Ti senti solo? Benvenuto Visitatore. Fai Login o Registrati. RegolamentoLeggi il regolamento completo  RSSIscrizione feed RSS

Indice Indice   Help Help   Cerca Cerca   Utenti Utenti   Calendario Calendario   Login Login   Registrati Registrati

    
   I Forum di Evangelici.net
   Dottrina, storia ed esegesi biblica (partecipazione riservata a chi si identifica con i punti di fede di evangelici.net)
   Dottrina e riflessioni bibliche
(Moderatori: andreiu, ilcuorebatte, Asaf)
   Ruolo e significato della legge (AT) x i cristiani
« Topic Precedente | Prossimo Topic »
Pagine: 1 2  · vai in fondo · Rispondi Rispondi   Create+Poll Create+Poll   Abilita notifica Abilita notifica    Invia il Topic Invia il Topic    Stampa Stampa
   Autore  Topic: Ruolo e significato della legge (AT) x i cristiani  (letto 2406 volte)
serg68
Admin
*****




Giovanni 3:16

   
WWW   

Posts: 1409
Re: Ruolo e significato della legge (AT) x i crist
« Rispondi #15 Data del Post: 15.11.2014 alle ore 11:22:05 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Premetto che mi fa molto piacere il tono pacato e costruttivo che tutti voi state mostrando di avere. Amici
 

on 15.11.2014 alle ore 10:30:00, kosher wrote:

 
Sergio, se posso permettermi, consiglierei di stabilire cosa si intende per Legge.

 
Pensavo di averlo detto: Imbarazzato
 

on 14.11.2014 alle ore 17:41:59, serg68 wrote:

Dio strutturò la legge sull’analogia delle antiche alleanze costituendo così un contratto vincolante tra YHWH e Israele. In cambio dei benefici e della protezione, Israele era tenuto ad osservare oltre seicento stipule così come le troviamo da Esodo 20 fino a Deuteronomio 33. Decalogo compreso.

 
può darsi mi sfugga qualcosa, ben accetti i suggerimenti, consigli e critiche (costruttive)!
 

on 15.11.2014 alle ore 09:26:55, salvo wrote:

Lo scopo della legge è semplicemente pedagogo, preparatorio ad un'altra legge. Cosi dice paolo ai Galati: "Così la legge è stata nostro pedagogo, aspettando Cristo, affinché fossimo giustificati per fede" Galati 3.24.
Poi continua: "Ma, la fede essendo venuta, noi non siam più sotto pedagogo".

 
Perfetto! sono d'accordo.  
Lo scopo della legge è quello di condurci a Cristo!  
 
E' il ruolo della legge? qual'è?
 
Possiamo dire che il ruolo della legge è quello di renderci consapevoli del peccato?(Rom 3:20;  Rom 7:7)
 
I Farisei pensavano che il peccato riguardasse solamente le azioni esteriori, così tentavano di
giustificarsi sostenendo di non aver mai commesso adulterio o omicidio. Ma la legge diceva
anche: “Non desiderare cosa alcuna che sia del tuo prossimo” (Es. 20:17), e Gesù aveva fatto notare
che questo è qualcosa che avviene nel cuore (Matt. 5:28). C’è tanto peccato nelle intenzioni
quanto nelle azioni, ma possiamo imparare ciò solo attraverso la legge.
 
Lo scopo della legge non è mai stato quello di essere un modo per ottenere la salvezza: la
salvezza è solo una questione di grazia.

 
La legge ci indica l’unico Salvatore: il Signore Gesù Cristo.
 
infatti 2 Corinzi 3:9 chiama il vecchio patto ministero di condanna ed il nuovo patto ministerio di giustizia
 
« Ultima modifica: 15.11.2014 alle ore 11:26:59 by serg68 » Loggato

Togli via la volontà libera, e non vi sarà più nulla da salvare; togli via la grazia, e non vi sarà nulla con cui salvare.
kosher
Membro familiare
****




Neve Shalom Wahat al-Salam

   


Posts: 423
Re: Ruolo e significato della legge (AT) x i crist
« Rispondi #16 Data del Post: 15.11.2014 alle ore 12:05:07 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 15.11.2014 alle ore 11:22:05, serg68 wrote:
Premetto che mi fa molto piacere il tono pacato e costruttivo che tutti voi state mostrando di avere. Amici
 
Pensavo di averlo detto: Imbarazzato
 
può darsi mi sfugga qualcosa, ben accetti i suggerimenti, consigli e critiche (costruttive)!
 

 
Hai ragione, scusami. Aggiungo due righe.
 
