Ti senti solo? Benvenuto Visitatore. Fai Login o Registrati. RegolamentoLeggi il regolamento completo  RSSIscrizione feed RSS

Indice Indice   Help Help   Cerca Cerca   Utenti Utenti   Calendario Calendario   Login Login   Registrati Registrati

    
   I Forum di Evangelici.net
   Dottrina, storia ed esegesi biblica (partecipazione riservata a chi si identifica con i punti di fede di evangelici.net)
   Dottrina e riflessioni bibliche
(Moderatori: andreiu, ilcuorebatte, Asaf)
   Sul pastore
« Topic Precedente | Prossimo Topic »
Pagine: 1 2 3  ...  5 · vai in fondo · Rispondi Rispondi   Create+Poll Create+Poll   Abilita notifica Abilita notifica    Invia il Topic Invia il Topic    Stampa Stampa
   Autore  Topic: Sul pastore  (letto 7739 volte)
Novello
Visitatore

E-Mail

Sul pastore
« Data del Post: 19.05.2008 alle ore 10:43:32 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica    Rimuovi messaggio Rimuovi messaggio

Premessa vorrei radicare (almeno inizialmente) tutte le riflessioni che faremo, legandole il più possibile allo scritto biblico del N.T.
 
Per questo chiederei l'aiuto ancora una volta dei grecisti del sito, così da definire la figura del pastore della chiesa, così come la presenta il N.T.
 
In particolare vorrei toccare i seguenti punti riguardanti un pastore:
Chiamata:
>>> il Pastore lo chiama Dio personalmente?
>>> lo chiama la chiesa?
>>> lo chiama Dio attraverso la chiesa?
>>> La chiesa conferma quella che è una vocazione personale?
>>> La chiesa può non confermare un pastore?
>>> Vi sono dei requisiti personali?
>>> Il Signore prepara prima personalmente?
>>> Ci vuole una laurea in teologia per fare il pastore?
Servizio:
>>> cosa fa il pastore?
>>> di cosa si occupa?
>>> cosa desidera?
>>> ci vuole un solo pastore per comunità?
>>> ha delle responsabilià?
>>> come collabora con la chiesa: conduce con la chiesa, o conduce la chiesa?
Il fine
>>> Obiettivi?
>>> varie ed eventuali?
 
Vi va di ragionarci insieme?
 
__________________________________
Inizio con questi versetti che ho trovato...
Innanzitutto il Pastore è uno dei ministeri citati da Paolo in Efesini 4:11
 
"È lui che ha dato alcuni come apostoli, altri come profeti, altri come evangelisti, altri come pastori e dottori.
 
Facendo una ricerca con la parola "Pastore" nel N.T. mi sembra che tutti i versetti riguardino il sommo Pastore Gesù Cristo.
 
Gli apostoli invece, si chiameranno ministri (servitori più in generale). Il primo riferimento legato al servizio, credo personalmente legato alla figura del pastore, in quanto al servizio della Parola, è in Atti.
"Quanto a noi, continueremo a dedicarci alla preghiera e al ministero della Parola..." - Atti 6:4
 
Infatti Paolo non si autodefinisce pastore ma : ministro.
 
"Ma vi ho scritto un po' arditamente su alcuni punti, per ricordarveli di nuovo, a motivo della grazia che mi è stata fatta da Dio, di essere un ministro di Cristo Gesù tra gli stranieri, esercitando il sacro servizio del vangelo di Dio, affinché gli stranieri diventino un'offerta gradita, santificata dallo Spirito Santo." - Romani 15:15,16
 
E definisce Epafra ministro come lui.
 
"secondo quello che avete imparato da Epafra, il nostro caro compagno di servizio, che è fedele ministro di Cristo per voi. " - Colossesi 1:7
 
Il Signore rende idonei i ministri, secondo la guida dello Spirito Santo.
 
"Egli ci ha anche resi idonei a essere ministri di un nuovo patto, non di lettera, ma di Spirito; perché la lettera uccide, ma lo Spirito vivifica." - 2 Corinzi 3:6
 
Allora i ministri sono coloro che si dedicano al ministerio della Parola? Cioè studio, predicazione ed esposizione della Volontà di Dio?
 
