Ti senti solo? Benvenuto Visitatore. Fai Login o Registrati. RegolamentoLeggi il regolamento completo  RSSIscrizione feed RSS

Indice Indice   Help Help   Cerca Cerca   Utenti Utenti   Calendario Calendario   Login Login   Registrati Registrati

    
   I Forum di Evangelici.net
   Dottrina, storia ed esegesi biblica (partecipazione riservata a chi si identifica con i punti di fede di evangelici.net)
   Dottrina e riflessioni bibliche
(Moderatori: andreiu, ilcuorebatte, Asaf)
   Re: Spiegazione sulle dinamiche del riscatto
« Topic Precedente | Prossimo Topic »
Pagine: 1 2  · vai in fondo · Rispondi Rispondi   Create+Poll Create+Poll   Abilita notifica Abilita notifica    Invia il Topic Invia il Topic    Stampa Stampa
   Autore  Topic: Re: Spiegazione sulle dinamiche del riscatto  (letto 1105 volte)
Leona
Membro familiare
****



Gesù è vita e luce

   


Posts: 378
Re: Spiegazione sulle dinamiche del riscatto
« Data del Post: 26.07.2019 alle ore 19:44:31 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

C'è un libro di D. Martyn Lloyd Jones  
LA CERTEZZA,Vol 4  
 
che tratta in maniera  profonda questo tema.
 
Si basa sulla lettera ai Romani 5;1 - 5:21.
 
Ed io l'ho capito, ma non potrei riassumerlo per spiegarlo ad un non cristiano.
Loggato

Ecco, io sto alla porta e busso: se qualcuno ascolta la mia voce e apre la porta, io entrerò da lui e cenerò con lui ed egli con me (Ap 3:20)
Marmar
Admin
*****



Dio è buono

   
WWW   

Posts: 7752
Re: Spiegazione sulle dinamiche del riscatto
« Rispondi #1 Data del Post: 26.07.2019 alle ore 20:28:48 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Io inizierei da qui:
 
http://www.marmari.org/apocalisse-037/whydead.htm
Loggato

Aiutiamoci gli uni gli altri a liberarsi da quello che ritarda il nostro cammino.
Marmar
Admin
*****



Dio è buono

   
WWW   

Posts: 7752
Re: Spiegazione sulle dinamiche del riscatto
« Rispondi #2 Data del Post: 26.07.2019 alle ore 20:44:57 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Cos'è che chiedi di preciso? Qual è il dubbio? (non è che io sappia tutto, ma è per far partecipare meglio tutti).
 
Loggato

Aiutiamoci gli uni gli altri a liberarsi da quello che ritarda il nostro cammino.
Robby71
Membro familiare
****



W questo FORUM!!!

   


