Ti senti solo? Benvenuto Visitatore. Fai Login o Registrati. RegolamentoLeggi il regolamento completo  RSSIscrizione feed RSS

Indice Indice   Help Help   Cerca Cerca   Utenti Utenti   Calendario Calendario   Login Login   Registrati Registrati

    
   I Forum di Evangelici.net
   Vita di chiesa e cammino cristiano
   Attualità a confronto con la Bibbia
(Moderatori: andreiu, ilcuorebatte, Marmar)
   Il marchio della bestia  
« Topic Precedente | Prossimo Topic »
Pagine: 1 ... 14 15 16 17 18  ...  67 · vai in fondo · Rispondi Rispondi   Create+Poll Create+Poll   Abilita notifica Abilita notifica    Invia il Topic Invia il Topic    Stampa Stampa
   Autore  Topic: Il marchio della bestia    (letto 47540 volte)
Marmar
Admin
*****



Dio è buono

   
WWW   

Posts: 7755
Re: Il marchio della bestia  
« Rispondi #225 Data del Post: 30.05.2019 alle ore 11:50:28 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

La prima è questa:
 
Apocalisse 11
15 Poi il settimo angelo suonò la tromba e nel cielo si alzarono voci potenti, che dicevano: «Il regno del mondo è passato al nostro Signore e al suo Cristo ed egli regnerà nei secoli dei secoli».
16 E i ventiquattro anziani che siedono sui loro troni davanti a Dio, si gettarono con la faccia a terra e adorarono Dio, dicendo: 17 «Ti ringraziamo, Signore, Dio onnipotente, che sei e che eri, perché hai preso in mano il tuo grande potere, e hai stabilito il tuo regno. 18 Le nazioni si erano adirate, ma la tua ira è giunta, ed è arrivato il momento di giudicare i morti, di dare il loro premio ai tuoi servi, ai profeti, ai santi, a quelli che temono il tuo nome, piccoli e grandi, e di distruggere quelli che distruggono la terra».
 
Questa corrisponde a ciò che paolo dice in 1 Ts 4 quando parla della risurrezione dei morti in Cristo. In Apocalisse è chiamata premio.
 
Le altre due sono qui:
 
Apocalisse 20
4 Poi vidi dei troni. A quelli che vi si misero seduti fu dato di giudicare. E vidi le anime di quelli che erano stati decapitati per la testimonianza di Gesù e per la parola di Dio, e di quelli che non avevano adorato la bestia né la sua immagine e non avevano ricevuto il suo marchio sulla loro fronte e sulla loro mano. Essi tornarono in vita e regnarono con Cristo per mille anni. 5 Gli altri morti non tornarono in vita prima che i mille anni fossero trascorsi. Questa è la prima risurrezione. 6 Beato e santo è colui che partecipa alla prima risurrezione. Su di loro non ha potere la morte seconda, ma saranno sacerdoti di Dio e di Cristo e regneranno con lui quei mille anni.

 
Sono la prima e la seconda ed ultima, perché CONTATE ALL'INTERNO DEL REGNO DEI CIELI.
 
E' un errore molto comune confondere la risurrezione di 1 Ts 4 con la prima risurrezione, questo porta a tutta una serie di equivoci e di incomprensione della sequenza degli avvenimenti descritti in Apocalisse.
« Ultima modifica: 30.05.2019 alle ore 11:52:27 by Marmar » Loggato

Aiutiamoci gli uni gli altri a liberarsi da quello che ritarda il nostro cammino.
tom_anad
Membro familiare
****



GESU' RITORNA

    Gesù+ritorna


Posts: 1094
Re: Il marchio della bestia  
« Rispondi #226 Data del Post: 30.05.2019 alle ore 11:59:15 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

La mia risposta è lunga e dettagliata, che come ho scritto prima, farò questa sera. Adesso sono al lavoro
Loggato
Marmar
Admin
*****



Dio è buono

   
WWW   

Posts: 7755
Re: Il marchio della bestia  
« Rispondi #227 Data del Post: 30.05.2019 alle ore 12:01:52 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

ok.
Loggato

Aiutiamoci gli uni gli altri a liberarsi da quello che ritarda il nostro cammino.
tom_anad
Membro familiare
****



GESU' RITORNA

    Gesù+ritorna


Posts: 1094
Re: Il marchio della bestia  
« Rispondi #228 Data del Post: 30.05.2019 alle ore 22:23:22 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 30.05.2019 alle ore 12:01:52, Marmar wrote:
ok.

