Ti senti solo? Benvenuto Visitatore. Fai Login o Registrati. RegolamentoLeggi il regolamento completo  RSSIscrizione feed RSS

Indice Indice   Help Help   Cerca Cerca   Utenti Utenti   Calendario Calendario   Login Login   Registrati Registrati

    
   I Forum di Evangelici.net
   Dottrina, storia ed esegesi biblica (partecipazione riservata a chi si identifica con i punti di fede di evangelici.net)
   Dottrina e riflessioni bibliche
(Moderatori: andreiu, ilcuorebatte, Asaf)
   L'esistenza del male.
« Topic Precedente | Prossimo Topic »
Pagine: 1  · vai in fondo · Rispondi Rispondi   Create+Poll Create+Poll   Abilita notifica Abilita notifica    Invia il Topic Invia il Topic    Stampa Stampa
   Autore  Topic: L'esistenza del male.  (letto 913 volte)
Marvin842
Osservatore
*



W questo FORUM!!!

   


Posts: 16
L'esistenza del male.
« Data del Post: 24.10.2016 alle ore 08:58:55 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Ciao a tutti ! È da un po che sono tormentato da questo dilemma, e volevo capire cosa ne pensavate voi del forum, da un punto di vista cristiano. La questione è semplice: come conciliare la presenza di tanta violenza sulla terra con la bontà di Dio? Grazie in anticipo a tutti quelli che contribuiranno alla discussione.
Loggato
New
Membro familiare
****



Io posso ogni cosa in Cristo che mi fortifica

   


Posts: 3945
Re: L'esistenza del male.
« Rispondi #1 Data del Post: 24.10.2016 alle ore 10:06:57 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 24.10.2016 alle ore 08:58:55, Marvin842 wrote:
La questione è semplice: come conciliare la presenza di tanta violenza sulla terra con la bontà di Dio?

Ma anche la bella risposta che dà questo simpatico video è semplice:
 
https://www.youtube.com/watch?v=PZ3u1do8ey8
« Ultima modifica: 24.10.2016 alle ore 10:07:31 by New » Loggato
Virtuale
Membro familiare
****



Abbi fiducia in Gesù

   


Posts: 3160
Re: L'esistenza del male.
« Rispondi #2 Data del Post: 24.10.2016 alle ore 10:12:11 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 24.10.2016 alle ore 10:06:57, New wrote:

Ma anche la bella risposta che dà questo simpatico video è semplice:
 
https://www.youtube.com/watch?v=PZ3u1do8ey8

(un PS.....hai postato il 11011`mo post...)
Loggato

"Zia, ma quando Gesù è risorto ha fatto il buco nell`ozono ? " (bambino) di Tony Kospan.
New
Membro familiare
****



Io posso ogni cosa in Cristo che mi fortifica

   


Posts: 3945
Re: L'esistenza del male.
« Rispondi #3 Data del Post: 24.10.2016 alle ore 10:15:50 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 24.10.2016 alle ore 10:12:11, Virtuale wrote:

(un PS.....hai postato il 11011`mo post...)

Scusami carissima, non sapevo che l'avevi già postato tu, in ogni caso è sempre è un utile video da diffondere perché insegna in modo semplice e pratico grandi verità.
Loggato
Virtuale
Membro familiare
****



Abbi fiducia in Gesù

   


Posts: 3160
Re: L'esistenza del male.
« Rispondi #4 Data del Post: 24.10.2016 alle ore 10:28:03 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 24.10.2016 alle ore 10:15:50, New wrote:

Scusami carissima, non sapevo che l'avevi già postato tu, in ogni caso è sempre è un utile video da diffondere perché insegna in modo semplice e pratico grandi verità.

.....no no....io non l`ho postato il video....ho solo scritto che haI scritto il 11011° post....
 
Quel video è fantastico...perché si capisce perché c`è tanto male nel mondo nonostante che Dio è buono.....
 
