Ti senti solo? Benvenuto Visitatore. Fai Login o Registrati. RegolamentoLeggi il regolamento completo  RSSIscrizione feed RSS

Indice Indice   Help Help   Cerca Cerca   Utenti Utenti   Calendario Calendario   Login Login   Registrati Registrati

    
   I Forum di Evangelici.net
   Dottrina, storia ed esegesi biblica (partecipazione riservata a chi si identifica con i punti di fede di evangelici.net)
   Dottrina e riflessioni bibliche
(Moderatori: andreiu, ilcuorebatte, Asaf)
   il potere di rimettere i peccati
« Topic Precedente | Prossimo Topic »
Pagine: 1 2 3  · vai in fondo · Rispondi Rispondi   Create+Poll Create+Poll   Abilita notifica Abilita notifica    Invia il Topic Invia il Topic    Stampa Stampa
   Autore  Topic: il potere di rimettere i peccati  (letto 4031 volte)
fratello Sandro
Visitatore

E-Mail

Re: il potere di rimettere i peccati
« Rispondi #30 Data del Post: 27.04.2010 alle ore 19:06:47 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica    Rimuovi messaggio Rimuovi messaggio

Caro u08038
 
ti manderò un messaggio privato
non prima di domani, per risponderti.
 
fratello Sandro
Loggato
osanna
Visitatore

E-Mail

Re: il potere di rimettere i peccati
« Rispondi #31 Data del Post: 27.04.2010 alle ore 21:58:13 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica    Rimuovi messaggio Rimuovi messaggio


on 27.04.2010 alle ore 18:11:37, u08038 wrote:

 
Se dobbiamo, su consiglio di Pietro, saper sempre rendere conto della speranza che è in noi, allora.......
vorrei un tuo parere caro Sandro.  
Non una descrizione di studi, ma una evangelizzazione.  
Cos'è per te la frase: " a chi rimetterete i peccati......."
Poi Sandro, se nessuno può interpretare la Bibbia "da solo", allora di al fratello Osanna che non è esattamente......in linea. Il mio intento è stato, by the way, di spiegare il rischio di fondamentalismo. Non ci sono riuscito per mia incapacità.  
Ma siamo regolarmente OT. Cercando una spiegazione (lecita) di un passo importante dei Vangeli, non ho avuto altro per risposta che divagazioni. Tutte corrette, per carità.  
All'osservazione: non puoi proclamare quello che hai scritto( fatta da Osanna), tu rispondi: bravo Osanna, questa è una "spiegazione esplicita".
Ma Sandro! La Bibbia non è Dio! Noi siamo stati salvati da Gesù per mezzo del suo Perfetto ed Unico sacrificio sulla Croce. Non dalla Bibbia. E' questo che li distingue.
La Bibbia va letta nell'ottica di Gesù il Signore. Tutto è stato fatto da Lui ed in funzione di Lui. Se non leggi la Bibbia riconoscendo Gesù sei fondamentalista, o corri il rischio di diventarlo. Tutto qui. Non indico nessuno. Nessuno giudico.
Ma è un errore credere "letteralmente" alla Bibbia.
I simboli apostolici citano:
Credo in Dio Padre, credo in Gesù Cristo suo Figlio e Nostro Signore. Credo nello Spirito Santo. Credo la Chiesa (non NELLA  Chiesa).  
Dio si rivela nella Scrittura ed essa è l'unica rivelazione scritta. ma Dio si rivela anche nella creazione; lo dice Paolo nella sua lettera. E pienamente in Suo Figlio Gesù nostro Signore.
In questo discordo con Osanna.  
E tu Sandro dimmi cordialmente se e dove sbaglio.
Shalom fratello

 
Puoi rivolgerti liberamente a me, senza paura, però posso dire che c'è qualcosa che vi sfugge.Si parla che è lo Spirito che rivela ogni cosa, non un uomo, che tutti quelli che hanno lo Spirito sono Ministri della parola, se poi qualcuno deve andare a scuola e non più nella CHIESA, lo faccia pure.
 
