Progetto Archippo Benvenuto Visitatore. Fai Login o Registrati. RegolamentoLeggi il regolamento completo  RSSIscrizione feed RSS

Indice Indice   Help Help   Cerca Cerca   Utenti Utenti   Calendario Calendario   Login Login   Registrati Registrati

    
   I Forum di Evangelici.net
   Dottrina, storia ed esegesi biblica (partecipazione riservata a chi si identifica con i punti di fede di evangelici.net)
   Dottrina e riflessioni bibliche
(Moderatori: andreiu, ilcuorebatte, Asaf)
   Evangelizzazione: PERCHE'?
« Topic Precedente | Prossimo Topic »
Pagine: 1 2  · vai in fondo · Rispondi Rispondi   Create+Poll Create+Poll   Abilita notifica Abilita notifica    Invia il Topic Invia il Topic    Stampa Stampa
   Autore  Topic: Evangelizzazione: PERCHE'?  (letto 2095 volte)
Andrea II
Membro
***



...

   


Posts: 192
Evangelizzazione: PERCHE'?
« Data del Post: 12.07.2017 alle ore 13:04:03 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Buongiorno a tutti e ben ritrovati.
 
Apro questa discussione per capire con voi e discutere insieme, con chiunque ne abbia il desiderio, su un tema all'apparenza banale. Cosa insegna la Bibbia sui MOTIVI per i quali il Vangelo viene predicato.  
Probabilmente molti stanno facendo una faccia perplessa e si stanno chiedendo come mai io ponga domande su una verità così basilare e oserei ripetere banale. Immagino che siamo d'accordo nel rilevare che viviamo in un tempo di estrema superficialità cristiana dove l'agire è diventato più importante del conoscere e lo zelo senza conoscenza è incentivato piuttosto che ripreso (Proverbi 19:2); è proprio in un tempo come questo però che secondo me è necessario riappropriarci di quei valori cristiani che hanno mosso la vera pietà dei discepoli di ogni tempo. Forse riscoprire verità semplici ci porterà ad una vera devozione per Cristo e libererà da semplice attivismo asservito a motivazioni carnali e puramente umane (seppure di buona morale per il mondo e indubbiamente socialmente utili). Questa era la premessa e spero che quanti si troveranno in sintonia con essa possano partecipare attivamente per tale auspicabile riscoperta dei sentieri antichi.
 
Partirei dalla prima volta che il Vangelo, seppure solo in nuce, è stato proclamato sulla terra cioè Genesi 3:15.
questa progenie ti schiaccerà il capo e tu le ferirai il calcagno». Genesi 3:15b
 
Oggi giorno si pensa in maniera abbastanza diffusa che l'evangelizzazione vada asservita al benessere degli uomini ai quali è indirizzata ed anche in questo ambito del cristianesimo la centralità della gloria di Dio è sempre più sbiadita. La frase che fa eco quasi ovunque dai pulpiti è: Dobbiamo evangelizzare perché delle povere anime siano salvate. Portiamo la salvezza a quanti stanno annegando e chiedono aiuto nelle tempeste della vita. La buona notizia da dare a tutti è che possono godere di gioia e pace, possono stare bene e sconfiggere la depressione, la solitudine ed ogni tipo di paure; possono risolvere i loro problemi di salute ed i loro problemi familiari e questa è la notizia più buona che noi spossiamo annunciare loro. Si è così incentrati sui beneficiari e sui benefici della grazia di Dio in Cristo che si dimentica il Benefattore. Non è difficile infatti trovare "cristiani" che sanno molto bene quali sono i  loro diritti di credenti ma ignorano del tutto il carattere, la persona e l'opera del Dio trino (il Padre, il Figlio, lo Spirito Santo).  
Se vedete attorno a voi la stessa situazione vi chiedo, come chiedo a me stesso per primo: Ma è proprio così che dovrebbero andare le cose? E' così che è iniziato l'annuncio del Vangelo in questa terra? E questo che ha comandato Gesù ai discepoli? E' questo che fecero gli Apostoli?
 