Posts: 387
Re: Spiegazione sulle dinamiche del riscatto
« Rispondi #3 Data del Post: 26.07.2019 alle ore 21:18:42 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Ciao Rob, è un bel tema da trattare il tuo. Tuttavia, se devo dare il mio punto di vista, non possono evitare di citarti almeno questo versetto sul quale vorrei costruire la mia tesi. Vago
Le parole  sono le seguenti: "senza spargimento di sangue non c'è perdono".
Ora da questo versetto si evince benissimo che Dio ha impostato il perdono dei peccati per l'uomo, sul sangue e sul sacrificio. E' una Sua regola. Ma cerchiamo ora di capire perchè impostare l'espiazione della colpa sul sacrficio. Innanzitutto c'è da dire che nell' A.T i senso del sacrificio era inverso  
 al N.T. Nell vecchio patto erano gli uomini a portare sacrifici a Dio mentre nel N.T,  é Dio che ha sacrificato Suo Figlio.  
Ma perchè i sacrifici?  Nell'antico testamento credo che una spiegazione a quel di rituale potrebbe essere che una volta riconosciuta la mancanza fatta a Dio, rinunciando a qualcosa che ci è caro per rimediare alla nostra colpa ci sensibilizza maggiormente, e fa si che saremo più attenti a non commettere sbagli. Per rendere l'idea racconto un piccolo aneddoto che mi è stato raccontato e che mi ha fatto riflettere: Nel periodo appena prima di pasqua, qualche anno fa,  il mio vicino fu invitato in campagna da dei parenti. Questi avevano degli animali e, come ogni anno, avevano intenzione di cucinare uno dei loro agnelli per festeggiare la pasqua. Si trovò per caso da loro il giorno in cui dovevano uccidere l'agnello e gli chiesero se volesse provare ad eseguire lui il taglio alla gola. Ebbene, mi disse che prese il coltello e quando fu vicino all'agnello già col coltello alla gola questi girò la testa e lo guardò dritto negli occhi. In pratica, non ebbe più il coraggio di andare oltre e non si è mai più dimenticato di quello sguardo così penetrante.  
(non che poi sia diventato vegetariano ma non è questo il punto)  Sorridente  
Comunque, un esperienza del genere, se la si guarda sotto la luce del sacrificio richiesto da Dio, credo che ci aiuterebbe a capire un po meglio come Dio nell'antico testamento ha tentato di sensibilizzare l'uomo verso il peccato. Credo che tutto sia sempre girato attorno al renderci sensibili, sensibili verso il peccato e sensibili verso la morte. Si, perchè il peccato produce morte, morte di vario genere, morte naturale morte indotta da guerre e ha prodotto anche la morte di Gesù. Ed è quando abbiamo a che fare con la morte che noi uomini ci fermiamo e iniziamo a riflettere sul senso della vita.  
Dopo la prova che Dio diede ad Abramo con Isacco, Dio vide che c'era ancora speranza. Potenzialmente l'uomo era capace di avere fede in Dio così, diede la Sua legge ma l'uomo dopo un po iniziò nuovamente a diventare insensibile ai sacrifici, alla morte e ovviamente a DIo. C'era bisogno l'attuazione di un nuovo piano (già prestabilito). Così ha invertito la Sua regola e questa volta, per darci prova del Suo amore verso noi (ovvero per sensibilizzarci oltremodo) lo ha fatto sacrificando Suo Figlio.
Non c'era null'altro che avesse potuto sensibilizzare l'umanità maggiormente. Non vi era niente di più caro in tutto il creato che avesse potuto sacrificare e se noi siamo sensibili verso questo sacrificio e crediamo in Cristo allora questo ci rende dei Suoi fedeli e ci da la salvezza perchè riconosciamo Dio.  
Questo potrebbe essere un motivo.
 
« Ultima modifica: 26.07.2019 alle ore 21:24:40 by Robby71 » Loggato
Marmar
Admin
*****



Dio è buono

   
WWW   

Posts: 7752
Re: Spiegazione sulle dinamiche del riscatto
« Rispondi #4 Data del Post: 26.07.2019 alle ore 21:53:13 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Penso ti riferisca a questo:
 
Colossesi 2
13 Voi, che eravate morti nei peccati e nella incirconcisione della vostra carne, voi, dico, Dio ha vivificati con lui, perdonandoci tutti i nostri peccati; 14 egli ha cancellato il documento a noi ostile, i cui comandamenti ci condannavano, e l'ha tolto di mezzo, inchiodandolo sulla croce; 15 ha spogliato i principati e le potenze, ne ha fatto un pubblico spettacolo, trionfando su di loro per mezzo della croce.
 
Il trionfo di Cristo è avvenuto per mezzo della croce.  
All'Avversario, la controparte, l'accusatore, Satana, era facile presentare l'essere umano come incapace di giustizia, la legge era lì ad affermarlo categoricamente. Ciò che l'Eterno doveva dimostrare era che gli umani sono davvero la perla della creazione, Dio non si è sbagliato, l'umanità è una creazione "molto buona".
 
Il fatto che ora si trovi in questa condizione di degrado è dovuto unicamente all'opera di distruzione compiuta proprio dal Serpente, Satana il Diavolo. Un essere umano che non abbia una visione distorta di Dio, ma lo conosca esattamente per ciò che è, avrà modo di dimostrarlo chiaramente.  
 
E' ciò che è avvenuto con Gesù, che non ha ceduto a nessuna prova, ma ha portato avanti ciò che era giusto, anche a costo della vita (cfr Gb 2:4). Ciò ha fatto cadere tutte le tesi che i principati e le potenze celesti si erano costruite riguardo agli umani unicamente per un loro tornaconto.
 