Qui sta parlando dei peccati che si commettono ogni giorno, litigi, incomprensioni, comportamenti fuori luogo. e tanti altri ....
Perdonare anche 70 volte 70.
Il più forte(Spiritualment)aiuti il più debole.
Non tramonti il sole, sulla nostra testa, senza aver chiesto perdono al fratello.
 
Questi sono i peccati giornalieri da rimettere e da perdonare.
 
Loggato
Lucio P.
Membro familiare
****




W questo FORUM!!!

   
E-Mail

Posts: 680
Re: il potere di rimettere i peccati
« Rispondi #32 Data del Post: 27.04.2010 alle ore 23:55:32 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Ciao fratello u08038, forse la spiegazione ai tuoi quesiti è questa, che in parte ti è già stata data?
 
Dal commentario Bosio Stewart si evince quanto segue:
 
Gv 20:23  
 
23. A cui voi avrete rimessi i peccati saranno rimessi, e a cui li avrete ritenuti saranno ritenuti.  
 
Vedi Note Mt 16:19,20 18:17,18  
 
 Note "Matteo 16:19"  
 
 Note "Matteo 16:20"  
 
 Note "Matteo 18:17"  
 
 Note "Matteo 18:18"  
 
Le parole degli Scribi e dei Farisei in Capernaum: Chi può rimettere i peccati se non il solo Dio?, Mr 2:7 esprimono una verità che nessuno può mettere in dubbio, Is 43:25  
 
Ne segue che l’autorità di cui il Signore qui investe i suoi discepoli deve accuratamente distinguersi da quella incomunicabile prerogativa divina. Dal senso che il Signore dà a consimili parole, legare, sciogliere  Mt 18:18 applicandole alla disciplina nella sua Chiesa; nonché dal senso illimitato dei verbi avrete rimessi, avrete ritenuti, in questo versetto, è evidente che il privilegio qui annunziato, lungi dall’esser conferito ai soli apostoli, estendevasi a tutti i credenti lì presenti, anzi a tutta la Chiesa spirituale di Cristo. E innegabile che il Signore concesse agli apostoli certe prerogative esclusive, le quali erano necessarie all’esercizio del loro ministerio ma che essi non poterono trasmettere ad altri, come il dichiarar l’Evangelo con infallibile accuratezza, il confermare il loro insegnamento coi loro miracoli, lo scrivere sotto la diretta ispirazione dello Spirito Santo, il poter discernere gli spiriti, 1Co 12:10 1Gv 4:1 di coloro coi quali conversavano, come lo si vede nei casi di Anania, di Saffira, di Simon Mago, e dell’incestuoso di Corinto, At 5:3-9 8:20 1Co 5:3-5 Ma l’Assurda idea che il Signore intendesse con queste parole delegare agli apostoli, o a chiunque altra persona, il potere assoluto di perdonare, o di non perdonare il peccato, di assolvere o di non assolvere un’anima, devesi rigettare, perché antiscritturale e blasfematoria Nessuno degli apostoli esercitò mai in modo letterale od autoritari o un tale potere. È evidente che essi non si sognarono mai di possederlo. Gesù lo diede solo in senso dichiarativo o ministeriale, come a quelli che dovevano essere gli interpreti autorizzati della sua parola; e la vera natura di quel potere si vede nella disciplina che i ministri devono esercitare nella Chiesa. I predicatori dell’Evangelo sono autorizzati a dichiarare perdonato, per il sangue di Cristo, chiunque crede in lui; e non perdonato, ossia rimanente tuttora sotto la condanna, chiunque ricusa di ricevere Cristo, offerto nell’Evangelo quale l’unica propiziazione del peccato. I Atti degli apostoli e le loro Epistole non ci presentano un solo esempio di un apostolo che si creda lecito di assolvere o di perdonare qualsiasi persona; essi sempre attribuiscono un tal potere a Cristo, Confr. At 10:43 13:32,38 16:31 Non c’ è una sola parola, nelle Epistole pastorali di Paolo a Timoteo e a Tito, che mostri che considerasse l’assoluzione come un ufficio, del ministerio cristiano. Ed in vero è contrario ad ogni ragione il supporre che Dio, il quale conosce così bene la debolezza e la falsità del cuore umano le passioni che lo agitano, e l’impossibilità, anche per il ministro il più avveduto, di giudicar se siano veri o finti il pentimento e la fede di un uomo, abbia commesso ad uomini mortali un potere così assoluto come sarebbe quello di perdonare ai loro simili i loro peccati. L’esperienza della Chiesa Romana, i cui sacerdoti sono considerati come possedendo il diritto di assolvere i peccatori, e di chiudere il cielo, a quelli che non hanno ricevuto la loro assoluzione, ci dà la prova indiretta più concludente che le parole del Signore non potevano avere se non un senso dichiarativo. Non è possibile immaginare nulla di più nocivo, così per il clero come per il popolo, che i frutti del sistema romano di penitenza e di assoluzione. È un sistema che ha degradato il popolo, lo ha rivolto indietro da Cristo, e lo trattiene in uno stato di Schiavitù e di tenebre spirituali. Ryle
 
