione di quella festa.  
Chiaro?
 
E' una festa malvagia e questo è link del video del grido d'allarme dalla Associazione Difesa Animali; ogni anno sparirebbero 60000 gatti neri, 7000 solo in Lombardia ...

 
http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=O9ureo2wlGE
« Ultima modifica: 27.11.2012 alle ore 20:21:40 by New » Loggato
claudio1964
Membro
***



Gesù Cristo è lo stesso, ieri, oggi ,in eterno

   
E-Mail

Posts: 102
Re: No alla festa di halloween!
« Rispondi #44 Data del Post: 27.11.2012 alle ore 21:15:47 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 27.11.2012 alle ore 19:11:23, New wrote:
Caro Claudio, ti ho già detto e ti ripeto che nessuno sta accusando i bambini e il fatto che tutti siamo stati, chi più chi meno birichini e che ci siano anche altre occasioni di imparare cose cattive, non giustifica halloween.
La colpa è degli adulti che hanno introdotto halloween e ti ho pure citato questo passo che riporto nuovamente:
 
Ma chi avrà scandalizzato uno di questi piccoli che credono in me, meglio per lui sarebbe che gli fosse appesa al collo una macina da mulino e fosse gettato in fondo al mare. - Matteo 18:6  
 
Non ho mai detto che sia sbagliato pregare in quella festa, anzi ho detto che occorre far battaglia spirituale e ho specificato che non parlo ovviamente di chi per es. va fuori a mangiare una pizza con amici senza intenzione di festeggiare halloween purché non si vada in luoghi dove con l'incasso si sostenga finanziariamente l'iniquità.
Non ho mai detto che il diavolo sia più potente del SIGNORE e adesso aggiungo che il rimedio per chi sia stato demonizzato è la liberazione che si fa nel Nome del SIGNORE Gesù proprio perché è nel Suo Nome che il diavolo è sconfitto, è nel Suo Nome che si scacciano i demoni, compresi quelli entrati in occasione di quella festa.  
Chiaro?
 
E' una festa malvagia e questo è link del video del grido d'allarme dalla Associazione Difesa Animali; ogni anno sparirebbero 60000 gatti neri, 7000 solo in Lombardia ...

 
http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=O9ureo2wlGE

 
caro New, probabilmente non ci capiamo. Io non ho detto mai che sia una festa dove bisogna andare,mai. Ho detto solo che ,leggendo Paolo si capisce che chi pensa che le cose dedicate agli idoli, demoni, essendo nulla, è debole nella fede, e questo lo dice Paolo;lo dicessi io potresti aver ragione, ma lo dice Paolo.
 
Non credo nemmeno che se i bambini fanno dispetti sia colpa della festa di halloween (ma questo lo ammetti anche tu),come credo leggendo la Scrittura non in un solo verso, che Matteo 18 non sia nemmeno da applicare ad una festa, qualunque essa sia. Se leggiamo Marco 9, dai versi 33 al verso 49, e leggiamo tutto, cercando di capire , vediamo che Gesù stava parlando a quei discepoli che volevano essere l'uno il più importante dell'altro, e prese ad esempio un piccolo bambino.
Al che Giovanni Gli disse :"«Maestro, noi abbiamo visto uno che scacciava i demòni nel tuo nome e glielo abbiamo vietato perché non ci seguiva»." Cioè, "non è dei nostri", frase questa che , almeno in spirito si sente anche oggi molto spesso nelle varie chiese.  
 
Gesù rispose : «Non glielo vietate, perché non c'è nessuno che faccia qualche opera potente nel mio nome, e subito dopo possa parlar male di me.  Chi non è contro di noi, è per noi.  Chiunque vi avrà dato da bere un bicchier d'acqua nel nome mio, perché siete di Cristo, in verità vi dico che non perderà la sua ricompensa". E poi subito aggiunse :"«E chiunque avrà scandalizzato uno di questi piccoli che credono, meglio sarebbe per lui che gli fosse messa al collo una macina da mulino e fosse gettato in mare.".   Lo "scandalizzare" un bambino in questo caso Gesù lo intendeva nel fatto di non essere settari, cosa che purtroppo la maggior parte di noi, oggi siamo.  E aggiunse  i vari esempi di peccato, mano, occhio, piede, che sarebbe troppo lungo e fuori luogo il meditarne il significato. Aggiunse che "se il sale (e i discepoli li aveva chiamati "sale"Occhiolino diventa insipido con che gli darete sapore? Abbiate del sale in voi stessi e state in pace gli uni con gli altri».
 
la lezione era per il fatto che i discepoli erano settari, da li il peccato, da li lo scandalizzare i bambini.   Ci sarebbe una grande lezione per  noi ma porterebbe fuori dall'argomento e poi ci sono molti altri che sono molto più adatti di me a darne.
 
Per il fatto di non andare in luoghi che , "dove con l'incasso si sostenga finanziariamente l'iniquità", sarebbe allora da nopn entrare mai più, in tutto il corso dell'anno in tali luoghi, ristoranti, bar, etc, dato che i proprietari sono gli stessi; con il risultato che non andremmo forse più da nessuna parte facendo una vita da reclusi, monastica.
 
Comunque sia io ho compreso il tuo pensiero, forse tu non hai compreso il mio.
 
Un saluto
 
Claudio
« Ultima modifica: 27.11.2012 alle ore 21:19:16 by claudio1964 » Loggato

Abbiamo inoltre la parola profetica più salda: farete bene a prestarle attenzione, come a una lampada splendente in luogo oscuro, fino a quando spunti il giorno e la stella mattutina sorga nei vostri cuori.

2Pietro 1:19
Pagine: 1 2 3 4 5  ...  7 · torna su · Rispondi Rispondi   Create+Poll Create+Poll   Abilita notifica Abilita notifica    Invia il Topic Invia il Topic    Stampa Stampa

« Topic Precedente | Prossimo Topic »
Icons made by Freepik, Daniel Bruce, Scott de Jonge, Icomoon, SimpleIcon from www.flaticon.com is licensed by CC BY 3.0
Powered by YaBB 1 Gold - SP 1.4 - Forum software copyright © 2000-2004 Yet another Bulletin Board

    
Copyright e condizione di riproduzione evangelici.net è un sito di Teknosurf.it srl - P.IVA: 01264890052
Il materiale presente in questa pagina si può ripubblicare liberamente ma solo a queste condizioni.
Sono molto gradite donazioni via Paypal, che ci permetteranno di fare di più e meglio. | Contatti