Progetto Archippo Benvenuto Visitatore. Fai Login o Registrati. RegolamentoLeggi il regolamento completo  RSSIscrizione feed RSS

Indice Indice   Help Help   Cerca Cerca   Utenti Utenti   Calendario Calendario   Login Login   Registrati Registrati

    
   I Forum di Evangelici.net
   Benvenuti
   4 chiacchiere tra amici
(Moderatori: saren, andreiu)
   L'angolo del buongustaio
« Topic Precedente | Prossimo Topic »
Pagine: 1 ... 38 39 40 41 42  ...  50 · vai in fondo · Rispondi Rispondi   Create+Poll Create+Poll   Abilita notifica Abilita notifica    Invia il Topic Invia il Topic    Stampa Stampa
   Autore  Topic: L'angolo del buongustaio  (letto 54313 volte)
enny.b
Membro familiare
****




Più bella cosa è dare che ricevere.

   
E-Mail

Posts: 4895
Re: L'angolo del buongustaio (ki e' a dieta non le
« Rispondi #585 Data del Post: 07.12.2008 alle ore 09:31:02 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Linguine con sugo di cicale di mare(dette anche pannocchie a Napoli é SPRNOCCHIE)

 
Ingredienti:
 
    * 500 gr. di linguine
    * 500 gr. di cicale di mare
    * 350 gr. di pomodorini
    * 3-4  cucchiai di concentrato di pomodoro
    * aglio
    * olio q. b.
    * prezzemolo q. b.
    * sale
    * Peperoncino
 
Procedimento:
Prima cosa,l una veloce sciacquata in acqua corrente per eliminar le alghette di accompagnamento e son pronte da cuocere.
Preparato il classico fondo di olio ,aglio,prezzemolo e abbondante peperoncino secco,(quelle più piccine le ho tagliate in due) ho aggiunto quelle più grossette , le ho fatte soffriggere per qualche minuto poi ho sfumato 1\2 bicchiere di vino bianco secco.
Quando son diventate belle rosse,con un cucchiaio di legno le ho schiacciate per bene quelle più piccoline che ho tagliato a metà precedentemente  in modo che uscisse tutta la polpa.
Quindi ho aggiunto i pomodorini ( in mancanza dei freschi vanno benissimo anche quelli in scatola ) e il concentrato di pomodoro (ma anche in bianco vengon buonissime e io le preferirei,ma la mia dolce metà,le vuol così  Occhiolino ho incoperchiato e a fiamma bassa ho lasciato cuocere per 6-7 minuti.
Poi ho tirato fuori dal sugo le cicale e le ho fatte intiepidire,mentre la salsa continuava a stringere.
Con l'aiuto di una forbice ho ricavato tutta la polpa possibile, da una decina di cicale ( l'altra metà di cicale le ho lasciate da parte per guarnire il piatto finale )e l'ho unita al sugo ormai ristretto e aggiustato di sale.
Scolata la pasta al dente ,ho mantecato in padella con poca acqua di cottura
e servito ben caldo.E' un primo di crostacei ottimo,che si ottiene con una spesa bassa, son un pò seccanti da trattare ma con un paio di guanti si evitano fastidiose ferite.
 
Buon appetito.
Queste sono le foto dei vari passaggi:

 Bacino Ciao
Loggato


" O Dio, in te è la fonte della vita."
Salmo 36 :9
Ddsound
Membro familiare
****




quanto a me e alla mia casa, serviremo l'Eterno

   
WWW    E-Mail

Posts: 6428
Re: L'angolo del buongustaio (ki e' a dieta non le
« Rispondi #586 Data del Post: 07.12.2008 alle ore 11:59:17 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Un trucchetto per riuscire ad utilizzare le 3 fette di prosciutto cotto e di formaggio affettato in frigo come piccolo antipasto/aperitivo per più persone:
 
Arrotolate insieme fette di prosciutto e formaggio, con il prosciutto all'esterno.
Affettate i salamotti risultanti e manteneteli arrotolati con uno stuzzicadenti.
Eccovi le girelle casalinghe di prosciutto e formaggio!!!!
 
Loggato

Il Signore è il mio pastore
Noah
Membro familiare
****



«Non temere; soltanto continua ad aver fede!»