Se torniamo a Genesi 3:15 è sorprendente notare che Dio non solo non si preoccupa di elencare i benefici  di cui gli uomini godranno ma non indirizza neppure le Sue parole ad essi. Non so se avete mai notato che la promessa di vittoria di Cristo non è rivolta ad un Adamo peccatore, decaduto e spaventato ma al serpente. Agli uomini vengono rivolte solo parole di rimprovero e maledizione ma prima di ciò Dio proclama per la prima volta il trionfo di Cristo mediante la sua incarnazione ed umiliazione rendendo il MOTIVO dell'annuncio l'acclamazione della vittoria del Figlio unigenito sul serpente antico e non ciò che questo comporterà per la decaduta razza di Adamo. In queste prime parole è la gloria del Figlio ad essere centrale, è la Sua esaltazione quale vincitore definitivo che viene messa in evidenza e motiva le parole di Genesi 3:15b!
 
Personalmente ritengo che sarebbe meglio se riscoprissimo tale verità intorno alla proclamazione del Vangelo. Se infatti continuiamo ad evangelizzare solo perché gli uomini siano salvati ed abbiano vite migliori presto o tardi ci scoraggeremo perchè questo NON avviene. Non tutti sono salvati e non tutti hanno vite migliori!  
Se invece proclamassimo la signoria, la sovranità, il trionfo, la vittoria e l'eccellenza di Cristo sopra tutte le altre cose, solo perchè questo glorifica Dio ed onora il Figlio, godremmo la gioia e la benedizione legate a tale superlativa verità!
In questo secondo caso eviteremmo di inventare ogni sorta di meccanismo umano (cristianesimo carnale) per far funzionare uno strumento (il Vangelo) che non è rotto (non converte chi e come diciamo noi) ma semplicemente usiamo per lo scopo sbagliato (il benessere umano invece della gloria di Dio)!
 
Aspetto commenti o integrazioni. Qualcuno potrebbe analizzare la prima predica di Pietro ad esempio.
Buona giornata a tutti, e che Dio vi benedica.
Andrea.
« Ultima modifica: 12.07.2017 alle ore 13:04:22 by Andrea II » Loggato
liala
Membro familiare
****



TDG ( YHWH )

   
WWW    E-Mail

Posts: 1186
Re: Evangelizzazione: PERCHE'?
« Rispondi #1 Data del Post: 12.07.2017 alle ore 13:15:58 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

il motivo principale per evangelizzare e' perche' lo fece Gesu',addestro' i 12 apostoli e noi dobbiamo sforzarci di iitarlo
Loggato

Egli dà forza allo stanco, e accresce vigore a colui ch’è spossato. Isaia 40:29
***
Andrea II
Membro
***



...

   


Posts: 192
Re: Evangelizzazione: PERCHE'?
« Rispondi #2 Data del Post: 12.07.2017 alle ore 15:35:53 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Cara Liala,
quello che poni in evidenza è senza dubbio un validissimo motivo. Ma questo non può prescindere dal resto in quanto Gesù ci ha lasciato un modello di cammino da imitare che non consiste solo in azioni bensì anche in sentimenti e pensieri. Lo zelo non è buono se è senza conoscenza (Proverbi 19:2). Puoi anche parlare molto ed insegnare con autorevolezza in nome di Gesù (profetizzare) ma non essere affatto conosciuta da Cristo e anzi fare tutto per la sola soddisfazione del tuo bisogno carnale di religione e autocompiacimento (Matteo 7:22-23).
 
Per porla in maniera chiara a tutti forse è opportuno definire di cosa stiamo parlando in termini grammaticali e cioè specificare i complementi. Liala pone in evidenza il complemento di causa dell'evangelizzazione, io però vorrei parlare del complemento di scopo. Per ubbidienza certo, ma per quale FINE e come evangelizzavano gli Apostoli? Per ubbidire a Gesù ma quale SCOPO si prefiggevano?
 
Gesù insegnò cosa, come e  perchè fare ogni cosa. Ci ha insegnato come camminare in pensieri, parole e azioni, ci ha detto chiaramente che ciò che c'è nel cuore ed è invisibile agli uomini è molto più importante di ciò che si manifesta all'esterno. Possono anche esserci sepolcri imbiancati ma pieni di morte o piatti lavati fuori e sudici dentro. Lo scopo per cui facciamo qualsiasi cosa è forse più importante della nostra azione stessa.
 
