Quale unità? Chiese in rete a confronto Benvenuto Visitatore. Fai Login o Registrati. RegolamentoLeggi il regolamento completo  RSSIscrizione feed RSS

Indice Indice   Help Help   Cerca Cerca   Utenti Utenti   Calendario Calendario   Login Login   Registrati Registrati

    
   I Forum di Evangelici.net
   Benvenuti
   4 chiacchiere tra amici
(Moderatori: saren, andreiu)
   Stravaganze e Curiosità
« Topic Precedente | Prossimo Topic »
Pagine: 1 ... 13 14 15 16 17  ...  19 · vai in fondo · Rispondi Rispondi   Create+Poll Create+Poll   Abilita notifica Abilita notifica    Invia il Topic Invia il Topic    Stampa Stampa
   Autore  Topic: Stravaganze e Curiosità  (letto 25581 volte)
Asaf
Admin
*****




La verità sta nella Scrittura!

   
E-Mail

Posts: 4719
Re: Stravaganze e Curiosità
« Rispondi #210 Data del Post: 03.06.2010 alle ore 08:19:33 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Climatizzatore e Aria condizionata

 
Un impianto di aria condizionata produce esclusivamente aria fredda.
 
Un climatizzatore è invece un apparecchio in grado di produrre sia aria fredda sia aria calda, a seconda delle esigenze.
 
La tecnologia più efficiente per variare la temperatura di un ambiente, in termini di consumo energetico, e generalmente usata negli impianti casalinghi, si basa su una pompa di calore. La pompa di calore è in grado di generare aria calda e aria fredda sfruttando un unico sistema di compressione e decompressione di un gas. In sintesi, produce aria fredda quando lavora in un senso, aria calda quando lavora nel senso opposto.
 
I climatizzatori delle auto sono invece molto più semplici ed economici. Consistono in un refrigeratore, che agisce in base all’evaporazione del freon, al quale è integrata una serpentina elettrica per il riscaldamento dell’aria. Il termostato dell’auto si limita ad attivare l’una o l’altra a seconda che si voglia scaldare o raffreddare l’abitacolo.
 
Tratto da Focus 10/2007
 
Loggato

Per una corretta esegesi biblica più che questione di testi e contesti è questione di testi e ...teste!
Noah
Membro familiare
****



«Non temere; soltanto continua ad aver fede!»

   


Posts: 11678
Re: Stravaganze e Curiosità
« Rispondi #211 Data del Post: 05.06.2010 alle ore 17:06:54 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Cane e gatto: chi il più intelligente?
 
Un articolo pubblicato sulla prestigiosa rivista New Scientist
 ha svelato i risultati di una ricerca sull'intelligenza canina rapportata all'interazione con l'uomo rispetto a quella dei gatti.  
 
 Pare che i due migliori amici dell'uomo abbiano diversi modi di interagire, non così lontani tra di loro, tant'è che valutata una serie di parametri, il cane vince sul gatto per un solo punto per capacità di comprensione, risoluzione dei problemi, trattabilità, utilità e legame con l’uomo.
 
La differenza nella realtà di tutti i giorni è schiacciante: il cane è un animale sociale, proprio come l'uomo, mentre il gatto è più solitario e portato alla proria soddisfazione.
I gatti battono i cani per quantità di neuroni ma il cane è avvantaggiato da una convivenza con l'essere umano di almeno 30 mila anni (il felino è addomesticato da circa 9 mila anni).  
 
Un elemento questo che, secondo gli specialisti, indicherebbe la maggiore propensione dei discendenti del lupo a relazionarsi con l’essere umano.
 
Altro elemento tenuto a debita considerazione dai ricercatori è il legame con il padrone.  
Il cane, dice la ricerca, si sente tanto stretto al suo quanto il gatto alla casa in cui vive.  
Questo aspetto è fondamentale per un altro punto a favore dei cani: la capacità di comprensione.  
 
 Migliore anche la capacità di risolvere i problemi. I gatti vincono per altri aspetti come le«vocalizzazioni». Cioè nell’abilità di usare la voce per comunicare con l’uomo e i «supersensi»: hanno 200 milioni di recettori olfattivi (molti meno quelli nei nasi dei cani) e per l’«ecologia»: 0,84 gli ettari di terra necessaria a un cane di media taglia, 0,15 quelli quelli di cui ha bisogno un gatto.  
 