Eppure Romani 12:7 mi porta confusione:
"...se di ministero, attendiamo al ministero; se d'insegnamento, all'insegnare;"
 
L'insegnamento non è ministero?
Sono due cose diverse?
 
Lo scopo dei ministeri è l'edificazione del corpo di Cristo.
"...per il perfezionamento dei santi in vista dell'opera del ministero e dell'edificazione del corpo di Cristo," - Efesini 4:12
 
Gli spunti ci sono...tocca a voi adesso! Sorriso
« Ultima modifica: 30.01.2010 alle ore 09:10:47 by Asaf » Loggato
andreiu
Admin
*****




Gesù è la mia vita

   
WWW    E-Mail

Posts: 5379
Re: Sana Dottrina : il pastore
« Rispondi #1 Data del Post: 19.05.2008 alle ore 14:21:53 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Il pastore è la figura predominante nel mezzo di una comunità e vi sono almeno tre definizioni che lo descrivono > "vescovo" "anziano" e "pastore".
 
In pratica queste definizioni hanno lo scopo di regolare la sua funzione ministeriale, ovvero:
 
1) Per "vescovo" si intende il sorvegliante, ovvero colui che ha il compito di vigilare sulla comunità, consolare, edificare, riprendere e disciplonare in caso di disubbidienza.
 
2) Per "anziano" si intende invece la saggezza, la maturità e l'esperienza che devono avere i responsabili.
 
3) Per "pastore" si intende invece la cura d'anime, il sacrificio del pastore, di tempo  ed energie per la cura della comunità.  
 
Quando avrò tempo vedrò anche di vedere in modo "esegetico" i passi citati da Novello.
 
 Ciao
Loggato

http://forumbiblico.community.leonardo.it/
Novello
Visitatore

E-Mail

Re: Sana Dottrina : il pastore
« Rispondi #2 Data del Post: 19.05.2008 alle ore 15:01:48 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica    Rimuovi messaggio Rimuovi messaggio

Andrea, benissimo.
Pensi riusciremmo a creare uno studietto sul concetto neotestamentario di Pastore?
 
Perchè leggendo il dizionario GBU mi sembra che descriva il termine ministro (alla voce chiesa mi pare) come lo stesso termine usato sia per vescovo che per diacono. E la cosa mi pare nuova.
Ora non vorrei aver letto male, mi sono ripromesso di guardare bene il dizionario una di queste sere.
Ma se davvero il termine fosse "diakonos", diaconia, per descrivere tutti i servizi...beh. Mi sembra interessante capire in base a cosa allora noi traduciamo pastore, diacono, vescovo etc...
 
Grazie della collaborazione.
Loggato
andreiu
Admin
*****




Gesù è la mia vita

   
WWW    E-Mail

Posts: 5379
Re: Sana Dottrina : il pastore
« Rispondi #3 Data del Post: 19.05.2008 alle ore 16:28:10 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 19.05.2008 alle ore 15:01:48, Novello wrote:
Andrea, benissimo.
Pensi riusciremmo a creare uno studietto sul concetto neotestamentario di Pastore?
 
Perchè leggendo il dizionario GBU mi sembra che descriva il termine ministro (alla voce chiesa mi pare) come lo stesso termine usato sia per vescovo che per diacono. E la cosa mi pare nuova.
Ora non vorrei aver letto male, mi sono ripromesso di guardare bene il dizionario una di queste sere.
Ma se davvero il termine fosse "diakonos", diaconia, per descrivere tutti i servizi...beh. Mi sembra interessante capire in base a cosa allora noi traduciamo pastore, diacono, vescovo etc...
 
Grazie della collaborazione.

 
Il termine "diakonos", è un termine generico che indica qualsiasi servizio. Posso tradurre indifferentemente sia come "servitore" che "ministro" (non nel senso dei ministri del governo!  Sorridente).
 
Per i tre termini che ho evidenziato troviamo dei testi precisi in cui vengono sottolineati queste espressioni ma ciò non toglie che anche l'anzianato sia un servizio "diaconale", ovvero un servizio per il bene della comunità. Poi sarebbe interessante vedere testo per testo. Io partirei con le caratteristiche che abbiamo in 1 Ti 3.
 