 
 La parola stessa deriva dal latino rapere, da cui l'italiano "rapire", col significato di "afferrare, portare via”e viene adoperata comunemente per indicare l'incontro dei credenti con il Signore nell’aria
Quello che vogliamo affrontare e discutere è se questo “rapimento” è un evento precedente e separato dalla venuta del Signore come sostiene l’insegnamento premillenialista dispensazionalista oppure se esso è un evento unico come affermato dagli amillenialisti.
I credenti che accettano l’interpretazione “dispensazionalista” della profezia, insegnano che la seconda venuta o il ritorno di Cristo avverrà in due fasi: prima il RAPIMENTO (la sua venuta per i santi) e in seguito la RIVELAZIONE (la sua venuta con i santi). L’intervallo fra questi due eventi, il periodo della grande tribolazione, viene comunemente definito della durata di tre anni e mezzo.
Per prima cosa  Gesù tornerà con i santi angeli - Marco 8:38, Matteo 16:27 e 25:31, Luca9:26 e 2TE 1:7- e non con la Chiesa rapita anche se ciò è possibile in quanto la chiesa incontrerà il Signore nell’aria ed il termine greco usato indica che la chiesa  seguirà il Signore.
Con tutto il rispetto per coloro che sinceramente credono in questi insegnamenti, a me questa sembra una strana dottrina. Lo stesso testo su cui si basa il rapimento della chiesa implica proprio l’opposto!
“Perché il Signore stesso, con un ORDINE, con VOCE d‟arcangelo e con la TROMBA di Dio, scenderà dal cielo, e prima risusciteranno i morti in Cristo; poi noi viventi, che saremo rimasti, verremo rapiti insieme con loro, sulle nuvole, a incontrare il Signore nell’aria” (1 Tessalonicesi 4:16-17).
 
“Allora, se qualcuno vi dice: Il Cristo è qui, oppure è là, non lo credete... se vi dicono: Eccolo, è nelle stanze segrete (diodati), non lo credete; infatti come il lampo esce da levante e SI VEDE fino a ponente, così sarà la venuta del Figlio dell’uomo” (Matteo 24:23-27).
“Ma sappiate questo,” Gesù continuò “che se il padrone della casa sapesse a quale ora della notte il ladro deve venire, veglierebbe e non lascerebbe scassinare la sua casa. Perciò, anche voi siate pronti; perché nell’ora che non pensate il Figlio dell’uomo verrà” (Matteo 24:43-44). Il ritorno di Cristo sarà come la venuta di un ladro nel senso che non sappiamo QUANDO verrà.
Ma notiamo ancora una volta che questo evento non sarà qualcosa di nascosto o silenzioso dato che Pietro lo collega a un grande rumore! “Il giorno del Signore verrà come un ladro; in quel giorno i cieli passeranno STRIDENDO” o come alcune versioni dicono “con un GRANDE RUMORE”!
“Nel mondo avrete tribolazione...” (Giovanni 16:33). Nei versetti seguenti leggiamo la preghiera di Gesù per i discepoli: “Non prego che tu li tolga dal mondo, ma che tu li preservi dal maligno” (Giovanni 17:15).
Gesù non pregò che la chiesa fosse tolta dal mondo! La chiesa doveva rimanere nel mondo pur non essendo del mondo.
“Non prego soltanto per questi – continua Gesù – ma anche per quelli che credono in me per mezzo della loro parola” (v.20). In questo versetto non siamo forse inclusi anche noi oggi? Non abbiamo noi creduto in Cristo per mezzo della parola tramandata a noi da questi discepoli di allora? Certamente! E allora Gesù pregava anche per noi! Egli ha pregato perché fossimo preservati dal male del mondo, ma
Loggato
tom_anad
Membro familiare
****



GESU' RITORNA

    Gesù+ritorna


Posts: 1094
Re: Il marchio della bestia  
« Rispondi #229 Data del Post: 30.05.2019 alle ore 22:24:35 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