È perché le persone non vanno da Dio.
« Ultima modifica: 24.10.2016 alle ore 10:30:48 by Virtuale » Loggato

"Zia, ma quando Gesù è risorto ha fatto il buco nell`ozono ? " (bambino) di Tony Kospan.
Andrea II
Membro
***



...

   


Posts: 192
Re: L'esistenza del male.
« Rispondi #5 Data del Post: 24.10.2016 alle ore 16:46:10 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Caro Marvin,
non so se il tuo cuore è stato rigenerato (spero di si Vago ), ma quello della maggior parte di coloro i quali si fanno questa domanda perplessi purtroppo non lo è. Il barbiere del video non è sicuramente nato di nuovo e non può quindi vedere il Regno di Dio nè comprendere le cose spirituali (I Corinzi 2:14).
Il punto non è che siccome c'è il male non può esserci Dio, anzi la Bibbia dice che anche i malvagi sono stati fatti per uno scopo proprio da Lui.
 
Il SIGNORE ha fatto ogni cosa per uno scopo;
anche l'empio, per il giorno della sventura.
Proverbi 16:4
 
Il punto è che gli uomini hanno completamente perso il senso ed il centro di tutto ciò che Dio fa, e questo li rende tristi confusi e spaesati (a volte anche arrabbiati). Si chiedono il perchè di questo o quest'altro, il barbiere parla di infermità, bambini abbandonati e sofferenze, senza considerare il fatto che Dio non fa tutto per rendere gli uomini felici e contenti sulla terra, ma per la gloria di Se stesso e l'esaltazione di Suo Figlio.
 
poiché in lui sono state create tutte le cose che sono nei cieli e sulla terra, le visibili e le invisibili: troni, signorie, principati, potestà; tutte le cose sono state create per mezzo di lui e in vista di lui. Colossesi 1:16
 
Qui si parla di Gesù Cristo, l'amato Figlio di Dio, in vista del quale è stato fatto tutto quanto (cose che si vedono e cose che non si vedono). Anche le malattie e la sofferenza sono per la manifestazione di Dio e la gloria di Suo Figlio (Giovanni 9:3; 11:4!).  
 
La tua domanda è difficile e solo la fede da una risposta soddisfacente ma ovviamente è interiore e personale. Ma se riesci a scorgere il fine ultimo di Dio per tutto, allora il male non solo può esistere ma più il buio è profondo più brilla la luce di Cristo in queste tenebre. Il nostro più grande problema è l'egocentrismo per il quale tendiamo purtroppo a guardare tutto l'universo dal nostro punto di vista e ponendo noi al centro come fine ultimo... La Bibbia porta l'esempio di un uomo, Giobbe, che dichiarò che Dio gli aveva tolto tutto (ma proprio tutto anche i figli) e consapevole che il centro non era lui o la sua famiglia ma l'Eterno e Buono Dio, glorificò il Suo nome e lo adorò benedicendoLo.
 
«Nudo sono uscito dal grembo di mia madre, e nudo tornerò in grembo alla terra; il SIGNORE ha dato, il SIGNORE ha tolto; sia benedetto il nome del SIGNORE». Giobbe 1:21
 
Qualche cosa di male (dal nostro punto di vista), se visto dall'ottica di Dio è un grande bene, anche la morte dei suoi (Salmo 116:15).  
 
Spero di averti aiutato nella tua riflessione. Chiedi a Dio di aiutarti a vedere le cose non dal tuo punto di vista ma dal Suo, chiedigli che ti riveli quale sia lo scopo ultimo di tutto anche della tua vita: la gloria di Suo Figlio Gesù Cristo.  
Dio ti benedica  Sorriso
« Ultima modifica: 24.10.2016 alle ore 17:06:55 by Andrea II » Loggato
Marvin842
Osservatore
*



W questo FORUM!!!

   


Posts: 16
Re: L'esistenza del male.
« Rispondi #6 Data del Post: 24.10.2016 alle ore 20:42:34 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Voglio vederci chiaro, quindi mi scuso in anticipo qualora risultassi logorroico! Sorriso
 
Quindi, riassumendo il concetto del video: è l'assenza di Dio nei cuori dei malvagi a renderli tali e generare dunque violenza.
 
