Ti senti solo? Benvenuto Visitatore. Fai Login o Registrati. RegolamentoLeggi il regolamento completo  RSSIscrizione feed RSS

Indice Indice   Help Help   Cerca Cerca   Utenti Utenti   Calendario Calendario   Login Login   Registrati Registrati

    
   I Forum di Evangelici.net
   Vita di chiesa e cammino cristiano
   Attualità a confronto con la Bibbia
(Moderatori: andreiu, ilcuorebatte, Marmar)
   Gaza: quando si dice fame...
« Topic Precedente | Prossimo Topic »
Pagine: 1 2 3 4 5 6  ...  18 · vai in fondo · Rispondi Rispondi   Create+Poll Create+Poll   Abilita notifica Abilita notifica    Invia il Topic Invia il Topic    Stampa Stampa
   Autore  Topic: Gaza: quando si dice fame...  (letto 18753 volte)
linchen
Membro onorario
*****




Fin qui l'Eterno ci ha soccorsi! (9/9/2013)

   
WWW   

Posts: 15267
Re: Gaza: quando si dice fame...
« Rispondi #45 Data del Post: 17.02.2010 alle ore 00:22:28 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 16.02.2010 alle ore 15:26:22, Joe75 wrote:

 
Li vorrei vedere certuni che si riempiono la bocca con frasi come "amo Israele", se si dovessero confrontare con dei giudei praticanti: non vi dico cosa pensano loro di noi e del Gesù in cui crediamo.
Purtroppo sono vecchio di questo forum e so di cosa parlo: i "vecchi" del forum come me avranno capito. Occhiolino

 
A volte l'apparenza inganna!
 
Sono una vecchia  Imbarazzato del Forum e posso dire che dietro le quinte a volte succedono delle cose belle e buone
che non vale la pena... e non sarebbe nenche giusto sventolare. Dio lo sa!
 
Loggato

l'AMORE edifica!
ester2
Membro familiare
****



Cosi' dice il Signore:"Io onoro quelli che mi onorano"    1Sam.2-30

   
E-Mail

Posts: 2119
Re: Gaza: quando si dice fame...
« Rispondi #46 Data del Post: 17.02.2010 alle ore 00:43:06 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Giamba,in relazione al versetto di Romani,è vero che in quel preciso contesto l'apostolo Paolo si riferisce ai poveri tra i santi ecc.. però,bisogna notare anche che ( sempre nello stesso versetto) Paolo parla dei gentili i quali sono stati fatti partecipi dei loro(ebrei) beni spirituali,tenendo presente questo concetto andiamo in Romani 9 dove sempre Paolo dice:" .. miei parenti secondo la carne,che sono Israeliti,ai quali appartengono l'adozione e la gloria e i patti e la legislazione e il culto e le promesse; dei quali sono i padri e dai quali è venuto,secondo la carne,il Cristo,che è sopra tutte le cose Dio benedetto in eterno. Amen." Romani 9vv. 4-5; Questa è l'eredità spirituale che Dio ha dato al popolo ebraico e quà Paolo sta parlando di Israeliti,cioè l'intera nazione ebraica a prescindere dal fatto che siano santi o meno,benissimo,noi Gentili (quindi anche tu ed io) siamo subentrati nei loro beni spirituali ( Romani 15 v. 27) infatti il Messia che ha salvato la nostra anima e che amiamo è un ebreo, già per questo ci dovremmo sentire in qualche modo in obbligo verso di loro ( e non arrabbiatevi per queste mie affermazioni, non serve) questo per dire che noi non siamo in obbligo solo verso i santi che hanno creduto ma verso l'intera nazione ebraica ( lo ripeto: Romani 9 v. 4 dice Israeliti=nazione ebraica) infatti le radici della nostra fede sono ebraiche e da queste ( radici ebraiche) traiamo tanti benefici,per esempio il fatto che abbiamo conosciuto il Cristo =beni spirituali   Sorriso Poi se a te questa tesi non ti convince e non ti senti in obbligo nei confronti di "tutto" Israele,sei libero.. però,secondo quello che hai scritto,potresti sempre aiutare i santi che sono tra gli ebrei..  Sorriso e,comunque ( rispondo ad Eliseo) questa sovvenzione,non la faccio come opera meritoria,io non sono più brava perchè faccio l'offerta a Israele,io sono salvata per la sola fede in Gesù,questo è fuori discussione,Eliseo perchè fai queste battute?  Confuso  Comunque,per concludere,non vi preoccupate..nessuno toccherà i vostri soldi, rilassatevi pure..   Sorriso
« Ultima modifica: 17.02.2010 alle ore 01:02:48 by ester2 » Loggato
solare
Membro familiare
****



W questo FORUM!!!

