Progetto Archippo Benvenuto Visitatore. Fai Login o Registrati. RegolamentoLeggi il regolamento completo  RSSIscrizione feed RSS

Indice Indice   Help Help   Cerca Cerca   Utenti Utenti   Calendario Calendario   Login Login   Registrati Registrati

    
   I Forum di Evangelici.net
   Benvenuti
   4 chiacchiere tra amici
(Moderatori: saren, andreiu)
   L'angolo del buongustaio
« Topic Precedente | Prossimo Topic »
Pagine: 1 ... 42 43 44 45 46  ...  50 · vai in fondo · Rispondi Rispondi   Create+Poll Create+Poll   Abilita notifica Abilita notifica    Invia il Topic Invia il Topic    Stampa Stampa
   Autore  Topic: L'angolo del buongustaio  (letto 53001 volte)
Noah
Membro familiare
****



«Non temere; soltanto continua ad aver fede!»

   


Posts: 11678
Re: L'angolo del buongustaio (ki e' a dieta non le
« Rispondi #645 Data del Post: 05.10.2009 alle ore 16:15:02 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Ok Linguaccia
Dato che per mangiare una fetta biscottata ancora ci impiego 2 ore,evitero' di postare ricettine complicate, digeribili per me in 3 anni almeno. Sorridente  Piange  (me la so' cercata oh  Martello 1  )
 
Pasta coi tenerumi

I tenerumi sono quelle belle piante che danno le zucche, magari i piu' consumano le zucche, e non conoscono il sapore eccellente di queste verdure.
 
Ecco la ricettina:
 
Un grosso mazzo di tenerumi
 
4 cucchiai di pomodoro a pezzetti
 
4 foglie di basilico
 
120 gr di spaghettini spezzati
 
1 spicchio d'aglio
olio extra v.
sale
 
Pulisci il mazzo di tenerumi scegliendo le foglie migliori.
 Mettile a bagno con un bel cucchiaio di sale (il trucchetto serve per pulire tutta la verdura).
 I tenerumi devono essere lavati ripetutamente, fino a quando non si troverà più terra sul fondo del secchiaio.
 Metti un litro e mezzo d'acqua sul fuoco e appena bolle aggiungi i tenerumi e il sale.
 Fai cuocere una decina di minuti e nel frattempo fai rosolare l'aglio in due cucchiai d'olio in una padellina.  
Aggiungi il pomodoro e il basilico e fai cuocere qualche minuto. Aiutandoti con una forchetta o una schiumarola togli i tenerumi dalla pentola,
 mettili in un piatto e sminuzzali con coltello e forchetta.
 Rimettili dentro la pentola, aggiungi il pomodoro e appena riprende il bollore gli spaghettini spezzettati. Aggiustare di sale se occorre.  
 

 
Loggato


"Signore, da chi ce ne andremo? Tu hai parole di vita eterna. "(Giov. 6:68)
Ddsound
Membro familiare
****




quanto a me e alla mia casa, serviremo l'Eterno

   
WWW    E-Mail

Posts: 6428
Re: L'angolo del buongustaio (ki e' a dieta non le
« Rispondi #646 Data del Post: 05.10.2009 alle ore 17:25:00 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Visto che ci avviciniamo all'inverno, un mattone tutto piemontese:
 
LA BAGNA CAUDA!!!!!!
 

 
Ingredienti e dosi per 4 persone:
275 g di olio di oliva, 240 g di acciughe sotto sale,4 teste d'aglio,3 dl di latte
 