Però la violenza e la sofferenza la sperimentano anche i fedeli, anche se questo problema è facilmente eliminabile ammettendo che la cosa importante non è la sofferenza fisica, ma la morte spirituale: restandogli fedeli, pur a fronte di una vita ingiusta, si verrà ricompensati da Dio successivamente.
 
Eppure vorrei fare due osservazioni: la prima è che almeno due volte, con delle catastrofi direttamente mandate da lui, Dio ha sterminato già sulla terra degli uomini (il diluvio, Sodoma e Gomorra) e quindi non esercitando il suo giudizio dopo la morte, come ci si aspetterebbe dalla precedente conclusione, bensì sulla terra stessa;
 
la seconda è che nell'antico testamento, la promessa di Dio ad Abramo per il futuro popolo ebraico riguarda un pezzo di terra, e gran parte della storia successiva prende le mosse proprio da tale promessa, e sappiamo bene che la non accettazione del Dio ebraico da parte dei popoli confinanti è sfociata spesso in sanguinose battaglie. Allo stesso tempo, popoli più lontani, come i Greci (che praticavano politeismo, omosessualità e pedofilia a gogò), i Romani o in terre più remote, ma altrettanto colme di peccato, non avviene alcuna punizione dall'alto, né risultano vittime di battaglie portate avanti dal fronte ebraico.
 
C'è da ricordare oltretutto che la preferenza di Dio per il popolo di Israele non è basata sulla sua rettitudine, bensì sul fatto che Dio li amasse (infatti le leggi ebraiche, ahimè, prevedevano - giusto a titolo esemplificativo - che le donne vergini che venivano stuprate erano costrette a sposarsi con il loro stupratore, il quale veniva semplicemente invitato a pagare una multa al padre... vedi Deuteronomio 22,28-30). E qui giunge l'ulteriore stonatura, a mio avviso, cioè che il Dio universale, creatore di tutti gli esseri viventi non sia imparziale.
 
Riassumendo il concetto in una visione di insieme: Dio crea tutti, ma preferisce un popolo, gli promette dei beni materiali, punisce alcuni idolatri (quelli confinanti con Israele il più delle volte, fatta eccezione per il diluvio universale) e altri no, e ad un certo punto decide di voler far giustizia dopo la morte, permettendo durante la vita terrena anche atti estremi di violenza.
Loggato
salvo
Membro familiare
****




Io so che il mio Redentore vive.

   
WWW    E-Mail

Posts: 1053
Re: L'esistenza del male.
« Rispondi #7 Data del Post: 25.10.2016 alle ore 08:43:05 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

L'esistenza del male è la conseguenza della ribellione alla volontà di Dio, che ricordo, è Creatore e Signore di ogni cosa, ed ha nella sua mano l'autorità e il diritto di giudicare  ogni creatura secondo la sua onniscenza.
 
Lo stesso vale per l'uomo che, avendo peccato e non prima, è stato messo fuori dal giardino in cui Dio lo aveva messo. Siccome ha deciso di dubitare del Suo Creatore e quindi di disobbedire al comandamento, Iddio lo ha privato della sua protezione.
Ormai ramingo sulla faccia della terra, le bestie che prima gli erano sottomesse poi non lo furono più.
Nacque la gelosia che prima non c'era che sfociò nell'uccisione di Abele e così via. Nacque la superbia con Nimrod il quale fu fondatore di Babilonia. Man mano che l'uomo si allontanava da Dio il peccato acquistava forza nella sua vita.  
 