   
E-Mail

Posts: 445
Re: Gaza: quando si dice fame...
« Rispondi #47 Data del Post: 17.02.2010 alle ore 09:57:56 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Carissima Ester, ho letto i vari post con molta attenzione, mi spiace molto notare che si vede sempre con occhio umano e personale non è sempre la cosa giusta da fare, spesso non riusciamo ad accettare la verità e questo ci ferisce, si parla di Spirito Santo, di Unzione, a Immagine e Somiglianza questi sono gli insegnamenti che riceviamo quando si accetta il Cristo, succede che si finisce nella carne e politica. Dio osserva e scruta ogni cosa e sà ogni cosa,  purtroppo non è ancora giunto il momento che ci piaccia o no questo è solo l'inizio di grandi caos, guerre  e disastri,  Israele pagherà ancora una volta un prezzo molto alto non solo Israele ma, un bel pò di nazioni.  Non voglio essere ripetitivo,sono realista, le Scritture diciamo che in qualche modo le conosciamo o meglio c'è la mettiamo tutta per comprenderle, per quanto sia grande lo sforzo sembra essere sempre all'inizio non si finisce mai. Non dimentichiamo l'ostinatezza di questo popolo nei confronti di Dio ti consiglio meditare e leggere 2 Corinzi-cap 3 ;  Ebrei 6  ; Ebrei10; che senz'altro hai già letto. Spiritualmente parlando posso dire anche che se Israele non piega le ginocchia dinanzi all'Eterno nostro Dio e riconosce la Sua grandezza in Cristo il Messia e si pente con cuore sincero, credo che di polvere ne mangerà molta e tanta insieme al resto del mondo. Non lasciamoci trasportare dal peso umanitario, dal sentimentalismo emozionale, siamo un pò più realisti  non guardiamo sempre la Shoah come punto di riferimento per impietosirci e indebolirci e logorante, ci sono altre realtà più drastiche che non conosciamo, chiediamoci o poniamoci delle domande del perchè tutto questo ? Utilizzando le Scritture, la Parola, la fonte della Vita, una testimonianza verace, sempre se le abbiamo accettate come vere. Quanti re sono caduti per colpa della disubbidienza ? Quante volte Dio ha ripreso il Suo popolo ? Quante volte è stato punito ? Quante volte Dio ha raccomandato il Suo popolo di non farsi idoli e di non prostrarsi dinanzi a loro ? Quanta incredulità e peccato ha avuto questo popolo e continua ad avere ? Dio sà e soffre, non dimentichiamo che ha posto un velo dinanzi agli occhi di questo popolo, proprio a causa della testardaggine, (capatosta) non dimentichiamo che tutto si compirà  nell'ora stabilita e inutile affannarci credendo di sapere o di avere delle risposte o semplicemente donare un'euro o la semplice preghiera esclusiva per Israele solo perchè è il prescelto e gli altri popoli sono figli della lupa ? Certe situazioni devono accadere e tutto scritto, altrimenti a che sono serviti i profeti e le profezie?  Credi  che a Dio piace vedere i Suoi figli divisi, da una parte coloro che credono in Cristo e dall'altra i monoteisti e dall'altra ancora decine di pseudo religioni ripiene di fanatismo ? Vorrei aggiungere, possibile che molti non comprendono che Israele non sarà mai e mai potrà essere distrutta, mi domando, ma la Sacra Scrittura come la si legge ? Anche se rimarranno 10 uomini e 10 donne, loro e solamente loro guideranno la terra, sarà la nazione che guiderà il mondo, per volontà di Dio.  C'è un ma, se prima non c'è un pò di pulizia e per pulizia intendo il " sacrificio umano " guerre, terremoti, maremoti, alluvioni, disastri ambientali, ecc...ecc... non potrà mai è poi mai innescarsi quel processo di pace e amore tanto bramato, la storia stessa c'è lo insegna.
In Apocalisse 22:15-16 Fuori i cani, i fattucchieri, i fornicatori, gli omicidi, gli idolàtri e chiunque ama e pratica la menzogna!  
Dopo aver letto questi versetti e meditando parola per parola, poniamoci la domanda :  Siamo pronti ? Il Suo popolo è pronto? Guardiamoci un pò attorno e siamo sinceri cerchiamo di non fare gli ipocriti.  Non basta la conoscenza della Torak e una buona teologia delle Scritture, anche se è giusto non rimanere nell'ignoranza, fino ad oggi cosa è cambiato ? Come tanti cani che si rincorrono la propria coda, noto che c'è mancanza di --ginnastica da camera-piegamento delle ginocchiaaaaa...  
-chinare il capoooo..,  
-umigliarsiiiii.., r
-riemergere dagli abissi del peccatoooooo.. che ci attanaglia donando la propria vita a Cristo,  
-soffocareeee.. la carneeeee..,  
c'è ne di ginnastica da fare e c'è ne per tutti e di tutti i tipi, se non avviene una vera inversione, se non si sdrarica il peccato dal più profondo delle viscere ai voglia......molti pensano, siamo nel 2010 queste cose appartengono al passato, dicendo: io devo inginocchiarmi ? Io devo confessare i miei peccati ? Io devo sottomettermi ?  
La nuova Gerusalemme deve essere Santa, pura, adorna come una sposa, senza macchia ne difetto e chi è lo sposo?   CRISTO GESU   (non dimentichiamo )
Ecclesiaste 9:11
Ho pure visto sotto il sole che la corsa non è vinta da chi è veloce, né la battaglia dai forti; né il pane va ai saggi, né le ricchezze agli uomini intelligenti, né il favore a quelli abili, ma a tutti le cose avvengono secondo il tempo e il caso.  
Meditiamo queste parole,  un mio pensiero
Loggato
eliseob.
Visitatore

