Ti senti solo? Benvenuto Visitatore. Fai Login o Registrati. RegolamentoLeggi il regolamento completo  RSSIscrizione feed RSS

Indice Indice   Help Help   Cerca Cerca   Utenti Utenti   Calendario Calendario   Login Login   Registrati Registrati

    
   I Forum di Evangelici.net
   Vita di chiesa e cammino cristiano
   Attualità a confronto con la Bibbia
(Moderatori: andreiu, ilcuorebatte, Marmar)
   Gaza: quando si dice fame...
« Topic Precedente | Prossimo Topic »
Pagine: 1 2 3 4 5  ...  18 · vai in fondo · Rispondi Rispondi   Create+Poll Create+Poll   Abilita notifica Abilita notifica    Invia il Topic Invia il Topic    Stampa Stampa
   Autore  Topic: Gaza: quando si dice fame...  (letto 18763 volte)
eliseob.
Visitatore

E-Mail

Re: Gaza: quando si dice fame...
« Rispondi #30 Data del Post: 14.02.2010 alle ore 16:15:57 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica    Rimuovi messaggio Rimuovi messaggio


on 14.02.2010 alle ore 16:05:05, Joe75 wrote:

 
Non hai risposto ai miei rilievi: anche tu sei vittima dello stesso pregiudizio.

No, veramente sei tu, che non hai risposto a me, a partire dal Post numero 21.  Sorriso
 
E ti arrocchi invece dietro la parola "amore"...

Quote:
Dio ci ha dato l'intelletto per affermare in modo reale l'amore per il suo poplo eletto, ma l'amore non significa accettare tutto: se ami una persona e vedi che sbaglia, ti preoccupi perchè questo non accada più e

Dio non ci ha comandato di "affermare il nostro amore per il Suo popolo eletto, ma ci ha comandato di amare tutti i popoli.
 
Dunque, ritorniamo al Congo, all'Iran, etc..., e "affermiamo in modo reale il nostro amore".  Sorriso
 
Perciò, a parte le "chiacchiere", cosa proponi di "reale"?
Loggato
Joe75
Membro familiare
****




Il Signore è il mio Pastore!

   


Posts: 2531
Re: Gaza: quando si dice fame...
« Rispondi #31 Data del Post: 14.02.2010 alle ore 16:36:49 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

La risposta è molto semplice, caro Eliseo: se io critico i governi di Cuba, Congo etc. nessun evangelico avrà nulla da ridire.
Anzi magari molti si associano alle mie proteste.
Se mi permetto, invece, di censurare il governo israeliano, allora incorrerò negli strali di quelli che sono a favore di Israele perchè nulla si può criticare di quel governo.
Questo è il busillis.
 
Penso di non aver altro da aggiungere: ho già detto tutto. Buona prosecuzione. Ciao
Loggato

Nell'amore non c'è paura, anzi l'amore perfetto caccia via la paura.
Marmar
Admin
*****



Dio è buono

   
WWW   

Posts: 7756
Re: Gaza: quando si dice fame...
« Rispondi #32 Data del Post: 14.02.2010 alle ore 16:52:53 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Non invidio nessuno al governo quella nazione poiché, come tutti quelli che sono al centro dell'attenzione, qualunque cosa facciano ci saranno sempre moltissime persone che gli punteranno il dito contro. Anche se la condizione in cui agiscono è la più difficile del mondo e se, un errore, anche piccolo, può essere una catastrofe.
 