 Sorriso
Loggato

http://forumbiblico.community.leonardo.it/
Novello
Visitatore

E-Mail

Re: Sana Dottrina : il pastore
« Rispondi #4 Data del Post: 19.05.2008 alle ore 16:46:56 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica    Rimuovi messaggio Rimuovi messaggio

Okkey allora quando si parla di SERVIZIO il termine biblico è Diakonos. Ma in italiano? Ministero?
Il ministero della Parola di atti 6 è "diakonos della Parola" perciò SERVIZIO DELLA PAROLA?
E i ministeri di efesini? Sono DIAKONOS?
Loggato
Asaf
Admin
*****




La verità sta nella Scrittura!

   
E-Mail

Posts: 4724
Re: Sana Dottrina : il pastore
« Rispondi #5 Data del Post: 20.05.2008 alle ore 10:45:29 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Fermo restando quanto detto da Andrea cioè,
 
il vescovo, l'anziano e il pastore sono tre termini scritturali (a volte interscambiabili, confr. At.20:17, 28) per indicare uomini che esercitano una determinata funzione anche “autoritaria” in assemblea.  
 
Per quanto riguarda il termine diakonos,  
 
è tradotto generalmente con "servo o ministro".
Il concetto principale è quello di servo, riferendosi in particolare al lavoro che svolge. In altre parole tutti i servi di Cristo possono essere chiamati diaconi/servitori, ma tecnicamente viene applicato a coloro che svolgono un servizio nell’assemblea nei modi e nelle caratteristiche di 1Ti.3:8-13; 4:6; Rom.16:1; 1 Te.3:2; Col. 1:7, 23.  
O come in Atti 6:1-4 dove emergono i due aspetti dell'opera del diacono:  
“l’assistenza (diakonia) quotidiana 6:1; il servire (diakonein) alle mense 6:2, e il ministero (diakonia) della parola 6:4”.
Loggato

Per una corretta esegesi biblica più che questione di testi e contesti è questione di testi e ...teste!
Novello
Visitatore

E-Mail

Re: Sana Dottrina : il pastore
« Rispondi #6 Data del Post: 20.05.2008 alle ore 12:33:13 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica    Rimuovi messaggio Rimuovi messaggio

Ricapitoliamo. E' stato detto:
 
Il pastore è la figura predominante nel mezzo di una comunità e vi sono almeno tre definizioni che lo descrivono:
  • "vescovo";

  • "anziano";

  • "pastore".

 
Vescovo, anziano e pastore sono tre termini scritturali a volte interscambiabili, usati per indicare uomini che esercitano una determinata funzione anche “autoritaria” in assemblea.
 
Anziani
traduce il greco: Presbyteros
 
Anziano intende la saggezza, la maturità e l'esperienza che devono avere i responsabili.
 
"Sorridentea Mileto mandò a Efeso a chiamare gli anziani della chiesa."- Atti 20:28
 
Vescovi
traduce il greco : Episkopos  
 
Vescovo intende il sorvegliante, ovvero colui che ha il compito di vigilare sulla comunità, consolare, edificare, riprendere e disciplinare in caso di disubbidienza.
 
"Badate a voi stessi e a tutto il gregge, in mezzo al quale lo Spirito Santo vi ha costituiti vescovi, per pascere la chiesa di Dio, che Egli ha acquistata con il proprio sangue." - Atti 20:28
 
Pastori
Traduce il greco : Poimen
 
L'uso del termine pastore, inteso come guida, nasce da numerosi testi dell'A.T. anche se rivolti al popolo d'Israele, il termine "pastore" indicava le guide del popolo d'Israele. Basta leggere Geremia 23 per rendersi conto di quanto fosse importante questo ruolo e quanto fosse grave e tragico gestirlo male.
Egli esercita la sua funzione con "autorevolezza", ovvero la comunità vede nei suoi pastori dei punti di riferimento e vi si sottomettono volontariamente.  
 
In Geremia 3:15 è scritto:
"«Tornate, o figli traviati», dice il SIGNORE, «poiché io sono il vostro Signore; vi prenderò, uno da una città, due da una famiglia, e vi ricondurrò a Sion; vi darò dei pastori secondo il mio cuore, che vi pasceranno con conoscenza e intelligenza.".  
 