non ha pregato che fossimo tolti via dal mondo, ben sapendo che avremmo avuto tribolazioni e prove!
Sarebbe diverso se Gesù avesse detto: “Nel mondo ci sarà tribolazione... ma io pregherò affinché voi siate tolti via dal mondo”.  
Nella Parabola delle zizzanie si evince che il momento della separazione fra coloro che commettono l’iniquità e i giusti è alla fine!
Secondo una nota nella Bibbia di Scofield (Scofield Reference Bible), “Alla fine di questa età (v.40) la zizzania viene separata per essere bruciata, ma prima il grano viene raccolto nel granaio”. Ma se qualcosa viene “prima” dovrebbe essere il giudizio sugli increduli, poiché la parabola dice: “Cogliete PRIMA le zizzanie” per bruciarle “ma il grano raccoglietelo nel mio granaio” (Matteo 13:30).  
Leggendo oltre, in Matteo 13, Gesù paragona il regno di Dio a una rete gettata in mare. Essa raccoglie pesce di ogni genere, buono e cattivo. Alla fine il buon pesce viene conservato mentre il pesce cattivo viene buttato via.
Esempio di Lot. Lot non uscì 7 anni prima,  ma nello stesso tempo che la distruzione colpi Sodoma e gomorra.
Perfino l’antico patriarca Giobbe sembra affermare che la risurrezione non può avere luogo fino a che cielo e terra esistono. “L’uomo muore e perde ogni forza; il mortale spira e dov’è egli? ... così l’uomo giace e non risorge più; finché non vi siano più cieli egli non si risveglierà, né sarà destato dal suo sonno” (Giobbe 14:10-12; 19:26,27).
Anche Marta credeva che il fratello Lazzaro sarebbe risuscitato “nella risurrezione, NELL'ULTIMO GIORNO” (Giovanni 11:24). Questa non era semplice speculazione da parte sua, poiché Gesù stesso dichiarava ripetutamente che la risurrezione sarebbe avvenuta “NELL'ULTIMO GIORNO” (Giovanni 6:39,40,44,54). Dal momento che il rapimento coincide con lo stesso tempo della risurrezione dei morti in Cristo (1 Tessalonicesi 4:16,17), è evidente che il rapimento della chiesa avverrà nell’ultimo giorno e non tre anni e mezzo  prima dell’ultimo giorno!
Nel grande capitolo della risurrezione (1 Corinzi 15), ci viene detto che queste cose avverranno “al suono dell’ultima tromba. Perché la tromba squillerà, e i morti risusciteranno incorruttibili, e noi saremo trasformati” (vv.51,52). Sappiamo anche che in questo “ultimo giorno”, al suono dell’"ultima tromba”, “l’ultimo nemico” sarà distrutto. Paolo dice “l’ultimo nemico che sarà distrutto, sarà la morte” (v.26).
Accadrà tutto “in un momento, in un batter d’occhio, al suono dell’ultima tromba. Perché la tromba squillerà, e i morti risusciteranno...allora”, cioè al momento della risurrezione dei morti e del rapimento dei credenti viventi “allora sarà adempiuta la parola che è scritta: ...La morte è stata sommersa nella vittoria” (vv. 52- 54).
L’apostolo Giovanni vide i martiri del periodo della tribolazione: coloro che avevano rifiutato di adorare la bestia e per questo furono decapitati. Ma “essi tornarono in vita e regnarono con Cristo per mille anni... questa è la prima risurrezione. Beato e santo è colui che partecipa alla prima risurrezione” (Apocalisse 20:4-6). Il Dispensazionalismo afferma che questi credenti sono persone che hanno subito il martirio dopo il rapimento della chiesa e che saranno risuscitati alla fine del periodo della tribolazione. Ma dal momento che la risurrezione avrà luogo al rapimento – come entrambe le parti credono – come può una risurrezione di questi martiri essere la “prima risurrezione” se il rapimento avviene prima della tribolazione?
Loggato
tom_anad
Membro familiare
****



GESU' RITORNA

    Gesù+ritorna


Posts: 1094
Re: Il marchio della bestia  
« Rispondi #230 Data del Post: 30.05.2019 alle ore 22:27:32 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Altro aspetto, se il rapimento avviene tre anni e mezzo prima della risurrezione come possono tutti i morti in Cristo partecipare all’assegnazione dei premi davanti al tribunale di Cristo? Ne sarebbero esclusi poiché il tribunale assegnerebbe i premi tre anni prima. Ma questo non è scritto da nessuna parte.
I credenti di Tessalonica soffrivano “persecuzioni e afflizioni” ed erano “afflitti” dai non credenti (2 Tessalonicesi 1:4,7). Ma Paolo li incoraggiava con la verità che essi avrebbero ricevuto “riposo” dai loro guai “quando il Signore Gesù apparirà dal cielo con gli angeli della sua potenza, in un fuoco fiammeggiante, per far vendetta di coloro che non conoscono Dio” poiché “verrà per essere in quel giorno glorificato nei suoi santi” (vedi 2 Tessalonicesi 1:7-10).
Paolo ordina a Timoteo di “osservare questo comandamento da uomo senza macchia, irreprensibile, fino all’apparizione (epiphaneia) del nostro Signore Gesù Cristo, la quale sarà a suo tempo manifestata... il Re dei re e Signore dei signori” (1 Timoteo 6:14,15). Perché l’esortazione a osservare il comandamento fino alla epiphaneia, la gloriosa apparizione, se il rapimento sarebbe sette anni prima?
Sono arrivato alla stessa conclusione di Oswald J. Smith: “Possiamo cercare in tutti gli scritti del Nuovo Testamento e non troveremo alcuna indicazione delle “due fasi” della venuta del Signore... Nessun versetto della Bibbia ne parla”.
Charles Fuller, (convinto sostenitore del rapimento segreto) ebbe a dire alla radio: “Non esiste nessun versetto in tutto il Nuovo Testamento che insegni il rapimento della chiesa prima della tribolazione, ma io lo credo lo stesso”.
Ulteriore considerazione: come possono i Santi essere dati nelle mani dell’anticristo se sono stati rapiti prima? (Daniele 7:25).
 
