Ti senti solo? Benvenuto Visitatore. Fai Login o Registrati. RegolamentoLeggi il regolamento completo  RSSIscrizione feed RSS

Indice Indice   Help Help   Cerca Cerca   Utenti Utenti   Calendario Calendario   Login Login   Registrati Registrati

    
   I Forum di Evangelici.net
   Dottrina, storia ed esegesi biblica (partecipazione riservata a chi si identifica con i punti di fede di evangelici.net)
   Dottrina e riflessioni bibliche
(Moderatori: andreiu, ilcuorebatte, Asaf)
   Evangelizzazione: PERCHE'?
« Topic Precedente | Prossimo Topic »
Pagine: 1 2  · vai in fondo · Rispondi Rispondi   Create+Poll Create+Poll   Abilita notifica Abilita notifica    Invia il Topic Invia il Topic    Stampa Stampa
   Autore  Topic: Evangelizzazione: PERCHE'?  (letto 2619 volte)
Andrea II
Membro
***



...

   


Posts: 192
Re: Evangelizzazione: PERCHE'?
« Rispondi #15 Data del Post: 28.07.2017 alle ore 11:14:33 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Quindi secondo te la predicazione del Vangelo non è un messaggio che va proclamato (araldicamente) ma è un messaggio che va proposto e dunque condizionatamente al livello culturale di chi lo ascolta?
 
Come fai a dire che Paolo parlasse solo ai filosofi che lo avevano condotto all'Areopago? A me pare che quando fece quel sermone altamente teologico parlasse a tutta la popolazione della città dato che quello non era un luogo dove si radunavano esclusivamente i filosofi. Inoltre la scrittura mi pare precisi la cosa.
 
Or tutti gli Ateniesi e i residenti stranieri non passavano il loro tempo in altro modo che a dire o ad ascoltare novità.  E Paolo, stando in piedi in mezzo all'Areòpago, disse:
«Ateniesi, ...
(Atti 17:21,22a)
 
A me pare che Paolo ci insegni chiaramente lui stesso cosa annunciava quando predicava ai greci che cercavano sapienza.
 
ma per quelli che sono chiamati, tanto Giudei quanto Greci, predichiamo Cristo, potenza di Dio e sapienza di Dio; (I Corinzi 1:24)
 
Non mi pare se ne faccia una distinzione di ricevente, il messaggio è sempre lo stesso: Gesù Cristo, potenza e sapienza di Dio!
 
Che dire infatti del sicuramente non istruito carceriere di Filippi di cui si parla al capitolo precedente? Per chi non conoscesse gli eventi descritti nella Bibbia li trova in Atti 16:25-34, ma per quanto riguarda il tema di cui stiamo parlando mi soffermerei sul verso 31 e cioè sulla brevissima predica di Paolo e Sila.
 
Ed essi risposero: «Credi nel Signore Gesù, e sarai salvato tu e la tua famiglia».  (Atti 16:31)
 
Un uomo ignorante e tutto tremante chiede di indicargli la via della salvezza e questi due uomini di cosa gli parlano? Della signoria e supremazia di Gesù! Forse non tutti ricordiamo che la parola Signore [κύριον] non è un semplice appellativo ma denota colui a cui una persona o cosa appartiene, su cui ha il potere di decidere; padrone. Quando è stata l'ultima volta che abbiamo detto a qualche non credente che Gesù Cristo è l'onnipotente padrone di tutte le cose e persone?
 
Inserisco il corsivo nel verso in questione per porre in evidenza cosa avremmo forse detto noi a quell'uomo.
 
«Credi nel Salvatore Gesù, e sarai salvato tu e la tua famiglia».
«Credi nel Liberatore Gesù, e sarai salvato tu e la tua famiglia».
«Credi nel donatore di vita e gioia Gesù, e sarai salvato tu e la tua famiglia».
«Credi nell'amorevole Gesù, e sarai salvato tu e la tua famiglia».
«Credi nel misericordioso Gesù, e sarai salvato tu e la tua famiglia».
«Credi nell'amico Gesù, e sarai salvato tu e la tua famiglia».
 
Potremmo continuare con tutti gli aspetti del carattere di Cristo che oggi vengono predicati agli increduli e di cui i pulpiti sono saturi. Quelle che ho messo in corsivo sono tutti aspetti del carattere di Cristo meravigliosi e VERI ma mai indirizzate ad increduli da parte degli apostoli. Esattamente il contrario di ciò che facciamo noi oggi giorno...
 