Preparazione:
Sfilettare le acciughe e dissalare i filetti, se sono filetti sott'olio scolare bene l'olio che di solito non è di prima qualità; lavarli e pestarli in poltiglia in un mortaio. Tritare finemente l'aglio e farlo marinare per un paio d'ore nel latte (cio' attutisce il gusto dell'aglio e facilita la digestione, questo passaggio non è necessario se l'aglio è sufficientemente fresco). Far scaldare l'olio in un tegame in terracotta (in mancanza smaltato), aggiungere la poltiglia d'acciughe e, a calore appena accennato, farla incorporare; unirvi il trito d'aglio ben sgocciolato dal latte e continuare la cottura, sempre a calore tenue, per una ventina di minuti mescolando di tanto in tanto. Nel mezzo del tavolo piazzare un fornello a spirito (oppure una piastra elettrica), mettervi sopra il tegame con la bagna cauda (deve essere mantenuta ben calda durante tutto il pasto). Sistemare al centro del tavolo anche la terrina con i pezzi di cardi e di peperoni, cipollotti freschi,carote tagliate orizzontalmente,indivia, cavolo tagliato fine, e altre verdure, vanno bene davvero tutte, dalle mie parti non mancheranno mai i topinambur Sorriso . I commensali, un pezzo di pane nella mano sinistra, prendono uno per volta con lo speciale forchettino un pezzo verdura, lo asciugano con la salvietta, lo immergono nel tegame e, ben avviluppato di bagna cauda, lo mangiano. Si procede cosi' sino all'immancabile esaurimento della bagna cauda sorseggiando di tanto in tanto buon vino, appena fatto, che abbia ancora il gusto dell'uva. L'appetito, e' questa la meraviglia, rimane intatto, anzi eccitato ed in progresso. I contadini inventori della bagna cauda sin dal tempo del lumino ad olio, alla fine, per utilizzare l'eventuale intingolo che fosse rimasto, usano rompervi dentro delle uova e strapazzarle.  
 
Si consiglia vivamente di non frequentare persone che non hanno partecipato al pasto nelle ore immediatamente successive per non torturarle con l'intenso odore di Aglio a cui voi vi sarete già abituati e che neppure un bagno di solito riesce a togliere, e di lavare i vestiti separatamente.... Sorridente
 
P.S. ultima foto per chi non avesse idea di cosa sia un topinambur Sorridente
Loggato

Il Signore è il mio pastore
mary70
Membro familiare
****




Il SIGNORE benedirà il suo popolo dandogli pace.

   


Posts: 3824
Re: L'angolo del buongustaio (ki e' a dieta non le
« Rispondi #647 Data del Post: 05.10.2009 alle ore 23:41:11 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Peperoni arrosto
 
Ingredienti:
per 4 persone: 4 peperoni (gialli ed uno rosso), 3 spicchi di aglio, foglie di basilico, Olio d'oliva, sale, poco di pepe  
 
Preparazione:  
Lavate e asciugate i peperoni, punzecchiateli con i rebbi di una forchetta e si facciano arrostire su una piatra.Una volta cotti si mettano in busta di plastica e si chiuda la stessa ermeticamente per consentire ai peperoni di ammorbidirsi e poterli così meglio privare della pelliccia esterna.
Dopo averli spellati apriteli a metà, lasciate sgocciolare il liquido, eliminate i semi e i filamenti bianchi.
Tagliate ogni mezzo peperone a striscioline larghe un dito e disponetele a strati in un piatto da portata piuttosto profondo.
Insaporite ogni strato con gli spicchi d'aglio tagliati a metà (da togliere prima di servire), abbondanti foglioline di basilico, sale, poco pepe.
Condite con olio di tipo leggero versato a filo.
Lasciate riposare al fresco per un'ora prima di servirli.
 

 
Loggato

Beato chiunque teme l'Eterno e cammina nelle sue vie! (salmo 128:1)
Ddsound
Membro familiare
****




quanto a me e alla mia casa, serviremo l'Eterno

   
WWW    E-Mail

Posts: 6428
Re: L'angolo del buongustaio (ki e' a dieta non le
« Rispondi #648 Data del Post: 06.10.2009 alle ore 10:20:11 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Come da correzione fattami sul nome ecco una ricetta tradizionale per la  
 
cassoeula

 
Che comunque ai nostri giorni viene fatta limitando molto l'uso di orecchio, muso e piedino.....
 

 
1,5 kg puntine di maiale
10 verzini (salsiccine con impasto apposito per la cottura con le verze)
1 pezzo di cotenna
1 pezzo di muso
1 pezzo di orecchio  
1 piedino spaccato a metà e ogni metà spaccata di nuovo a metà
2 belle verze (che possibilmente abbiano preso la brina)
2 carote
2 costole di sedano
1 grossa cipolla
1 bicchierino di grappa
sale, pepe, olio e.v.
 