Il rapporto unico tra Dio ed Israele viene sancito con un’alleanza. All’impegno di Dio corrisponde l’obbligo di rispettare l’alleanza da parte del popolo. Nella cerimonia di stipulazione dell’alleanza, riferita dal libro del Deuteronomio, viene infatti sottolineata in modo particolare anche l’obbedienza nei confronti degli ordinamenti e delle norme giuridiche:
 
«16 Oggi, il SIGNORE, il tuo Dio, ti comanda di mettere in pratica queste leggi e queste prescrizioni; osservale dunque, mettile in pratica con tutto il tuo cuore, con tutta l'anima tua. 17 Tu hai fatto dichiarare oggi al SIGNORE che egli sarà il tuo Dio, purché tu cammini nelle sue vie e osservi le sue leggi, i suoi comandamenti, le sue prescrizioni, e tu ubbidisca alla sua voce. 18 Il SIGNORE ti ha fatto oggi dichiarare che sarai un popolo che gli appartiene, come egli ti ha detto, e che osserverai tutti i suoi comandamenti, 19 affinché egli ti metta al di sopra di tutte le nazioni che ha fatte, quanto a gloria, rinomanza e splendore e tu sia un popolo consacrato al SIGNORE tuo Dio com'egli ti ha detto.»
 
Legge: ebr: tôrāh, in origine insegnamento; gr: nómos
 
1) all’origine il termine ha un  significato diverso da quello che non intendiamo per legge.  Tôrāh significava innanzitutto insegnamento.
 
2) Con il ritrovamento del libro della legge II Re 22,23 avviene un profondo mutamento: la legge non è più soltanto l’insegnamento vivente dei sacerdoti, ma diviene un libro, un testo scritto e solennemente promulgato con una pubblica lettura.  
 
3) Con Esdra la legge viene letta dinanzi a tutto il popolo e da allora essa si identifica probabilmente con il pentateuco.
 
4) Anche al tempo di Gesù e fino ad oggi per gli ebrei¹, la Legge è la designazione solenne dei primi 5 libri della Bibbia.
 
5) «La legge ed i profeti» designa tutto l’Antico Testamento, dal nome delle sue raccolte principali cfr. Mt 5,17; Lc 16,16 ecc.
Dizionario Biblico Claudiana.
 
1] Nel suo significato più restrittivo Tôrāh [insegnamento] è usata in relazione ai 5 libri di Mosè, il Chumàsh o pentateuco. I rabbini intendono i 5 libri della Tôrāh come dono di Dio a Mosè. Arthur Green, Queste sono le parole, Giuntina
 
Loggato

Dominus noster Iesus Christus, Deus unigenitus, primogenitus totius creationis.
Caste
Membro familiare
****



Give God a Chance

   


Posts: 1271
Re: Ruolo e significato della legge (AT) x i crist
« Rispondi #17 Data del Post: 15.11.2014 alle ore 12:05:55 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 15.11.2014 alle ore 11:22:05, serg68 wrote:
Premetto che mi fa molto piacere il tono pacato e costruttivo che tutti voi state mostrando di avere. Amici
 
Lo scopo della legge è quello di condurci a Cristo!  

 
Direi che su questo siamo d'accordo!
 

on 15.11.2014 alle ore 11:22:05, serg68 wrote:

E' il ruolo della legge? qual'è?
 
Possiamo dire che il ruolo della legge è quello di renderci consapevoli del peccato?(Rom 3:20;  Rom 7:7)
 
I Farisei pensavano che il peccato riguardasse solamente le azioni esteriori, così tentavano di
giustificarsi sostenendo di non aver mai commesso adulterio o omicidio. Ma la legge diceva
anche: “Non desiderare cosa alcuna che sia del tuo prossimo” (Es. 20:17), e Gesù aveva fatto notare
che questo è qualcosa che avviene nel cuore (Matt. 5:28). C’è tanto peccato nelle intenzioni
quanto nelle azioni, ma possiamo imparare ciò solo attraverso la legge.
 

 
Questo è interessante, e mi porta a fare un ulteriore pensiero, che spero non sia troppo off-topic: in un certo senso, la legge agisce come un manuale di medicina; ci permette di identificare tutti quelli che sono i sintomi di un problema, o di una malattia, però, ha un enorme difetto: è stata sempre usata come un metodo per rimuovere i sintomi, ma mai per un metodo per identificare la malattia mostrante questi sintomi. Ecco perché Gesù rimarca il carattere interiore del comportamento, in cui non basta un'osservanza esterna della legge, ma deve essercene una interna. La legge punta verso l'unico medico e l'unica cura, come mostra Isaia 53.
 
Loggato

"Il problema delle citazioni su internet è che non si sa mai se siano vere o no" Abraham Lincoln
kosher
Membro familiare
****




Neve Shalom Wahat al-Salam

   


Posts: 423
Re: Ruolo e significato della legge (AT) x i crist
« Rispondi #18 Data del Post: 15.12.2018 alle ore 19:44:49 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

In Filippesi 3 Paolo elenca una serie di privilegi, ereditari e acquisiti:
 
a) circonciso ⁴   l'ottavo giorno;
b) della razza d'Israele;
c) della tribù di Beniamino;
d) ebreo figlio d'Ebrei;
e) quanto alla leggeᵈ, fariseo;
f) quanto allo zelo², persecutore della chiesa;
g) quanto alla giustizia che è nella legge³ , irreprensibile.
 