   


Posts: 11678
Re: L'angolo del buongustaio (ki e' a dieta non le
« Rispondi #587 Data del Post: 08.12.2008 alle ore 19:12:21 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Spaghetti al sugo di frutti di mare e pesce spada
 
Far rosolare in padella un trito di sedano , cipolla e carota.
Aggiungere dei pomodorini (ciliegino, 1/2 kg circa) tagliati a cubetti .
appena si dorano aggiungere i frutti di mare (misti= gamberetti, cozze, vongole ). Salare un pochetto.
Appena i frutti di mare sono a metà cottura aggiungere 2 fette di pesce spada.  
Ultimare la cottura.Poi togliere dalla padella le due fette di pesce spada e un po' di  frutti di mare(che saranno un secondo già pronto)
A parte cuocere 200 grammi di spaghetti( dose per 2 affamati) e una volta pronti, scolarli e mescolarli al sugo ottenuto in padella.

Loggato


"Signore, da chi ce ne andremo? Tu hai parole di vita eterna. "(Giov. 6:68)
Jessica
Membro familiare
****




Lu 6:48

    ventodistellaJ@hotmail.com


Posts: 576
Re: L'angolo del buongustaio (ki e' a dieta non le
« Rispondi #588 Data del Post: 08.12.2008 alle ore 20:09:04 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Piatto veloce, poco costoso e gustosissimo:
 
Mazzancolle saltale al sale
 
comprate le code di mazzancolle (vedete voi la quantità)
da crude tagliate con una forbice il dorso (da cotte sarà facilissimo sbucciarle), fatele bollire in acqua poco salata fino a che prendono il colore rosa. (si può anche fare a meno di bollirle).
scaldate una padella antiaderente, una volta calda mettetevi le code di mazzancolle e abbondante sale grosso, se avete anche una fogliolina di basilico.
 
Fatele saltare finchè la scorza non si colora di marroncino (circa 5m) aggiungendo verso la fine un pò di olio se vi si attaccano. Risata
 
Il piatto è pronto!!  Risata
Loggato
Noah
Membro familiare
****



«Non temere; soltanto continua ad aver fede!»

   


Posts: 11678
Re: L'angolo del buongustaio (ki e' a dieta non le
« Rispondi #589 Data del Post: 20.12.2008 alle ore 19:01:11 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

frittelline di mele
 
ingredienti:  
2 mele
2 cucchiai di farina 00
2 cucchiai colmi di zucchero
2 uova intere
 un po' di cannella
un po' di latte(mezzo bicchiere circa)
 
affettare le mele sottili sottili
amalgamare l'impasto, che deve essere corposo ma non duro.
Mettere in padella unta con olio di semi o burro.
Non fare le frittelline troppo grosse affinchè sia piu' facile rigirarle.
 
« Ultima modifica: 20.12.2008 alle ore 19:09:36 by Noah » Loggato


"Signore, da chi ce ne andremo? Tu hai parole di vita eterna. "(Giov. 6:68)
Noah
Membro familiare
****



«Non temere; soltanto continua ad aver fede!»

   


Posts: 11678
Re: L'angolo del buongustaio (ki e' a dieta non le
« Rispondi #590 Data del Post: 25.12.2008 alle ore 12:05:30 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Cassata siciliana Sorridente
 
Vi darò le singole ricette per :
 
Pan di Spagna
Pasta reale
Crema di ricotta
Frutta candita,
Glassa di zucchero
 
Ingredienti:
 
Per il Pan di Spagana:
6 uova, gr 300 di farina per dolci, gr 250 di zucchero, una bustina e mezza di lievito per dolci, mezzo bicchiere di latte.

 
Per la Crema di Ricotta:
gr 500 di ricotta freschissima, 300 gr di zucchero, 100 gr di cioccolato fondente, 100 gr di frutta candita, mezza bustina di vaniglia.

 
Per la Pasta Reale:
gr 200 di farina di pistacchi ( altrimenti 200 gr di mandorle + colorante per dolci verde, la tradizione vuole che sia verde)
gr 200 di zucchero, dl 100 di acqua.
 
Frutta candita:
Scorze di agrumi (arance, cedri, limone); zucchero semolato.
 
Cominciamo le preparazioni partendo proprio dalla frutta candita.
 
Procedimento: Fate delle fettine lunghe di scorze e mettetele a cuocere in molta acqua bollente. Scolatele dopo 20 minuti, lavatele in acqua corrente e fatele cuocere nuovamente in acqua bollente.
Dal momento inizia nuovamente l'acqua a bollire, contate dieci minuti di cottura. Infine scolatele ed asciugatele con una tovaglia. Pesate lo stesso peso di zucchero semolato.
 
Mettete mezzo bicchiere d'acqua e fate caramellare a fuoco lentissimo. Quando lo zucchero si colorisce aggiungete le scorzette, mescolatele col cucchiaio per ricoprirle bene di zucchero.
 