Pensiamo al nostro tempo, al male che dilaga perchè l'uomo è divenuto come dice Paolo a 2 Tim. 3/3.
Va da se che in questa, così come nelle precedenti atmosfere spirituali,  i figliuoli di Dio soffrono ma, non dobbiamo nemmeno dimenticare che molte sofferenze nascono proprio dalla disobbedienza a Dio anche nei figli di Dio (Gen. 6/1).
Se i figli di Dio non avessero fatto scelte errate non avrebbero sofferto, quindi il male opera nella vita di ogni creatura che vive sulla terra, generando sofferenza sotto ogni aspetto.
 
I figliuoli di Dio, coscienti di essere peccatori, ringraziano il loro Signore che sa trasformare in bene anche il male e che sa dare ad ognuno la giusta retribuzione.
Ricordo l'amara conclusione di cui Dio ci fa partecipi: " E la verità è mancata, e chi si ritrae dal male è stato in preda. Or il Signore ha veduto questo, e gli è dispiaciuto che non vi era dirittura alcuna.  E veduto che non vi era uomo alcuno, e maravigliatosi che non vi era alcuno che s'interponesse, il suo braccio gli ha operata salute, e la sua giustizia l'ha sostenuto." Is. 59/15-16
Ed io ho riguardato, e non vi è stato alcuno che mi aiutasse; ed ho considerato con maraviglia, e non vi è stato alcuno che mi sostenesse; ma il mio braccio mi ha operata salute, e la mia ira è stata quella che mi ha sostenuto. Is. 63/5
 
Il male esiste ma è provvisorio  ed esso opera nei figli della disobebdienza, mentre il bene è eterno come eterno è Colui che lo ha generato e da la vita a coloro che Lo accettano come Signore.
Nessuno paga per colpe non sue; solo Gesù ha pagato per le colpe di tutti gli uomini; il beneficio di quella morte non è per tutti ma solo per coloro che Lo accettano e lo amano come Signore della propria vita.
 
Vederci chiaro? I misteri non sono mai chiari altrimenti non sarebbero misteri.
Loggato

Nick skype Ristoramento
Andrea II
Membro
***



...

   


Posts: 192
Re: L'esistenza del male.
« Rispondi #8 Data del Post: 25.10.2016 alle ore 12:31:25 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Circa 500 anni fa qualcuno scrisse, riguardo a uomini sapienti che non capivano l'azione di Dio:
Essi pretendono che Dio agisca in modo conforme al diritto umano e faccia ciò che a loro pare sia giusto ; senno’ non e’ più Dio . Che cosa importa loro dei misteri della divina maestà? Egli deve rendere dei conti, dirci perché è Dio, perché vuole e fa questa o quella cosa che non sembra giusta, esattamente come se noi citassimo in giudizio un calzolaio o un fabbricante di cinture. La carne non considera Dio degno d’essere chiamato giusto e buono se dice cose che vanno oltre le definizioni giuridiche del Codice di Giustiniano o del quinto libro dell’Elica di  Aristotele...
 
Lutero è l'autore di queste parole e riassumo il pensiero ancora dilagante nel mondo per il quale se Dio non fa ciò che gli uomini ritengono giusto allora si alza un coro di voci contro il suo trono che domina su tutto... Questa è la natura umana decaduta che odia Dio e gli è nemica purtroppo. Concordo con Salvo nel dire che l'agir di Dio è misterioso secondo il nostro punto di vista, MAI i suoi figli però dovrebbero dire che è ingiusta una qualsiasi azione dell'Eterno. Egli ha il diritto di sterminare tutti noi peccatori e questo sarebbe più che giusto, non ha obbligo alcuno verso le sue creature! E' solo una grazia se ciò non accade (Genesi 8:21,22; Atti 14:15-17), per la Sua misericordia infinita Vago
Un'altro diluvio non sommerge la terra solo perchè Dio ha stabilito un patto con l'uomo, e questo patto non prevede alcuna condizione che l'uomo debba soddisfare e che non potrebbe MAI soddisfare dato che i disegni del cuor dell'uomo sono malvagi fin dalla sua fanciullezza (Genesi 9:11).  
 