E-Mail

Re: Gaza: quando si dice fame...
« Rispondi #48 Data del Post: 17.02.2010 alle ore 10:29:16 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica    Rimuovi messaggio Rimuovi messaggio


Quote:
X Eliseo. Menomale che l'ho specificato che non c'entra il discorso della decima,hai letto bene quello che ho scritto?   Il fatto di donare delle libere offerte per sostenere l'immigrazione degli ebrei,non esclude il fatto di fare del bene anche agli altri popoli....

Cara Ester, io mi riferivo al Post di Sandro, che "raccontava" di cosa fanno altri, e cioè "dare ogni mese...", e che invitava/proponeva di fare altrettanto.  Sorriso
Certo, una cosa non escluderebbe l'altra. Solo mi chiedo come mai, "l'offerta" per i poveri resta di solito "inclusa" nell'offerta che si fa in Chiesa (a parte casi eccezionali come l'attuale necessità haitiana...), mentre riguardo Israele, sempre di solito, c'è un'offerta a parte, a volte appunto, "mensile".
 
Non ho mai sentito infatti, una proposta come quella di Sandro, cioè "dare mensilmente" un qualcosa (anche solo 1 €) per i bisognosi, sia in terra nazionale che internazionale.

Quote:
questa tua frase ( sopracitata) è semplicemente incredibile e,a mio avviso,denota una mancanza di empatia nei confronti del popolo ebraico; vorrei vedere te se qualcuno ti si "presenta" come cristiano e poi ammazza senza nessuna pietà: tuo padre , tua madre,poi prende il tuo bambino di pochi mesi, lo lancia in aria e lo riempie di pallottole e tu stai la a guardare tutto questo senza poter fare proprio niente! Questo ed altro hanno subito gli ebrei.. ma come fai a parlare così!

Cara Ester, tu dimentichi una cosa importantissima, e cioè che gli Ebrei, hanno "odiato" e ucciso i Cristiani per primi, e questo, senza le "motivazioni" da te descritte.
Come Gesù diceva infatti, e lo diceva agli Ebrei (convertiti=Cristiani), "il mondo vi odierà, sarete portati nei tribunali, uccisi...". Egli parlava in Giudea, agli Ebrei Cristiani.
E "l'odio del mondo", non ha quelle "scusanti" da te riportate; E gli Ebrei non convertiti, facevano e fanno ancora parte di questo "mondo" del quale parlava Gesù.
 