La parola ‘chiesa’ non riappare nell’Apocalisse dopo il capitolo 4 e quindi i pretribolazionisti SUPPONGONO che la chiesa è stata rapita in quanto non più citata.
Ma questa circostanza chiarisce che è esattamente il contrario e cioè che Giovanni non parla più della chiesa perché invitato a salire in cielo dove la chiesa ancora non c’è. Ci sarà alla fine dopo il rapimento.
“Vegliate dunque, pregando in ogni momento, affinché siate in grado di scampare a tutte queste cose che stanno per venire, e di comparire davanti al Figlio dell’uomo” (Luca 21:36).
Per ultimo AP 3:10 (lettera alla chiesa di Filadelfia) ci dice che verrà preservata e non tolta dall’ora della tentazione. E’ ben diverso. Oltretutto è riferito ad una chiesa e non alla chiesa universale e non è neanche l’ultima, cioè quella dei nostri tempi.
Riguardo ad AP 11:15 e seguenti da te citati, ebbene, gli stessi versetti confermano che il tribunale di Cristo si terrà dopo la resurrezione di AP 20, “ed è arrivato il momento di giudicare i morti, di dare il loro premio ai tuoi servi, ai profeti, ai santi, a quelli che temono il tuo nome, piccoli e grandi, e di distruggere quelli che distruggono la terra».  
Qui l’angelo del Signore dice di dare i premi ai servi e di giudicare i morti. Se il tribunale di Cristo è tre anni e mezzo prima della risurrezione come possono essere giudicati i morti che risorgeranno dopo?
E’ chiaro che il tribunale di Cristo si terrà DOPO la prima risurrezione di AP 20 perché altrimenti i premi li avrebbero solo coloro che erano in vita e sono stati rapiti; ma sappiamo che non è così.
Mi fermo, altrimenti si potrebbero scrivere altre venti pagine tutte concordanti con il post tribolazionismo.
Loggato
Marmar
Admin
*****



Dio è buono

   
WWW   

Posts: 7755
Re: Il marchio della bestia  
« Rispondi #231 Data del Post: 31.05.2019 alle ore 01:00:52 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Mamma mia che confusione, non ci capisco nulla.
 
Prova a fare uno schema con la sequenza degli eventi ed usa solo i passi collegati alle risurrezioni al rapimento ed alla tribolazione, così come hai fatto è tutto mescolato con passi che non riguardano il tema trattato, diventa inestricabile.
 
Per affrontare un problema bisogna, prima di tutto, isolarlo da tutto ciò che non lo riguarda. Una volta che avremo ridotto all'essenziale ciò su cui dobbiamo ragionare, tutto diventa più comprensibile e di facile soluzione, così com'è il nostro problema.
 
Si parla di risurrezione in molte parti della scrittura, ma i punti in cui il tema viene trattato prendendo in esame la sequenza degli avvenimenti risurrezione-tribolazione sono pochi, quindi è da quelli che dobbiamo iniziare il nostro esame.
 
Proviamo con i più famosi:  
 
1 Ts 4
13 Fratelli, non vogliamo che siate nell'ignoranza riguardo a quelli che dormono, affinché non siate tristi come gli altri che non hanno speranza. 14 Infatti, se crediamo che Gesù morì e risuscitò, crediamo pure che Dio, per mezzo di Gesù, ricondurrà con lui quelli che si sono addormentati. 15 Poiché questo vi diciamo mediante la parola del Signore: che noi viventi, i quali saremo rimasti fino alla venuta del Signore, non precederemo quelli che si sono addormentati; 16 perché il Signore stesso, con un ordine, con voce d'arcangelo e con la tromba di Dio, scenderà dal cielo, e prima risusciteranno i morti in Cristo; 17 poi noi viventi, che saremo rimasti, verremo rapiti insieme con loro, sulle nuvole, a incontrare il Signore nell'aria; e così saremo sempre con il Signore. 18 Consolatevi dunque gli uni gli altri con queste parole.
 