Quanto alla parzialità di Dio nello scegliere un popolo, onde evitare ciò che accadde in passato, passo... (anche perchè non mi pare l'argomento del post)
Loggato
Marvin842
Osservatore
*



W questo FORUM!!!

   


Posts: 16
Re: L'esistenza del male.
« Rispondi #9 Data del Post: 25.10.2016 alle ore 15:58:43 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Ma non è sempre secondo la stessa misura morale umana che si definisce Dio “buono”? Cioè, capisco perfettamente la questione della giustizia che viene decisa da Dio. Le mie osservazioni precedenti non avrebbero in ogni caso un legame con il concetto di giustizia divina, la cui definizione a noi umani ci sfugge, bensì alle caratteristiche di “amore” e “bontà” che invece vengono attribuite a Dio sulla base del significato che hanno nel nostro vocabolario. Appunto, le vicende di cui parlavo sembrano non corrispondere al significato che l'amore e la bontà assume per noi. Si potrebbe dire, a limite, che Dio sia giusto, ma difficilmente definire le altre caratteristiche menzionate.
 
Anche se mi rendo conto che dei sentimenti possono benissimo essere sperimentati da qualcuno, ma non in un modo convenzionale. E qui, dunque, mi rispondo da solo in pratica, xD.
 
Quanto all'incomprensione della giustizia divina, essa mi conduce, se permettete, a proporvi una riflessione strettamente connessa alle vostre risposte: se non è possibile in alcun modo indagare sull'apparentemente controverso comportamento della divinità, quale metodo di indagine è permesso al fine di essere certi che la dottrina riguardante Dio sia corretta?  
 
Per ampliare il concetto vi chiedo di immaginate, ad esempio, alla possibilità che io crei una dottrina falsa e ogni qualvolta qualcuno trovi delle sviste, degli errori in essa o nel comportamento incoerente della mia divinità (che appunto non esiste), io potrei benissimo rispondere a qualunque tipo di incoerenza dicendo che la logica del mio interlocutore, o degli uomini in generale, è troppo limitata per capire le motivazioni del mio dio, o comunque ricondurre tutto all'esistenza di dogmi o misteri che noi, poveri mortali, non possiamo comprendere.
 
E, se volete, per dimostrare ciò – nel caso non fosse evidente – possiamo anche fare un test: io vi propongo una pseudo dottrina, del tutto assurda, voi provate a smentirla ed io, per difenderla userò anche gli stessi ragionamenti da voi fatti qui, però contestualizzandoli nell'ambito della dottrina stessa.
 
Nel caso vi dia fastidio continuare la discussione qui, non ho problemi ad aprire un nuovo topic oppure a procedere secondo le vostre istruzioni.
 
Grazie mille per la vostra pazienza.
Loggato
Virtuale
Membro familiare
****



Abbi fiducia in Gesù

   


Posts: 3160
Re: L'esistenza del male.
« Rispondi #10 Data del Post: 25.10.2016 alle ore 21:32:06 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 25.10.2016 alle ore 15:58:43, Marvin842 wrote:
bensì alle caratteristiche di “amore” e “bontà” che invece vengono attribuite a Dio sulla base del significato che hanno nel nostro vocabolario.  

...io non ho tanto coraggio di parlare di amore....
...ma credo che dovremmo modificare l`"Immagine".....o la fantasia che abbiamo del Dio d`amore...
..perché è stato scritto nella Scrittura stessa.....che un amico procura molte ferite.....
e che un nemico da molti baci....
 
...vedi il senso prospettico del Signore...come è differente dal vocabolario ?
 
...Noi umani...invece....pensiamo che un amico da molti baci...mentre che un nemico procura molte ferite...
 
...invece.....in pratica è "tutto" il contrario.
Loggato

"Zia, ma quando Gesù è risorto ha fatto il buco nell`ozono ? " (bambino) di Tony Kospan.
salvo
Membro familiare
****




Io so che il mio Redentore vive.