Tritare sedano carota e cipolla, farli appassire in olio e.v. e mettere a rosolare le costine, il musetto e l'orecchio tagliato a pezzi, i verzini, e la cotenna fiammeggiata e spezzettatta, i pezzi di piedino, regolare di sale e di pepe.
Sfumare con il bicchierino di grappa. Nel frattempo mondare le verze, lavarle, farle a pezzettoni e quindi unirle alla carne nella pentola (che dovrà necessariamente essere molto capiente) magari poche alla volta per farle stare tutte.
Coprire e continuare la cottura a fuoco basso fino a quando il tutto è ben cotto. Se si asciugasse troppo aggiungere poca acqua calda per volta.
Alla fine deve avere il suo sugo ma non troppo liquido.
Si serve con polenta
Loggato

Il Signore è il mio pastore
Joe75
Membro familiare
****




Il Signore è il mio Pastore!

   


Posts: 2531
Re: L'angolo del buongustaio (ki e' a dieta non le
« Rispondi #649 Data del Post: 06.10.2009 alle ore 18:31:14 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Rispondo alla casseuola con un pezzo di artiglieria... ops! volevo dire di rosticceria! Sorridente
Iris con carne
 

 
Variante salata di quella con ricotta.
Ecco a voi la ricettina:
per la pasta:
Gr. 500 farina tipo doppio 0, gr. 50 margarina, gr. 25 lievito di birra, 4 uova, latte, zucchero semolato, pangrattato, strutto o olio di semi, olio extravergine di oliva, sale.  
per il ripieno:
gr. 300 di ragù di carne con piselli alla siciliana.
 
Setacciate la farina in una ciotola; aggiungete un pizzico di sale e la margarina ammorbidita e cominciate ad amalgamare gli ingredienti.  
Unite, poi, il lievito sbriciolato, una presa di zucchero e 2,5 decilitri  di latte tiepido, versato poco per volta, mentre continuate a lavorare l'impasto.
Appena il composto sarà omogeneo, incorporate 1 uovo battuto e impastate energicamente la pasta, sollevandola e battendola su un piano di marmo.  
Rimettetela nella terrina e mescolatevi 1 tazzina d'acqua; poi, riprendete a lavorarla con forza.
Quando sarà abbastanza soffice, ponetela a lievitare per 1 ora, in una teglia oleata.  
Trascorso questo tempo, ungetevi le mani d'olio e dividete l'impasto in filoni;
ricavate dall'impasto dei dischetti di 7-8 cm e distribuite su metà di essi un cucchiaio di ragù.  
Coprite con i tondini rimasti e disponete le paste in una placca unta d'olio.  
Lasciate, quindi, lievitare per 30 minuti in luogo tiepido.
A questo punto, passate le iris nelle uova battute con un pizzico di sale e nel pangrattato e friggetele nello strutto o nell'olio di semi ben  caldo.
Fate perdere l'unto su carta assorbente e servite.  
Loggato

Nell'amore non c'è paura, anzi l'amore perfetto caccia via la paura.
Noah
Membro familiare
****



«Non temere; soltanto continua ad aver fede!»

   


Posts: 11678
Re: L'angolo del buongustaio (ki e' a dieta non le
« Rispondi #650 Data del Post: 08.10.2009 alle ore 19:25:41 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Arrabbiato attentatori Martello 2 Martello 2  Linguaccia
 
Fiori di zucca farciti al forno
 

 
per 4 persone:
 
    * 12 fiori di zucca
    * 80 gr di prosciutto cotto
    * 180 gr di mozzarella
    * 1 uovo
    * 20 gr di prezzemolo
    * 20 gr di grana grattugiato
    * 1 spicchio di aglio
    * 4 cucchiai di olio di oliva
    * 100 gr di salsa di pomodoro
    * sale
    * pepe
 
Preparazione
 
Pulite i fiori di zucca con un panno da cucina, poi tagliate i pistilli all’interno. Tagliate il prosciutto a striscioline sottili. Pulite il prezzemolo e staccate le foglioline, poi sbucciate l’aglio, tritateli bene con la mezzaluna.
 