Sia dunque che mangiate, sia che beviate, sia che facciate qualche altra cosa, fate tutto alla gloria di Dio. I Corinzi 10:31
« Ultima modifica: 12.07.2017 alle ore 17:47:00 by Andrea II » Loggato
Marmar
Admin
*****



Dio è buono

   
WWW   

Posts: 7018
Re: Evangelizzazione: PERCHE'?
« Rispondi #3 Data del Post: 12.07.2017 alle ore 19:07:28 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Concordo, lo scopo dell'evangelizzazione è far conoscere l'opera di Cristo, la sua vittoria sull'avversario suo e nostro, quindi: la nostra liberazione.
Loggato

Aiutiamoci gli uni gli altri a liberarsi da quello che ritarda il nostro cammino.
Andrea II
Membro
***



...

   


Posts: 192
Re: Evangelizzazione: PERCHE'?
« Rispondi #4 Data del Post: 13.07.2017 alle ore 18:07:16 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Ciao Marmar,
sono lieto che tu sia d'accordo, solo potresti spiegarti un pochino meglio?
Probabilmente non riesco a comprendere bene il tuo pensiero ma da come hai formulato la frase mi sembra come se il centro del messaggio evangelistico per te sia la liberazione dell'uomo. Se fosse così sarebbe l'esatto contrario di ciò che personalmente ritengo essere il messaggio biblico e che mi pare espresso ad esempio in Genesi 3:15. Gli uomini sono stati liberati dall'opera di Cristo ma questo non è che un corollario del grande teorema dell'esaltazione del Figlio. Il piano eterno di Dio consiste nell'esaltare se stesso, la conseguenza è che gli uomini godono della redenzione.
 
Una volta che sarò riuscito a capire meglio il tuo punto di vista, e spero di riuscirci, se su questo siamo concordi, secondo te perchè oggi tutto questo è taciuto ad ogni campagna e pulpito di evangelizzazione? Perché ad esempio non è scritto su nessun volantino dedicato e non se ne parla mai?
Loggato
Sandro_48
Membro familiare
****




W questo FORUM!!!

   
WWW   

Posts: 1586
Re: Evangelizzazione: PERCHE'?
« Rispondi #5 Data del Post: 13.07.2017 alle ore 18:32:20 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Andrea, va bene TESTIMONIARE,  
ma prima di testimoniare  
bisogna CREDERE intimamente .
e per credere , bisogna come minimo studiare tutta la bibbia.
SAndro_48
 
Chiedo scusa : mi sono accorto solo ora di essere entrato per sbaglio nella zona proibita., dove a me è vietato di entrare, per cui , salvo messaggi privati, non potrò più rispondere ad Andrea I I. Sia chiaro comunque che per evangelizzare io frequento la Facoltà di Teologia Valdese per conseguire la Laurea in Scienze Bibliche e Teologiche. Anche un Agnostico, che Studi la Bibbia, se è serio, può diventare credente e in America  si evangelizza così:
BECOMING DISCIPLES TROUGH BIBLE STUDY, studiando in gruppo.
sul  "DISCIPLE"  - Study Manual. (IL libro, fatto venire da Londra costa 50 Euro.) Andrea lo puoi ordinare (il libro è in inglese) alla Libreria Claudiana, tel 02-760221518
« Ultima modifica: 14.07.2017 alle ore 18:53:56 by Sandro_48 » Loggato

http://studiandolateologia.ning.com
http://consulenzaebraica.forumfree.it
http://forumbiblico.forumfree.it
Andrea II
Membro
***



...

   


Posts: 192
Re: Evangelizzazione: PERCHE'?
« Rispondi #6 Data del Post: 14.07.2017 alle ore 16:33:47 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Caro Sandro,
sono pienamente d'accordo con te. Uno dei problemi di fondo del nostro cristianesimo moderno è l'assoluta ignoranza e superficialità su moltissimi temi della Scrittura. Purtroppo siamo così profondamente influenzati dal modo di pensare del mondo che, seppure in maniera inconsapevole, ne veicoliamo il messaggio invece di farlo del Vangelo di Cristo.
 