L'unico che può giudarli è l'Eterno, non credo che esista qualcuno capace di non commettere errori, in quella condizione.
Loggato

Aiutiamoci gli uni gli altri a liberarsi da quello che ritarda il nostro cammino.
ester2
Membro familiare
****



Cosi' dice il Signore:"Io onoro quelli che mi onorano"    1Sam.2-30

   
E-Mail

Posts: 2119
Re: Gaza: quando si dice fame...
« Rispondi #33 Data del Post: 14.02.2010 alle ore 18:22:57 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

X Giamba. In relazione al fratello a cui ho accennato, lo conosco da diversi anni e non credo che abbia sbagliato ad esprimersi, perchè è una persona colta ed eloquente e sa bene quello che vuole dire,inoltre più volte ha fatto affermazioni (anche se non gravi come quella che ho raccontato) che facevano capire le sue idee a riguardo; in più,conoscendo il suo retaggio di sinistra,che forse lo influenza ancora,sò purtroppo, di aver capito bene..  Triste
Loggato
linchen
Membro onorario
*****




Fin qui l'Eterno ci ha soccorsi! (9/9/2013)

   
WWW   

Posts: 15267
Re: Gaza: quando si dice fame...
« Rispondi #34 Data del Post: 14.02.2010 alle ore 18:59:18 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 14.02.2010 alle ore 16:52:53, Marmar wrote:
Non invidio nessuno al governo quella nazione poiché, come tutti quelli che sono al centro dell'attenzione, qualunque cosa facciano ci saranno sempre moltissime persone che gli punteranno il dito contro. Anche se la condizione in cui agiscono è la più difficile del mondo e se, un errore, anche piccolo, può essere una catastrofe.
 
L'unico che può giudarli è l'Eterno, non credo che esista qualcuno capace di non commettere errori, in quella condizione.

 
Intelligente commento ! Sorriso
Loggato

l'AMORE edifica!
ester2
Membro familiare
****



Cosi' dice il Signore:"Io onoro quelli che mi onorano"    1Sam.2-30

   
E-Mail

Posts: 2119
Re: Gaza: quando si dice fame...
« Rispondi #35 Data del Post: 14.02.2010 alle ore 19:52:07 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Joe,non sei obbligato a condividere sempre quello che fa Israele,però si deve fare attenzione allo spirito e alle motivazioni che stanno dietro alle parole. Io non so se a te sta a cuore il bene di Israele (per favore,non rispondere che ci deve stare a cuore il bene di tutte le nazioni,anche se è vero) però,dalle tue parole,mi è sembrato di percepire  insofferenza a riguardo,non sono riuscita a cogliere,mentre ti leggevo,sentimenti di compassione verso di loro(Israele) anche se hai usato la parola Amore,quale è il motivo? Potrei sbagliarmi,ma ho avuto questa impressione.  Poi,bisogna dire,che ci sono moltissime notizie non esatte su Israele,delle vere e proprie stumentalizzazioni e quindi bisogna prendere queste notizie con molta cautela.  Per esempio,durante l'intifada,alcuni giornalisti giapponesi furono sorpresi a reclutare gente per assaltare con le pietre le jeep che passavano,oppure,una troupe televisiva australiana fu sorpresa mentre chiedeva a dei giovani "palestinesi" di non lanciare pietre prima di aver sistemato le telecamere.. Hu?! per giunta,quando furono accusati di aver fatto questo,nessun imbarazzo,la risposta fu:"Riportiamo le cose come le vediamo"  Confuso  Mmmhhh!  è risaputo che chi ha il monopolio dell'informazione,finisce per controllare anche i giudizi ed Israele ne è la prova  Triste ho fatto questi esempi per mettervi in guardia e non credere a tutto ciò che di negativo si dice su Israele altrimenti potreste essere sedotti da "qualcuno"    che ha tutto l'interesse a presentare Israele come malvagio davanti all'opinione mondiale.. e chi conosce la Bibbia sa perchè..              
« Ultima modifica: 14.02.2010 alle ore 19:59:31 by ester2 » Loggato
ester2
Membro familiare
****