Ma i cani, infine battono i gatti per un parametro fondamentale:  
quello sull'utilità: i cani sanno cacciare, fare i pastori, salvare vite umane, Aiutano nell’assistenza e durante le operazioni di polizia e molto altro ancora.  
 

(tratto da La Stampa, dicembre 2009)
 

 
Loggato


"Signore, da chi ce ne andremo? Tu hai parole di vita eterna. "(Giov. 6:68)
alle
Admin
*****




"Se perseverate nella mia parola ..." Giov 8:31

   


Posts: 17739
Re: Stravaganze e Curiosità
« Rispondi #212 Data del Post: 18.07.2010 alle ore 00:02:10 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

AGAT A DI SICILIA
 
Tra le pietre preziose nominate nella Bibbia c’è l’agata (Esodo 28:19; 39:12).  
 
Il nome di questa pietra è tratto da quello di un fiume di Sicilia nel quale abbondava questa pietra.
 
In Sicilia, il comune di Acate (Ragusa), posto nel settore occidentale dei Monti Iblei ha preso il suo nome da un fiume (Dirillo) che già i romani avevano soprannominato Achates per l’agata che si rinveniva presso le sue rive.  
 
Il fiume la trascinava dalle pendici dell'Etna giù fino a valle. Le sue molteplici striature facevano assumere al fiume i colori dell'arcobaleno. Per la sua particolare bellezza, l'agata veniva esportata in tutti i paesi del Mediterraneo per farne monili ed oggetti preziosi.
 
« Ultima modifica: 18.07.2010 alle ore 04:41:29 by alle » Loggato

" Io sono con voi tutti i giorni, sino alla fine dell'età presente ".
(Gesù, in Matteo 28:20)
alle
Admin
*****




"Se perseverate nella mia parola ..." Giov 8:31

   


Posts: 17739
Re: Stravaganze e Curiosità
« Rispondi #213 Data del Post: 13.08.2010 alle ore 00:08:17 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

       
 
Sono pesci d’acqua dolce ormai diffusi tra chi ama curare un acquario. Magari li abbiamo visti in qualche vetrina dei negozi per appassionati. Si chiamano Betta Splendens, sono meglio conosciuti come pesci combattenti e sono originari  del sudest asiatico.
 
Abitano le acque stagnanti e quelle con deboli correnti, poco  ossigenate, perché possono respirare l'ossigeno direttamente dall’aria attraverso un organo chiamato labirinto.
 
Variano dai 5 agli 8 centimetri, secondo l'estensione delle pinne. Le femmine sono più piccole dei maschi. La livrea originaria prevede testa nera, corpo verde-blu metallico e pinne rosse con riflessi blu-verdi metallizzati.
 
Tuttavia l'uomo ha selezionato numerosissime qualità colorate con le pinne molto sviluppate (le più conosciute sono la blu, la rossa, la verde, la blu-rossa, la nera blu...) con svariate forme, tanto da arrivare a riconoscere standard qualitativi regolati da associazioni internazionali.
 
Il loro nome comune (pesce combattente) è determinato dal fatto che i maschi hanno un’indole molto territoriale nei confronti dei loro simili di sesso maschile, anche se di solito in natura per il territorio non si arriva a un vero e proprio combattimento, perché uno dei due contendenti ha la possibilità di fuggire lontano rimediando solo qualche morso sulle pinne.  
 
Per questo motivo si può allevare un solo maschio per acquario, magari in compagnia di alcune femmine, badando a non abbinarlo a pesci simili.  
 
Questa caratteristica dell'indole molto territoriale è stata sfruttata specialmente in un Paese orientale, dove fin da antichissima data si gestiscono numerosi giri di scommesse sulle battaglie tra pesci combattenti.  
 
Infatti, i combattimenti causati dall'uomo hanno sempre esito mortale per uno dei due pesci, poiché il maschio vincente colpisce ripetutamente lo sconfitto fino a ucciderlo (essendo in uno spazio chiuso il perdente non può sottrarsi agli attacchi). Anche questa è una triste faccenda inventata dall’uomo per divertirsi. Meglio tenerli in un acquario, godersi i loro splendidi colori e il volteggiare dolce, come veli, delle loro lunghissime pinne.
 