   
WWW    E-Mail

Posts: 1053
Re: L'esistenza del male.
« Rispondi #11 Data del Post: 26.10.2016 alle ore 10:21:01 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Mi permetto di fare una parentesi, viste le ultime considerazioni di di Marvin842.
Posto che nessun essere umano, vista la relatività dell'essere, potrà mai compiutamente comprendere l'Essere Perfetto e Divino, cioè il Creatore di ogni cosa, la sola cosa che possiamo fare è:
1) Non dimenticarci mai che duriamo poco e che quindi il nostro tutto finisce con noi (magra consolazione).
2)Non dimenticare mai che noi non siamo qui per volontà nostra ma per disegno divino (qui si apre un mondo quasi totalmente sconosciuto).
3)Trovo veramente esilarante che un essere di terra alimenti il pensiero di contestare ciò che non può capire. Solo un folle contesta ciò che non capisce.
 
Detto ciò, veniamo ad alcune considerazioni.
1) Iddio non ha creato il male, così come non ha creato un uomo peccatore. Ha però creato degli esseri viventi liberi di fare le proprie scelte. Infatti siamo liberi di accettare o di rifiutare il suo governo.
2) Il male è sempre stato la conseguenza dell'insubordinazione a Dio.  Lo è stato nel momento in cui Lucifero si ribellò, lo è stato dal momento in cui Adamo disobbedì al comandamento.
3)Lucifero non disobbedì ad alcun comandamento e la sua trasformazione in angelo della morte è la diretta conseguenza dello snaturamento, corruzione della natura di cui era stato dotato.
4) La caduta di Adamo non è la conseguenza dello snaturamento della sua natura ma il risultato dell'aver accettato e condiviso la natura di satana. Infatti, mentre il diavolo non può avere pensieri di bene, l'uomo ha conservato sentimenti di eternità. La condivisione del pensiero del diavolo ha reso Adamo mortale. L'uomo mortale non ha nessuna protezione per ciò che concerne il vivere sulla terra, in quanto, quella frase: "La terra ti produrrà spine e triboli", sovente riferita alla fatica per vivere, riguarda anche la fatica di vivere e quindi tutto il travaglio che attanaglia l'umanità inquieta dove vale la legge del più forte come nella giungla.
 
Tu parli di misura morale che non è sempre la stessa. Ovviamente questo è il metro tuo di vedere le cose; è il metro di un essere umano che non può per sua natura comprendere cosa sia giustizia e sopratutto cosa sia giustizia divina.
Iddio è sempre e comunque giudice dei pensieri e delle intenzioni perchè è Lui che ci ha creati e quindi ci conosce perfettamente. In un Salmo è scritto che Lui conosce i pensieri avanti che si formino e che vengano espressi.  Mi dici come fai, visto che non conosci nemmeno i tuoi di pensieri (inclinazioni, tendenze, formulazioni di ragionamenti  a venire) a giudicare quelli di Dio di cui nulla sai veramente?
 
Tu vedi ingiustizia in Dio, parzialità nei suoi comportamenti, ma non sai chi erano quelle persone ne conosci i loro pensieri. Non sai forse nemmeno che i pensieri degli uomini sono come il seme che sta nella terra, cioè traggono alimento dalla terra in cui vivono. Se tu vivi in armonia con il Creatore i tuoi pensieri verso di Lui saranno alimentati da Lui ma, se tu non vivi in armonia con Lui i tuoi pensieri nascono nel substrato della tua coscienza alimentati da ciò che in essa c'è.
Che cosa c'è?
Basterebbe poco per capire che, poichè la nostra natura è stata contaminata dal male, quando non siamo alimentati dal bene lo saremo dal male, anche se molte volte avviene che la giustizia dell'uomo sembra addirittura essere migliore di quella di Dio. Già! Chi lo dice? Beh, se provassi a leggere ancora una volta ciò che avvenne in quel giardino, vedresti che la giustizia del serpente apparve migliore agli occhi di chi ha cominciato  a mettere in dubbio quella di Dio.
E' un circolo vizioso dove  a turno ogni generazione formula la sua teoria. Strano a dirsi ma pare sia vero che la teoria del serpente appare migliore ancora oggi agli occhi di chi non ama la giustizia di Dio.
Come ci si può meravigliare se il male irrompe ad ogni livello della società, la dove Iddio è stato letteralmente estromesso da essa.
 