Ponete il tutto su di un piatto di buone dimensioni o un piano marmoreo così da far asciugare le scorze le une distaccata dalle altre.
 
Per il Pan di Spagna frullate a neve le uova, incorporatevi lo zucchero, poi il lievito e infine la farina. lavorate bene e aggiungete il latte per ammorbidire il composto.
 
Versate in una teglia bene imburrata, al fondo della quale avrete messo un foglio di carta forno. infornate a forno caldissimo e appena vedrete montare, abbassate la fiamma e lasciate cuocere per 15 minuti circa.
 
Per verificare la cottura all'interno inserite uno stecchino nel punto più alto, se esce asciutto è pronto il vostro Pan di Spagna.

 
La Pasta reale, nota in Sicilia, ci servirà da involucro per la nostra cassata. La sua preparazione (casalinga) è abbastanza semplice.
 
Mettete in un tegame l'acqua e lo zucchero, rimescolate e portate a ebollizione, togliendo mdal fuoco non appena lo zucchero fila. ve ne accorgerete prendendo il mestolo di legnocon cui avete rimescolato il composto e sollevandolo, per lasciare scolare qualche goccia di zucchero sciolto.
 
Se la goccia colando si allungherà a filo, e il momento di togliere il tegame dal fuoco e di incorporarvi la farina di mandorle e la vaniglia.
 
Rimescolate bene per fare amalgamare la farina allo zucchero, aggiungete qualche goccia di colorante verde per rispettare la tradizione, e versate la pasta su un piano di marmo,
opportunamente bagnato.
 
Appena sarà fredda, lavoratela a lungo finchè non diventi liscia e compatta. Spianate col matterello la pasta reale a foglie dello spessore di circa mezzo cm e tagliatele a rettangoli dell'altezza dello stampo che userete per la cassata, e larghi circa 4 cm.
 
La Crema di ricotta  
 
Lavorate bene con una forchetta, in una terrina, la ricotta, lo zucchero e la vaniglia, aggiungendo qualche sorso di latte se la ricotta è un pò asciutta. Quando il composto sarà omogeneo passate a setaccio, in modo che la crema risulti liscia e senza grumi.

 
Condite con le scagliette di cioccolato e le scorzette di frutta candita tagliate a pezzettini piccoli.
 
Glassa di zucchero a freddo
 
Ingredienti: gr. 200 zucchero a velo; 1 albume d’uovo; limone
 
Procedimento: montate a neve ferma l’albume aggiungete qualche goccia di limone ed incorporate lo zucchero spandendolo poco per volta e mescolando con delicatezza.
Lavorate il composto con il cucchiaio di legno e quando avrà una robustezza cremosa sarà pronta per ricoprire la cassata.

 
Bene direi che ora abbiamo tutti gli elementi per preparare la nostra cassata.
 
Prendiamo uno stampo di circa 28 cm di diametro e foderate i bordi interni, alternando i rettangoli di pasta reale con rettangoli di uguale misura di pan di Spagna.
 
Sul fondo dello stampo, sistemate parte del pan di Spagna tagliato a fette alte circa un dito e inumiditelo con uno sciroppo fatto di acqua zucchero e ruhm, o marsala se lo avete.
 
Versate nello stampo così foderato la Crema di ricotta, e coprite con altro pan di Spagna, inumidito pure questa volta di sciroppo.
 
Lasciate asciugare in frigorifero qualche ora, quindi voltate su un piatto di portata. Spalmate la glassa di zucchero con una spatolina per un effetto estetico migliore.
 
Guarnite quindi la vostra Cassata con la frutta candita usando tutta la vostra fantasia.

  attentato alla dieta Sorridente Sorridente    Sorridente  Arrendersi
« Ultima modifica: 25.12.2008 alle ore 15:35:40 by Noah » Loggato


"Signore, da chi ce ne andremo? Tu hai parole di vita eterna. "(Giov. 6:68)
Joe75
Membro familiare
****




Il Signore è il mio Pastore!

   


Posts: 2531
Re: L'angolo del buongustaio (ki e' a dieta non le
« Rispondi #591 Data del Post: 29.12.2008 alle ore 15:10:57 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 25.12.2008 alle ore 12:05:30, Noah wrote:
Cassata siciliana Sorridente
 
Vi darò le singole ricette per :
 
Pan di Spagna
Pasta reale
Crema di ricotta
Frutta candita,
Glassa di zucchero
 
Ingredienti:
 
Per il Pan di Spagana:
6 uova, gr 300 di farina per dolci, gr 250 di zucchero, una bustina e mezza di lievito per dolci, mezzo bicchiere di latte.