1 Cor 15
51 Ecco, io vi dico un mistero: non tutti morremo, ma tutti saremo trasformati, 52 in un momento, in un batter d'occhio, al suono dell'ultima tromba. Perché la tromba squillerà, e i morti risusciteranno incorruttibili, e noi saremo trasformati. 53 Infatti bisogna che questo corruttibile rivesta incorruttibilità e che questo mortale rivesta immortalità.
 
Apo 11
15 Poi il settimo angelo suonò la tromba e nel cielo si alzarono voci potenti, che dicevano: «Il regno del mondo è passato al nostro Signore e al suo Cristo ed egli regnerà nei secoli dei secoli». 16 E i ventiquattro anziani che siedono sui loro troni davanti a Dio, si gettarono con la faccia a terra e adorarono Dio, dicendo: 17 «Ti ringraziamo, Signore, Dio onnipotente, che sei e che eri, perché hai preso in mano il tuo grande potere, e hai stabilito il tuo regno. 18 Le nazioni si erano adirate, ma la tua ira è giunta, ed è arrivato il momento di giudicare i morti, di dare il loro premio ai tuoi servi, ai profeti, ai santi, a quelli che temono il tuo nome, piccoli e grandi, e di distruggere quelli che distruggono la terra».
 
Apo 12
1 Poi un grande segno apparve nel cielo: una donna rivestita del sole, con la luna sotto i piedi e una corona di dodici stelle sul capo. 2 Era incinta, e gridava per le doglie e il travaglio del parto. 3 Apparve ancora un altro segno nel cielo: ed ecco un gran dragone rosso, che aveva sette teste e dieci corna e sulle teste sette diademi. 4 La sua coda trascinava la terza parte delle stelle del cielo e le scagliò sulla terra. Il dragone si pose davanti alla donna che stava per partorire, per divorarne il figlio, non appena l'avesse partorito. 5 Ed ella partorì un figlio maschio, il quale deve reggere tutte le nazioni con una verga di ferro; e il figlio di lei fu rapito vicino a Dio e al suo trono. 6 Ma la donna fuggì nel deserto, dove ha un luogo preparato da Dio, per esservi nutrita per milleduecentosessanta giorni.
 
Apo 20
4 Poi vidi dei troni. A quelli che vi si misero seduti fu dato di giudicare. E vidi le anime di quelli che erano stati decapitati per la testimonianza di Gesù e per la parola di Dio, e di quelli che non avevano adorato la bestia né la sua immagine e non avevano ricevuto il suo marchio sulla loro fronte e sulla loro mano. Essi tornarono in vita e regnarono con Cristo per mille anni. 5 Gli altri morti non tornarono in vita prima che i mille anni fossero trascorsi. Questa è la prima risurrezione. 6 Beato e santo è colui che partecipa alla prima risurrezione. Su di loro non ha potere la morte seconda, ma saranno sacerdoti di Dio e di Cristo e regneranno con lui quei mille anni.
 
L'immagine è qui:
http://www.marmari.org/trib.pdf
Loggato

Aiutiamoci gli uni gli altri a liberarsi da quello che ritarda il nostro cammino.
Milla
Membro familiare
****