La vittoria è stata totale, perché ha rivisto anche il concetto di legge, che pur essendo giusta, quando è in mano agli ingiusti, che la applicano torcendola al loro interesse, diventa il mezzo che condanna l'unico giusto totale della storia. Quella condanna, è stata dimostrata ingiusta dalla risurrezione, ed ha bollato come inaffidabile la legge gestita dagli uomini, che è così stata anch'essa inchiodata alla croce.
 
Così, liberi in Cristo perché nati di nuovo, ossia senza passato, e non accusabili più da nessuno, nemmeno dall'Accusatore poiché non c'è più legge scritta su di un supporto fisico, Cristo ha ottenuto piena vittoria sulle potenze celesti che tenevano in schiavitù l'umanità.
 
Ora la legge è scritta nei cuori attraverso l'opera dello S.S. che può arrivare a noi tramite l'autorità che Cristo ha ricevuto.
Loggato

Aiutiamoci gli uni gli altri a liberarsi da quello che ritarda il nostro cammino.
Robby71
Membro familiare
****



W questo FORUM!!!

   


Posts: 387
Re: Spiegazione sulle dinamiche del riscatto
« Rispondi #5 Data del Post: 26.07.2019 alle ore 23:05:02 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 26.07.2019 alle ore 22:46:58, Rob2018 wrote:
@Robby71 @marmar  
Se risulto secco e sbrigativo, magari uso termini non proprio consoni al tema, faccio supposizioni e ci giro intorno è per cercare di comprendere meglio, non è mia intenzione offendere niente e nessuno.
Una volta che il concetto mi sarà chiaro mi adopererò per correggerne la forma.
 
Teniamo presente la frase: “il salario del peccato è la morte”.
 
Che l'uomo si meritava la morte non solo se ne è accorto con piacere l'avversario, ma magari con tristezza ne deve aver preso atto anche il più candido degli angeli.
Seppur quest'ultimo non sia corso ad accusare l'uomo, non credo che possa digerire un favoritismo imparziale senza mettere in discussione la giustizia divina.
 
Non si sarebbe potuto dire neanche nei suoi confronti: “uomo dai non fa niente, per stavolta passi, alla prossima cerca di farci più attenzione”.
 
Evitando una visuale esclusivamente antropocentrica, si può far presente anche questa angolazione nello spiegare il riscatto?
 
Possiamo dire che l'opera di Gesù Cristo appare esattamente come la conosciamo anche per via di una duplice funzione: all'uomo è concessa una nuova via di salvezza e contemporaneamente alle altre creature è dimostrata e mantenuta l'imparzialità della Giustizia di Dio?

 
Si, la purezza di Dio non è fatta di compromessi e non può nemmeno scendere a compromessi. Non esistono zone grigie perchè Lui è piena luce.
 
Loggato
Marmar
Admin
*****



Dio è buono

   
WWW   

Posts: 7752
Re: Spiegazione sulle dinamiche del riscatto
« Rispondi #6 Data del Post: 26.07.2019 alle ore 23:09:49 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Nel senso: "qualche testa deve cadere?"
Loggato

Aiutiamoci gli uni gli altri a liberarsi da quello che ritarda il nostro cammino.
Robby71
Membro familiare
****



W questo FORUM!!!

   


Posts: 387
Re: Spiegazione sulle dinamiche del riscatto
« Rispondi #7 Data del Post: 26.07.2019 alle ore 23:28:01 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Vorrei specificare meglio la mia ultima osservazione aggiungendo che è in cielo che non vi è spazio per compromessi in quanto la via di salvezza che ci è stata data sulla terra è di per se una sorta di compromesso. Dio comunque nella  dimensione in cui si trova e per quello che Lui è non può avere contatto con il peccato. E potremo essere un giorno tutti in lui solo se siamo stati resi puri.
Loggato
Robby71
Membro familiare
****



W questo FORUM!!!