 
Per la Crema di Ricotta:
gr 500 di ricotta freschissima, 300 gr di zucchero, 100 gr di cioccolato fondente, 100 gr di frutta candita, mezza bustina di vaniglia.

 
Per la Pasta Reale:
gr 200 di farina di pistacchi ( altrimenti 200 gr di mandorle + colorante per dolci verde, la tradizione vuole che sia verde)
gr 200 di zucchero, dl 100 di acqua.
 
Frutta candita:
Scorze di agrumi (arance, cedri, limone); zucchero semolato.
 
Cominciamo le preparazioni partendo proprio dalla frutta candita.
 
Procedimento: Fate delle fettine lunghe di scorze e mettetele a cuocere in molta acqua bollente. Scolatele dopo 20 minuti, lavatele in acqua corrente e fatele cuocere nuovamente in acqua bollente.
Dal momento inizia nuovamente l'acqua a bollire, contate dieci minuti di cottura. Infine scolatele ed asciugatele con una tovaglia. Pesate lo stesso peso di zucchero semolato.
 
Mettete mezzo bicchiere d'acqua e fate caramellare a fuoco lentissimo. Quando lo zucchero si colorisce aggiungete le scorzette, mescolatele col cucchiaio per ricoprirle bene di zucchero.
 
Ponete il tutto su di un piatto di buone dimensioni o un piano marmoreo così da far asciugare le scorze le une distaccata dalle altre.
 
Per il Pan di Spagna frullate a neve le uova, incorporatevi lo zucchero, poi il lievito e infine la farina. lavorate bene e aggiungete il latte per ammorbidire il composto.
 
Versate in una teglia bene imburrata, al fondo della quale avrete messo un foglio di carta forno. infornate a forno caldissimo e appena vedrete montare, abbassate la fiamma e lasciate cuocere per 15 minuti circa.
 
Per verificare la cottura all'interno inserite uno stecchino nel punto più alto, se esce asciutto è pronto il vostro Pan di Spagna.

 
La Pasta reale, nota in Sicilia, ci servirà da involucro per la nostra cassata. La sua preparazione (casalinga) è abbastanza semplice.
 
Mettete in un tegame l'acqua e lo zucchero, rimescolate e portate a ebollizione, togliendo mdal fuoco non appena lo zucchero fila. ve ne accorgerete prendendo il mestolo di legnocon cui avete rimescolato il composto e sollevandolo, per lasciare scolare qualche goccia di zucchero sciolto.
 
Se la goccia colando si allungherà a filo, e il momento di togliere il tegame dal fuoco e di incorporarvi la farina di mandorle e la vaniglia.
 
Rimescolate bene per fare amalgamare la farina allo zucchero, aggiungete qualche goccia di colorante verde per rispettare la tradizione, e versate la pasta su un piano di marmo,
opportunamente bagnato.
 
Appena sarà fredda, lavoratela a lungo finchè non diventi liscia e compatta. Spianate col matterello la pasta reale a foglie dello spessore di circa mezzo cm e tagliatele a rettangoli dell'altezza dello stampo che userete per la cassata, e larghi circa 4 cm.
 
La Crema di ricotta  
 
Lavorate bene con una forchetta, in una terrina, la ricotta, lo zucchero e la vaniglia, aggiungendo qualche sorso di latte se la ricotta è un pò asciutta. Quando il composto sarà omogeneo passate a setaccio, in modo che la crema risulti liscia e senza grumi.

 
Condite con le scagliette di cioccolato e le scorzette di frutta candita tagliate a pezzettini piccoli.
 
Glassa di zucchero a freddo
 
Ingredienti: gr. 200 zucchero a velo; 1 albume d’uovo; limone
 
Procedimento: montate a neve ferma l’albume aggiungete qualche goccia di limone ed incorporate lo zucchero spandendolo poco per volta e mescolando con delicatezza.
Lavorate il composto con il cucchiaio di legno e quando avrà una robustezza cremosa sarà pronta per ricoprire la cassata.

 
Bene direi che ora abbiamo tutti gli elementi per preparare la nostra cassata.
 
Prendiamo uno stampo di circa 28 cm di diametro e foderate i bordi interni, alternando i rettangoli di pasta reale con rettangoli di uguale misura di pan di Spagna.
 
Sul fondo dello stampo, sistemate parte del pan di Spagna tagliato a fette alte circa un dito e inumiditelo con uno sciroppo fatto di acqua zucchero e ruhm, o marsala se lo avete.
 
Versate nello stampo così foderato la Crema di ricotta, e coprite con altro pan di Spagna, inumidito pure questa volta di sciroppo.
 