Tagliate il prosciutto rimasto e la mozzarella dadini. Mescolate in una ciotola l’uovo, il grana, sale e pepe, e unite anche il prezzemolo e l’aglio tritati, il prosciutto e la mozzarella a dadini. Dividete questo composto dentro i fiori di zucca, chiudeteli con le striscioline di prosciutto e infarinateli leggermente.
 
Accendete il forno a 180°C e pennellate una teglia con due cucchiai di olio, disponetevi i fiori e irrorate con l’olio rimasto. Infornate per circa 15 minuti. Nel frattempo scaldate la salsa e aromatizzatela secondo il vostro gusto. Sfornate i fiori di zucca e accompagnateli con la salsa (optional)
 
Loggato


"Signore, da chi ce ne andremo? Tu hai parole di vita eterna. "(Giov. 6:68)
Noah
Membro familiare
****



«Non temere; soltanto continua ad aver fede!»

   


Posts: 11678
Re: L'angolo del buongustaio (ki e' a dieta non le
« Rispondi #651 Data del Post: 09.10.2009 alle ore 12:31:15 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Gnocchi alla portulaca (vedi post nr 9 QUI )
   

 
Ingredienti
 
Per 4 persone
 
    * 400 gr di portulaca (pulita, lavata e ben scolata)
    * olio di oliva q.b.
    * 200 gr di patate lessate e private della pellicola
    * 200 gr di farina bianca
    * un uovo
    * un pizzico di sale
 
Passare in padella la portulaca con un filo di olio (padella unta), lasciarla cuocere per 5 minuti, cavare e scolare bene il poco liquido, dopodiché passarla al passatutto raccogliendo la polpa; aggiungere, in un recipiente capace, patate lessate e portulaca, insaporire con il sale, amalgamare con l'uovo e la farina, facendo in modo di ottenere un impasto bello liscio ed omogeneo. Formare dei bastoncini da tagliare a gnocchetti; nel frattempo porre la pentola con acqua sul fuoco, aggiungere il sale e versare gli gnocchetti quando l'acqua bolle; cavarli quando verranno a galla, passarli nella padella della salsa che avete scelto per condimento, facendoli insaporire e…Buon appetito! P.S: per condirli utilizzare salsa a piacere, pomodoro, ragù, olio e aglio e briciole di pane con una guarnizione di prezzemolo finemente tritato, a vostra fantasia.
Loggato


"Signore, da chi ce ne andremo? Tu hai parole di vita eterna. "(Giov. 6:68)
Noah
Membro familiare
****



«Non temere; soltanto continua ad aver fede!»

   


Posts: 11678
Re: L'angolo del buongustaio (ki e' a dieta non le
« Rispondi #652 Data del Post: 13.10.2009 alle ore 12:03:32 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Veloci, croccanti, semplici, saporiti..questi involtini di borragine ripieni di filante mozzarella, acciuga ed avvolti da una fragrante pastella
 

 
Prendete la foglia e ci mettete sopra un quadratino di mozzarella e un pezzetto di acciuga, poi chiudete delicatamente e infilate lo stecchino..dato che dentro c’è la mozzarella, gli involtini devono essere chiusi molto bene , quindi potete rinforzarli mettendo una doppia foglia …
impastellateli e appena l’olio è ben caldo li mettete a friggere fino a quando non saranno dorati…un po di sale e via a tavola!!
 
Loggato


"Signore, da chi ce ne andremo? Tu hai parole di vita eterna. "(Giov. 6:68)
alle
Admin
*****




"Se perseverate nella mia parola ..." Giov 8:31

   


Posts: 17739
Re: L'angolo del buongustaio (ki e' a dieta non le
« Rispondi #653 Data del Post: 14.10.2009 alle ore 19:25:52 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Ris e erborinn (piatto tipico milanese)
 
Riso e prezzemolo

 
Per 4 persone
 
200 gr di riso tipo vialone
1,200 l di brodo
Una maniciata di prezzemolo lavato e tritato molto finemente
Una noce di burro (o olio)
Parmigiano grattugiato.
 
Quando il brodo bolle,  versare il riso e farlo cuocere per 20 min.
Una volta cotto, togliere la pentola dal fuoco,
unire il prezzemolo e la noce di burro (o olio).
Girare il tutto, sempre fuori dal fuoco, lasciare riposare qualche minuto e servire.  
Il parmigiano grattugiato va nel piatto, ma non troppo  
per non alterare l'incomparabile chiarezza (ed eleganza)
dei sapori.
 