Pensate che Paolo e Sila poi si siano fermati? Assolutamente no e infatti entrati in quella casa annunciarono la Parola del Signore a lui e a tutti quelli che erano in casa sua (v.32). Cosa dissero alla famiglia del carceriere non lo sappiamo ma anche qui si affrontarono argomenti decisamente teologici dato che il carceriere si rallegrava con tutta la sua famiglia, perché aveva creduto in Dio.  
Dopo le parole di Paolo ad un ignorante pagano egli sa, e gioisce di questo, che Gesù Cristo in cui ha creduto è Signore e Dio!!!
 
Anche qui, io per primo, sono costretto ad una seria riflessione e riforma di quanto pensato e forse detto e fatto fino ad ora. Attendo le vostre riflessioni, Andrea.
Loggato
RobertoStasi
Osservatore
*



W questo FORUM!!!

   
WWW    E-Mail

Posts: 14
Re: Evangelizzazione: PERCHE'?
« Rispondi #16 Data del Post: 25.01.2019 alle ore 01:56:28 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Salve a tutti. Siccome siamo in Italia assumo che molti di voi siano stati battezzati cattolici. In questi forum sarebbe bene scrivere la religione di origine così non sto sempre a chiederlo. Chi ha ricevuto una Bibbia in mano è al corrente della strega che esiste nella Bibbia e che punisce chi legge il vecchio testamento? Ve l'hanno mai spiegato questo fatto coloro che vi hanno messo una Bibbia in mano?  Leggetevi Marcione di Sinope e vedete come ha lavorato con la Chiesa Romana per allegare l'apocalisse alla Bibbia in modo che l'ultimo capitolo dell'Apocalisse divenga la strega.  Ciò non viene spiegato quando leggerete di Marcione e dovreste studiarlo da soli. Io ho fatto un blog che se vi interessa ve lo cercate da soli scrivendo donnaavestitadisole nel motore di ricerca. Qui non posso postare il link.  Oltre a ciò gli evangelisti non spiegano che le donne non devono leggere le Sacre Scritture. Le donne sono come ricevitori che ricevono dalle letture dell'uomo. Senza libri apocrifi le donne portano guai invece che benefici e vero aiuto.  Mi correggo. Hanno iniziato i preti a non spiegare che le donne ricevono conoscenza dalle letture dell'uomo. Ecco perchè voglio investigare se i preti lo fanno apposta dato che le suore sono sempre più brutte.
« Ultima modifica: 26.01.2019 alle ore 04:05:31 by RobertoStasi » Loggato
Marmar
Admin
*****



Dio è buono

   
WWW   

Posts: 7751
Re: Evangelizzazione: PERCHE'?
« Rispondi #17 Data del Post: 25.01.2019 alle ore 08:54:23 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Sono tutte tue personali conclusioni cui sei arrivato con i tuoi ragionamenti che personalmente ritengo del tutto fuori da ogni logica. Comunque sei padronissimo di crederli, ci mancherebbe altro.
Loggato

Aiutiamoci gli uni gli altri a liberarsi da quello che ritarda il nostro cammino.
Leona
Membro familiare
****



Gesù è vita e luce

   


Posts: 378
Re: Evangelizzazione: PERCHE'?
« Rispondi #18 Data del Post: 25.01.2019 alle ore 19:13:09 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Scusami Roberto, sei molto aggressivo e dogmatico. Perchè ci tratti così? Se non ti piace questo forum, non entrarci ma se sei qui abbi la cortesia di trattarci con rispetto, accettando la nostra diversità di pensiero.
 
PS: sono andata sul tuo blog ed ho iniziato a leggerlo - dopo poche linee, però ho perso interesse.
Loggato

Ecco, io sto alla porta e busso: se qualcuno ascolta la mia voce e apre la porta, io entrerò da lui e cenerò con lui ed egli con me (Ap 3:20)
emmanuele_96
Osservatore
*



W questo FORUM!!!