Lasciate asciugare in frigorifero qualche ora, quindi voltate su un piatto di portata. Spalmate la glassa di zucchero con una spatolina per un effetto estetico migliore.
 
Guarnite quindi la vostra Cassata con la frutta candita usando tutta la vostra fantasia.

  attentato alla dieta Sorridente Sorridente    Sorridente  Arrendersi

 
Breve OT! La cassata è un vero attentato: colpisce anche quando meno te l'aspetti. Sorridente
Però se la si fa in casa, almeno si è faticato a preparare almeno 6 ricette diverse posto che ogni componente della cassata siciliana è già un dolce a sè stante. Occhiolino
Non sono bravo a cucinare (però a mangiare sì, Linguaccia) e quindi ricordo alla mia cara e dolce conterranea Noah che esiste anche la cassata al forno senza l'apparato di glassa, pasta reale e frutta candita: è meno barocca, ma è lo stesso buona.
Oppure si mangaino le cassatelle che sono piccole e ti illudi di vare mangiato poco, ma hai già incamerato un migliaio di calorie solo a guardarle Linguaccia
Ad ogni modo buona cassata a tutti!  
Ai belli e pure a quelli brutti! Sorridente
 
P.S. Alle severe Moderatrici: Perdonate l'OT: è natale! dobbiamo essere tutti più buoni! Snack
Loggato

Nell'amore non c'è paura, anzi l'amore perfetto caccia via la paura.
Noah
Membro familiare
****



«Non temere; soltanto continua ad aver fede!»

   


Posts: 11678
Re: L'angolo del buongustaio (ki e' a dieta non le
« Rispondi #592 Data del Post: 31.12.2008 alle ore 11:26:48 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

crostata di bietole
 
Ingredienti.
un mazzo di bietole
un rotolo di pasta sfoglia già pronta
150 grammi di riso cotto Ma dai!!!
150 grammi di prosciutto cotto a fettine  
150 formaggio a pasta filata
besciamella
parmigiano
un po' di fantasia
 
1)cuocere le bietole e quando sono stracotte strizzarle a dovere.
 
2)unire la besciamella e rimescolare facendo a pezzetti piccoli le verdure
 
3) Sulla pasta sfoglia già stesa su una terrina per forno, stendere uno strato di questo composto di verdure(circa la metà).
Coprire col formaggio filato tagliato a dadini e il prosciutto spezzettato.
 
4) Stendere il resto del composto besciamelloso e coprire con altro formaggio e prosciutto.
Grattugiare uno strato spesso di parmigiano a formare una crosta.
 
5) Girare i bordi della sfoglia e poi mettere delle listarelle di sfoglia a mo' di crostata. La forma non è necessaria  Pardon
 Mettere in forno a 180 gradi e controllare la cottura della pasta sfoglia.
 
adesso la crostata è in forno e non vi posso postare il risultato
 Pardon
« Ultima modifica: 31.12.2008 alle ore 13:53:43 by Noah » Loggato


"Signore, da chi ce ne andremo? Tu hai parole di vita eterna. "(Giov. 6:68)
enny.b
Membro familiare
****




Più bella cosa è dare che ricevere.

   
E-Mail

Posts: 4895
Re: L'angolo del buongustaio (ki e' a dieta non le
« Rispondi #593 Data del Post: 15.01.2009 alle ore 14:18:19 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Buono! Questi sono dei dolci che ho mangiato in Egitto sono buonissimi! Buono!

 
Girelle di cannella e zucchero
 
Ingredienti per la pasta base:
50 gr lievito di birra
1/4 di bicchiere di acqua tiepida
100 gr di burro o margarina
400ml di latte
1/2 cucchiaino di sale
150 ml di zucchero
1 cucchiaino di cardamomo in polvere (che se non avete potete anche omettere)
circa 1,3 litri di farina (misurata in un recipiente graduato in dl o litri)
 
Ingredienti per il ripieno di cannella e zucchero:
100gr burro o margarina
1/2 cucchiaio o più di cannella
100 ml di zucchero
1 uovo sbattuto per spennellare i rotoli o le girelle.
granella di zucchero per decorare
 