E' una minestra semplicissima che vale per sapore  
quanto un capolavoro elaborato. Il riso le dà anche un  
aspetto piacevolmente denso.
« Ultima modifica: 14.10.2009 alle ore 19:38:31 by alle » Loggato

" Io sono con voi tutti i giorni, sino alla fine dell'età presente ".
(Gesù, in Matteo 28:20)
enny.b
Membro familiare
****




Più bella cosa è dare che ricevere.

   
E-Mail

Posts: 4895
Re: L'angolo del buongustaio (ki e' a dieta non le
« Rispondi #654 Data del Post: 16.10.2009 alle ore 07:04:52 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Quando arriva l'inverno qui a Napoli si preparano le melanzane sott'olio sono ideale per gli antipasti e contorni o per farcire panini, io le accompagno con costatelle o salsicce di maiale sono insieme una squisitezza!!!
 
     MELANZANE SOTT' OLIO
 

 
Ingredienti:
# 4kg di melenzane non troppo grandi
# 1 litro di aceto bianco
# sale grosso
# olio extravergine d’oliva
# aglio
# origano
# peperoncino rosso piccante
 
Preparazione:
 
Lavate e sbucciate le melanzane e tagliatele o a stricioline o a fettine molto sottili. Sistematele su si un ampio piatto alternando uno strato di melanzane ed un pugnetto di sale ben distribuito. Coprite e pressate con un peso. Lasciatele così per circa 12 ore mettendo il piatto leggermente in pendenza per far scolare il liquido. Trascorso il tempo in un ampia padella a bordi alti versare l’aceto e un il doppio dell’acqua. Fate bollire. Strizzate molto bene le melanzate e tuffatele nell’acqua e aceto. Portare e bollore e fate cuocere per alcuni minuti. Scolatele e mettele a raffreddare in un colino. Quando si saranno raffeddate strizzatele molto bene con il torchietto o lo schiaccia patate e sistematele in barattoli di vetro, precedentemente sterilizzati, aggiungendo l’aglio, l’origano e il peperoncino. Ricoprite d’olio e pressate bene affinchè l’olio possa penetrare completamente. Tappate bene e conservate in un luogo fresco e asciutto. Saranno pronte dopo 10/15 giorni e si conservano per circa un anno.  
 
PS. questo è il torchietto...
Loggato


" O Dio, in te è la fonte della vita."
Salmo 36 :9
Noah
Membro familiare
****



«Non temere; soltanto continua ad aver fede!»

   


Posts: 11678
Re: L'angolo del buongustaio (ki e' a dieta non le
« Rispondi #655 Data del Post: 16.10.2009 alle ore 15:48:12 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Un secondo piatto economico e gustoso:  
 
le polpette di pane.
 
Si tratta di una pietanza facile da preparare e ideale per riutilizzare il pane avanzato, magari proprio quello che avevate già congelato un pò di tempo fa e che adesso si è fatto ingombrante dentro al freezer.
 
Il procedimento da seguire è lo stesso delle più tradizionali polpettine di carne, fatta eccezione per la preparazione dell’ingrediente di base, il pane appunto, che va opportunamente ammorbidito prima di essere utilizzato.
 
Ma procediamo con ordine:
 
Ingredienti:
 
Pane raffermo
 
Latte
 
Uovo
 
mezzo spicchio di aglio
 
Prezzemolo
 
Formaggio grattuggiato
 
Sale
 
Pepe
 
Per la quantità di formaggio e uova naturalmente regolatevi in base alla quantità di pane che avete deciso di utilizzare.
 
Procedimento
 
Tagliate a pezzetti molto piccoli il pane e lasciatelo ammorbidire dentro al latte per una mezz’ora, quindi strizzatelo molto bene per eliminare il latte in eccesso e ponetelo dentro a una ciotola dai bordi alti.
 