   


Posts: 387
Re: Spiegazione sulle dinamiche del riscatto
« Rispondi #8 Data del Post: 27.07.2019 alle ore 01:38:16 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 27.07.2019 alle ore 00:30:46, Rob2018 wrote:

Il "ricomprare" l'uomo con l'opera di Gesù Cristo quindi è rivolta da Dio a Dio?
Dio ricompra un qualcosa da se stesso?
 
O lo ricompra da “altri”, condizione o persona che sia?
(Ipotizzando quest'ultimo caso, è una necessità o una volontà?)
 

Parto con la premessa che siamo limitati nella nostra conoscenza e non possiamo sapere cosa c'è nel mondo a noi invisibile. Detto questo possiamo di conseguenza solo ipotizzare delle risposte.  Quello che mi viene da pensare è che se Dio ci ricompra, o come è detto anche ci riscatta, allora con la mia limitata logica umana credo che deve esserci qualcuno o qualcos'altro all'interno della Sua creazione. Forse potrebbe essere l'entità della morte o la fisicità dell'inferno. Mi riferisco a questi perchè quando un giorno si dirà "o morte dove è il tuo dardo, o inferno dov'è la tua vittoria" si riferisce a questi due elementi  che in qualche modo e in qualche luogo esistono. Forse inizialmente l'inferno era stato creato solo per Satana e i suoi angeli. Un luogo creato appositamente per essere per sempre separato da Dio e che sarà destinato anche a coloro che lo hanno respinto nella vita.
Comunque è solo una supposizione
 
Loggato
Marmar
Admin
*****



Dio è buono

   
WWW   

Posts: 7752
Re: Spiegazione sulle dinamiche del riscatto
« Rispondi #9 Data del Post: 27.07.2019 alle ore 07:45:25 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Credo che quest'argomento sia di estrema importanza, e raramente affrontato nella sua essenza, perché ritenuto complicato, e risolto troppo spesso con:"se sarai buono andrai in paradiso, altrimenti all'inferno".
 
Se siamo tutti d'accordo nel dire che il nucleo della legge sono due sole regole, ossia: ama Dio sopra tutto, e ama gli altri come te stesso, allora possiamo andare avanti, perché è In questo si risolve la legge. Le dieci parole, da cui sono state tratte le 613 mitzvot, non sono altro che l'applicazione dei due concetti fondamentali alle varie occasioni della vita. In pratica tutti i precetti della legge erano scritti per rendere più agevole la messa in pratica dell'agape nell'economia della nazione d'Israele.
 
Per questo nel giudizio davanti al trono bianco vengono giudicate solo le opere, poiché sono quelle che, indipendentemente dalla legge parlano chiaro su chi sia davvero il giudicato. A quel giudizio non parteciperanno, però, quelli che sono stati "acquistati a caro prezzo", quelli che indipendentemente dal loro passato "non vengono in giudizio, ma sono passati dalla morte alla vita", e lo saranno mille anni prima degli altri, con il compito di regnare con il Cristo, e l'onere di riportare la creazione al progetto originale. Una gloria riservata ai soli seguaci del Cristo. Si tratta di un destino del tutto speciale, qualcosa che esula dal "normale ordine delle cose" uno speciale possesso del Cristo.
 
Per gli altri nulla cambia delle disposizioni originali, saranno salvati per mezzo di un giudizio tutti gli esseri umani della storia, e chi non ha vissuto mettendo al primo posto l'agape, dovrà rendere conto del suo operato. Vivere l'amore per il prossimo significa aver conosciuto Dio ed averlo messo in pratica, anche senza conoscere la legge. Quella scena in cui Gesù chiama a sé quelli che avevano dato da mangiare, da bere, avevano vestito, avevano visitato i loro simili per empatia verso di loro, anche senza saperlo stavano vincendo la battaglia, poiché avevano in sé la legge; o meglio non avevano sopito la scintilla divina che è in tutti noi.
 
Quindi l'Eterno non deve giustificare il suo comportamento di fronte alla grazia, poiché è stata resa possibile dal "prezzo pagato dal Cristo", non è il frutto di un capriccio.
 