In una grossa terrina sciogliere il lievito nell'acqua.
In un pentolino sciogliere il burro e versarvi successivamente il latte. Versare ill liquido tiepido nella terrina con il lievito e mescolare. Aggiungere sale, zucchero e cardamomo sempre mescolando.
Aggiungere poi la farina gradualmente fino ad ottenere una pasta morbida e non appiccicosa. Porla nella terrina e lasciarla lievitare un'ora al riparo da cambiamenti di temperatura repentini.
Impastarla di nuovo finché non sia bella liscia.
Dividerla in tre parti uguali e stendere le tre parti in rettangoli da 25 cm X 30 cm circa.
Spalmare il ripieno nei tre rettangoli lasciando spazio su uno dei bordi lunghi per la chiusura e arrotolarli cominciando dalla parte più lunga.
Porli, con la chiusura sotto, sulla carta da forno, coprirli e lasciarli lievitare finché doppi in volume (un'ora e mezza circa).
Spennellarli con l'uovo e infornarli nel forno preriscaldato a 200°C per circa 20 min. Lasciarli raffreddare su una griglia coperta da un panno.
Dopo che avete arrotolato i salamotti potete anche tagliarli in girelle dello spessore di circa 1.5cm. Porle sulla carta da forno in una teglia larga.
Lasciarle lievitare finché doppie in volume dopodiché spennellare con l'uovo e decorare con chicchi di zucchero. Infornare a 200°C per 10 minuti circa finché dorate.
 Vai vai! Buono!
Loggato


" O Dio, in te è la fonte della vita."
Salmo 36 :9
marco
Amministratore
*****






   
WWW    E-Mail

Posts: 2911
Re: L'angolo del buongustaio (ki e' a dieta non le
« Rispondi #594 Data del Post: 19.01.2009 alle ore 10:37:57 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Baccalà in umido
 
Ingredienti:
 
- Baccalà salato (1Kg circa per 6-8 persone)
- Cipolle
- Aglio
- Olio extravergine di oliva
- Vino bianco
- Polpa di pomodoro (o pelati)
- Latte
- Rosmarino
- Acciughe (può andare anche la pasta "Balena"Occhiolino  
- Sale
- Pepe
 
Procedimento:
 
Si può usare Baccalà o Stoccafisso, cambia solo il tempo della "bagnatura". Con stoccafisso sono necessari 3 giorni cambiando l'acqua 2 volte al dì. Con baccalà sotto sale non secco 36 ore cambiando l'acqua ogni 12 ore circa.  
 
Con l'ultima acqua della bagnatura mettere a bollire il baccalà per circa 15 minuti, poi scolarlo, togliere l'eventuale pelle, le lische e farne piccoli pezzettini.
 
Preparare intanto il "sugo" con un soffritto di cipolla e aglio (ho usato 3 cipolle e 3 spicchi di aglio per 1kg di baccalà salato) in olio extravergine di oliva, quando il soffritto è imbiondito aggiungere un po' di vino bianco e fare sfumare. Poi aggiungere una scatola di pelati (ho usato la polpa, va bene uguale) e un po' di latte.
 
Quando il sugo si è fatto (deve essersi un po' asciugato) aggiungere il baccalà precedentemente preparato e del rosmarino tritato fine. Mescolare aggiungendo anche qualche acciuga e una spruzzata di pepe; se usate acciughe non sott'olio dissalarle prima.
 
Salare eventualmente quanto basta (dipende molto dal baccalà) e aggiungere un po' di olio se ne manca.
 
Si serve come sugo per accompagnare la polenta (preferibilmente bianca, quella "Molino di ferro" istantanea è molto buona).
 
Buon appetito!!!
 
Loggato

...io sono debole, allora sono forte. (2Corinzi 12:10)
ketty
Membro familiare
****




siate sempre allegri Tessalonicesi 5:16

   
E-Mail

Posts: 5163
Re: L'angolo del buongustaio (ki e' a dieta non le
« Rispondi #595 Data del Post: 10.02.2009 alle ore 14:56:59 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

per allina Bacio

Frittelle di mele

 
Ingredienti per 4 persone:
3 mele renette,
2 uova,
1 limone,
100 gr di farina,
1 cucchiaio di lievito in polvere,
mezzo bicchiere di latte,
sale q.b.
zucchero a velo

Preparazione:

Sbucciate le mele, privatele del torsolo e tagliatele a rondelle, disponetele in un piatto fondo e spruzzatele di limone.
In una scodella sbattete i 2 tuorli d'uova con un pizzico di sale e la buccia grattuggiata di mezzo limone; incorporate, mescolando leggermente, le due chiare d'uovo montate a neve e poi, a poco a poco, la farina, il latte, il lievito.  
Ora mettete sul fuoco una casseruola con olio abbondante e, quando va in ebollizione, immergete nella pastella le rotelle di mele e friggetele poche per volta.
Man mano che esse si gonfiano e si indorano, levatele dalla casseruola e mettetele su un foglio di carta assorbente.
Servite le frittelle cosparse di zucchero a velo.  
 