Smettiamola dunque di fare degli Ebrei delle "vittime", e soprattutto di fare del "vittimismo" con loro.
 
Sono stati gli uomini a perseguitare Israele, e non i Cristiani.
Trovo semplicemente assurdo leggere "però devi capire che per una mente ebrea,Gesù è il fondatore della  religione che ha trucidato il loro popolo"!
Questa io la trovo una giustificazione perversa per una mente appunto perversa, la "mente ebrea" appunto, la quale ha per primo trucidato Gesù, e poi ha cominciato a trucidare anche i Suoi.

Quote:
e a causa di questo,gli ebrei sono diventati il popolo più difficile da raggiungere con il Vangelo,perchè sono ancora pieni di traumi...

Ma che stai dicendo?
Il "Vangelo", è venuto principalmente, personalmente per loro, ed essi lo hanno rifiutato, rigettato, ucciso.  
Di quali "traumi" stai parlando, che sarebbero la causa di questo "essere irraggiungibili"?
Sono loro, che non vogliono essere "raggiunti", perchè a "raggiungere", è lo Spirito Santo, e non "i cristiani". E loro rigettano lo Spirito Santo, per questo sono "irraggiungibili".

Quote:
e noi,come cristiani,dovremmo avere pietà e compassione verso di loro e non dovremmo dire cose come quello che hai detto tu!  Sorridenteio solo sa quante sofferenze ha patito Israele!

È esattamente il contrario.
La pietà e la compassione per le loro anime, dovrebbero invece nascere proprio per la consapevolezza di quanto appena detto, e non a motivo delle "sofferenze", sofferenze che sono solamente frutto del peccato.
Avere pietà e compassione, non vuol dire omettere la Verità, e nemmeno nascondere il peccato.

Quote:
Qualcuno potrebbe obiettare che coloro che hanno perseguitato Israele non erano veri cristiani,ma qualcuno se la sentirebbe di dire che Lutero non fosse cristiano? Eppure Lutero nella sua vecchiaia...

Perchè, che ne sai tu di Lutero? Sai forse se ha "perseverato fino alla fine"?  
Se Lutero ha cominciato un cammino, questo non vuol dire che lo ha anche terminato!
Che cos'è per te il Cristianesimo, il "movimento" formato da Lutero? ...che dici "...qualcuno se la sentirebbe di dire che Lutero non fosse Cristiano?"

Quote:
Quindi, lo ripeto,amare Israele,non significa approvare sempre e comunque quello che fa,anche Dio li ha ripresi e disciplinati,però la motivazione era sempre l'amore che aveva ed ha per loro! Questo è importantissimo! E siccome Dio è al fianco di Israele anche noi dovremmo esserlo e sarebbe bello dimostrare agli ebrei di oggi,che i cristiani li amano e non solo a parole..

Quello stesso Dio, è Colui che continua a riprenderli e a disciplinarli, per Amore. Ed Egli ha deciso, conoscendo Israele e il suo cuore, di preparare Armagheddon, perchè solo allora, quando essi staranno per essere annientati, lo avrebbero riconosciuto, vedondolo venire a salvarli.  
Questo è l'Amore di Dio per Israele, Armagheddon; ...e non la "pace" per la quale il mondo, e anche tanti "credenti" pregano.
"L'Amore" dei Cristiani dunque, non può essere contrario all'Amore di Dio.
Gesù stesso infatti, amandoli, diceva loro che "erano figli del diavolo", e che se non lo avrebbero accettato, sarebbero morti nei loro peccati!
Lo diciamo noi questo, per Amore, a voce alta? Questo sarebbe "dimostrare" a fatti il nostro Amore.
Oppure la nostra, è solo una "pietà" simile alla rugiada mattutina....?

Quote:
e,comunque ( rispondo ad Eliseo) questa sovvenzione,non la faccio come opera meritoria,io non sono più brava perchè faccio l'offerta a Israele,io sono salvata per la sola fede in Gesù,questo è fuori discussione,Eliseo perchè fai queste battute?  