(Ho tratto alcune informazioni e foto da Wikipedia)
 
.
 
« Ultima modifica: 13.08.2010 alle ore 00:48:31 by alle » Loggato

" Io sono con voi tutti i giorni, sino alla fine dell'età presente ".
(Gesù, in Matteo 28:20)
alle
Admin
*****




"Se perseverate nella mia parola ..." Giov 8:31

   


Posts: 17739
Re: Stravaganze e Curiosità
« Rispondi #214 Data del Post: 19.08.2010 alle ore 23:02:13 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Il mare e le coste hanno i loro Pulcinella!
 
Questi buffi uccelli, i Pulcinella Atlantici o Pulcinella di mare, vivono da noi in Europa solo nei mesi estivi sulle coste islandesi, norvegesi, scozzesi, irlandesi e bretoni. Il loro nome scientifico è Fratercula Arctica. Il nome latino significa “Piccoli fratelli del Nord" con riferimento al piumaggio bianco e nero che ricorda l’abito monacale.
 

 
Di piccola taglia (circa 30 cm di altezza), si riconoscono per avere un grande becco triangolare che sembra piatto se visto di profilo, ma di fronte, invece, appare sottile e di colore rosso, giallo e blu. Questi colori insoliti li rendono dei soggetti fotografici apprezzati!  Occhi grandi, zampette corte, rosso-arancione, guance grigie, la parte superiore del corpo nera e l‘inferiore bianca: è un clown in miniatura. E nei Paesi di lingua inglese lo chiamano così “clown del mare”.
 
Vivono solitamente fino a venti anni, ma possono arrivare addirittura alle 35-36 primavere! I Pulcinella scavano le loro tane (o nidi che dir si voglia) con il becco, nel terreno di terrazze erbose a picco sul mare, aiutandosi con le loro zampette. Sono cacciati per le loro uova, le loro piume e la loro carne. Lungo certe scogliere d’Europa (specialmente in Islanda) ne uccidevano a migliaia e migliaia ogni anno fino agli anni ’50. E ciò per mangiarseli, specialmente il cuore fresco e crudo! Nonostante tutto, pare che la popolazione mondiale di Pulcinella sia ancora elevata e si aggiri intorno ai 3-4 milioni di coppie.
 
Con la loro aria da clown, gli occhi grandi, la testa grossa e la loro tipica andatura incerta, sono animali piacevolissimi da osservare, suscitano davvero tenerezza. E poi ... andatura buffa e incerta, sì, ma tutt’altra impressione fanno i Pulcinella quando spiccano il volo lanciandosi da un’alta rupe, o quando entrano con tanta naturalezza in acqua. Qui sembra quasi che trasformino le loro ali e le loro zampette in pinne, qui si riforniscono di cibo che immagazzinano in buona quantità nel loro bel becco munito di uncini per portarlo, quando diventano genitori, al loro piccolo. Normalmente il piccolo è uno solo (già, dimenticavo: sono poco prolifici).
 
Un bel Pulcinella, video di 58 secondi, il rumore in sottofondo è il vento, non spaventatevi  Occhiolino  :
http://www.youtube.com/watch?v=qvQh3WX57eE
Loggato

" Io sono con voi tutti i giorni, sino alla fine dell'età presente ".
(Gesù, in Matteo 28:20)
alle
Admin
*****




"Se perseverate nella mia parola ..." Giov 8:31

   


Posts: 17739
Re: Stravaganze e Curiosità
« Rispondi #215 Data del Post: 21.09.2010 alle ore 18:42:43 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Ma cosa mangia  
l’Ape Regina?
Ma cosa mangia  
l’Ape Regina?
Ma cosa mangia  
l’Ape Regina?
Ma cosa mangia  
l’Ape Regina?

che vive tanto e diventa  
così grande
 
Mangia la “pappa reale” che è uno dei prodotti dell'alveare, assieme a miele, polline, propoli e cera.
 
La “pappa” è una sostanza gelatinosa, di colore paglierino e dal sapore acidulo.
Delle “api nutrici” la elaborano per nutrire le larve dell'arnia durante i loro primi due giorni di vita; poi, arrivate alla bella età di ... tre giorni, tutte le larve smettono la "pappa"  e cominciano a nutrirsi di miele e polline.  
 