Loggato

Gesù disse..Io verrò e lo guarirò. Matteo 8:7
alle
Admin
*****




"Se perseverate nella mia parola ..." Giov 8:31

   


Posts: 17739
Re: L'angolo del buongustaio (ki e' a dieta non le
« Rispondi #596 Data del Post: 14.02.2009 alle ore 19:14:47 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

A Anto e tutti, riferito al post qui sopra:
 
per questo tipo di cose è meglio mandare messaggi privati, anche al graaaaaaaaaande Marco!
 
Ma le nostre ricette continuiamo a postarle qui!   Sorridente
 
 Ciao
Loggato

" Io sono con voi tutti i giorni, sino alla fine dell'età presente ".
(Gesù, in Matteo 28:20)
alle
Admin
*****




"Se perseverate nella mia parola ..." Giov 8:31

   


Posts: 17739
Re: L'angolo del buongustaio (ki e' a dieta non le
« Rispondi #597 Data del Post: 25.02.2009 alle ore 18:17:28 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


Copiata qui da: Chiacchierate amichevoli aperte a tutti.  
 
Grazie a Mr Y !

 

on 25.02.2009 alle ore 11:33:01, yatirisgreen wrote:
 
Dal libro "La cucina Vicentina e dell' altopiano di Asiago" (non del Manzoni!)  
GROSTOLI (altro che kiakkiere!!!):  
500 gr farina "OO"; 30 gr di strutto o burro; tre uova intere; 30 gr di zucchero semolato; 1/2 bicchiere di vino bianco secco; sale; olio per friggere; zucchero a velo da spolverarci sopra alla fine.  
Disporre a fontana la farina sulla spianatoia e versare al centro lo strutto (o burro), tre tuorli e un albume, lo zucchero semolato, il vino bianco e il sale; impastare. Lasciare riposare la pasta mezz' ora al caldo e poi tirarla a mattarello. Tagliare con la rotellina dentellata dei quadri, friggere.  
Vino consigliato: Durello
.
 
Loggato

" Io sono con voi tutti i giorni, sino alla fine dell'età presente ".
(Gesù, in Matteo 28:20)
enny.b
Membro familiare
****




Più bella cosa è dare che ricevere.

   
E-Mail

Posts: 4895
Re: L'angolo del buongustaio (ki e' a dieta non le
« Rispondi #598 Data del Post: 22.03.2009 alle ore 08:33:50 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Nutella-dipendenti dove siete? Ecco a voi qualcosa a cui non saprete resistere!!
 
     PALLINE ALLA NUTELLA
 
Ingredienti (per una ventina di palline):
 
    *
 4 cucchiai colmi di nutella
    *
 15-16 biscotti secchi (consiglio vivamente quelli ai 5 cereali, ancor meglio se gli oro saiwa)
    *
 1 noce di burro
    *
 125 gr di mascarpone
    *
 Per cospargere: farina di nocciole, nocciole tritate, cocco, pistacchi tritati… a vostra scelta!
 
Preparazione:
 
Sciogliere il burro e mescolarlo, ancora caldo, con la nutella.. Unire i biscotti ben sbriciolati ed il mascarpone, amalgamando bene. Riporre in frigorifero per 2 o 3 ore (ancor meglio se tutta la notte). Formare delle palline e avvolgerle nella farina di nocciole, nocciole tritate, cocco, pistacchi tritati… a vostra scelta!  
 depositarle nei pirottini e conservare in frigorifero.
        Risultato:
Buono! Ciao
Loggato


" O Dio, in te è la fonte della vita."
Salmo 36 :9
Joe75
Membro familiare
****




Il Signore è il mio Pastore!

   


Posts: 2531
Re: L'angolo del buongustaio (ki e' a dieta non le
« Rispondi #599 Data del Post: 25.04.2009 alle ore 14:28:35 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

LA TORTA DIPLOMATICA
 
Stavo pensando a quando ero piccolo (nel secolo scorso Sorridente): all'epoca veniva a mangiare da noi una lontana parente di mia madre alla quale piaceva questo dolce.
Ricordo soprattutto che la vecchina amava una versione particolarmente alcolica del dolce che come tale era per me fanciullo off limits.
Da allora quando vedo la diplomatica la considero un dolce da vecchi ed ahimè oggi ogni tanto lo assaggio pure io.  Piange
 
Ma eccovi la ricetta:
Ingredienti per 6 persone:
230 g di pasta sfoglia stesa surgelata
Liquore "Alchermes" q.b.
Zucchero a velo q.b.
 