Nelle crescenti schiere di religiosi entusiasti sicuramente trovano poco spazio lo studio, la meditazione e l'adorazione intima e personale; molto più di voga è qualsiasi tipo di attivismo plateale che accresce la soddisfazione personale nell'aver "fatto qualcosa per Dio"...  
Studiare la Bibbia dici tu?? Proponi di studiarla addirittura tutta?? Forse ti si risponderebbe che è un'inutile perdita di tempo e che nel frattempo le anime affamate nel mondo muoiono per i tuoi "cavilli" dottrinali... Non serve avere il "brevetto" di salvataggio, ci si dice di prendere in mano il timone di una qualsiasi scialuppa senza avere cognizione di ciò che si fa e se riesci a salvare qualcuno tanto di guadagnato, se poi invece anche tu muori per mancanza di conoscenza (Osea 4:6) ti dirai che ci hai provato e potrai ritenerti appagato e soddisfatto per avercela comunque e sinceramente messa tutta!
E' come se si chiedesse a tutti di correre anche se in modo incerto, di lottare anche tirando qualche colpo nel vuoto, di predicare anche se poi si sarà squalificati (I Corinzi 9:26-27).
 
Forse su questo forum, anche se parzialmente e con le dovute limitazioni, si potrebbe tornare a dialogare proprio su ciò che manca oggi ai cristiani che evangelizzano. Il motivo di questo post voleva essere proprio questo, una riscoperta del metodo biblico di evangelizzare. Cosa, come e perchè? Dal testo di Genesi secondo me si scorge molto, e le prediche degli atti anche forniscono molto su cui riflettere. Ma non desidero scrivere un blog quindi attendo con piacere gli interventi di quanti vorranno farlo.
Loggato
Virtuale
Membro familiare
****



Abbi fiducia in Gesù

   


Posts: 2659
Re: Evangelizzazione: PERCHE'?
« Rispondi #7 Data del Post: 14.07.2017 alle ore 17:57:45 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 14.07.2017 alle ore 16:33:47, Andrea II wrote:

Nelle crescenti schiere di religiosi entusiasti sicuramente trovano poco spazio lo studio, la meditazione e l'adorazione intima e personale; molto più di voga è qualsiasi tipo di attivismo plateale che accresce la soddisfazione personale nell'aver "fatto qualcosa per Dio"...  

Non c`è bisogno di leggere paginate di Bibbia al giorno....basta poco...e tutto può diventare adorazione.
 
Infatti per esempio ai culti,  mi limito a tenere in mente solo una parola...o una frase....o un concetto...e questo mi entusiasma per tutta la settimana......si può benissimo meditare facendo passeggiate o attività   (almeno per me è così)...
 
Secondo me...facendo così e oltre...anche di tanto....non è come avere una bicicletta-a-vela....che se non c`è più vento non avanza.......
....una biciletta a remi non esiste e non esisterä mai...ma l`"acqua" esiste.....e si può pensare in vari modi a Gesù e alle persone....con l`"acqua che abbiamo"...cioè con l`impulso dello Spirito Santo....e non una goccia in più di quello che abbiamo e che possiamo dare.
 
....e ci sono diversi modi di evangelizzare in modo che noi per primi lo facciamo con entusiasmo   Sorriso
« Ultima modifica: 14.07.2017 alle ore 18:00:37 by Virtuale » Loggato

"Zia, ma quando Gesù è risorto ha fatto il buco nell`ozono ? " (bambino) di Tony Kospan.
Andrea II
Membro
***



...

   


Posts: 192
Re: Evangelizzazione: PERCHE'?
« Rispondi #8 Data del Post: 17.07.2017 alle ore 16:59:34 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Caro Virtuale,
non so a quale mandato rispondi tu personalmente ma non mi pare che Gesù abbia mai comandato di dire poche cose, confuse e scorrette, ponendo invece l'importanza sul fatto che vadano dette con entusiasmo...
 