   
WWW   

Posts: 445
Re: Il marchio della bestia  
« Rispondi #232 Data del Post: 31.05.2019 alle ore 02:16:31 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Non ho il tempo materiale di leggere post per post, ma quattro righe sul punto marchio della bestia e marchio che precederebbe l'adorazione alla bestia mi pare troppo poco verosimile per la seguente ragione, pensateci un attimo: e genitori con figli piccoli, neonati, che (ovviamente ignari) decidono di fare inserire il microchip al neonato di pochi mesi, che ovviamente non è in grado di adorare la bestia? Non avremmo il paradosso del neonato di pochi mesi già destinato alla perdizione? Che se crescendo accettasse il Vangelo sarebbe  comunque irrimediabilmente perduto per causa di un mero oggetto materiale? Insomma, vero è anche oggi ci sono credenti a proclamare che la conversione e la salvezza dei figli è aiutata dalla condotta dei genitori, il che non è che sia concettualmente sbagliato (ovvio che si deve accettare Gesù per essere salvati, ma è altrettanto ovvio che non è la stessa cosa crescere in una casa dove entrambi i genitori presentano Gesù ai figli e in una dove invece ce n'è almeno uno che bestemmia), ma appunto, si tratta di condotta, di comportamento. I figli copieranno la licenziosità di un genitore perchè di solito la mela non cade lontana dall'albero (vero è che un figlio di credenti non lo diventa automaticamente anche lui, anche se non si può negare che ne abbia più chances e che le chances aumentano se l'ambiente sociale che frequentano -scuola in primis- è piena di credenti - me ne accorgo vivendo in un posto dove di fatto le cose così stanno, ma va bene che mi sto allargando verso un altro discorso, dunque chiudo parentesi), ma da qui a dire che la dannazione eterna è conseguenza di un mero oggetto materiale mi sembra proprio speculare in eccesso. Che poi se si sapesse in anticipo che un oggetto materiale è il marchio della bestia e di conseguenza nessuno lo piglierebbe, anche quest'affermazione mi pare inconsistente, altrimenti, se così fosse, non esisterebbe sulla terra alcun adoratore di Satana. Spero che nessuno di voi ignori che invece le sette sataniste esistono eccome e ovviamente gli adoratori del diavolo, sapendo che un oggetto è il marchio della bestia lo prenderebbero proprio al volo, non si lascerebbero scappare l'occasione. Insomma, mi sembra più verosimile che prima si accetta la bestia e poi il marchio. Non vi viene in mente che non è per nulla detto il marchio sia un oggetto materiale, ma di natura invece spirituale? Secondo una interpretazione per mano destra si intendono le azioni e per fronte i pensieri, dunque pensieri e azioni conformi all'apostasia della bestia. Il punto è che si è speculato fin troppo sull'Apocalisse (non dico voi, no, non fraintendetemi, chiunque di noi ha avuto modo di leggere questa e quella teoria) e spesso, forse troppo spesso leggendo la Bibbia (anche oltre il libro dell'Apocalisse) capita di commettere uno dei seguenti errori: interpretare letteralmente un passo allegorico e viceversa. Ovvio che, ripeto, l'Apocalisse non è facile (e infatti continuo a ripetere che non ritengo di azzeccarci per forza, poi alla fine della fiera il microchip mettiamo pure che sia il marchio della bestia, ma dubito fortemente che non lo si riconoscerebbe con certezza come tale e mi rimane comunque il fortissimo dubbio del trattarsi di un oggetto materiale, perchè un oggetto materiale  è in grado di essere impiantato con la forza anche a chiunque lo rifiuti categoricamente). Se si trattasse di un oggetto materiale, non sarebbe sufficiente alla bestia sequestrare fisicamente tutti coloro che dicono di no e impiantare il marchio materiale con la forza? Dobbiamo quantomeno fare lo sforzo di valutare se il commentario di turno che ci capita tra le mani presenti o meno ipotesi verosimili e non fantasiose. Sicccome mi è toccato pure di leggere la oltremodo fantasiosa teoria che l'imperatore romano Nerone resusciterà per diventare la bestia Scioccato.
« Ultima modifica: 31.05.2019 alle ore 02:21:09 by Milla » Loggato
tom_anad
Membro familiare
****



GESU' RITORNA

    Gesù+ritorna


Posts: 1094
Re: Il marchio della bestia  
« Rispondi #233 Data del Post: 31.05.2019 alle ore 05:57:39 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Non vi viene in mente che non è per nulla detto il marchio sia un oggetto materiale, ma di natura invece spirituale? Secondo una interpretazione per mano destra si intendono le azioni e per fronte i pensieri, dunque pensieri e azioni conformi all'apostasia della bestia
 
sig.raMilla
personalmente ho spiegato che lo riconosceremo dal fatto che chi non lo avrà non potrà fare la spesa al supermarket, ritirare lo stipendio, la pensione ecc.
Questo è biblico ed è sicuramente il modo per riconoscere il marchio.
Tra fedeli di chiese evangeliche, affrontando l'argomento, ho già sentito gente che dice che metterà il microchip, ma non adorerà la bestia e continuerà ad andare in chiesa a lodare Dio.
Pensi sia giusto?
Poi sul fatto che sia il microchip ho scritto che è una mia interpretazione poiché la Bibbia non dice cos'è.
Comunque chi vuole lo riconoscerà dal fatto che NON POTRA' NE' COMPRARE NE' VENDERE.
Loggato
tom_anad
Membro familiare
****