Nel N.T.  il verbo che descrive il pasturare il gregge è “poimainô” lo troviamo in Atti 20:28 (pascere “poimainein”, agire in qualità di pastore) oppure in 1 Pi.5:2 (pascete “poimanate”, nutrite il gregge).
 
Questo termine sottolinea la capacità spirituale di coloro che prendono il carattere di Cristo, che è descritto come il Sommo Pastore (1 Pi.5:4), Colui che non risparmiò Se stesso per il bene del gregge (Gv.10:11).
 
Per es. in 1Pietro 5:1-2 gli anziani devono pascere le chiese, “il gregge di Dio”:
 
“Esorto dunque gli anziani (presbyteros) che sono tra di voi, io che sono anziano con loro e testimone delle sofferenze di Cristo e che sarò pure partecipe della gloria che deve essere manifestata: pascete (poimanate) il gregge di Dio che è tra di voi, sorvegliandolo (episkopeô), non per obbligo, ma volenterosamente secondo Dio; non per vile guadagno, ma di buon animo”
 
Il pastore nutre il gregge, ricerca la perduta, riconduce la smarrita, fascia la ferita (Ez.34:14-16), ne prende cura (1Ti.3:5) esorta, convince quelli che si contraddicono (Tito1:9), riprende con autorità (Tito 2:15).  
 
Pastore perciò intende la cura delle anime, il sacrificio del pastore, di tempo  ed energie per la cura della comunità.  
 
"È lui che ha dato alcuni come apostoli, altri come profeti, altri come evangelisti, altri come pastori e dottori," - Efesini 4:11
 
___________________________________
 
Cosa è il diacono?
 
Diaconi
traduce il greco: diakonia (assistenza)
                          diakonein (servire)
 
Il concetto principale è quello di servo, riferendosi in particolare al lavoro che svolge.
 
In altre parole tutti i servi di Cristo possono essere chiamati diaconi/servitori, ma tecnicamente viene applicato a coloro che svolgono un servizio nell’assemblea nei modi e nelle caratteristiche dei seguenti versi:  
 
"Allo stesso modo i diaconi devono essere dignitosi, non doppi nel parlare, non propensi a troppo vino, non avidi di illeciti guadagni; uomini che custodiscano il mistero della fede in una coscienza pura. Anche questi siano prima provati; poi svolgano il loro servizio se sono irreprensibili. Allo stesso modo siano le donne dignitose, non maldicenti, sobrie, fedeli in ogni cosa. I diaconi siano mariti di una sola moglie, e governino bene i loro figli e le loro famiglie. Perché quelli che hanno svolto bene il compito di diaconi, si acquistano un grado onorabile e una grande franchezza nella fede che è in Cristo Gesù." - 1 Timoteo 3:8-13
 
"Esponendo queste cose ai fratelli, tu sarai un buon servitore di Cristo Gesù, nutrito con le parole della fede e della buona dottrina che hai imparata." - 1 Timoteo 4:6
 
"Vi raccomando Febe, nostra sorella, che è diaconessa della chiesa di Cencrea," - Romani 16:1
 
"...e mandammo Timoteo, nostro fratello e servitore di Dio nella predicazione del vangelo di Cristo, per confermarvi e confortarvi nella vostra fede," - 1 Tessalonicesi 3:2
 
"secondo quello che avete imparato da Epafra, il nostro caro compagno di servizio, che è fedele ministro di Cristo per voi." - Colossesi 1:7
 
"se appunto perseverate nella fede, fondati e saldi e senza lasciarvi smuovere dalla speranza del vangelo che avete ascoltato, il quale è stato predicato a ogni creatura sotto il cielo e di cui io, Paolo, sono diventato servitore." - Colossesi 1:23
________________
 
Vi è differenza tra gli anziani (diaconi con responsabilità di presidenza) e diaconi.
In 1 Timoteo 3 si evince che l'anziano ha delle mansioni e dei compiti che non sono esercitate da un diacono.
 
Non è scritto che che un diacono dovrà essere "capace di insegnare".  
L'insegnamento è uno dei compiti specifici degli anziani.  
 