La mia non era una "battuta", cara Ester. Faresti megli a riflettere meglio, e rivedere quanto dici, quanto pensi, e quanto fai.  Occhiolino

Quote:
infatti il Messia che ha salvato la nostra anima e che amiamo è un ebreo, già per questo ci dovremmo sentire in qualche modo in obbligo verso di loro ( e non arrabbiatevi per queste mie affermazioni, non serve) questo per dire che noi non siamo in obbligo solo verso i santi che hanno creduto ma verso l'intera nazione ebraica

Certo, e chi è in "obbligo", cerca di "sdebitarsi"=pagare un debito.  Sorriso
 
"il Messia che ha salvato la nostra anima e che amiamo è un ebreo"
 Indeciso
Gesù "uomo", la Sua "carne", era "ebrea".  
Ma il Messia che ci ha Salvati, non era un "uomo", ma Dio!
E Dio non è Ebreo.
Ma chiaramente, se si riconosce nel Messia "l'ebreo", si sarà pure riconoscenti agli "ebrei", e si spartirà la "riconoscenza" un po' a Dio, e un po' agli ebrei, e questo non solo a "parole", ma anche con i fatti, dando la gloria conseguentemente, un po' a Dio, e un po' agli ebrei, per la nostra Salvezza. Mamma mia
Loggato
nemiax
Membro
***




Maranatha! Vieni Signore Gesù!

   


Posts: 66
Re: Gaza: quando si dice fame...
« Rispondi #49 Data del Post: 17.02.2010 alle ore 10:44:16 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 17.02.2010 alle ore 09:57:56, solare wrote:
 
Dopo aver letto questi versetti e meditando parola per parola, poniamoci la domanda :  Siamo pronti ? Il Suo popolo è pronto? Guardiamoci un pò attorno e siamo sinceri cerchiamo di non fare gli ipocriti.  Non basta la conoscenza della Torak e una buona teologia delle Scritture, anche se è giusto non rimanere nell'ignoranza, fino ad oggi cosa è cambiato ? Come tanti cani che si rincorrono la propria coda, noto che c'è mancanza di --ginnastica da camera-piegamento delle ginocchiaaaaa...  
-chinare il capoooo..,  
-umigliarsiiiii.., r
-riemergere dagli abissi del peccatoooooo.. che ci attanaglia donando la propria vita a Cristo,  
-soffocareeee.. la carneeeee..,  
c'è ne di ginnastica da fare e c'è ne per tutti e di tutti i tipi, se non avviene una vera inversione, se non si sdrarica il peccato dal più profondo delle viscere ai voglia......molti pensano, siamo nel 2010 queste cose appartengono al passato, dicendo: io devo inginocchiarmi ? Io devo confessare i miei peccati ? Io devo sottomettermi ?      
La nuova Gerusalemme deve essere Santa, pura, adorna come una sposa, senza macchia ne difetto e chi è lo sposo?   CRISTO GESU        (non dimentichiamo )
Ecclesiaste 9:11

 
Fino a qui, caro Solare, sono riuscito a segurti e devo dire che in quest'ultimo ragionamento mi trovi perfettamente d'accordo. C'è un gran discutere su Israele e sul come porsi nei confronti di questo popolo. Personalmente ritendo che questo popolo meriti tutto il rispetto e l'attenzione di coloro che si chiamano cristiani.
Non conosco i particolari di come Dio agirà per questo popolo, cerco di comprendere quanto la Bibbia mi rivela, ma di una cosa sono sicuro, come si guarda un orologio per comprendere a che punto del giorno siamo, guardiamo ad Israele (e non solo) per comprendere quanto sia vicino il compimento delle promesse di Dio.
Nel frattempo faremmo bene a riguardare a noi stessi, alla nostra condizione, al nostro divenir sempre più tiepidi ed indifferenti a certe realtà BASILARI per la salute spirituale della Chiesa. Come dici tu, il piegare le ginocchia, l'umiliarsi e il convertirsi.
 
se il mio popolo, sul quale è invocato il mio nome,  
si umilia,  
prega,  
cerca la mia faccia  
e si converte dalle sue vie malvage,  
io lo esaudirò dal cielo, gli perdonerò i suoi peccati, e guarirò il suo paese. (2Cronache 7:14)
 