Ma una di loro, quella che diventerà l’Ape Regina, continua a essere alimentata sua vita natural durante con questa sostanza gelatinosa.
 
Ed è proprio questa alimentazione il segreto della longevità dell'Ape Regina. Essa, infatti, vive fino a 4-5 anni, cioè 40 volte di più di una normale ape operaia!
 
Le api operaie, invece, hanno una vita non superiore alle 5-6 settimane nel periodo di grande lavoro (primavera-estate), però quelle nate in autunno (quando possono riposare un po')  Occhiolino riescono a vivere di più ed arrivare fino alla primavera.
 
« Ultima modifica: 26.09.2010 alle ore 12:52:21 by alle » Loggato

" Io sono con voi tutti i giorni, sino alla fine dell'età presente ".
(Gesù, in Matteo 28:20)
Asaf
Admin
*****




La verità sta nella Scrittura!

   
E-Mail

Posts: 4719
Re: Stravaganze e Curiosità
« Rispondi #216 Data del Post: 26.09.2010 alle ore 08:16:38 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Moka o caffettiera napoletana?

 
Prima dell’invenzione della moka, nel nostro Paese il caffé si preparava generalmente con caffettiere di tipo napoletano. Questi apparecchi, ancora oggi diffusi in alcune zone dell’Italia meridionale, sono costituiti da due recipienti posti l’uno sull’altro e separati da un filtro riempito di caffé. Quando l’acqua nel cilindro inferiore arriva all’ebollizione, la caffettiera viene tolta dal fuoco e girata. Così l’acqua, per gravità, passa attraverso il caffè macinato e ne estrae aromi ed essenze.  
 
Nella moka il processo di estrazione è analogo, ma più veloce. Infatti è il vapore surriscaldato a spingere velocemente l’acqua bollente attraverso il filtro. Così, in meno di un minuto, il caffè viene estratto e riversato nella parte superiore.  
 
Quale sistema migliore?  
 
Quello “napoletano”, perché il filtraggio è più lento e l’aroma del caffè è meno alterato dal contatto con l’acqua surriscaldata.  
 
Tratto da «FOCUS» 9.2006
 
Loggato

Per una corretta esegesi biblica più che questione di testi e contesti è questione di testi e ...teste!
alle
Admin
*****




"Se perseverate nella mia parola ..." Giov 8:31

   


Posts: 17739
Re: Stravaganze e Curiosità
« Rispondi #217 Data del Post: 30.09.2010 alle ore 11:47:54 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Una ricerca conferma la Bibbia: la rugiada non danneggia le piante
 
Nei climi semi-aridi è fonte d'acqua essenziale
 
ROMA, 29 set. - A dispetto della scienza meteorologica classica, uno studio della Tel Aviv University conferma il valore attribuito dalla Bibbia alla rugiada:  
 
nonostante la sua reputazione negativa nelle aree più umide, nei climi caldi e aridi la rugiada, idealizzata nel testo sacro dell'ebraismo e del cristianesimo, è essenziale per la crescita delle piante e delle colture.  
 
Accumulandosi durante la notte, spiega la letteratura scientifica di settore, la rugiada crea un 'effetto spugna' dannoso per la vegetazione. Ma, come dimostra lo studio pubblicato sul Water Resources Journal, essa è invece una fonte d'acqua essenziale in climi come quelli del Mediterraneo orientale, dove la tradizione giudaico-cristiana è nata.  
 
Nelle zone temperate, infatti, la maggior parte della crescita di una pianta, basata sulla fotosintesi, si verifica nelle ore centrali della giornata, quando la luce del sole più è disponibile. In una zona semi-arida, invece, gli stomi (le piccole aperture che assorbono l'anidride carbonica) vengono chiuse nelle ore più calde, per evitare di perdere umidità. Proprio per questo, sono le prime ore del mattino il periodo di massima crescita: complice la presenza della rugiada.
 
(Apcom, 29 settembre 2010)
Loggato

" Io sono con voi tutti i giorni, sino alla fine dell'età presente ".
(Gesù, in Matteo 28:20)
alle
Admin
*****




"Se perseverate nella mia parola ..." Giov 8:31

   


Posts: 17739
Re: Stravaganze e Curiosità
« Rispondi #218 Data del Post: 10.10.2010 alle ore 19:10:49 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

E-Book o libro elettronico, addio alla carta?
 