Cosi' dice il Signore:"Io onoro quelli che mi onorano"    1Sam.2-30

   
E-Mail

Posts: 2119
Re: Gaza: quando si dice fame...
« Rispondi #36 Data del Post: 14.02.2010 alle ore 20:28:45 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Eliseo ha scritto:".. Questo a me già basta ed avanza per non osare intromettermi negli affari di stato di Israele". Questa frase mi ha commosso moltissimo,la trovo piena di timore reverenziale verso Dio e di rispetto per il suo popolo; si, gli affari di stato di Israele riguardano Dio personalmente e Lui non starà a guardare mentre i suoi vicini vogliono sterminarlo e "gettarlo a mare",ci sarà un momento in cui Dio stesso si farà avanti e combatterà per Israele contro le nazioni ( Zaccaria 14v. 3) e in relazione a Gerusalemme Dio dice:" E in quel giorno avverrà che io farò di Gerusalemme una pietra pesante per tutti i popoli; tutti quelli che se la caricheranno addosso ne saranno malamente feriti.." ( Zaccaria 12 v. 3)  Udite,popoli tutti..
Loggato
Giamba
Admin
*****





   
E-Mail

Posts: 3915
Re: Gaza: quando si dice fame...
« Rispondi #37 Data del Post: 15.02.2010 alle ore 11:55:23 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 14.02.2010 alle ore 20:28:45, ester2 wrote:
Eliseo ha scritto:".. Questo a me già basta ed avanza per non osare intromettermi negli affari di stato di Israele". Questa frase mi ha commosso moltissimo,la trovo piena di timore reverenziale verso Dio e di rispetto per il suo popolo; si, gli affari di stato di Israele riguardano Dio personalmente e Lui non starà a guardare mentre i suoi vicini vogliono sterminarlo e "gettarlo a mare",ci sarà un momento in cui Dio stesso si farà avanti e combatterà per Israele contro le nazioni ( Zaccaria 14v. 3) e in relazione a Gerusalemme Dio dice:" E in quel giorno avverrà che io farò di Gerusalemme una pietra pesante per tutti i popoli; tutti quelli che se la caricheranno addosso ne saranno malamente feriti.." ( Zaccaria 12 v. 3)  Udite,popoli tutti..    

 
Appunto, Dio stesso, non noi, e questo avverrà nei tempi stabiliti da Lui. Ho l'impressione che a forza di concentrarci troppo su Israele e sulle profezie degli ultimi tempi, viviamo come se fossimo già nel futuro, dimenticando la nostra missione attuale. Volevo semplicemente sottolineare questo aspetto, che io ritengo problematico.
Loggato

Dai manichei che ti urlano "o con noi o traditore!", libera nos Domine!
ester2
Membro familiare
****



Cosi' dice il Signore:"Io onoro quelli che mi onorano"    1Sam.2-30

   
E-Mail

Posts: 2119
Re: Gaza: quando si dice fame...
« Rispondi #38 Data del Post: 15.02.2010 alle ore 20:40:15 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Dici:" concentrarci troppo su Israele.."  Mmmhhh!  non capisco questa affermazione  Pensare comunque,faccio notare che Dio stesso è "troppo concentrato su Israele" così concentrato che ( mi dispiace se questa affermazione darà fastidio) guai a chi li tocca! Infatti,sempre in Zaccaria al cap. 2v.8 è scritto:" chi tocca voi tocca la pupilla del suo occhio"; e sebbene noi credenti possiamo fare nostre queste parole, i principali destinatari sono gli ebrei e non ho deciso io che fosse così. Quindi,quando si parla di Israele,consiglierei di fare attenzione,perchè Dio è estremamente sensibile quando si parla di loro! Inoltre faccio notare,che ciò che riguarda Israele non è un discorso principalmente politico ma  profondamente spirituale,anche per quanto riguarda i confini,ricordo che è stato Dio a stabilire che quella terra tanto contesa oggi,appartiene ad Israele,Dio è il legittimo proprietario ed Egli ha deciso di darla agli ebrei . In quel giorno l'Eterno fece patto con Abramo,dicendo:" Io do alla tua progenie questo paese,dal fiume d'Egitto al gran fiume ,il fiume Eufrate" Genesi 15v. 18; e ancora: "Così dice l'Eterno contro tutti i miei malvagi vicini,che toccano l'eredità che ho dato in possesso al mio popolo Israele.." Geremia 12 v. 14; ho riportato questi versetti per evidenziare il fatto che Dio è profondamente coinvolto con Israele,quindi noi credenti dovremmo pure esserlo e dovremmo TUTTI desiderare il bene di questo popolo,magari sostenendolo anche finanziariamente,ci sono per esempio, diverse organizzazioni che sostengono l'aliyah (ritorno degli ebrei in patria) che gioia poter in qualche modo,partecipare al radunamento di Israele nella sua terra secondo le Scritture!  Sorriso l' apostolo Paolo in Romani dice :" Perchè se i Gentili sono stati fatti partecipi dei loro beni spirituali,sono anche in OBBLIGO di sovvenire loro(ebrei) con i beni materiali" Romani 15 v. 27;  Sorriso e non c'entra l'obbligo della decima ecc. ecc. ( prima che qualcuno fraintenda)  Incoraggio tutti a coinvolgersi in qualche modo a favore di Israele e ad avere rispetto per loro perchè per certo questa è la volonta di Dio affinchè siano salvati.. Romani 10 v. 1;  Shalom  Sorriso              
« Ultima modifica: 15.02.2010 alle ore 21:11:29 by ester2 » Loggato
fra Sandro Savonarola
Visitatore