«Paolo, soprattutto, presenta al giudaismo e al  mondo greco-romano una nuova autorità, il fondatore di un nuovo discorso: Gesù Cristo. A causa di questo Gesù, Paolo valuta in termini estremamente negativi i propri trascorsi nel giudaismo (e quindi anche il giudaismo stesso). Dopo aver rilevato in Fil 3, 4b-6 i suoi meriti di giudeo fariseo, in Fil 3,8 Paolo sottolinea: “Anzi, a dire il vero, ritengo che ogni cosa sia un danno di fronte all'eccellenza della conoscenza di Cristo Gesù, mio Signore, per il quale ho rinunciato a tutto; io considero queste cose come tanta spazzatura (σκύβαλα: feci, escrementi)  al fine di guadagnare Cristo”. σκύβαλα¹ è del linguaggio scurrile (feci) e indica ciò che è stato sbrigato, lasciato dietro di sé. Paolo non si limita a passare da una forma di giudaismo all’altra, ma si unisce a un nuovo movimento che pur provenendo dal giudaismo è destinato alle genti».ᵇ
 
1) qualsiasi tipo di rifiuti, come l'escremento di animali, immondizie, feccia
   1a) di cose indegne e detestabili
 
b) Udo Schnelle, Paolo, Paideia, 2018
 
2) Paolo si autodefinisce zelante, e non nel senso che apparteneva al partito degli zeloti, bensì “zelante” designa la sua stretta osservanza della Torah, a imitazione dei pii ebrei che, anche col ricorso alla violenza, avevano promosso la piena ubbidienza alla legge mosaica (Num 25, 6-13). “Le mie tradizioni paterne”, sono da affiancare proprio alla Torah, soprattutto per i farisei ( Mat 15,2-6, Mar 7, 3-5, Flavio Giuseppe Antichità Giudaiche 13, 297.408).
Il termine zelo lo troviamo in Fil 3, 5-6, anche qui designa i farisei.
 
3) La legge fu una misura temporanea di Dio promulgata per mezzo di angeli: un’eco della credenza giudaica contemporanea secondo cui gli angeli diedero la legge a Mosè (cfr. Deut 33,2 LXX; Giuseppe Flavio, Ant. 15.5,3; Giub 1,27-29; At 7,38.53; Eb 2,2). La legge per sua natura è inferiore alle promesse dell’Alleanza, infatti essa dice all’uomo che cosa deve fare, ma non è in grado di «donare la vita»; (Gal 3,11; Rom 7,10-12).
 
4) la circoncisione nella Scrittura rappresenta il segno dell’alleanza con Dio e l’appartenenza al suo popolo (Gen 17, 10-14), ed è nel I secolo elemento costitutivo dell’identità giudaica (Flavio Giuseppe – Antichità Giudaiche 1,192).  In Gal 5,3 accenna al fatto che ogni circonciso è obbligato ad osservare tutta la legge, e questa è anche la convinzione del giudaismo religioso fino ad oggi [se il giudeo si intestardisce nel proseguire per la sua strada, Paolo lo richiama alla coerenza: la Torah vuol essere osservata in ogni suo punto e non tollera un’obbedienza dimezzata.
 
Loggato

Dominus noster Iesus Christus, Deus unigenitus, primogenitus totius creationis.
Virtuale
Membro familiare
****



Abbi fiducia in Gesù

   


Posts: 3160
Re: Ruolo e significato della legge (AT) x i crist
« Rispondi #19 Data del Post: 20.12.2018 alle ore 00:37:30 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 13.11.2014 alle ore 10:15:04, serg68 wrote:
chi ha spunti di riflessione su questo argomento?  Amici

Io la legge dell`Antico Testamento la guardo come un testamento antico.
E quando leggo quella nuova mi sento sollevata.
Loggato

"Zia, ma quando Gesù è risorto ha fatto il buco nell`ozono ? " (bambino) di Tony Kospan.
Pagine: 1 2  · torna su · Rispondi Rispondi   Create+Poll Create+Poll   Abilita notifica Abilita notifica    Invia il Topic Invia il Topic    Stampa Stampa

« Topic Precedente | Prossimo Topic »
Icons made by Freepik, Daniel Bruce, Scott de Jonge, Icomoon, SimpleIcon from www.flaticon.com is licensed by CC BY 3.0
Powered by YaBB 1 Gold - SP 1.4 - Forum software copyright © 2000-2004 Yet another Bulletin Board

    
Copyright e condizione di riproduzione evangelici.net è un sito di Teknosurf.it srl - P.IVA: 01264890052
Il materiale presente in questa pagina si può ripubblicare liberamente ma solo a queste condizioni.
Sono molto gradite donazioni via Paypal, che ci permetteranno di fare di più e meglio. | Contatti