Andate dunque e fate miei discepoli tutti i popoli battezzandoli nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, insegnando loro a osservare tutte quante le cose che vi ho comandate. Ed ecco, io sono con voi tutti i giorni, sino alla fine dell'età presente. Matteo 28:19-20
 
Ti sei mai chiesto, oltre al "perchè" che è ciò di cui stiamo discutendo, COME Gesù ci chiede di fare discepoli? Mi sa di no purtroppo perché altrimenti sapresti che la Bibbia ce lo dice e cioè insegnando agli uomini le cose comandate da Cristo. Mi dirai che basta credere in Gesù e che possiamo pensare a Lui in vari modi. Ti consiglio di stare attento perchè così facendo secondo me rischi di predicare un falso Cristo dato che tutto ciò che non è Bibbia non è verità; inoltre predicando un falso vangelo non fai un gran bene a coloro ai quali parli e tanto meno glorifichi Dio.
 
Concludo nel ricordarti ciò che dice il salmista e cioè che la somma della tua parola è verità; (Salmo 119:160). Parlando solo di ciò che sai e non di ciò che la Bibbia dice su Dio ne dipingi solo una grottesca immagine.  
Uso un esempio solo al fine di farti capire e spero che nessuno se la prenda. Non so se hai presente le caricature dei ritratti da strada con le teste enormi e il corpo piccolo, beh se non conosci tutto il carattere di Dio lo dipingerai con il cuore enorme e la testa piccola ad esempio, oppure con le gambe corte e le braccia lunghissime. Questo è ciò che succede spessissimo nel predicare Cristo e questo non esalta la meravigliosa persona di cui parliamo.  
Forse tu dici che non serve leggere tutta la Bibbia e che i culti potrebbero ridursi a poche frasi perchè vedi l'evangelizzazione subordinata al benessere degli uomini. Di cosa hai bisogno oggi, di incoraggiamento? Ti basteranno poche parole per essere incoraggiato e sarai soddisfatto. Di cosa hai bisogno nel tuo matrimonio? Poche parole sulla pace in famiglia e sarà tutto sistemato.  
 
Se però consideri il motivo, lo scopo, per cui dovremmo evangelizzare ti renderai conto da solo di quanto sia indispensabile conoscere TUTTA la Bibbia! Dovrai studiarla prima di andare in giro a predicare cose di cui non sei certo, che Dio non ti ha comandato di dire e che non ne esaltano la gloria. Dovrai studiarla in maniera approfondita e completa per conoscere ciò che dovremmo proclamare e cioè il meraviglioso carattere di Dio e l'opera gloriosa del Cristo trionfante quale Signore imperante sull'intero universo. Questo forse non è entusiasmante, ma è ciò che fece Gesù, è ciò che fecero gli apostoli ed è ciò che siamo chiamati a fare noi! Tutto il resto secondo me è opera della carne, mascherata da zelo ma volta sempre e solo a soddisfare il nostro ego dato che non è per ubbidienza a Dio che lo facciamo.
« Ultima modifica: 17.07.2017 alle ore 17:06:17 by Andrea II » Loggato
Virtuale
Membro familiare
****



Abbi fiducia in Gesù

   


Posts: 2659
Re: Evangelizzazione: PERCHE'?
« Rispondi #9 Data del Post: 17.07.2017 alle ore 21:01:56 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 17.07.2017 alle ore 16:59:34, Andrea II wrote:
Forse tu dici che non serve leggere tutta la Bibbia e che i culti potrebbero ridursi a poche frasi perchè vedi l'evangelizzazione subordinata al benessere degli uomini. Di cosa hai bisogno oggi, di incoraggiamento? Ti basteranno poche parole per essere incoraggiato e sarai soddisfatto. Di cosa hai bisogno nel tuo matrimonio? Poche parole sulla pace in famiglia e sarà tutto sistemato.  
 
Se però consideri il motivo, lo scopo, per cui dovremmo evangelizzare ti renderai conto da solo di quanto sia indispensabile conoscere TUTTA la Bibbia! Dovrai studiarla prima di andare in giro a predicare cose di cui non sei certo, che Dio non ti ha comandato di dire e che non ne esaltano la gloria. Dovrai studiarla in maniera approfondita e completa per conoscere ciò che dovremmo proclamare e cioè il meraviglioso carattere di Dio e l'opera gloriosa del Cristo trionfante quale Signore imperante sull'intero universo. Questo forse non è entusiasmante, ma è ciò che fece Gesù, è ciò che fecero gli apostoli ed è ciò che siamo chiamati a fare noi! Tutto il resto secondo me è opera della carne, mascherata da zelo ma volta sempre e solo a soddisfare il nostro ego dato che non è per ubbidienza a Dio che lo facciamo.