E-Mail

Re: Gaza: quando si dice fame...
« Rispondi #39 Data del Post: 15.02.2010 alle ore 22:13:06 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica    Rimuovi messaggio Rimuovi messaggio

Penso che Ester 2 abbia ragione.
Cosa potremmo fare per Israele oltre che abbonarci  
a
www.israele.net (l' abbonamento è gratuito)
 
Ester parlava anche di aiuto economico. Domanda :
Esiste qui in italia un sito evangelico , di cui non faccio il nome, con 10.000 iscritti (non è Evangelici.net) che incoraggia ogni iscritto a versare Euro 1,00 al mese che se versassero tutti sarebbero Euro 10.000 al mese. E' possibile studiare qualcosa di
analogo per aiutare economicamente Israele ?
Se proponessimo al sito www.israele.net di comportarsi
solo per chi vuole, come fa questo sito evangelico con i suoi
10.000 iscritti ? (in pratica si tratta di versare tante piccole rate di Euro 3,00 ciascuna comprensive di tre mesi di offerta.
fra Sandro Savonarola
Se andate su www.israele.net potete cliccare su "solidarietà" Io ho proposto che come contraccambio dei 3 Euro trimestrali venga offerto o un forum o un blog per chi dona.
« Ultima modifica: 15.02.2010 alle ore 22:40:38 by Sandro » Loggato
ester2
Membro familiare
****



Cosi' dice il Signore:"Io onoro quelli che mi onorano"    1Sam.2-30

   
E-Mail

Posts: 2119
Re: Gaza: quando si dice fame...
« Rispondi #40 Data del Post: 15.02.2010 alle ore 23:08:34 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Quanto sei bravo e buono Sandro  Angelo   Bacio  Bacio
Loggato
Giamba
Admin
*****