Ci stiamo umiliando? Preghiamo? Ricerchiamo la faccia di Dio? Stiamo convertendo la rotta dalle nostre vie malvage?
 

on 17.02.2010 alle ore 09:57:56, solare wrote:
Ho pure visto sotto il sole che la corsa non è vinta da chi è veloce, né la battaglia dai forti; né il pane va ai saggi, né le ricchezze agli uomini intelligenti, né il favore a quelli abili, ma a tutti le cose avvengono secondo il tempo e il caso.  
Meditiamo queste parole,  un mio pensiero

 
Su quest'altro punto invece ho qualche difficoltà a seguire il tuo ragionamento, e in particolare l'espressione "ma a tutti le cose avvengono secondo il tempo e il caso".
Da cristiano, ritengo che il caso NON ESISTE! Dio ha il controllo, e questo controllo non gli sfugge mai di mano, nemmeno quando sembra esser così.
I terremoti, le inondazioni, le pestilenze, le tragedie passate e quelle future sono forse una distrazione di Dio? Così non è, non è così ne nelle grandi tragedie dell'umanità ne nelle grandi tragedie dei singoli. Quando qualcosa ci travolge, la prima cosa che ci vien facile pensare è... "forse Dio ha voltato lo sguardo dall'altra parte?!"
 
Ma io, io son quegli che ho fatto la terra, e che ho creato l'uomo sovr'essa; io, con le mie mani, ho spiegato i cieli, e comando a tutto l'esercito loro. (Isaia 45:12)
 
Niente sfugge al controllo di Colui che tutto ha creato.
« Ultima modifica: 17.02.2010 alle ore 10:52:10 by nemiax » Loggato

del rimanente mi è riservata la corona di giustizia che il Signore, il giusto giudice, mi assegnerà in quel giorno; e non solo a me, ma anche a tutti quelli che avranno amato la sua apparizione. 2Tim4:8
http://www.youtube.com/user/xnemiax
solare
Membro familiare
****



W questo FORUM!!!

   
E-Mail

Posts: 445
Re: Gaza: quando si dice fame...
« Rispondi #50 Data del Post: 17.02.2010 alle ore 11:08:47 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Carissimo nemiax  non sono mie le parole ma, ma di Ecclesiaste 9:11 a domani   pace
Loggato
nemiax
Membro
***




Maranatha! Vieni Signore Gesù!

   


Posts: 66
Re: Gaza: quando si dice fame...
« Rispondi #51 Data del Post: 17.02.2010 alle ore 11:10:56 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 17.02.2010 alle ore 09:57:56, solare wrote:
Ho pure visto sotto il sole che la corsa non è vinta da chi è veloce, né la battaglia dai forti; né il pane va ai saggi, né le ricchezze agli uomini intelligenti, né il favore a quelli abili, ma a tutti le cose avvengono secondo il tempo e il caso.  
Meditiamo queste parole,  un mio pensiero

 
Scusami, ma rileggendo più volte forse ho compreso cosa intendevi dire per caso.  
Il caso inteso in Ecclesiaste è più volte tradotto come "circostanze", quindi ho compreso male e ti chiedo scusa Occhiolino
Loggato

del rimanente mi è riservata la corona di giustizia che il Signore, il giusto giudice, mi assegnerà in quel giorno; e non solo a me, ma anche a tutti quelli che avranno amato la sua apparizione. 2Tim4:8
http://www.youtube.com/user/xnemiax
nemiax
Membro
***




Maranatha! Vieni Signore Gesù!

   


Posts: 66
Re: Gaza: quando si dice fame...
« Rispondi #52 Data del Post: 17.02.2010 alle ore 11:12:05 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 17.02.2010 alle ore 11:08:47, solare wrote:
Carissimo nemiax  non sono mie le parole ma, ma di Ecclesiaste 9:11 a domani   pace

 Occhiolino
Loggato

del rimanente mi è riservata la corona di giustizia che il Signore, il giusto giudice, mi assegnerà in quel giorno; e non solo a me, ma anche a tutti quelli che avranno amato la sua apparizione. 2Tim4:8
http://www.youtube.com/user/xnemiax
Joe75
Membro familiare
****




Il Signore è il mio Pastore!