Un caro saluto, Lucio
« Ultima modifica: 28.04.2010 alle ore 00:21:23 by Lucio P. » Loggato

Lucio Peruggini

Ama il tuo prossimo come te stesso
u08038
Membro
***



Il giusto per fede vivrà.

   


Posts: 251
Re: il potere di rimettere i peccati
« Rispondi #33 Data del Post: 28.04.2010 alle ore 16:44:10 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 27.04.2010 alle ore 21:58:13, osanna wrote:

 
Puoi rivolgerti liberamente a me, senza paura, però posso dire che c'è qualcosa che vi sfugge.Si parla che è lo Spirito che rivela ogni cosa, non un uomo, che tutti quelli che hanno lo Spirito sono Ministri della parola, se poi qualcuno deve andare a scuola e non più nella CHIESA, lo faccia pure.
 
Qui sta parlando dei peccati che si commettono ogni giorno, litigi, incomprensioni, comportamenti fuori luogo. e tanti altri ....
Perdonare anche 70 volte 70.
Il più forte(Spiritualment)aiuti il più debole.
Non tramonti il sole, sulla nostra testa, senza aver chiesto perdono al fratello.
 
Questi sono i peccati giornalieri da rimettere e da perdonare.
 

 
Adesso mi sei piaciuto. finalmente. Anche io condivido che il Padre rimette a noi i nostri peccati (debiti) come noi li rimettiamo ai nostri debitori (a chi ha peccato contro noi). Ogni credente ha il pieno diritto e potere di proclamare il perdono dei peccati attraverso la fede sincera nel Signore Gesù Cristo vivente e nel sul sacrificio perfetto della croce. Come di seguito ha detto Lucio, ai credenti possiamo proclamare il perdono dei peccati. Ai non credenti, per aiutarli dobbiamo proclamare il non perdono. " a chi non li rimetterete resteranno non rimessi". La conversione a Cristo permette di "entrare" ed avvicinarsi al trono della Grazia infinita e misericordiosa. Rifiutare il Vangelo è rifiutare il perdono e rimanere nei propri peccati.  
Grazie Osanna.  
shalom
Loggato

BARUC HABA BESHEM ADONAI (Benedetto Colui che viene nel nome del Signore)
u08038
Membro
***



Il giusto per fede vivrà.

   


Posts: 251
Re: il potere di rimettere i peccati
« Rispondi #34 Data del Post: 28.04.2010 alle ore 16:49:05 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 27.04.2010 alle ore 23:55:32, Lucio wrote:
Ciao fratello u08038, forse la spiegazione ai tuoi quesiti è questa, che in parte ti è già stata data?
 