Aggiungete l’uovo, il formaggio, sale, pepe, aglio tritato molto finemente e prezzemolo.
al centro della polpetta , volendo, si puo' mettere un pezzetto di formaggio a pasta filata. Occhiolino
 
 Impastare , friggere e mangiare Vai vai! Linguaccia
 
« Ultima modifica: 16.10.2009 alle ore 16:16:10 by Noah » Loggato


"Signore, da chi ce ne andremo? Tu hai parole di vita eterna. "(Giov. 6:68)
Noah
Membro familiare
****



«Non temere; soltanto continua ad aver fede!»

   


Posts: 11678
Re: L'angolo del buongustaio (ki e' a dieta non le
« Rispondi #656 Data del Post: 17.10.2009 alle ore 13:32:59 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

IL TIRAMISU’ PER I BAMBINI  
 
Per 1 bambino:  
 
10 gr di cacao  
1 tazzina di latte  
50 gr di mascarpone  
1 uovo  
20 gr di zucchero  
20 gr di pavesini
 
Separare il tuorlo dall’albume.  
Unire il tuorlo allo zucchero, mescolare finchè il composto diventerà spumoso.
 Unire il mascarpone e mescolare finchè non ottenete una crema omogenea.  
Montare gli albumi a neve e unirli al composto.  
Preparare il latte con il cacao e inzupparvi i pavesini.
Disporli in una teglia regolare.
 Coprire con la crema e procedere con un altro strato.
Riporre in frigo.  
Al momento di servire spolverare con cacao amaro.
 
Loggato


"Signore, da chi ce ne andremo? Tu hai parole di vita eterna. "(Giov. 6:68)
backer
Membro familiare
****





   
E-Mail

Posts: 622
Re: L'angolo del buongustaio (ki e' a dieta non le
« Rispondi #657 Data del Post: 19.10.2009 alle ore 11:19:55 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 17.10.2009 alle ore 13:32:59, Noah wrote:
IL TIRAMISU’ PER I BAMBINI  
 
Per 1 bambino:  
 
10 gr di cacao  
1 tazzina di latte  
50 gr di mascarpone  
1 uovo  
20 gr di zucchero  
20 gr di pavesini
 
Separare il tuorlo dall’albume.  
Unire il tuorlo allo zucchero, mescolare finchè il composto diventerà spumoso.
 Unire il mascarpone e mescolare finchè non ottenete una crema omogenea.  
Montare gli albumi a neve e unirli al composto.  
Preparare il latte con il cacao e inzupparvi i pavesini.
Disporli in una teglia regolare.
 Coprire con la crema e procedere con un altro strato.
Riporre in frigo.  
Al momento di servire spolverare con cacao amaro.
 

 
A proposito di Tiramisù, io ho fatto un'esperimento.
Vista l'avversione all'uso del lievito chimico (bicarbonato di ammonio ecc...) nelle torte, perchè dà un retrogusto abbastanza marcato e non molto buono, ho sempre cercato di usare la tecnica del "pan di spagna", cioè montare le uova (a caldo intere ed a freddo separando tuorlo ed albume) con lo zucchero ed incorporando la farina poco a poco.
Il problema nasce quando bisogna incorporare anche i grassi (e magari anche yougurt), perchè è difficile che le uova montate "tengano" senza smontarsi.
Ecco l'intuizione: nella crema che si fa nel Tiramisù, si aggiungono grassi e panna sotto forma di Mascarpone, che si riesce a montare perfettamente con i tuorli e con lo zucchero.
Nasce così la Torta Tiramisù, che ho trovato aprezzabile per gusto e leggerezza.
 
Per ogni Uovo:
 
50 gr. di farina
30 gr. di zucchero semolato
da 50 a 100 gr. di mascarpone (più se ne mette, senza compromettere la crema montata, meglio è).
 
Si procede montando i tuorli con lo zucchero.
Quando sono "bianchi" e spumosi si aggiunge il mascarpone e si continua a montare.
A parte si montano i bianchi a neve ferma.
Si incorporano piano piano i bianchi nella crema di tuorlo-mascarpone, delicatamente dal basso in alto.
Alla fine si setaccia tutta la farina sulla superficie della crema, e si incorpora piano piano sempre dal basso in alto, possibilmente con una mano, operazione che permette di "sentire" i grumetti e sbriciolarli.
Poi si unge una teglia opportuna (secondo la quantità), se si dispone dello staccante spray è meglio, e si versa il composto nella taglia, cercando di livellare la superficie.
Si cuoce a temperatura media (con ogni forno è diverso e conviene sperimentare tra i 210 ed i 180 gradi) fino a cottura (anche qui dipende, solitamente 25-30 minuti), senza far bruciare la superfice.
 