Un eBook (anche chiamato e-book oppure ebook) o libro elettronico è un libro in formato elettronico (o meglio digitale). Si tratta quindi di un file consultabile su computer, telefonini di ultima generazione, palmari ed appositi lettori digitali.
 
Il termine deriva dalla contrazione delle parole inglesi electronic book, viene utilizzato per indicare la versione in digitale di una qualsiasi pubblicazione.
 
Nel caso ci si riferisca al dispositivo di lettura è più corretto riferirsi ad esso come lettore di e-book, oppure eBook reader o eReader, termine con il quale si intende sia il dispositivo hardware su cui l'eBook viene letto sia il software che permette la lettura del file.
 
Il termine lettura di un libro elettronico è riduttivo, dato che le funzioni di un eBook possono andare ben al di là della semplice lettura del solo testo.
[...]
È errato confondere un qualunque documento in formato digitale con un eBook, dato che l'eBook non si limita a presentare la sostanza del documento cartaceo ma cerca anche di replicarne la forma, in modo da rendere la lettura il più possibile simile a quella che si avrebbe sfogliando le pagine di un libro. Da ciò deriva che tutte le azioni che in un normale libro cartaceo sono immediate e scontate, come ad esempio, lo scorrere le pagine  o l'inserimento di un segnalibro possono essere emulate dal software del dispositivo di lettura.  
 
Il libro elettronico, nell'imitare quello cartaceo, approfitta ovviamente dei vantaggi offerti dalla sua natura digitale, che risiedono principalmente nelle possibilità di essere un ipertesto e inglobare elementi multimediali, e nella possibilità di utilizzare dizionari o vocabolari contestuali.
 
La comodità, semplicità d'uso ed ergonomicità degli ultimi dispositivi di lettura in commercio (in particolare quelli con schermo e-ink) rendono il mercato degli eBook sufficientemente maturo per potersi sviluppare notevolmente e modificare gli assetti dell'editoria classica.
(da: Wikipedia)
 
(ANSA) - ROMA, 10 OTT - L'e-book e' una realta' sempre piu' concreta in Italia, con la discesa in campo dei grandi operatori. Ultimo in ordine di tempo, Telecom Italia che ha lanciato Bibletstore, una libreria digitale che conta di portare sugli scaffali virtuali 1.800 titoli entro Natale. Per la fine dell'anno, le stime complessive sono di 4.500 titoli in italiano, tra best seller e novita' nel mercato del Belpaese, che era praticamente a secco di offerte fino alla scorsa estate.
 
Loggato

" Io sono con voi tutti i giorni, sino alla fine dell'età presente ".
(Gesù, in Matteo 28:20)
alle
Admin
*****




"Se perseverate nella mia parola ..." Giov 8:31

   


Posts: 17739
Re: Stravaganze e Curiosità
« Rispondi #219 Data del Post: 25.10.2010 alle ore 13:05:28 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


La teoria della deriva dei continenti
 
La teoria sulla "Pangea" è oggi largamente accettata, e viene detta teoria della "Deriva dei continenti".  
 
Il nome "Pangea" fu attribuito nel 1915 da Alfred Wegener, geofisico tedesco.
 
In paleogeografia, Pangea è il nome del supercontinente che si ritiene includesse tutte le terre emerse della Terra.
 
Successivamente, dice la teoria, questo grande blocco si sarebe smembrato formando i continenti così come li conosciamo oggi.
 
Ma la Bibbia l'aveva già detto.
 
Genesi 1,9
 
Gb 38:8-11; Sl 104:6-9, 14-16
Poi Dio disse: «Le acque che sono sotto il cielo siano raccolte in un unico luogo e appaia l'asciutto». E così fu.
 
Genesi 10,25 e I Cronache 1, 19)
 
A Eber nacquero due figli; il nome dell'uno fu Peleg, perché ai suoi giorni la terra fu spartita ...
Loggato

" Io sono con voi tutti i giorni, sino alla fine dell'età presente ".
(Gesù, in Matteo 28:20)
alle
Admin
*****




"Se perseverate nella mia parola ..." Giov 8:31

   


Posts: 17739
Re: Stravaganze e Curiosità
« Rispondi #220 Data del Post: 01.12.2010 alle ore 21:58:18 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Iran, scoperta una stella di David gigante accanto all'aeroporto di Teheran
Le autorità ne hanno ordinato la distruzione  
 
Scoperta una Stella di David gigante sul tetto della Iran Air, accanto all'aeroporto internazionale di Teheran. L'edificio è stato costruito da ingegneri israeliani prima della Rivoluzione islamica del 1979.
 