Dal commentario Bosio Stewart si evince quanto segue:
 
Gv 20:23  
 
23. A cui voi avrete rimessi i peccati saranno rimessi, e a cui li avrete ritenuti saranno ritenuti.  
 
Vedi Note Mt 16:19,20 18:17,18  
 
 Note "Matteo 16:19"  
 
 Note "Matteo 16:20"  
 
 Note "Matteo 18:17"  
 
 Note "Matteo 18:18"  
 
Le parole degli Scribi e dei Farisei in Capernaum: Chi può rimettere i peccati se non il solo Dio?, Mr 2:7 esprimono una verità che nessuno può mettere in dubbio, Is 43:25  
 
Ne segue che l’autorità di cui il Signore qui investe i suoi discepoli deve accuratamente distinguersi da quella incomunicabile prerogativa divina. Dal senso che il Signore dà a consimili parole, legare, sciogliere  Mt 18:18 applicandole alla disciplina nella sua Chiesa; nonché dal senso illimitato dei verbi avrete rimessi, avrete ritenuti, in questo versetto, è evidente che il privilegio qui annunziato, lungi dall’esser conferito ai soli apostoli, estendevasi a tutti i credenti lì presenti, anzi a tutta la Chiesa spirituale di Cristo. E innegabile che il Signore concesse agli apostoli certe prerogative esclusive, le quali erano necessarie all’esercizio del loro ministerio ma che essi non poterono trasmettere ad altri, come il dichiarar l’Evangelo con infallibile accuratezza, il confermare il loro insegnamento coi loro miracoli, lo scrivere sotto la diretta ispirazione dello Spirito Santo, il poter discernere gli spiriti, 1Co 12:10 1Gv 4:1 di coloro coi quali conversavano, come lo si vede nei casi di Anania, di Saffira, di Simon Mago, e dell’incestuoso di Corinto, At 5:3-9 8:20 1Co 5:3-5 Ma l’Assurda idea che il Signore intendesse con queste parole delegare agli apostoli, o a chiunque altra persona, il potere assoluto di perdonare, o di non perdonare il peccato, di assolvere o di non assolvere un’anima, devesi rigettare, perché antiscritturale e blasfematoria Nessuno degli apostoli esercitò mai in modo letterale od autoritari o un tale potere. È evidente che essi non si sognarono mai di possederlo. Gesù lo diede solo in senso dichiarativo o ministeriale, come a quelli che dovevano essere gli interpreti autorizzati della sua parola; e la vera natura di quel potere si vede nella disciplina che i ministri devono esercitare nella Chiesa. I predicatori dell’Evangelo sono autorizzati a dichiarare perdonato, per il sangue di Cristo, chiunque crede in lui; e non perdonato, ossia rimanente tuttora sotto la condanna, chiunque ricusa di ricevere Cristo, offerto nell’Evangelo quale l’unica propiziazione del peccato. I Atti degli apostoli e le loro Epistole non ci presentano un solo esempio di un apostolo che si creda lecito di assolvere o di perdonare qualsiasi persona; essi sempre attribuiscono un tal potere a Cristo, Confr. At 10:43 13:32,38 16:31 Non c’ è una sola parola, nelle Epistole pastorali di Paolo a Timoteo e a Tito, che mostri che considerasse l’assoluzione come un ufficio, del ministerio cristiano. Ed in vero è contrario ad ogni ragione il supporre che Dio, il quale conosce così bene la debolezza e la falsità del cuore umano le passioni che lo agitano, e l’impossibilità, anche per il ministro il più avveduto, di giudicar se siano veri o finti il pentimento e la fede di un uomo, abbia commesso ad uomini mortali un potere così assoluto come sarebbe quello di perdonare ai loro simili i loro peccati. L’esperienza della Chiesa Romana, i cui sacerdoti sono considerati come possedendo il diritto di assolvere i peccatori, e di chiudere il cielo, a quelli che non hanno ricevuto la loro assoluzione, ci dà la prova indiretta più concludente che le parole del Signore non potevano avere se non un senso dichiarativo. Non è possibile immaginare nulla di più nocivo, così per il clero come per il popolo, che i frutti del sistema romano di penitenza e di assoluzione. È un sistema che ha degradato il popolo, lo ha rivolto indietro da Cristo, e lo trattiene in uno stato di Schiavitù e di tenebre spirituali. Ryle
 