Leggere tutta la Bibbia...per me è importantissimo.
l`ho letta una volta....e dall`inizio dell`anno la stò rileggendo una seconda volta....ma questa volta molto lentamente....anche perché così facendo....mi rimane ancora più impressa....e posso rifletterci su e studiare più a fondo il significato delle cose.
 
I culti...possono durare anche delle ore.....e va benissimo...anche con tante parole.....ma riesco a ritenere solo pochissimo...e questo mi basta per la settimana...
 
.....dato che pensavo che nel Libro è descritto che c`è il pastore....e ci sono gli ascoltatori.....e se ascolto solamente sono impressionata da molte cose che vengono dette.....ma poi mi rimane solo quella parte che era per me.......perché penso che nel culto.....per ciascuno ci sia una parte speciale dedicata a lui o a lei stessi o a più persone.
 
(ps: sono una donna)
« Ultima modifica: 17.07.2017 alle ore 21:06:50 by Virtuale » Loggato

"Zia, ma quando Gesù è risorto ha fatto il buco nell`ozono ? " (bambino) di Tony Kospan.
Andrea II
Membro
***



...

   


Posts: 192
Re: Evangelizzazione: PERCHE'?
« Rispondi #10 Data del Post: 18.07.2017 alle ore 16:34:25 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Cara Virtuale,
sono molto contento delle tue parole, direi che erano precisazioni doverose dato che quelle precedenti potevano essere soggette ad equivoco (almeno per me). Ti ringrazio e chiedo scusa per aver usato il genere maschile scrivendoti.
 
Ma posso chiederti cosa ne pensi dell'argomento in questione? Finora hai parlato solamente dell'importanza dellentusiasmo in maniera generica ma non hai detto nulla su cosa credi debba essere il motivo (lo scopo) per il quale evangelizziamo. Cosa pensi della proclamazione del Vangelo in Genesi 3:15 ad esempio?
 
Ti auguro una buona serata, Andrea.
Loggato
Virtuale
Membro familiare
****



Abbi fiducia in Gesù

   


Posts: 2659
Re: Evangelizzazione: PERCHE'?
« Rispondi #11 Data del Post: 19.07.2017 alle ore 08:28:40 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 18.07.2017 alle ore 16:34:25, Andrea II wrote:
cosa credi debba essere il motivo (lo scopo) per il quale evangelizziamo. Cosa pensi della proclamazione del Vangelo in Genesi 3:15 ad esempio?
 

Per me lo scopo per il quale evangelizziamo...è essenziale come l`aria per vivere.
Ogni volta che qualcuno mi evangelizza....sono profondamente impressionata e ogni volta penso:
_ "Se non fossi già credente....mi convertirei subito"
È vitale...perché in ogni persona c`è tutto un universo dentro di lei....e questo universo deve continuare per l`eternità....e ogni anno che passa...di dentro può diventare sempre meglio.
 
........certamente.....le persone non devono sentirsi aggredite altrimenti fa l`effetto contrario.
 
...beh.....visto che ci siamo scrivo il verso che hai citato in Genesi 3:15
 
"Io porrò inimicizia fra te e la donna, e fra la tua progenie e la progenie di lei;  
questa progenie ti schiaccerà il capo e tu le ferirai il calcagno."
 
Siamo tenuti a proclamare il vangelo anche se il Padre attirerà solo certuni.....forse molti....forse pochi.....
Può capitare di incontrare inimicizia......ma il Signore farà crescere il seme che è stato seminato.
Loggato

"Zia, ma quando Gesù è risorto ha fatto il buco nell`ozono ? " (bambino) di Tony Kospan.
Marmar
Admin
*****



Dio è buono

   
WWW   

Posts: 7018
Re: Evangelizzazione: PERCHE'?
« Rispondi #12 Data del Post: 19.07.2017 alle ore 10:34:26 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 13.07.2017 alle ore 18:07:16, Andrea II wrote:
Ciao Marmar,
sono lieto che tu sia d'accordo, solo potresti spiegarti un pochino meglio?
Probabilmente non riesco a comprendere bene il tuo pensiero ma da come hai formulato la frase mi sembra come se il centro del messaggio evangelistico per te sia la liberazione dell'uomo. Se fosse così sarebbe l'esatto contrario di ciò che personalmente ritengo essere il messaggio biblico e che mi pare espresso ad esempio in Genesi 3:15. Gli uomini sono stati liberati dall'opera di Cristo ma questo non è che un corollario del grande teorema dell'esaltazione del Figlio. Il piano eterno di Dio consiste nell'esaltare se stesso, la conseguenza è che gli uomini godono della redenzione.
 