Nessuno se ne era accorto fino a quando è stata trovata navigando su Google Maps.  
 
Dopo essere rimasta nascosta per oltre 40 anni, la stella è destinata ora a sparire: secondo quanto riporta il Jerusalem Post, le autorità iraniane avrebbero già ordinato la distruzione del simbolo.  
 
Fonte: Adnkronos-Ign
 

Loggato

" Io sono con voi tutti i giorni, sino alla fine dell'età presente ".
(Gesù, in Matteo 28:20)
alle
Admin
*****




"Se perseverate nella mia parola ..." Giov 8:31

   


Posts: 17739
Re: Stravaganze e Curiosità
« Rispondi #221 Data del Post: 21.12.2010 alle ore 00:27:54 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Natale nel frigorifero Natale nel frigorifero Natale nel frigorifero Natale nel frigorifero
è la folle esperienza che stanno vivendo due francesi, che per preparare la loro spedizione al Polo Nord - in programma tra marzo e aprile 2012 - si sono rinchiusi per nove giorni, dal 17 al 25 dicembre, in una grande cella frigorifera a -25 gradi, messa a loro disposizione da un gruppo privato in Bretagna.  
 
Julien Cabon e Alan Le Tressoler intendono cosi' testare la loro resistenza fisica e le loro attrezzature, oltre che abituarsi alle gioie del cibo liofilizzato.
 
Fonte: ANSA - Parigi, 18 Dic 2010
 

 
.
 
« Ultima modifica: 21.12.2010 alle ore 00:31:16 by alle » Loggato

" Io sono con voi tutti i giorni, sino alla fine dell'età presente ".
(Gesù, in Matteo 28:20)
alle
Admin
*****




"Se perseverate nella mia parola ..." Giov 8:31

   


Posts: 17739
Re: Stravaganze e Curiosità
« Rispondi #222 Data del Post: 26.01.2011 alle ore 23:30:19 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

 

Curiosità e archeologia

Il dipinto di Beni Hasan

 
Nel  villaggio chiamato Beni Hasan, circa 240 chilometri a sud del Cairo, sulla costa est del fiume Nilo, in una caverna fu trovato un dipinto lungo 2,5 metri e alto 45 centimetri, risalente alla prima parte del diciannovesimo secolo a.C.  
 
Conosciuto come il dipinto di Beni Hasan mostra degli "Asiatici",  precisamente, otto uomini, quattro donne e tre bambini, guidati da due ufficiali egiziani, che entrano in Egitto per vendere ciò che si ritiene essere del trucco per gli occhi.  
 
Gli uomini portano lunghi kilt variopinti che coprono il petto e una spalla, e hanno sandali ai piedi. Ciascun uomo ha una folta capigliatura, una barba corta, ma niente baffi.
 
Le donne hanno vestiti variopinti, molto più lunghi di quelli degli uomini e non hanno frange in fondo. Portano ai piedi anche una sorta di calzette che formano un tutt'uno con le suole. Sul capo un cerchietto per tenere insieme i loro lunghi cappelli.  
 
Ci sono due asini, accompagnati da uno stambecco e da una gazzella, su uno ciò che potrebbe essere un mantice.
 
Gli uomini sono equipaggiati con ciò che sembrano otri di pelle per l'acqua, uno strumento musicale (la lira), e lance, archi e frecce.  
 
I kilt di tanti colori ricordano la tunica di tanti colori di Giuseppe (Genesi 37,3; v,anche 2 Sam 13,18), e danno un'idea della cultura dei patriarchi e di come i loro contatti economici e politici con l'Egitto potevano apparire. È un'immagine affascinante della vita al tempo dei patriarchi.
 