GESU' RITORNA

    Gesù+ritorna


Posts: 1094
Re: Il marchio della bestia  
« Rispondi #234 Data del Post: 31.05.2019 alle ore 06:05:41 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Caro Marmar,
ti ho anticipato che l'argomento è molto lungo,
è vero che è molto, ma molto compresso perché sarebbero servite 50/60 pagine per affrontare l'argomento.
Ritorniamo al tuo schema: molto chiaro ma non rispetta le scritture:
ti faccio alcuni esempi.
In AP 20 è descritta la resurrezione di: ".E vidi le anime di quelli che erano stati decapitati per la testimonianza di Gesù e per la parola di Dio, e di quelli che non avevano adorato la bestia né la sua immagine e non avevano ricevuto il suo marchio sulla loro fronte e sulla loro mano. Essi tornarono in vita e regnarono con Cristo per mille anni.
sono i  morti per la Parola di Dio (tutti i santi morti prima della venuta di Cristo), i morti per la testimonianza di Gesù (tutti i santi morti dalla venuta di Cristo fino al regno dell'anticristo) e i morti per aver rifiutato il marchio (tutti i martirizzati durante la GT).
Se come sostieni tu questa risurrezione è di tre anni e mezzo successiva al rapimento ed al tribunale di Cristo, tutti questi santi non possono avere i premi.
Ti pare che la scrittura dica questo?
Come possiamo dire che ci sarà il rapimento tre anni e mezzo prima della PRIMA RISURREZIONE?
 
hai anche citato AP 12:  
in questo capitolo ci viene detto che Gesù è stato rapito in cielo e la donna che simboleggia la chiesa è stata protetta per 1260 giorni, (durata della GT) non rapita.
 
In Matteo 22:24 la parola dice che quei giorni sono stati abbreviati a causa degli eletti.
Ma se gli eletti sono rapiti prima che bisogno c'era di accorciare i tempi?
posso continuare ma poi dici che faccio confusione
« Ultima modifica: 31.05.2019 alle ore 06:10:38 by tom_anad » Loggato
Marmar
Admin
*****



Dio è buono

   
WWW   

Posts: 7755
Re: Il marchio della bestia  
« Rispondi #235 Data del Post: 31.05.2019 alle ore 08:04:49 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Apocalisse 20 viene dopo Apocalisse 11-12. Ne consegue, ovviamente, che gli eventi narrati in Apo 20 siano seguenti a quelli di Apo 11-12. Se segui la cronologia vedrai che non ci sono dubbi. Il matrimonio di Cristo con la sua sposa, la chiesa, è narrato al cap 19:7. Questa azione si svolge in cielo. C'è poco da fare Apocalisse è chiarissimo: Prima le nozze dell'agnello in cielo con la chiesa, poi la prima risurrezione.
 
Poi, al versetto 19:11 Cristo è a capo del suo esercito che è vestito di lino puro (la chiesa).
 
Al versetto 17 c'è il giudizio sui nemici di Cristo.
 
Al cap 20, quindi, dopo che il regno è ormai fermamente stabilito, Cristo e la chiesa stanno già regnando, le nozze hanno già avuto luogo, ed i troni (su cui siede la chiesa) sono occupati. La chiesa, che siede su quei troni, giudica quelli che hanno dato la vita per Cristo durante la G.T. riportandoli in vita.
 
Quelli della prima risurrezione non fanno parte della grande folla (cap 7) dei rapiti che vengono dalla grande tribolazione, senza averla attraversata, appunto perché sottratti ad essa con il rapimento.
 
Cerca di seguire anche la logica: In 1Ts 4 c'è una sequenza di avvenimenti. Paolo afferma che prima ritorneranno in vita i seguaci di Cristo morti durante il tempo trascorso dalla nascita della chiesa fino al giorno in cui Gesù scenderà dal cielo.
 
Dopo seguirà il rapimento dei seguaci di Cristo viventi.  
 
In Apo 20 c'è un'altra sequenza: Prima tornano in vita i morti con la prima risurrezione, Poi tornano in vita tutti gli altri morti alla fine del millennio. L'ultimo evento narrato in Apo 20 che riguarda i seguaci di Cristo è la prima risurrezione, dopo di che c'è il giudizio finale per tutti gli altri esseri umani.  
 
In questo capitolo 20 nulla viene detto riguardo ai rapiti (evento che secondo chi afferma che il rapimento avverrebbe dopo la G.T. per forza di cose dovrebbe essere intermedio tra la prima e l'ultima risurrezione), ma qui non se ne parla; si passa dalla prima risurrezione all'ultima, che avviene alla fine del millennio senza che venga menzionato l'avvenimento che da sempre è atteso dalla chiesa come liberatorio e di grandissima importanza. Forse Giovanni l'ha dimenticato? Non credo, il fatto è ciò è già accaduto ed è narrato ai capp 11-12, cronologicamente ben prima di ciò di cui si parla al capitolo 20.
 