   
E-Mail

Posts: 3915
Re: Gaza: quando si dice fame...
« Rispondi #41 Data del Post: 16.02.2010 alle ore 09:57:41 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 15.02.2010 alle ore 20:40:15, ester2 wrote:
Dici:" concentrarci troppo su Israele.."  Mmmhhh!  non capisco questa affermazione  Pensare comunque,faccio notare che Dio stesso è "troppo concentrato su Israele" così concentrato che ( mi dispiace se questa affermazione darà fastidio) guai a chi li tocca! Infatti,sempre in Zaccaria al cap. 2v.8 è scritto:" chi tocca voi tocca la pupilla del suo occhio"; e sebbene noi credenti possiamo fare nostre queste parole, i principali destinatari sono gli ebrei e non ho deciso io che fosse così. Quindi,quando si parla di Israele,consiglierei di fare attenzione,perchè Dio è estremamente sensibile quando si parla di loro! Inoltre faccio notare,che ciò che riguarda Israele non è un discorso principalmente politico ma  profondamente spirituale,anche per quanto riguarda i confini,ricordo che è stato Dio a stabilire che quella terra tanto contesa oggi,appartiene ad Israele,Dio è il legittimo proprietario ed Egli ha deciso di darla agli ebrei . In quel giorno l'Eterno fece patto con Abramo,dicendo:" Io do alla tua progenie questo paese,dal fiume d'Egitto al gran fiume ,il fiume Eufrate" Genesi 15v. 18; e ancora: "Così dice l'Eterno contro tutti i miei malvagi vicini,che toccano l'eredità che ho dato in possesso al mio popolo Israele.." Geremia 12 v. 14; ho riportato questi versetti per evidenziare il fatto che Dio è profondamente coinvolto con Israele,quindi noi credenti dovremmo pure esserlo e dovremmo TUTTI desiderare il bene di questo popolo,magari sostenendolo anche finanziariamente,ci sono per esempio, diverse organizzazioni che sostengono l'aliyah (ritorno degli ebrei in patria) che gioia poter in qualche modo,partecipare al radunamento di Israele nella sua terra secondo le Scritture!  Sorriso l' apostolo Paolo in Romani dice :" Perchè se i Gentili sono stati fatti partecipi dei loro beni spirituali,sono anche in OBBLIGO di sovvenire loro(ebrei) con i beni materiali" Romani 15 v. 27;  Sorriso e non c'entra l'obbligo della decima ecc. ecc. ( prima che qualcuno fraintenda)  Incoraggio tutti a coinvolgersi in qualche modo a favore di Israele e ad avere rispetto per loro perchè per certo questa è la volonta di Dio affinchè siano salvati.. Romani 10 v. 1;  Shalom  Sorriso              

 
"26 perché la Macedonia e l'Acaia si sono compiaciute di fare una colletta per i poveri che sono tra i santi di Gerusalemme. 27 Si sono compiaciute, ma esse sono anche in debito nei loro confronti; infatti se gli stranieri sono stati fatti partecipi dei loro beni spirituali, sono anche in obbligo di aiutarli con i beni materiali" (Romani 15:26,27)
 
Paolo stava parlando di santi, in tutto il Nuovo Testamento questo aggettivo si riferisce a cristiani. Inoltre non mi sembra che si stia esprimendo un comandamento di sostegno finanziario verso gli Ebrei, né qui né altrove nel Nuovo Testamento. E questo non ha niente a che vedere con il rispetto che dobbiamo al popolo ebraico per il suo ruolo nel piano di Dio, questo è fuori discussione. Quando dico "eccessiva attenzione" intendo proprio il modo strumentale in cui è stato citato il verso che hai citato tu, che parlava di tutt'altro ma è stato "piegato" a servizio di una visione particolare.  
Ma questo, attenzione, non è colpa di Israele, è colpa nostra, e non lo facciamo solo con Israele ma con tante altre cose. Diciamo così allora, che non dovremmo in generale mettere eccessiva attenzione solo su determinati aspetti della dottrina a discapito di altri, perché il rischio è quello adattare il messaggio biblico alla nostra visione, e non viceversa.
Pace Sorriso
 
« Ultima modifica: 16.02.2010 alle ore 13:39:13 by Giamba » Loggato

Dai manichei che ti urlano "o con noi o traditore!", libera nos Domine!
eliseob.
Visitatore

E-Mail

Re: Gaza: quando si dice fame...
« Rispondi #42 Data del Post: 16.02.2010 alle ore 10:26:24 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica    Rimuovi messaggio Rimuovi messaggio

Su questo punto, non posso che essere d'accordo con Giamba.
 
Sarebbe come se volessimo imporci, o peggio ancora "ci fosse imposta", una sorta di decima nei confronti d'Israele.
 
Israele è una delle Nazioni più ricche al mondo, e non ha certo bisogno della nostra "elemosina", di sicuro no.
 