Una volta che sarò riuscito a capire meglio il tuo punto di vista, e spero di riuscirci, se su questo siamo concordi, secondo te perchè oggi tutto questo è taciuto ad ogni campagna e pulpito di evangelizzazione? Perché ad esempio non è scritto su nessun volantino dedicato e non se ne parla mai?

 
Stiamo parlando di evangelizzazione, quindi del parlare a persone che poco o nulla conoscono del piano di Dio. Mi sembra di capire che tu abbia posto come centro dell'intera rivelazione l'esaltazione di Dio; è corretto, ma non so se il punto d'arrivo sia valido usarlo come punto di partenza nel dialogo con chi non ha conoscenza delle scritture.
 
Secondo me è bene iniziare da qualcosa di molto più masticabile, come ad esempio la promessa del superamento dell'attuale stato di cose per mezzo della vittoria di Cristo.
 
E' vero che anche questo che è l'argomento centrale è poco sviscerato nelle nostre comunità, in alcuni posti forse si va più per slogan che per scrittura.
Loggato

Aiutiamoci gli uni gli altri a liberarsi da quello che ritarda il nostro cammino.
Andrea II
Membro
***



...

   


Posts: 192
Re: Evangelizzazione: PERCHE'?
« Rispondi #13 Data del Post: 27.07.2017 alle ore 12:29:30 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Buongiorno a tutti.
Parlando di evangelizzazione è molto facile secondo me scadere dal modello presentato e comandato nella Scrittura ad uno che abbiamo nella nostra mente per formazione e tradizione. Ad esempio, pensando alle parole di Marmar che propone di iniziare da qualcosa di molto più masticabile, dove troviamo tale indicazione nella Parola?  
 
Sperando che possa essere di aiuto nella discussione, un esempio concreto che mi viene in mente riguardo all'evangelizzazione rivolta a chi non ha alcuna conoscenza delle Scritture è quello di Paolo ad Atene. Dal testo di Atti sappiamo che la città era piena di idoli (Atti 17:16) e la filosofia pagana riempiva le strade (Atti 17:18). Sicuramente non avevano una conoscenza delle Scritture approfondita e molto probabilmente neppure una superficiale, ma Paolo parla loro di Cristo e della sua risurrezione e deità.
 
«Egli sembra essere un predicatore di divinità straniere», perché annunciava Gesù e la risurrezione.  (v 18b)
 
Le parole di Paolo non sono per niente masticabili per gli ateniesi, neppure per i suoi filosofi; questi infatti lo portano nell'Areopago chiedendo maggiori informazioni su tale nuova dottrina ed essendo abbastanza perplessi.    
 
Poiché tu ci fai sentire cose strane. (v 20a)
 
Già così oggi giorno Paolo sarebbe stato preso per un evangelista insensibile che non sa cogliere i momenti per dire la cosa giusta. Hai chi ti sta ad ascoltare e gli dici che Gesù Cristo è Dio ed è dunque risorto dai morti producendo nel tuo uditorio perplessità e diffidenza? Ad una platea di increduli pagani predicare della sterile dottrina? Anche se assurdo per noi e i nostri "migliori" metodi moderni a me pare sia proprio quello che fece l'Apostolo dei gentili.
 
E se andiamo avanti le cose non sono mica meglio... Lo portano nel mezzo della piazza e tutti lo ascoltano; forse ognuno di noi avrebbe colto l'occasione per parlare dell'amore di Dio e della gioia che solo Cristo sa dare, io almeno avrei fatto così. Paolo però inizia a parlare e in dieci versi (vv22-31) ben sei sono dedicati alla teologia propria, alla dottrina di Dio (vv.24-29)! E gli argomenti teologici di cui parla a quella folla, che non sono nemmeno masticabili per molti cristiani di oggi, non mi pare siano scelti perchè più semplici e abbordabili. Anzi!
 