Per il Pan di Spagna:
100 g. di farina
100 g. di zucchero in polvere
Tre uova
Un limone
Una bustina di lievito "Pane degli Angeli"
Burro e farina per ungere q.b.
 
Per la crema:
90 g. di zucchero in polvere
75 g. di farina
3 tuorli d'uovo
½ litro di latte
Un limone
 
Aprire la pasta sfoglia sul piano di lavoro, ricavarne due rettangoli di 15 x 25 cm., punzecchiarli con le punte di una forchetta e trasferirli su una placca foderata con carta da forno; infornare per circa 15-20 minuti a 180°: la pasta non deve cuocere molto e neanche dorarsi, ma deve risultare morbida.
 
Preparare innanzi tutto il Pan di Spagna nel seguente modo: mettere in una terrina i rossi d'uovo e lo zucchero in polvere, e lavorare con il frullatore elettrico finche' il composto sara' ben montato, leggero e rigonfio; montare a parte i bianchi d'uovo rimasti e sbatterli bene con la frusta, fino ad averli a neve ferma; unire delicatamente le chiare ai rossi e poi versare su tutto, a pioggia, la farina fine da dolci; aggiungere la buccia grattugiata del limone e, per ultimo, il lievito.
 
Versare il composto ben amalgamato in una teglia antiaderente rettangolare di 15 x 25 cm. precedentemente imburrata e infarinata ed infornare a 180° per 30-40 minuti.
 
Nel frattempo, preparare la crema pasticciera: versare in una terrina lo zucchero e i rossi d'uovo; sbattere con una frusta ed aggiungere la farina e la buccia del limone precedentemente grattugiata.
 
Mettere sul fuoco il latte e quando sara' piuttosto caldo versarlo a piccole quantita' nella terrina, amalgamando bene con la frusta; travasare quindi la crema in un tegamino e portarla sul fuoco, facendola bollire dolcemente per tre-quattro minuti: essa si addensera' gradatamente perdendo il sapore della farina. Fare quindi raffreddare, avendo cura di mescolarla di tanto in tanto per impedirne la formazione di pellicola in superficie.
 
Procedere ora alla composizione del dolce: foderare la teglia antiaderente rettangolare con della pellicola da cucina facendola debordare abbondantemente, sistemarvi quindi un foglio di pasta sfoglia, stendervi sopra uno strato generoso di crema pasticciera, coprire con il Pan di Spagna e bagnarlo con l'Alchermes; stendere un nuovo strato di crema e terminare con il secondo rettangolo di pasta sfoglia; chiudere bene il dolce con la pellicola, mettervi sopra un peso in maniera che sia uniforme su tutta la superficie e tenerlo in frigorifero per qualche ora: in questo modo il dolce risultera' perfettamente compattato e sara' piu' facile dividerlo in porzioni.
 
Prima di servire, togliere il peso, aprire la pellicola e adagiare sul dolce il piatto di portata; rovesciarlo ed eliminarvi completamente la pellicola; cospargerne la superficie con dello zucchero a velo fatto cadere a pioggia da un colino e servire.
 
N.B.:
A piacere, il dolce puo' essere farcito con della crema pasticciera al cioccolato; in questo caso, al posto dell'Alchermes e' meglio utilizzare la Marsala all'uovo (versione amata dalla vecchia zia).
 
Il Pan di Spagna e la crema possono essere preparate anche il giorno prima, ma il dolce e' meglio assemblarlo il giorno che deve essere servito, perche' la sfoglia tende poi ad inumidire e diventare dura.
 
Per tagliare il dolce usare un coltello seghettato.
« Ultima modifica: 25.04.2009 alle ore 14:43:23 by Joe75 » Loggato

Nell'amore non c'è paura, anzi l'amore perfetto caccia via la paura.
Pagine: 1 ... 38 39 40 41 42  ...  50 · torna su · Rispondi Rispondi   Create+Poll Create+Poll   Abilita notifica Abilita notifica    Invia il Topic Invia il Topic    Stampa Stampa

« Topic Precedente | Prossimo Topic »
Icons made by Freepik, Daniel Bruce, Scott de Jonge, Icomoon, SimpleIcon from www.flaticon.com is licensed by CC BY 3.0
Powered by YaBB 1 Gold - SP 1.4 - Forum software copyright © 2000-2004 Yet another Bulletin Board

    
Copyright e condizione di riproduzione evangelici.net è un sito di Teknosurf.it srl - P.IVA: 01264890052
Il materiale presente in questa pagina si può ripubblicare liberamente ma solo a queste condizioni.
Sono molto gradite donazioni via Paypal, che ci permetteranno di fare di più e meglio. | Contatti