Tutto ciò, ovviamente, secondo me, ma mi pare che tutti stiamo dicendo la stessa cosa magari vista da angolazioni diverse. Queste considerazioni sono la base  stessa del cristianesimo, se non conosciute porteranno sempre a confusioni, a volte deleterie come il legalismo.
Loggato

Aiutiamoci gli uni gli altri a liberarsi da quello che ritarda il nostro cammino.
Leona
Membro familiare
****



Gesù è vita e luce

   


Posts: 378
Re: Spiegazione sulle dinamiche del riscatto
« Rispondi #10 Data del Post: 27.07.2019 alle ore 11:54:55 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 27.07.2019 alle ore 11:22:55, Rob2018 wrote:
@marmar tutto perfettamente chiaro.
 
L'idea del thread nasce da un libro che ho letto sull'apologetica contestuale.
.. Occhiolino

 
Buongiorno, p.f è  possibile sapere il titolo di questo libro e l'editore?
 
Loggato

Ecco, io sto alla porta e busso: se qualcuno ascolta la mia voce e apre la porta, io entrerò da lui e cenerò con lui ed egli con me (Ap 3:20)
Leona
Membro familiare
****



Gesù è vita e luce

   


Posts: 378
Re: Spiegazione sulle dinamiche del riscatto
« Rispondi #11 Data del Post: 27.07.2019 alle ore 15:06:54 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Grazie Rob, faccio ricerche su questo libro, e se mi intriga lo comando.
 
In merito al tuo simpaticissimo discorso, vedo un'altra soluzione a quella da te descritta: se fossi il dirigente ed un secondo dipendente venisse a perorare la richiesta del primo, proverei dell'ammirazione per il primo, per non perdere la speranza di ottenere le ferie in un determinato giorno. Controllerei bene il piano delle ferie, cercherei di venirgli incontro se possibile, e se proprio non posso, lo chiamerei e gli spiegherei - prove alla mano - il perchè del mio rifiuto. In questo modo il dipedente si sentirebbe considerato da me e non mi serberebbe rancore.
 
Comunque concordo totalmente con quanto hai scritto. Anche per me è molto difficile comunicare con persone che si dicono cristiane, ma non hanno mai aperto la Bibbia e mettono la loro salvezza nella Madonna e nei santi.  
 
Ho molto a che fare con persone ricoverate in istituti per anziani,  
che pongono la loro salvezza sul santino del protettore del loro paese. Anche soltanto a parlare di Gesù in modo evangelico, le spiazza. Questo riferito agli anziani.
 
Un discorso sul riscatto, come lo state magistralmente portando avanti, anche tra i miei figli ed i loro gli amici, non so se sarebbe recepito, poichè perderebbero subito interesse.
Loggato

Ecco, io sto alla porta e busso: se qualcuno ascolta la mia voce e apre la porta, io entrerò da lui e cenerò con lui ed egli con me (Ap 3:20)
Robby71
Membro familiare
****



W questo FORUM!!!

   


Posts: 387
Re: Spiegazione sulle dinamiche del riscatto
« Rispondi #12 Data del Post: 27.07.2019 alle ore 16:11:23 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 27.07.2019 alle ore 12:16:17, Rob2018 wrote:

 
Si deve cercare di abbreviare e interessare l'altro tenendo presente il suo stato di partenza, ciò comporta una conoscenza abbastanza approfondita dell'altro, non si può fare con uno sconosciuto.
 
Se volete sorridere vi dico come in 10 righe son riuscito a introdurre il pregare la creatura rivolto a Maria e ai "santi" senza "scomodare" la Bibbia.
 
Il discorso è il seguente: "Immagina di essere un titolare d'azienda mentre io sono un dipendente.
Un giorno presentandomi nel tuo ufficio ti chiedo le ferie per un determinato giorno, tu (che sei il titolare) per svariati motivi mi rispondi che in quel giorno non è possibile e gentilmente mi fai tornare al posto di lavoro.
Non arrendendomi all'idea, fermo un collega e gli chiedo se può venire da te a chiedere le ferie per mio conto.
Nello scoprire il fatto che mi son rivolto ad un terzo per convincerti, che ho cercato in qualche modo di scavalcare una tua direttiva, che ti ho messo da parte, come reagiresti?"
 