E poi, proviamo a chiederci una cosa: Come mai vorremmo essere così "benevoli" con Israele, in modo così particolare? Vogliamo forse "accattivarci" un qualche favore? (da Dio)
 
Ci sono tantissimi Stati al mondo che necessiterebbero molto più di Israele! E anche per quei popoli ci sono delle organizzazioni umanitarie oneste e valide.
Se quei proventi venissero indirizzati là dove sarebbero necessari, avrebbero di sicuro un maggiore valore, e sarebbero veramente utili.
E non solo nei "paesi lontani", ma anche nel nostro immediato vicinato, "sotto casa", nelle nostre città.
Loggato
Joe75
Membro familiare
****




Il Signore è il mio Pastore!

   


Posts: 2531
Re: Gaza: quando si dice fame...
« Rispondi #43 Data del Post: 16.02.2010 alle ore 15:26:22 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 14.02.2010 alle ore 19:52:07, ester2 wrote:
Joe,non sei obbligato a condividere sempre quello che fa Israele,però si deve fare attenzione allo spirito e alle motivazioni che stanno dietro alle parole. Io non so se a te sta a cuore il bene di Israele (per favore,non rispondere che ci deve stare a cuore il bene di tutte le nazioni,anche se è vero) però,dalle tue parole,mi è sembrato di percepire  insofferenza a riguardo,non sono riuscita a cogliere,mentre ti leggevo,sentimenti di compassione verso di loro(Israele) anche se hai usato la parola Amore,quale è il motivo? Potrei sbagliarmi,ma ho avuto questa impressione.  Poi,bisogna dire,che ci sono moltissime notizie non esatte su Israele,delle vere e proprie stumentalizzazioni e quindi bisogna prendere queste notizie con molta cautela.  Per esempio,durante l'intifada,alcuni giornalisti giapponesi furono sorpresi a reclutare gente per assaltare con le pietre le jeep che passavano,oppure,una troupe televisiva australiana fu sorpresa mentre chiedeva a dei giovani "palestinesi" di non lanciare pietre prima di aver sistemato le telecamere.. Hu?! per giunta,quando furono accusati di aver fatto questo,nessun imbarazzo,la risposta fu:"Riportiamo le cose come le vediamo"  Confuso  Mmmhhh!  è risaputo che chi ha il monopolio dell'informazione,finisce per controllare anche i giudizi ed Israele ne è la prova  Triste ho fatto questi esempi per mettervi in guardia e non credere a tutto ciò che di negativo si dice su Israele altrimenti potreste essere sedotti da "qualcuno"    che ha tutto l'interesse a presentare Israele come malvagio davanti all'opinione mondiale.. e chi conosce la Bibbia sa perchè..              

 
Posso solo dirti che non mi conosci abbastanza e manco hai letto cosa ho scritto: se girano video come questo è un bene per combattere la disinformazione su Israele.
Ho sempre sostenuto l'esistenza di Israele, anche quando a scuola tutti erano a favore dei palestinesi.
Se si leggessero gli interventi nella loro interezza, non si scriverebbero certe cose. Triste
Ho solo provato a farvi riflettere criticamente su Israele, paese che amo e stimo, ma di cui non condivido alcune delle scelte politiche adottate.
Non credo che questa sia lesa maestà anche perchè a forza di esaltare Israele, alcuni evangelici hanno finito per giudaizzarsi, sostituendo al Dio d'Israele la religione o un certo filogiudaismo da "quattro soldi".
Li vorrei vedere certuni che si riempiono la bocca con frasi come "amo Israele", se si dovessero confrontare con dei giudei praticanti: non vi dico cosa pensano loro di noi e del Gesù in cui crediamo.
Purtroppo sono vecchio di questo forum e so di cosa parlo: i "vecchi" del forum come me avranno capito. Occhiolino
Loggato

Nell'amore non c'è paura, anzi l'amore perfetto caccia via la paura.
ester2
Membro familiare
****



Cosi' dice il Signore:"Io onoro quelli che mi onorano"    1Sam.2-30

   
E-Mail

Posts: 2119
Re: Gaza: quando si dice fame...
« Rispondi #44 Data del Post: 16.02.2010 alle ore 21:01:55 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