Un caro saluto, Lucio

 
Grazie Lucio! Così ci siamo!! Vai vai!    Applauso
E' questo che volevo leggere e condividere.
Il grande mandato che noi tutti credenti in Cristo abbiamo: di annunciare il Vangelo del perdono dei peccati nel Signore Gesù. Quando Paolo diceva di non conoscere altro se non Cristo e questi crocifisso, evidentemente intendeva porre la massima enfasi su questo annuncio: la croce di Cristo ci ha perdonato ogni peccato. Ha vinto il peccato e con questo le sue conseguenze, ultima e definitiva.....la morte! Vai vai! Vai vai!
Questo commentario che hai citato ci aiuta a descrivere meglio il punto.
Grazie Lucio
Che Dio ti benedica e ti protegga
Sia per te shalom!
Loggato

BARUC HABA BESHEM ADONAI (Benedetto Colui che viene nel nome del Signore)
fratello Sandro
Visitatore

E-Mail

Re: il potere di rimettere i peccati
« Rispondi #35 Data del Post: 28.04.2010 alle ore 21:00:49 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica    Rimuovi messaggio Rimuovi messaggio

il fratello  
u08038      ha scritto:

Quote:

E tu Sandro dimmi cordialmente se e dove sbaglio.

 
Caro fratello, non mi ritengo all'altezza di correggerti, anche perchè di sbagli ne faccio tanti anch'io. Inoltre tu , a mio parere , sei in una fase di ricerca molto intensa, attiva, e "sofferta"
per cui non mi permetto di giudicarti.
Mi sembri, caro amico, intento a una "lotta con Dio"
come Giacobbe lottò,intensamente per la durata di un'intera notte, a Penuel,  con l'Angelo del SIGNORE
 
fratello Sandro
« Ultima modifica: 28.04.2010 alle ore 22:24:46 by Michele_48 » Loggato
calibro9
Osservatore
*



W questo FORUM!!!

   


Posts: 9
Re: il potere di rimettere i peccati
« Rispondi #36 Data del Post: 03.06.2010 alle ore 22:46:08 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

[gesu a dato potere al apostolo pietro e tramite pietro a tutti gli altri apostoli.quello che legherai in terra   sara legato in cielo   e quello che scioglierai sara sciolto in cielo parole di nostro signore e tramite pietro a tutti i sui discendenti i papi cattolici romani  
Loggato
andreiu
Admin
*****




Gesù è la mia vita

   
WWW    E-Mail

Posts: 5379
Re: il potere di rimettere i peccati
« Rispondi #37 Data del Post: 04.06.2010 alle ore 07:39:56 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 03.06.2010 alle ore 22:46:08, calibro9 wrote:
[gesu a dato potere al apostolo pietro e tramite pietro a tutti gli altri apostoli.quello che legherai in terra   sara legato in cielo   e quello che scioglierai sara sciolto in cielo parole di nostro signore e tramite pietro a tutti i sui discendenti i papi cattolici romani  

 
Ciao calibro, dal tuo post capisco che sei cattolico.
Ti vorrei ricordare che nella sezione di Esegesi, come è espressamente detto nella HOME del forum, può partecipare solo chi si riconosce nei punti di fede di evangelici.net.
 
Per coloro che non sono evangelici, vi è la sezione apposta "Chi sono gli evangelici?".
 
Grazie
Loggato

http://forumbiblico.community.leonardo.it/
calibro9
Osservatore
*



W questo FORUM!!!

   


Posts: 9
Re: il potere di rimettere i peccati
« Rispondi #38 Data del Post: 04.06.2010 alle ore 17:35:49 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 04.06.2010 alle ore 07:39:56, andreiu wrote:

 
Ciao calibro, dal tuo post capisco che sei cattolico.
Ti vorrei ricordare che nella sezione di Esegesi, come è espressamente detto nella HOME del forum, può partecipare solo chi si riconosce nei punti di fede di evangelici.net.
 
Per coloro che non sono evangelici, vi è la sezione apposta "Chi sono gli evangelici?".
 
Grazie
ho detto solo quello che lo spirito santo tramite i compilatori del nuovo testamento ci ha lasciato.comunque grazie di avermi avvisato non lo sap.
Loggato
u08038
Membro
***



Il giusto per fede vivrà.