L'anziano esercita necessariamente il "dono di governo" (1 Co 12:28), che non ha il diacono.
« Ultima modifica: 21.05.2008 alle ore 15:28:16 by Novello » Loggato
andreiu
Admin
*****




Gesù è la mia vita

   
WWW    E-Mail

Posts: 5379
Re: Sana Dottrina : il pastore
« Rispondi #7 Data del Post: 20.05.2008 alle ore 17:21:55 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 20.05.2008 alle ore 12:33:13, Novello wrote:

Vescovo, anziano e pastore sono tre termini scritturali a volte interscambiabili, usati per indicare uomini che esercitano una determinata funzione anche “autoritaria” in assemblea.

 
Il termine "autoritario" non mi pare nel senso del ruolo degli anziani. L'anziano o il pastore, esercita la sua funzione con "autorevolezza", ovvero la comunità vede nei suoi pastori dei punti di riferimento e vi si sottomettono volontariamente. Aurotitario dà l'idea del regime dittatoriale che non si confà alla posizione ed al ruolo dell'anziano.
 

Quote:
Anziani
traduce il greco: .......   ?

 
Presbyteros  Occhiolino
 

Quote:
Vescovi
traduce il greco : ...... ?

 
Episkopos  
 

Quote:
Domanda: da dove si capisce che pastore intende la cura dell'anima etc?

 
Innanzitutto lo si capisce da numerosi testi dell'AT anche se rivolti al popolo d'Israele. I "pastori" erano le guide del popolo d'Israele, infatti il popolo era visto come un gregge di pecore. Basta leggere Geremia 23 per rendersi conto di quanto fosse importante questo ruolo e quanto fosse grave e tragico gestirlo male.
Ma in Geremia 3:15 è scritto > "«Tornate, o figli traviati», dice il SIGNORE, «poiché io sono il vostro Signore; vi prenderò, uno da una città, due da una famiglia, e vi ricondurrò a Sion; vi darò dei pastori secondo il mio cuore, che vi pasceranno con conoscenza e intelligenza.".  
 

Quote:
Domanda: se il pastore è un diacono, non vi è differenza c'è tra i diaconi e i pastori?

 
La differenza la puoi notare già in 1 Ti 3. L'anziano ha delle mansioni e dei compiti che non potrà esercitare un diacono. Ad esempio, non trovi scritto che il diacono deve essere "capace di insegnare", anche se la Bibbia non vieta  l'insegnamento come predicazione della Parola al diacono. Ma l'insegnamento è uno dei compiti specifici degli anziani. Inoltre l'anziano esercita necessariamente il "dono di governo" (1 Co 12:28), che non ha il diacono.
 
 Sorriso
Loggato

http://forumbiblico.community.leonardo.it/
Asaf
Admin
*****




La verità sta nella Scrittura!

   
E-Mail

Posts: 4724
Re: Sana Dottrina : il pastore
« Rispondi #8 Data del Post: 20.05.2008 alle ore 23:26:04 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Sul termine "autoritario" del pastore:
 
Il termine "autoritario" inteso certamente non come un dittatore,  
ma nel senso di non timido, con maturità spirituale scaturita dall’unzione di Dio e non dai titoli che possiede, gli scribi ad es. avevano l’autorità che proveniva dall’ufficio o dal titolo, ma non conoscevano l’unzione; al contrario, Cristo possedeva la vera autorità.
Il Thayer lo definisce come un uomo che ha l’incarico di verificare che le cose siano state fatte dagli altri nella maniera giusta.
 

Quote:
Domanda: da dove si capisce che pastore intende la cura dell'anima etc?

 

Quote:
Pastori
traduce il greco: .... ?

 
Poimen
 
Il verbo che ne deriva “poimainô” lo troviamo in Atti 20:28 (pascere “poimainein”, agire in qualità di pastore) oppure in 1 Pi.5:2 (pascete “poimanate”, nutrite il gregge).
Questo termine sottolinea la capacità spirituale di coloro che prendono il carattere di Cristo, che è descritto come il Sommo Pastore (1 Pi.5:4), Colui che non risparmiò Se stesso per il bene del gregge (Gv.10:11).
 