   


Posts: 2531
Re: Gaza: quando si dice fame...
« Rispondi #53 Data del Post: 17.02.2010 alle ore 14:48:10 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 16.02.2010 alle ore 21:01:55, ester2 wrote:
Quindi, lo ripeto,amare Israele,non significa approvare sempre e comunque quello che fa,anche Dio li ha ripresi e disciplinati,però la motivazione era sempre l'amore che aveva ed ha per loro! Questo è importantissimo! E siccome Dio è al fianco di Israele anche noi dovremmo esserlo e sarebbe bello dimostrare agli ebrei di oggi,che i cristiani li amano e non solo a parole..  

 
Ebbene, dove sarebbe questa mancanza d'amore da parte mia?
Solo perchè non condivido l'attuale guida politica di Israele che ha frustrato ogni possibile accordo con i palestinesi?  
Questa è mancanza d'amore per te?
Accostare come fai tu la strage degli ebrei con la politica del governo israeliano attuale è paradossale.
Sul resto delle tue affermazioni eliseo ha già risposto per me scrivendo cose interessanti. Occhiolino
Loggato

Nell'amore non c'è paura, anzi l'amore perfetto caccia via la paura.
linchen
Membro onorario
*****




Fin qui l'Eterno ci ha soccorsi! (9/9/2013)

   
WWW   

Posts: 15267
Re: Gaza: quando si dice fame...
« Rispondi #54 Data del Post: 17.02.2010 alle ore 15:10:03 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 17.02.2010 alle ore 14:48:10, Joe75 wrote:

 
Solo perchè non condivido l'attuale guida politica di Israele che ha frustrato ogni possibile accordo con i palestinesi?  
 

 
 Confuso  
 
Sembri molto... molto informato:  Occhiolino
 
...secondo te Israele si diverte a fare la guerra a tutti?  Vago
 
Non vale la pena di rispondere ad affermazioni del genere.
 
Vedo solo che i politicanti britannici, (e non solo) per paura, per  convenienza e per codardia, si stanno vendendo anche l'anima agli arabi.
Loggato

l'AMORE edifica!
Joe75
Membro familiare
****




Il Signore è il mio Pastore!

   


Posts: 2531
Re: Gaza: quando si dice fame...
« Rispondi #55 Data del Post: 17.02.2010 alle ore 15:28:43 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 17.02.2010 alle ore 15:10:03, linchen wrote:

 
 Confuso  
 
Sembri molto... molto informato:  Occhiolino
 
...secondo te Israele si diverte a fare la guerra a tutti?  Vago
 
Non vale la pena di rispondere ad affermazioni del genere.
 
Vedo solo che i politicanti britannici, (e non solo) per paura, per  convenienza e per codardia, si stanno vendendo anche l'anima agli arabi.

 
Lo vedo dal fatto che con l'insediamento del nuovo governo è tutto fermo in ordine ai negoziati di pace, mentre si costruiscono nuovi insediamenti di colonie nei territori occupati.  
E' vero pure che il petrolio serve e tutti i governi occidentali (non solo quello inglese) sono molto ossequiosi nei confronti dei paesi arabi. Sorriso
Abbiamo opinioni diverse, ma voglio credere che non vorrai anche tu accusarmi di mancanza d'amore per Israele?
Loggato

Nell'amore non c'è paura, anzi l'amore perfetto caccia via la paura.
eliseob.
Visitatore

E-Mail

Re: Gaza: quando si dice fame...
« Rispondi #56 Data del Post: 17.02.2010 alle ore 15:49:53 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica    Rimuovi messaggio Rimuovi messaggio


Quote:
Lo vedo dal fatto che con l'insediamento del nuovo governo è tutto fermo in ordine ai negoziati di pace...

Scusa, ma quale "pace"?
 
Perchè, secondo te con un'altra "politica", Israele avrebbe, o meglio che dico Israele...., il mondo avrebbe una chance per raggiungere quella tanto "desiderata" pace nel medio-oriente?
 