Vi assicuro che ha il suo effetto, se vi piace ve la presto volentieri. Sorridente

Per rimanere in tema di concetti espressi brevemente, sintetizzo ulteriormente quello che ho letto da qualche parte:
"Rivolgersi per ottenere la salvezza ai santi o alla madonna invece che a Gesù equivale a essere malati e richiedere la cura agli amici o alla madre dello specialista."
 Sorriso
Loggato
Leona
Membro familiare
****



Gesù è vita e luce

   


Posts: 378
Re: Spiegazione sulle dinamiche del riscatto
« Rispondi #13 Data del Post: 27.07.2019 alle ore 19:40:16 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Se sono fuori tema, ditemelo che mi sposto da qualche altra parte:
 
come detto nel mio precedente post, ho molto a che fare con le persone anziane negli istituti ed appena mi è data l'opportunità porto il discorso sul  fatto che la vita giunge al termine per tutti.
Cerco di capire come si sentono. Le più non vogliono affrontare questo argomento, molte mi dicono che pregano Maria ed i santi, pochissime accettano di parlare del sacrificio di Gesù per i nostri peccati, tramite il quale noi siamo salvati se lo riconosciamo come nostro Signore.  
 
La maggior parte di queste donne, sono vecchiettine molto semplici, che hanno avuto una vita dura, hanno lavorato tanto e sono state cattoliche per tutta la vita. Sono andate regolarmente in chiesa ed hanno fatto tutto ciò che il parroco diceva loro di fare.
La Bibbia non l'hanno mai aperta. Hanno fiducia in Maria ed i santi perchè così è stato loro detto.  
Ora mi domando : per la loro salvezza, il Signore terrà conto che sono state praticamente tradite da chi doveva loro mostrare che soltanto Gesù è vita?Io penso che la misericordia di Dio terrà conto di tutto ciò, se il loro cuore era sincero.
Voi cosa ne pensate?
Loggato

Ecco, io sto alla porta e busso: se qualcuno ascolta la mia voce e apre la porta, io entrerò da lui e cenerò con lui ed egli con me (Ap 3:20)
Marmar
Admin
*****



Dio è buono

   
WWW   

Posts: 7752
Re: Spiegazione sulle dinamiche del riscatto
« Rispondi #14 Data del Post: 27.07.2019 alle ore 19:56:11 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Lasciamo a Cristo il giudizio, noi facciamo ciò che è possibile fare, il resto non è di nostra competenza. Io, però, sono certo che se potrà trovare un appiglio qualsiasi per salvare una persona lo farà, ma sarà sempre e solo giusto.
 
Io ho un fratello dieci anni più grande di me, era sempre stato non credente e si vantava di ciò, gli ho parlato diverse volte e mi sono accorto che non si faceva più vedere per non ritrovarsi a dover gestire l'argomento.
 
Non so come sia accaduto, ma un giorno fu lui ad entrare nell'argomento, ed aveva sempre più sete di sapere, ha frequentato un paio di volte la nostra comunità, ma poi è andato in chiesa cattolica perché moglie e figlia frequentano tale chiesa. E' felice e frequenta molto spesso, anche momenti di studio.
 
Io ringrazio l'Eterno perché ora crede in Cristo, e non me la sentirei assolutamente di metterlo contro la sua famiglia.
Loggato

Aiutiamoci gli uni gli altri a liberarsi da quello che ritarda il nostro cammino.
Pagine: 1 2  · torna su · Rispondi Rispondi   Create+Poll Create+Poll   Abilita notifica Abilita notifica    Invia il Topic Invia il Topic    Stampa Stampa

« Topic Precedente | Prossimo Topic »
Icons made by Freepik, Daniel Bruce, Scott de Jonge, Icomoon, SimpleIcon from www.flaticon.com is licensed by CC BY 3.0
Powered by YaBB 1 Gold - SP 1.4 - Forum software copyright © 2000-2004 Yet another Bulletin Board

    
Copyright e condizione di riproduzione evangelici.net è un sito di Teknosurf.it srl - P.IVA: 01264890052
Il materiale presente in questa pagina si può ripubblicare liberamente ma solo a queste condizioni.
Sono molto gradite donazioni via Paypal, che ci permetteranno di fare di più e meglio. | Contatti