Per es. in 1Pi.5:1-2 gli anziani devono pascere le chiese, “il gregge di Dio”:
 
“Esorto dunque gli anziani (presbyteros) che sono tra di voi, io che sono anziano con loro e testimone delle sofferenze di Cristo e che sarò pure partecipe della gloria che deve essere manifestata: pascete (poimanate) il gregge di Dio che è tra di voi, sorvegliandolo (episkopeô), non per obbligo, ma volenterosamente secondo Dio; non per vile guadagno, ma di buon animo”
 
Il pastore nutre il gregge, ricerca la perduta, riconduce la smarrita, fascia la ferita (Ez.34:14-16), ne prende cura (1Ti.3:5) esorta, convince quelli che si contraddicono (Tito1:9), riprende con autorità (Tito 2:15).
 

Quote:
Domanda: se il pastore è un diacono, non vi è differenza c'è tra i diaconi e i pastori?

 
Beh, il diacono non è il sorvegliante della chiesa, non ha la presidenza (1 Ti.5:17), non necessita di dare insegnamenti, e quanto ancora lo differenzia in 1 Ti.3.
 
Loggato

Per una corretta esegesi biblica più che questione di testi e contesti è questione di testi e ...teste!
Novello
Visitatore

E-Mail

Re: Sana Dottrina : il pastore
« Rispondi #9 Data del Post: 21.05.2008 alle ore 14:22:56 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica    Rimuovi messaggio Rimuovi messaggio

Ho iniziato a modificare il post riassuntivo.
 
Ma in 1 Timoteo 3, che nella mia Bibbia vengono usati i termini "vescovo" e "diaconi", cosa mi fa capire che siano incarichi diversi?
I termini?
Ma se il secondo è più generico come si fa?
Cioè...il vescovo è il sorvegliante, ok....ma è comunque un diacono.
Perciò potrebbe darsi che si parli di Pastori come vescovi e di TUTTI gli altri membri di chiesa, intesi come servitori?
Loggato
andreiu
Admin
*****




Gesù è la mia vita

   
WWW    E-Mail

Posts: 5379
Re: Sana Dottrina : il pastore
« Rispondi #10 Data del Post: 21.05.2008 alle ore 15:33:34 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 21.05.2008 alle ore 14:22:56, Novello wrote:
Ho iniziato a modificare il post riassuntivo.
 
Ma in 1 Timoteo 3, che nella mia Bibbia vengono usati i termini "vescovo" e "diaconi", cosa mi fa capire che siano incarichi diversi?
I termini?
Ma se il secondo è più generico come si fa?
Cioè...il vescovo è il sorvegliante, ok....ma è comunque un diacono.
Perciò potrebbe darsi che si parli di Pastori come vescovi e di TUTTI gli altri membri di chiesa, intesi come servitori?

 
Come ti ho detto, la differenza la puoi notare per il fatto che al diacono non è dato il ministerio di insegnamento, mentre all'episkopos si, oltre al discorso del "dono di governo".
 
Sicuramente tutti i membri di una comunità locale sono diaconi, ma vi è anche da dire che non tutti sentono il privilegio e la responsabilità del servizio cristiano.
 
 Amici
 
Loggato

http://forumbiblico.community.leonardo.it/
Novello
Visitatore

E-Mail

Re: Sana Dottrina : il pastore
« Rispondi #11 Data del Post: 21.05.2008 alle ore 15:49:54 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica    Rimuovi messaggio Rimuovi messaggio

Okkey Andreiu.
Perciò aspetta capiamoci bene.
Io posso affermare che tutti i salvati siano servitori di Dio e perciò diaconi?
E tra questi alcuni siano anziani, cioè insegnano e governano?
 
Perchè se affermo questo...praticamente estendo il diaconato a tutta la comunità...e tolgo i diaconi...come vengono contemplati in alcune comunità. Cioè "consiglieri" o "diaconi"....
 
Loggato
andreiu
Admin
*****




Gesù è la mia vita

   
WWW    E-Mail

Posts: 5379
Re: Sana Dottrina : il pastore
« Rispondi #12 Data del Post: 21.05.2008 alle ore 16:02:26 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 21.05.2008 alle ore 15:49:54, Novello wrote:
Okkey Andreiu.
Perciò aspetta capiamoci bene.
Io posso affermare che tutti i salvati siano servitori di Dio e perciò diaconi?

 
Potenzialmente si, ma come detto la "diakonia" bisogna sperimentarla, viverla e non tutti vivono questa realtà.  
 