   
E-Mail

Posts: 8
Re: Evangelizzazione: PERCHE'?
« Rispondi #19 Data del Post: 17.02.2020 alle ore 17:34:29 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Ciao andrea, pace a te e che Dio ti benedica!
se ho ben capito la domanda e rivolta al come e allo scopo dell'evangelizzazione, noi non possiamo dire nulla al riguardo, ma la Parola si! Cercherò di non scrivere troppo.
prima vorrei elencare pochissime scritture sull'evangelizzazione:
"Noi siamo infatti davanti a Dio il profumo di Cristo fra quelli che sono sulla via della salvezza e fra quelli che sono sulla via della perdizione" 2 Corinizi 2:15
"...siate sempre pronti a rendere conto della speranza che è in voi a tutti quelli che vi chiedono spiegazioni"
1 pietro 3:15
C'è ne sono tante altre, ma queste 2 scritture mostrano la necessità del Figlio di Dio di portare la Parola al mondo, "SIAMO IL PROFUMO DI CRISTO" cosa c'è di più potente di questo? Il Signore si usa di noi per portare alla salvezza e alla libertà un mondo che lo ha rifiutato e noi con lo Spirito che ci è stato donato abbiamo il potere e la possibilità di portare Gesù ai cuori delle persone (atti 1:8).
Quanto a cosa dire il messaggio non è la Gloria di Dio, ne tanto meno la condanna, ma il vangelo! Il vangelo è Gesù morto in croce per i peccati e risorto, solo questo:
"1E io, fratelli, quando venni da voi, non venni ad annunciarvi la testimonianza di Dio con eccellenza di parola o di sapienza; 2 poiché mi proposi di non sapere altro fra voi, fuorché Gesù Cristo e lui crocifisso. 3 Io sono stato presso di voi con debolezza, con timore e con gran tremore; 4 la mia parola e la mia predicazione non consistettero in discorsi persuasivi di sapienza umana, ma in dimostrazione di Spirito e di potenza, 5 affinché la vostra fede fosse fondata non sulla sapienza umana, ma sulla potenza di Dio."
1 corinzi 2:1-5
Noi stessi quando siamo salvati cosa sapevamo della bibbia? Tutti noi salvati che conoscenza e sapienza avevamo? Nulla!  
Abbiamo solo creduto in Gesù e tutta la gloria e la lode per lui sono arrivate dopo, cosi come la sapienza e la conoscenza della bibbia.
Non possiamo portare la gloria ad un ateo, non crede in Dio, ne tanto meno condannarli, siamo dei giudici? Gesù non  è venuto a giudicare il mondo ma a salvarlo (giovanni 12:47), il solo messaggio è il vangelo.
Questo si, comporta che si porta alle persone la soluzione ai loro problemi, prendiamo ad esempio la prima evangelizzazione di Pietro con lo Spirito Santo.
"Ma Pietro gli disse: «Non possiedo né argento né oro, ma quello che ho te lo do: nel nome di Gesù Cristo, il Nazareno, cammina!». 7 E, presolo per la mano destra, lo sollevò. Di colpo i suoi piedi e le caviglie si rinvigorirono 8 e balzato in piedi camminava; ed entrò con loro nel tempio camminando, saltando e lodando Dio."  
Atti 3:1-11
Quel povero non sapeva chi fosse Gesù, nè chi era Pietro e neanche cercava guarigione, ma la Parola di Gesù lo ha salvato e dopo essere guarito lodava Dio, non prima, ma dopo essere guarito, dopo aver ricevuto da Gesù la guarigione.
Noi stessi non glorificavamo Dio prima della salvezza, l'evangelizzazione parte con il vangelo, cioè Gesu che e morto per noi, e quindi la libertà dal peccato e dalle nostre sofferenze interiori, dopo che abbiamo ricevuto questa liberazione possiamo adorare il Signore come si deve, perchè riceveremo lo Spirito Santo senza il quale non siamo neanche capaci di pregare (romani 8:26).
Spero di non essermi dilungato troppo e che lo Spirito ti abbia dato la risposta che cercavi, Dio ti benedica ancora fratello!
 
"Molti di quelli che dormono nella polvere della terra si risveglieranno: gli uni alla vita eterna e gli altri alla vergogna e per l'infamia eterna. 3 I saggi risplenderanno come lo splendore del firmamento; coloro che avranno indotto molti alla giustizia risplenderanno come le stelle per sempre"
Daniele 12:2
Loggato
Pagine: 1 2  · torna su · Rispondi Rispondi   Create+Poll Create+Poll   Abilita notifica Abilita notifica    Invia il Topic Invia il Topic    Stampa Stampa

« Topic Precedente | Prossimo Topic »
Icons made by Freepik, Daniel Bruce, Scott de Jonge, Icomoon, SimpleIcon from www.flaticon.com is licensed by CC BY 3.0
Powered by YaBB 1 Gold - SP 1.4 - Forum software copyright © 2000-2004 Yet another Bulletin Board

    
Copyright e condizione di riproduzione evangelici.net è un sito di Teknosurf.it srl - P.IVA: 01264890052
Il materiale presente in questa pagina si può ripubblicare liberamente ma solo a queste condizioni.
Sono molto gradite donazioni via Paypal, che ci permetteranno di fare di più e meglio. | Contatti