Quasi quasi, adesso la "pace nel mondo", è messa in pericolo dalla "politica" israeliana.... Hu?! ....ci mancava solo questa....
Loggato
Joe75
Membro familiare
****




Il Signore è il mio Pastore!

   


Posts: 2531
Re: Gaza: quando si dice fame...
« Rispondi #57 Data del Post: 17.02.2010 alle ore 15:57:36 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 17.02.2010 alle ore 15:49:53, eliseob. wrote:

Scusa, ma quale "pace"?
 
Perchè, secondo te con un'altra "politica", Israele avrebbe, o meglio che dico Israele...., il mondo avrebbe una chance per raggiungere quella tanto "desiderata" pace nel medio-oriente?
 
Quasi quasi, adesso la "pace nel mondo", è messa in pericolo dalla "politica" israeliana.... Hu?! ....ci mancava solo questa....

 
Ma perchè devi attribuirmi cose che non ho manco pensato?
Parlo della pace (basterebbe una pacfica convivenza) tra israeliani e palestinesi (ammesso che questa sia possibile) e tu passi alla "pace nel mondo": chi ne ha mai parlato?
Non mi attribuite cose che non ho detto.
C'è del marcio in Danimarca... Occhiolino
Loggato

Nell'amore non c'è paura, anzi l'amore perfetto caccia via la paura.
eliseob.
Visitatore

E-Mail

Re: Gaza: quando si dice fame...
« Rispondi #58 Data del Post: 17.02.2010 alle ore 16:25:22 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica    Rimuovi messaggio Rimuovi messaggio


Quote:
Parlo della pace (basterebbe una pacfica convivenza) tra israeliani e palestinesi (ammesso che questa sia possibile) e tu passi alla "pace nel mondo": chi ne ha mai parlato?

Caro Joe, di questi tempi, parlare della "pacifica convivenza" tra israeliani e palestinesi, vuol dire più che mai parlare della pace nel mondo.
Una mossa falsa, in quel calderone, e salta tutto per aria.  Occhiolino
 
Non ho capito che c'entra la Danimarca....  Pensare  
 Sorridente
Loggato
ester2
Membro familiare
****



Cosi' dice il Signore:"Io onoro quelli che mi onorano"    1Sam.2-30

   
E-Mail

Posts: 2119
Re: Gaza: quando si dice fame...
« Rispondi #59 Data del Post: 17.02.2010 alle ore 20:44:11 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

X Solare.  Ho fatto un bel pò di fatica a leggere il tuo intervento piuttosto logorroico direi..  Sorriso non me ne volere,non lo dico con disprezzo  Sorriso  Vorrei sottolineare che anche Israele,come tutti gli altri popoli,può trovare salvezza soltanto in Yeshua,non è che gli ebrei sono salvati automaticamente a motivo della loro elezione,su questo non ci piove  Sorriso  Però nel tuo intervento hai evidenziato l'ostinatezza del popolo ebraico ( anche tu ed io prima di conoscere Gesù,eravamo ostinati, ricordi..? e a volte,ahimè,lo siamo ancora) ergo,eviterei di far notare quanto Israele abbia il collo duro,non la trovo un'attidudine corretta; quando gli ebrei saranno salvati,saranno pure loro liberati dalla durezza di cuore,esattamente come LO SIAMO STATI TUTTI NOI! Nel frattempo,sforziamoci di dare loro una buona testimonianza affinchè possano credere nel Messia!
Loggato
Pagine: 1 2 3 4 5 6  ...  18 · torna su · Rispondi Rispondi   Create+Poll Create+Poll   Abilita notifica Abilita notifica    Invia il Topic Invia il Topic    Stampa Stampa

« Topic Precedente | Prossimo Topic »
Icons made by Freepik, Daniel Bruce, Scott de Jonge, Icomoon, SimpleIcon from www.flaticon.com is licensed by CC BY 3.0
Powered by YaBB 1 Gold - SP 1.4 - Forum software copyright © 2000-2004 Yet another Bulletin Board

    
Copyright e condizione di riproduzione evangelici.net è un sito di Teknosurf.it srl - P.IVA: 01264890052
Il materiale presente in questa pagina si può ripubblicare liberamente ma solo a queste condizioni.
Sono molto gradite donazioni via Paypal, che ci permetteranno di fare di più e meglio. | Contatti