Quote:
E tra questi alcuni siano anziani, cioè insegnano e governano?

 
Ok
 

Quote:
Perchè se affermo questo...praticamente estendo il diaconato a tutta la comunità...e tolgo i diaconi...come vengono contemplati in alcune comunità. Cioè "consiglieri" o "diaconi"....

 
Non necessariamente. La diakonia è da estendere a tutta la comunità, tuttavia gli anziani possono individuare nella comunità stessa dei credenti maturi e responsabili che possano gestire delle responsabilità importanti. E' giusto che gli "episkopos" abbiano al loro fianco dei "diakonoi" che possano aiutarli e collaborare con loro.
 
Quindi tutti sono potenzialmente "diakonoi", ma in mezzo ai diakonoi si possono scegliere quelli più maturi per compiti importanti.
 
 Sorriso
 
  [/quote]
Loggato

http://forumbiblico.community.leonardo.it/
Novello
Visitatore

E-Mail

Re: Sana Dottrina : il pastore
« Rispondi #13 Data del Post: 21.05.2008 alle ore 16:16:52 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica    Rimuovi messaggio Rimuovi messaggio

Benissimo Andreiu.
Allora, ti dico quello che penso.
 

on 21.05.2008 alle ore 16:02:26, andreiu wrote:

Potenzialmente si, ma come detto la "diakonia" bisogna sperimentarla, viverla e non tutti vivono questa realtà.  

Il fatto che non lo vivano è una loro mancanza personale...di cui dispiacersi. Però AMEN che Dio nella chiesa ci ha resi tutti uguali e servitori.
 

Quote:

Gli anziani possono individuare nella comunità stessa dei credenti maturi e responsabili che possano gestire delle responsabilità importanti. E' giusto che gli "episkopos" abbiano al loro fianco dei "diakonoi" che possano aiutarli e collaborare con loro.

Condivido pienamente.
Abbiamo però versetti biblici che spiegano questo?
 
Mi pare che ci siano lettere indirizzate agli anzianie ai diaconi di una tal comunità, valgono questi versi per spiegare questo concetto?
 
Se prima avrei interpretato: "al pastore e ai diaconi..."
Adesso dovrei interpretare quel testo come "ai PASTORI e i servi tutti, di quella comunità ..."
 

Quote:

Quindi tutti sono potenzialmente "diakonoi", ma in mezzo ai diakonoi si possono scegliere quelli più maturi per compiti importanti.

Benissimo, dove è descritta questa pratica?
 
E quelli che tu chiami più maturi, i prescelti, come in atti 6 per le mense...sono definiti biblicamente anziani? Vescovi? o rimangono mischiati tra tutti i diaconi?
 
Cioè se guardo all'uso che c'è in molte chiese....trovo un pastore...dei consiglieri...e dei responsabili (della musica, della mensa, della pulizia).
Biblicamente abbiamo detto che: "pastore e consiglieri", sono gli anziani. Volendo estremizzare potrei dire i "pastori ..."
 
I responsabili di questa o quella attività....invece sono diaconi...come gli altri...non c'è nella Bibbia la differenza tra diacono di livello uno (semplice credente che non fa niente) e diacono di livello due (che ha degli incarichi). Giusto?
 
In teoria, esagerando l'uso dell'espressione "responsabile" della pulizia, possiamo dire che la usiamo  noi per distinguerci e capirci ma non è biblica. Quello è a tutti gli effetti un diacono come gli altri. Un credente. Un servitore. L'unica differenza è che non è un anziano, perciò non insegna.
 
In questo contesto, cosa sono le diaconesse?
Sono soltanto serve di sesso femminile?
Hanno dei compiti diversi dai diaconi?
 
Secondo quanto abbiamo detto, se vengono chiamate diaconesse e non anziane...non sono pastoresse. Giusto?
Oppure vi sono esempi di "anziane", o "vescovesse" o "pastoresse"?
 
« Ultima modifica: 21.05.2008 alle ore 16:22:42 by Novello » Loggato
andreiu
Admin
*****




Gesù è la mia vita

   
WWW    E-Mail

Posts: 5379
Re: Sana Dottrina : il pastore
« Rispondi #14 Data del Post: 22.05.2008 alle ore 14:22:52 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 21.05.2008 alle ore 16:16:52, Novello wrote:

Condivido pienamente.
Abbiamo però versetti biblici che spiegano questo?
 