(fonti varie in siti di archeologia biblica)
Loggato

" Io sono con voi tutti i giorni, sino alla fine dell'età presente ".
(Gesù, in Matteo 28:20)
alle
Admin
*****




"Se perseverate nella mia parola ..." Giov 8:31

   


Posts: 17739
Re: Stravaganze e Curiosità
« Rispondi #223 Data del Post: 11.05.2011 alle ore 18:19:25 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


 
Negli ultimi tempi è riscoppiata la moda dei nomi originali – i figli di personaggi famosi dello spettacolo o dello sport offrono un vasto campionario, da Swami a Alyssa, Apple o Mela, Cochis, Falco, Geronimo, Otis, Annalou – è il caso di chiedersi: ma l’anagrafe accetta tutti i nomi stravaganti? Beh, forse pochi sanno che la legge stabilisce dei limiti. In particolare, l’articolo 34 del Dpr 396 del 2000 dice che “è vietato imporre al bambino lo stesso nome del padre vivente, di un fratello o di una sorella viventi, un cognome come nome, nomi ridicoli o vergognosi”.
 
“I nomi stranieri che sono imposti ai bambini aventi la cittadinanza italiana devono essere espressi in lettere dell’alfabeto italiano, con la estensione alle lettere: J, K, X, Y, W e, dove possibile, anche con i segni diacritici propri dell’alfabeto della lingua di origine del nome”.
 
Tuttavia, se il genitore o un suo delegato insiste per un nome che viola il disposto di legge, l’ufficiale dell’anagrafe compila l’atto di nascita ma, dopo aver avvertito il dichiarante, ne dà immediatamente notizia al procuratore della Repubblica che emetterà poi il giudizio di rettificazione.
 
La cronaca registra, in proposito, episodi a dir poco singolari. A Roma è capitato che una famiglia di rom volesse dare il nome Turbo a uno dei figli. «Che vuol dire?» – chiese l’impiegato al padre. Risposta: «Il fratellino si chiama Diesel, così facciamo Turbo-Diesel». Un altro caso ricorrente è quello del genitore che insiste per dare il nome di Andrea, in Italia esclusivamente maschile, a una femminuccia. Puntualmente la Procura interviene e fa cambiare il nome in Andreina.
 
Fonte: Club3-Vivere in armonia
 
Loggato

" Io sono con voi tutti i giorni, sino alla fine dell'età presente ".
(Gesù, in Matteo 28:20)
alle
Admin
*****




"Se perseverate nella mia parola ..." Giov 8:31

   


Posts: 17739
Re: Stravaganze e Curiosità
« Rispondi #224 Data del Post: 13.05.2011 alle ore 00:23:25 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


 
La memoria degli Antichi incisa sulla pietra: “non costruite qui, o verrete spazzati via”.
 
Desta una certa inquietudine una notizia passata piuttosto in sordina sui media mondiali in merito allo tsunami che ha devastato il Giappone due mesi fa: “gli Antichi lo sapevano”, verrebbe di dire, quando si scoprono steli di pietra alte due metri, disseminate lungo l’entroterra orientale del Giappone, collocate lì centinaia di anni fa e recanti incisi messaggi ben precisi: “non costruite al di là di questo limite” e “solo i terreni alti delle colline danno la serenità”.
 
L'onda di tsunami si è fermata a 100 metri di distanza da queste pietre.  
 
Fonte: TechNews, maggio 2011
Loggato

" Io sono con voi tutti i giorni, sino alla fine dell'età presente ".
(Gesù, in Matteo 28:20)
Pagine: 1 ... 13 14 15 16 17  ...  19 · torna su · Rispondi Rispondi   Create+Poll Create+Poll   Abilita notifica Abilita notifica    Invia il Topic Invia il Topic    Stampa Stampa

« Topic Precedente | Prossimo Topic »
Icons made by Freepik, Daniel Bruce, Scott de Jonge, Icomoon, SimpleIcon from www.flaticon.com is licensed by CC BY 3.0
Powered by YaBB 1 Gold - SP 1.4 - Forum software copyright © 2000-2004 Yet another Bulletin Board

    
Copyright e condizione di riproduzione evangelici.net è un sito di Teknosurf.it srl - P.IVA: 01264890052
Il materiale presente in questa pagina si può ripubblicare liberamente ma solo a queste condizioni.
Sono molto gradite donazioni via Paypal, che ci permetteranno di fare di più e meglio. | Contatti