Il male esiste, ha forza perchè l'uomo che vive nel peccato lo incoraggia, lo evoca, lo adotta, lo ama.
Così aveva detto Iddio a Caino: "Il male giace alla porta del tuo cuore e i suoi desideri dipendono da te ma tu hai la signoria sopra di esso".
 
Come vedi, trovo inutile obiettare contro la giustizia di Dio, visto che esiste il male, dicendo che alla fine è colpa sua. No mio caro, la colpa è solo nostra se diamo forza al diavolo che è la massima espressione del male  e ogni argomentazione contro Dio produce altro male nel cuore di chi si presta, altra contaminazione.
Chiudo ricordando le parole di Gesù: "Basta ad ogni giorno il suo male".
Non aggiungiamo al male altro male ragionando senza intendimento, proiettandoci nel passato e nel futuro per parlare di cose che non potremo mai razionalizzare.
 
Chiudo con una nota positiva.
Il male, non essendo stato creato  da Dio non è eterno, nel senso che non ha alcuna relazione con Dio.
Quindi il male cesserà di operare solo quando Iddio avrà compiuto tutto ciò che si è proposto. Solo allora sarà distrutto per sempre. Alziamo gli occhi al cielo, ora che siamo ancora in tempo, mentre siamo in tempo, che non abbiamo a perdere quanto di meglio vi sia nell'Universo, cioè Dio stesso, autore di tutto ciò che si vede e che non si vede.
Chi può sfuggire alla sua presenza? Nessuno, nemmeno Satana può sfuggire dalle sue mani e trema conoscendo quale è il suo destino.
« Ultima modifica: 26.10.2016 alle ore 10:23:15 by salvo » Loggato

Nick skype Ristoramento
lion77
Osservatore
*



W questo FORUM!!!

   


Posts: 9
Re: L'esistenza del male.
« Rispondi #12 Data del Post: 13.01.2017 alle ore 00:13:19 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

   La sofferenza e la morte esistono a causa della trasgressione della prima coppia umana, che volontariamente essendo stati ingannati da Satana si allontanarono da Eloah scegliendo di camminare per la propria strada volendo confidare non più nel loro creatore ma in loro stessi, rompendo così il giusto e sano rapporto armonioso, che il Padre aveva stabilito con loro secondo i suoi buoni e giusti propositi affinchè tutta l’umanità ne beneficiasse.
A causa della disubbidienza del primo uomo e della prima donna, tutta l’umanità e la creazione soffre poiché l’uomo si è ribellato al creatore, l’umanità è decaduta ereditando così la morte spirituale e poi anche fisica compreso tutte le sofferenze che questo mondo (sistema) produce, seguendo il dio bugiardo che seduce l’intera umanità nella menzogna! Di conseguenza tutta la creazione soffre a causa degli errori, della corruzione e dell’egoismo umano essendo in competizione e quindi in guerra contro lo spirito di Eloha Yahuveh. Purtroppo tutto il mondo è influenzato dalle potenze spirituali demonìache, cioè gli angeli decaduti che seguendo il loro capo Lucifero si sono impossessati della terra, allo scopo di uccidere tutta l’umanità sottomettendola al loro potere..
Chiaramente tutta l’umanità paga le conseguenze delle sue malefatte, avendo tradito lo spirito santo del padre creatore, continuando a trasgredire le sue giuste leggi morali universali di causa ed effetto! Così come anche nella nostra vita quotidiana ognuno di noi paga le conseguenze delle proprie stoltezze e quindi fallimenti.
   (ROMANI 8:22) “Sappiamo infatti che fino a ora tutta la creazione geme ed è in travaglio”.   In attesa che venga liberata...
Così l'uomo domina sugli uomini a suo stesso danno, proprio perchè privo di saggezza e vero agape.. (Ecclesiaste 8:9)
« Ultima modifica: 16.01.2017 alle ore 22:06:23 by lion77 » Loggato
Rebecca7
Osservatore
*





   


Posts: 4
Re: L'esistenza del male.
« Rispondi #13 Data del Post: 21.01.2017 alle ore 10:32:03 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Il male esiste perchè Adamo ed Eva disobbedendo e peccando, hanno messo nelle mani di Satana (Shatan, l'oppositore) il mondo intero.
 