Mi pare che ci siano lettere indirizzate agli anzianie ai diaconi di una tal comunità, valgono questi versi per spiegare questo concetto?
 
Se prima avrei interpretato: "al pastore e ai diaconi..."
Adesso dovrei interpretare quel testo come "ai PASTORI e i servi tutti, di quella comunità ..."

 
Questo è uno dei testi. Infatti in Filippesi 1:1 si distinguonochiaramente tre categorie: i vescovi, i diaconi e tutti i santi. Mi pare evidente che questi "diakonoi" erano in stretta collaborazione con gli anziani per il buon funzionamento della comunità, fermo restando delle differenze di cui abbiamo già parlato.
 

Quote:
Benissimo, dove è descritta questa pratica?
 
E quelli che tu chiami più maturi, i prescelti, come in atti 6 per le mense...sono definiti biblicamente anziani? Vescovi? o rimangono mischiati tra tutti i diaconi?

 
Si come esempio va bene quello che citi tu. Vorrei però farti presente che la conduzione di una chiesa locale in ogni dettaglio non è esplicitata nella Scrittura. Iddio ci ha dato dei principi guida a cui dobbiamo attenerci, ma nello stesso tempo una comunità è autonoma per la sua gestione. I principi guida credo che siano i seguenti:
 
1) Ogni comunità deve avere nel suo interno anziani maturi e con le caratteristiche esplicitate
 
2) Sottomissione alla Parola di Dio
 
3) Insegnamento sistematico
 
4) Cura d'anime
 
5) Collaborazione diaconale
 

Quote:
Cioè se guardo all'uso che c'è in molte chiese....trovo un pastore...dei consiglieri...e dei responsabili (della musica, della mensa, della pulizia).
.  
 
Da un punto di vista scritturale non sono d'accordo su un solo pastore. Avendo dimostrato l'interscambio dei tre termini greci all'inizio, possiamo dire che una comunità debba essere caratterizzata da un collegio anzianale e pastorale, non un solo pastore.  
Ma so che molti non la vedranno in questo modo...
 
 Sorridente
 

Quote:
I responsabili di questa o quella attività....invece sono diaconi...come gli altri...non c'è nella Bibbia la differenza tra diacono di livello uno (semplice credente che non fa niente) e diacono di livello due (che ha degli incarichi). Giusto?

 
Tutti sono uguale, ma per una gestione più concreta è normale che vi siano incarichi di responsabilità dati a credenti qualificati. Questo lo si riscontra anche in Filippesi 1.
 

Quote:

In questo contesto, cosa sono le diaconesse?
Sono soltanto serve di sesso femminile?
Hanno dei compiti diversi dai diaconi?

 
Le diaconesse sono serve della comunità. Anche a una donna può essere dato un incarico di responsabilità diaconale. Per Febe era l'assiestenza ai malati.
 

Quote:
Secondo quanto abbiamo detto, se vengono chiamate diaconesse e non anziane...non sono pastoresse. Giusto?

 
Giusto

Quote:

Oppure vi sono esempi di "anziane", o "vescovesse" o "pastoresse"?

 
No
 
 Amici
« Ultima modifica: 22.05.2008 alle ore 14:23:21 by andreiu » Loggato

http://forumbiblico.community.leonardo.it/
Pagine: 1 2 3  ...  5 · torna su · Rispondi Rispondi   Create+Poll Create+Poll   Abilita notifica Abilita notifica    Invia il Topic Invia il Topic    Stampa Stampa

« Topic Precedente | Prossimo Topic »
Icons made by Freepik, Daniel Bruce, Scott de Jonge, Icomoon, SimpleIcon from www.flaticon.com is licensed by CC BY 3.0
Powered by YaBB 1 Gold - SP 1.4 - Forum software copyright © 2000-2004 Yet another Bulletin Board

    
Copyright e condizione di riproduzione evangelici.net è un sito di Teknosurf.it srl - P.IVA: 01264890052
Il materiale presente in questa pagina si può ripubblicare liberamente ma solo a queste condizioni.
Sono molto gradite donazioni via Paypal, che ci permetteranno di fare di più e meglio. | Contatti