X Eliseo. Menomale che l'ho specificato che non c'entra il discorso della decima,hai letto bene quello che ho scritto?  Confuso Il fatto di donare delle libere offerte per sostenere l'immigrazione degli ebrei,non esclude il fatto di fare del bene anche agli altri popoli,o anche al vicino di casa,una cosa non esclude assolutamente l'altra;si può fare(anzi,si deve fare) del bene alle persone a noi vicine ma questo non mi "impedisce" di sostenere economicamente anche Israele,si possono fare entrambe le cose ciascuno secondo le proprie possibilità  Sorriso   X  Joe. Ho letto il tuo intervento nella sua interezza,mi dispiace se quello che ho scritto ti ha fatto "scattare" però questa è l'impressione che mi dai. Hai scritto:" Li vorrei vedere certuni che si riempiono la bocca con frasi come "amo Israele",se si dovessero confrontare con dei giudei praticanti: non vi dico cosa pensano loro di noi e del Gesù in cui crediamo"; e io rispondo che ci sono diversi cristiani che si sono confrontati con loro e li amano ancora,anzi alcuni giudei praticanti si sono pure convertiti a Gesù ed oggi sono nostri fratelli in Cristo grazie all'amore di "certuni" ,Gloria a Dio! Sorriso  Occhiolino  questa tua frase ( sopracitata) è semplicemente incredibile e,a mio avviso,denota una mancanza di empatia nei confronti del popolo ebraico; vorrei vedere te se qualcuno ti si "presenta" come cristiano e poi ammazza senza nessuna pietà: tuo padre , tua madre,poi prende il tuo bambino di pochi mesi, lo lancia in aria e lo riempie di pallottole e tu stai la a guardare tutto questo senza poter fare proprio niente! Questo ed altro hanno subito gli ebrei.. ma come fai a parlare così! E' ovvio che,come cristiani,ci fa male al cuore sentir parlare male del nostro Salvatore,però devi capire che per una mente ebrea,Gesù è il fondatore della  religione che ha trucidato il loro popolo;ovviamente non è così ma per loro lo è; e a causa di questo,gli ebrei sono diventati il popolo più difficile da raggiungere con il Vangelo,perchè sono ancora pieni di traumi e noi,come cristiani,dovremmo avere pietà e compassione verso di loro e non dovremmo dire cose come quello che hai detto tu!  Sorridenteio solo sa quante sofferenze ha patito Israele!   Triste Qualcuno potrebbe obiettare che coloro che hanno perseguitato Israele non erano veri cristiani,ma qualcuno se la sentirebbe di dire che Lutero non fosse cristiano? Eppure Lutero nella sua vecchiaia ebbe un'esplosione di odio verso gli ebrei e non riporto alcune sue frasi solo per non turbarvi oltremodo. Quindi, lo ripeto,amare Israele,non significa approvare sempre e comunque quello che fa,anche Dio li ha ripresi e disciplinati,però la motivazione era sempre l'amore che aveva ed ha per loro! Questo è importantissimo! E siccome Dio è al fianco di Israele anche noi dovremmo esserlo e sarebbe bello dimostrare agli ebrei di oggi,che i cristiani li amano e non solo a parole..
Loggato
Pagine: 1 2 3 4 5  ...  18 · torna su · Rispondi Rispondi   Create+Poll Create+Poll   Abilita notifica Abilita notifica    Invia il Topic Invia il Topic    Stampa Stampa

« Topic Precedente | Prossimo Topic »
Icons made by Freepik, Daniel Bruce, Scott de Jonge, Icomoon, SimpleIcon from www.flaticon.com is licensed by CC BY 3.0
Powered by YaBB 1 Gold - SP 1.4 - Forum software copyright © 2000-2004 Yet another Bulletin Board

    
Copyright e condizione di riproduzione evangelici.net è un sito di Teknosurf.it srl - P.IVA: 01264890052
Il materiale presente in questa pagina si può ripubblicare liberamente ma solo a queste condizioni.
Sono molto gradite donazioni via Paypal, che ci permetteranno di fare di più e meglio. | Contatti