Il Dio che ha fatto il mondo e tutte le cose che sono in esso, essendo Signore del cielo e della terra, non abita in templi costruiti da mani d'uomo; e non è servito dalle mani dell'uomo, come se avesse bisogno di qualcosa; lui, che dà a tutti la vita, il respiro e ogni cosa. Egli ha tratto da uno solo tutte le nazioni degli uomini perché abitino su tutta la faccia della terra, avendo determinato le epoche loro assegnate, e i confini della loro abitazione, affinché cerchino Dio, se mai giungano a trovarlo, come a tastoni, benché egli non sia lontano da ciascuno di noi. Difatti, in lui viviamo, ci moviamo, e siamo, come anche alcuni vostri poeti hanno detto: "Poiché siamo anche sua discendenza". Essendo dunque discendenza di Dio, non dobbiamo credere che la divinità sia simile a oro, ad argento, o a pietra scolpita dall'arte e dall'immaginazione umana. (vv.24-29)
 
Si parla di Dio quale Creatore trascendente e totalmente indipendente dalle creature; viene predicato Dio quale Sovrano sul mondo intero e sulla storia; si presenta Dio immanente e spirito. Insomma un sermone che oggi non si sentirebbe nemmeno ad uno studio biblico per "credenti maturi", figurarsi ad una evangelizzazione.  
Inoltre Paolo non fa nessun accenno all'amore di Dio; e come se tutto ciò non bastasse per riprendere e condannare il nostro agire di oggi, come conclude il suo messaggio a uomini che non hanno mai letto nemmeno un verso della Bibbia?
 
Dio dunque, passando sopra i tempi dell'ignoranza, ora comanda agli uomini che tutti, in ogni luogo, si ravvedano, perché ha fissato un giorno, nel quale giudicherà il mondo con giustizia per mezzo dell'uomo ch'egli ha stabilito, e ne ha dato sicura prova a tutti, risuscitandolo dai morti». (vv.30-31)
 
Addirittura arriva a parlare di Dio quale legislatore, di ravvedimento, di giustizia e del giudizio universale per mezzo di Cristo!
 
Non so voi ma a me tutto ciò sembra davvero lontano da ciò che vediamo, diciamo ed ascoltiamo oggi. Dall'inizio alla fine le parole di Paolo sono volte all'esaltazione di Cristo quale Dio e Giudice di ogni cosa! Nessun accenno alla felicità umana (neppure quella futura), alla pace familiare, alla guarigione miracolosa o all'amore di Dio!
 
Davvero spero che possiamo tutti riflettere, alla luce delle direttive della sola autorità che è la Bibbia, su quale messaggio stiamo davvero portando e per quale scopo.  
Buona giornata a tutti, Andrea.
Loggato
Marmar
Admin
*****



Dio è buono

   
WWW   

Posts: 7018
Re: Evangelizzazione: PERCHE'?
« Rispondi #14 Data del Post: 27.07.2017 alle ore 18:35:56 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Paolo parlava a dei filosofi, masticavano ben altro.
Loggato

Aiutiamoci gli uni gli altri a liberarsi da quello che ritarda il nostro cammino.
Pagine: 1 2  · torna su · Rispondi Rispondi   Create+Poll Create+Poll   Abilita notifica Abilita notifica    Invia il Topic Invia il Topic    Stampa Stampa

« Topic Precedente | Prossimo Topic »
Icons made by Freepik, Daniel Bruce, Scott de Jonge, Icomoon, SimpleIcon from www.flaticon.com is licensed by CC BY 3.0
Powered by YaBB 1 Gold - SP 1.4 - Forum software copyright © 2000-2004 Yet another Bulletin Board

    
Copyright e condizione di riproduzione evangelici.net è un sito di Teknosurf.it srl - P.IVA: 01264890052
Il materiale presente in questa pagina si può ripubblicare liberamente ma solo a queste condizioni.
Sono molto gradite donazioni via Paypal, che ci permetteranno di fare di più e meglio. | Contatti