Secondo me viene una buona torta che si può anche farcire o ricoprire a piacere.
Loggato
Noah
Membro familiare
****



«Non temere; soltanto continua ad aver fede!»

   


Posts: 11678
Re: L'angolo del buongustaio (ki e' a dieta non le
« Rispondi #658 Data del Post: 25.10.2009 alle ore 09:39:06 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Sarde marinate
 
Ingredienti:  
 
Sarde  
Aglio  
Olio d' oliva  
Aceto di vino  
Sale  
Menta  
Prezzemolo  
 
Preparazione Sarde Marinate:  
 
Prepariamo subito la marinatura, dunque tritiamo l' aglio, la menta ed il prezzemolo;  
ora mettiamo l' olio d' oliva in una teglia a bordi alti e aggiungiamo un bicchierino di aceto  
e versiamo l' aglio con la menta ed il prezzemolo precedentemente tritati.
 
A questo punto adagiate le sarde a strati naturalmente pulite precedentemente  
e fate in modo che siano ben coperte dalla marinatura girandole anche ogni tanto,
 le sarde devono marinare almeno 24 ore...
dopo le 24 ore potete togliere dalla teglia ed impiattare, aggiungere del limone a spicchi, il piatto è pronto  
 
Loggato


"Signore, da chi ce ne andremo? Tu hai parole di vita eterna. "(Giov. 6:68)
ketty
Membro familiare
****




siate sempre allegri Tessalonicesi 5:16

   
E-Mail

Posts: 5163
Re: L'angolo del buongustaio (ki e' a dieta non le
« Rispondi #659 Data del Post: 30.10.2009 alle ore 18:12:31 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

cena di stasera Sorridente
 

 
Pollo funghi e speck
 
Ingredienti: (per 4 persone)
 
8 fettine di pollo
250 gr di funghi (champignon o chiodini, quelli che preferite, se utilizzate i porcini dimezzate la quantità)
100 gr di speck a fettine e ridotto a pezzi
1 bicchiere di vino bianco secco
1 spicchio d’aglio
Sale olio e pepe q.b.
Poca farina
 
Mettete un po’ d’olio in una padella, aggiungete lo speck e fate rosolare, mettete da parte; aggiungete lo spicchio d’aglio, fatelo dorare e poi aggiungete i funghi (se sono freschi, dovete prima sbollentarli) e fateli cuocere per 10 minuti circa. Intanto infarinate le fettine di pollo e, non appena i funghi sono pronti metteteli da parte: aggiungete ancora un po’ d’olio nella padella, adagiateci i petti di pollo, salate, pepate e fate rosolare; aggiungete poi i funghi e lo speck, versate il vino e portate a cottura.
 
Si formerà così una deliziosa cremina da accompagnare con del buon pane croccante; servite con purè di patate, caponata di melanzane, o piselli in umido.
Buon appetito Buono! vado a prepararlo Sorridente
Loggato

Gesù disse..Io verrò e lo guarirò. Matteo 8:7
Pagine: 1 ... 42 43 44 45 46  ...  50 · torna su · Rispondi Rispondi   Create+Poll Create+Poll   Abilita notifica Abilita notifica    Invia il Topic Invia il Topic    Stampa Stampa

« Topic Precedente | Prossimo Topic »
Icons made by Freepik, Daniel Bruce, Scott de Jonge, Icomoon, SimpleIcon from www.flaticon.com is licensed by CC BY 3.0
Powered by YaBB 1 Gold - SP 1.4 - Forum software copyright © 2000-2004 Yet another Bulletin Board

    
Copyright e condizione di riproduzione evangelici.net è un sito di Teknosurf.it srl - P.IVA: 01264890052
Il materiale presente in questa pagina si può ripubblicare liberamente ma solo a queste condizioni.
Sono molto gradite donazioni via Paypal, che ci permetteranno di fare di più e meglio. | Contatti