   


Posts: 251
Re: il potere di rimettere i peccati
« Rispondi #39 Data del Post: 04.06.2010 alle ore 18:18:30 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Dal sito cattoliciromani sono stato espulso perchè per errore ho digitato Gesù col minuscolo. Nelle frasi precedenti avevo scritto maiuscolo Maestro, Lui, Sommo Pontefice ed altro. Ma mi hanno buttato fuori.
Detto questo, condivido il fatto che calibro9 sia stato indirizzato verso altre sezioni.  
Anche se scrive Spirito Santo in minuscolo.
A Lui la gloria.
Amen
 
p.s.= so che calibro9 non l'ha fatto di proposito. come non l'avevo fatto io......
Loggato

BARUC HABA BESHEM ADONAI (Benedetto Colui che viene nel nome del Signore)
linchen
Membro onorario
*****




Fin qui l'Eterno ci ha soccorsi! (9/9/2013)

   
WWW   

Posts: 15267
Re: il potere di rimettere i peccati
« Rispondi #40 Data del Post: 05.06.2010 alle ore 21:40:24 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


Ho appena cancellato un post con espressioni offensive.
Loggato

l'AMORE edifica!
andreiu
Admin
*****




Gesù è la mia vita

   
WWW    E-Mail

Posts: 5379
Re: il potere di rimettere i peccati
« Rispondi #41 Data del Post: 07.06.2010 alle ore 16:23:29 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Calibro 9 ti ho cancellato il post in quanto come ho già avuto modo di dirti, la sezione di esegesi è solo per chi si riconosce nei punti di fede di Evangelici.net.
 
Tu puoi partecipare a tutte le altre sezioni, ma non a questa.
 
Grazie per la collaborazione
Loggato

http://forumbiblico.community.leonardo.it/
Giuseppe76
Osservatore
*



W questo FORUM!!!

   


Posts: 5
Re: il potere di rimettere i peccati
« Rispondi #42 Data del Post: 10.08.2017 alle ore 19:33:29 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Salve in tutta la conversazione ci siete dimenticati del passo della 1 lettera a Giovanni 2:1  Figlioli miei, vi scrivo queste cose perché non pecchiate; ma se qualcuno ha peccato, abbiamo un avvocato presso il Padre: Gesù Cristo giusto. 2 Egli è vittima di espiazione per i nostri peccati; non soltanto per i nostri, ma anche per quelli di tutto il mondo.
Loggato
Virus
Membro supporter
*****



He died for me... and now I live for Him!

   
WWW   

Posts: 5828
Re: il potere di rimettere i peccati
« Rispondi #43 Data del Post: 17.08.2017 alle ore 15:32:37 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Rimettere i peccati nel passo che citò il creatore di questo topic non significa assolvere come fa un prete dopo la confessione cattolica... ma ha lo stesso significato che ha nel seguente versetto:
 
Matteo 6:12
rimettici i nostri debiti come anche noi li abbiamo rimessi ai nostri debitori;
 
Si intende di rimettere torti e peccati che si è subito in prima persona... non come il prete che perdona i peccati dei fedeli, sostituendsi a ciò che ha fatto Cristo sulla croce.
 
Quindi questo topc non ha senso... la domanda non ha senso... perchè basata su una cosa sbagliata!
Loggato

Nessuna parola cattiva esca dalla vostra bocca, ma se ne avete una buona per l'edificazione, secondo il bisogno, ditela affinché conferisca grazia a quelli che ascoltano ( Efesini 4:29 )
Pagine: 1 2 3  · torna su · Rispondi Rispondi   Create+Poll Create+Poll   Abilita notifica Abilita notifica    Invia il Topic Invia il Topic    Stampa Stampa

« Topic Precedente | Prossimo Topic »
Icons made by Freepik, Daniel Bruce, Scott de Jonge, Icomoon, SimpleIcon from www.flaticon.com is licensed by CC BY 3.0
Powered by YaBB 1 Gold - SP 1.4 - Forum software copyright © 2000-2004 Yet another Bulletin Board

    
Copyright e condizione di riproduzione evangelici.net è un sito di Teknosurf.it srl - P.IVA: 01264890052
Il materiale presente in questa pagina si può ripubblicare liberamente ma solo a queste condizioni.
Sono molto gradite donazioni via Paypal, che ci permetteranno di fare di più e meglio. | Contatti