Ci sono moltissime altre cose, ma queste sono granitiche ed inoppugnabili, naturalmente, poi ognuno è libero di pensarla come vuole, ci mancherebbe altro.
Loggato

Aiutiamoci gli uni gli altri a liberarsi da quello che ritarda il nostro cammino.
Marmar
Admin
*****



Dio è buono

   
WWW   

Posts: 7755
Re: Il marchio della bestia  
« Rispondi #236 Data del Post: 31.05.2019 alle ore 08:07:25 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Per quanto riguarda il cap 12 se lo ritieni opportuno puoi vedere qui:
 
www.marmari.org/apocalisse-037/pers&int/14-donna/005.htm
Loggato

Aiutiamoci gli uni gli altri a liberarsi da quello che ritarda il nostro cammino.
tom_anad
Membro familiare
****



GESU' RITORNA

    Gesù+ritorna


Posts: 1094
Re: Il marchio della bestia  
« Rispondi #237 Data del Post: 31.05.2019 alle ore 08:12:45 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Caro Marmar,
Usando il tuo dire adesso hai fatto una grande confusione.
L'apocalisse non ha una cronologia per capitoli altrimenti ci sarebbero tre giorni del Signore, quando sappiamo che c'è né uno solo.
Al di là del fatto che ognuno crede ciò che vuole, questa sera ci riprovo partendo dalle tue affermazioni.
La Bibbia parle chiaro, Gesù è venuto una volta e tornerà una sola volta, a rapire la sua chiesa e instaurare il millennio.
Loggato
Marmar
Admin
*****



Dio è buono

   
WWW   

Posts: 7755
Re: Il marchio della bestia  
« Rispondi #238 Data del Post: 31.05.2019 alle ore 10:01:34 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

OK, sei padrone di credere ciò che vuoi.
 
Per me il discorso finisce qui.
Loggato

Aiutiamoci gli uni gli altri a liberarsi da quello che ritarda il nostro cammino.
tom_anad
Membro familiare
****



GESU' RITORNA

    Gesù+ritorna


Posts: 1094
Re: Il marchio della bestia  
« Rispondi #239 Data del Post: 31.05.2019 alle ore 22:50:22 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

la parola ci dice "non oltre quello che è scritto"
E' scritto in Ap 20 che nella PRIMA risurrezione ci sono anche coloro che non hanno adorato la bestia e quindi martirizzati durante la GT. Ho già evidenziato che in questa prima risurrezione ci sono tutti i salvati (o santi) da coloro che sono morti per la parola di Dio (prime della venuta di Cristo) quelli che sono morti per la testimonianza di Gesù (dalla venuta di Cristo fino alla GT) e quelli che sono morti durante la GT per aver rifiutato il marchio.
Come ci può essere una risurrezione prima della PRIMA citata in AP 20?
In AP 7 si parla di .«Sono quelli che vengono dalla grande tribolazione. Essi hanno lavato le loro vesti, e le hanno imbiancate nel sangue dell'Agnello.
Come fanno a venire dalla GT se rapiti prima?
Secondo punto: aver imbiancato le vesti nel sangue dell'Agnello significa essere stati decapitati o martirizzati e quindi non rapiti poiché i rapiti devono essere in vita.
Apocalisse non ha sequenza cronologica in base ai capitolo. Difatti il settimo sigillo, la settima tromba e la settima coppa rappresentato lo stesso evento, ma sono scritti in capitoli diversi.
Siamo di fronte a dottrine che non corrispondono allo scritto biblico, ma rappresentano il pensiero, che rispettabile che sia, è sempre un pensiero umano.
« Ultima modifica: 31.05.2019 alle ore 22:56:28 by tom_anad » Loggato
Pagine: 1 ... 14 15 16 17 18  ...  67 · torna su · Rispondi Rispondi   Create+Poll Create+Poll   Abilita notifica Abilita notifica    Invia il Topic Invia il Topic    Stampa Stampa

« Topic Precedente | Prossimo Topic »
Icons made by Freepik, Daniel Bruce, Scott de Jonge, Icomoon, SimpleIcon from www.flaticon.com is licensed by CC BY 3.0
Powered by YaBB 1 Gold - SP 1.4 - Forum software copyright © 2000-2004 Yet another Bulletin Board

    
Copyright e condizione di riproduzione evangelici.net è un sito di Teknosurf.it srl - P.IVA: 01264890052
Il materiale presente in questa pagina si può ripubblicare liberamente ma solo a queste condizioni.
Sono molto gradite donazioni via Paypal, che ci permetteranno di fare di più e meglio. | Contatti