Ecco le Scritture che lo provano
 
Genesi 3:6
La donna osservò che l'albero era buono per nutrirsi, che era bello da vedere e che l'albero era desiderabile per acquistare conoscenza; prese del frutto, ne mangiò e ne diede anche a suo marito, che era con lei, ed egli ne mangiò.
 
Romani 5:12
Perciò, come per mezzo di un solo uomo il peccato è entrato nel mondo, e per mezzo del peccato la morte, e così la morte è passata su tutti gli uomini, perché tutti hanno peccato...
 
Luca 4:6
Ti darò tutta questa potenza e la gloria di questi regni; perché essa mi è stata data, e la do a chi voglio.
 
Apocalisse 12:9
Il gran dragone, il serpente antico, che è chiamato diavolo e Satana, il seduttore di tutto il mondo, fu gettato giù; fu gettato sulla terra, e con lui furono gettati anche i suoi angeli.
 
1Giovanni 5:19
tutto il mondo giace sotto il potere del maligno
 
Abbiamo scelta? O dobbiamo soccombere sotto il potere del male?
 
Yahushua ci salva da questa maledizione:
 
Romani 5:19
Infatti, come per la disubbidienza di un solo uomo i molti sono stati resi peccatori, così anche per l'ubbidienza di uno solo, i molti saranno costituiti giusti.
 
Efesini 6: 10-18
10 Del resto, fortificatevi nell' Adonai  e nella forza della sua potenza. 11 Rivestitevi della completa armatura di Eloah, affinché possiate stare saldi contro le insidie del diavolo; 12 il nostro combattimento infatti non è contro sangue e carne, ma contro i principati, contro le potenze, contro i dominatori di questo mondo di tenebre, contro le forze spirituali della malvagità, che sono nei luoghi celesti. 13 Perciò prendete la completa armatura di Eloah, affinché possiate resistere nel giorno malvagio, e restare in piedi dopo aver compiuto tutto il vostro dovere. 14 State dunque saldi: prendete la verità per cintura dei vostri fianchi; rivestitevi della corazza della giustizia; 15 mettete come calzature ai vostri piedi lo zelo dato dal vangelo della pace; 16 prendete oltre a tutto ciò lo scudo della fede, con il quale potrete spegnere tutti i dardi infocati del maligno. 17 Prendete anche l'elmo della salvezza e la spada dello Spirito, che è la parola di Eloah; 18 pregate in ogni tempo, per mezzo dello Spirito, con ogni preghiera e supplica; vegliate a questo scopo con ogni perseveranza.
 
Loggato
Pagine: 1  · torna su · Rispondi Rispondi   Create+Poll Create+Poll   Abilita notifica Abilita notifica    Invia il Topic Invia il Topic    Stampa Stampa

« Topic Precedente | Prossimo Topic »
Icons made by Freepik, Daniel Bruce, Scott de Jonge, Icomoon, SimpleIcon from www.flaticon.com is licensed by CC BY 3.0
Powered by YaBB 1 Gold - SP 1.4 - Forum software copyright © 2000-2004 Yet another Bulletin Board

    
Copyright e condizione di riproduzione evangelici.net è un sito di Teknosurf.it srl - P.IVA: 01264890052
Il materiale presente in questa pagina si può ripubblicare liberamente ma solo a queste condizioni.
Sono molto gradite donazioni via Paypal, che ci permetteranno di fare di più e meglio. | Contatti