Ti senti solo? Benvenuto Visitatore. Fai Login o Registrati. RegolamentoLeggi il regolamento completo  RSSIscrizione feed RSS

Indice Indice   Help Help   Cerca Cerca   Utenti Utenti   Calendario Calendario   Login Login   Registrati Registrati

    
   I Forum di Evangelici.net
   Dottrina, storia ed esegesi biblica (partecipazione riservata a chi si identifica con i punti di fede di evangelici.net)
   Dottrina e riflessioni bibliche
(Moderatori: andreiu, ilcuorebatte, Asaf)
   SUL DIVORZIO, 1^ corinzi 7:27-28 CHE NE PENSATE ?
« Topic Precedente | Prossimo Topic »
Pagine: 1 ... 7 8 9 10 11  ...  17 · vai in fondo ·    Abilita notifica Abilita notifica    Invia il Topic Invia il Topic    Stampa Stampa
   Autore  Topic: SUL DIVORZIO, 1^ corinzi 7:27-28 CHE NE PENSATE ?  (letto 17438 volte)
Caste
Membro familiare
****



Give God a Chance

   


Posts: 1271
Re: SUL DIVORZIO, 1^ corinzi 7:27-28 CHE NE PENSAT
« Rispondi #120 Data del Post: 10.10.2016 alle ore 13:20:04 »


on 10.10.2016 alle ore 13:09:48, keith wrote:
perchè avete cancellato il mio ultimo post?  
Così, volevo saperlo tanto per curiosità ...

Io pensavo che l'avessi cancellato tu... Confuso
Loggato

"Il problema delle citazioni su internet è che non si sa mai se siano vere o no" Abraham Lincoln
keith
Membro familiare
****




L´ Eterno è la mia luce

   
WWW    E-Mail

Posts: 1596
Re: SUL DIVORZIO, 1^ corinzi 7:27-28 CHE NE PENSAT
« Rispondi #121 Data del Post: 10.10.2016 alle ore 13:36:14 »


on 10.10.2016 alle ore 13:20:04, Caste wrote:

Io pensavo che l'avessi cancellato tu... Confuso

 
no, non l´ ho cancellato io
Loggato

Dio è amore
Stefanotus
Visitatore

E-Mail

Re: SUL DIVORZIO, 1^ corinzi 7:27-28 CHE NE PENSAT
« Rispondi #122 Data del Post: 10.10.2016 alle ore 13:57:11 »


on 10.10.2016 alle ore 13:13:05, keith wrote:
2. Rossella, Gesù non dice chi manda via la moglie per ragion di fornicazione, ma dice "se non" per ragion, che vuol dire "a meno che" non ci sia fornicazione. Quindi il testo parla chiaro, non ci sono paesaggi.

Puoi spiegarmi meglio questo tuo passaggio?
Quali sarebbero le conclusioni poi?
Loggato
keith
Membro familiare
****




L´ Eterno è la mia luce

   
WWW    E-Mail

Posts: 1596
Re: SUL DIVORZIO, 1^ corinzi 7:27-28 CHE NE PENSAT
« Rispondi #123 Data del Post: 10.10.2016 alle ore 15:56:10 »

Le ho dette nel post cancellatomi ma le ripeto  Sorridente
Anzi cominciamo dal contesto:
i Farisei chiedono a Gesù: "Sorridenteio permette di mandare via la propria moglie?"
Gesù risponde con un netto "NO!"
I Farisei riprendono: "Ma Mosè ha detto di si! Ed è Dio che ha parlato a Mosè"
Gesù risponde: "Il mio no resta no! Era no anche ai tempi di Mosè ma siccome eravate testardi allora ho detto di si, ma un si che non mi andava"
Poi viene il tanto discusso testo in questione = Gesù dice: Non è lecito per nessuno motivo mandar via la moglie tranne che non ci sia un tradimento da parte di lei nel mezzo.
E chi si risposa commette adulterio.
 
Quali sarebbero le conclusioni?  
Quelle che valgono dalla storia dell´ uomo, che continuano alla 1a venuta di Gesù e confermate da Lui stesso E da Paolo, e che sussistono tutt´ oggi = il risposarsi non è MAI stato dettato da nessun Dio, nè da nessun Gesù, ne tantomeno da Paolo.
E chi attesta un altro Vangelo anche se gli fosse dato da un angelo ( o da un ominoso "Spirito Santo"Occhiolino sia considerato anatema.
 
Il verso come lo interpreta Rossella

Quote:
A me sembra evidente che questa frase vuol dire anche "chi manda via la moglie per ragion di fornicazione, e ne sposa un'altra,
non non non non non non non non non non non non non non
commette adulterio".  

 
da una parte manca un importante "se non" e nella seconda parte viene aggiunto un "non" che non c´ è. Dei cambiamenti che ribaltano definitivamente una frase di Gesù
« Ultima modifica: 10.10.2016 alle ore 16:02:42 by keith » Loggato

Dio è amore
ilcuorebatte
Admin
*****




"Noi ci battiamo per il nostro tutto" Atanasio

   
E-Mail

Posts: 2853
Re: SUL DIVORZIO, 1^ corinzi 7:27-28 CHE NE PENSAT
« Rispondi #124 Data del Post: 10.10.2016 alle ore 16:19:09 »

Sinceramente se ci riferiamo alla citazione in Matteo più che un esegesi mi sembra una riscrittura! Sembra anche evidente che Matteo ha intenti  catechetici diversi da Marco e Luca. Oppure possiamo ragionare come alcuni studiosi ipotizzano, e anche Domenico ha giustamente citato nel suo studio, che questa possa essere una glossa, pur non avendo delle evidenze filologiche a dimostrazione. Il Testo di Matteo è chiaro a proposito dobbiamo stravolgerlo per fargli dire qualcosa di diverso.
« Ultima modifica: 10.10.2016 alle ore 16:39:20 by ilcuorebatte » Loggato

"Per coloro che credono nessuna prova è necessaria, per coloro che non credono nessuna prova è sufficiente." Stuart Chase
Stefanotus
Visitatore

E-Mail

Re: SUL DIVORZIO, 1^ corinzi 7:27-28 CHE NE PENSAT
« Rispondi #125 Data del Post: 10.10.2016 alle ore 16:50:08 »

Ok Keith, io concordo con te, mi sembra fosse chiaro. Ma continuo con la stessa domanda. Io non capisco cosa significa quel "se non" a cui fai riferimento e cerchi di far notare la differenza. Non capisco proprio dove vuoi arrivare.
 
Per capirci cito i testi, così spero la risolviamo.
 
Matteo 5:32 dice: "Ma io vi dico: chiunque manda via sua moglie, salvo che per motivo di fornicazione, la fa diventare adultera e chiunque sposa colei che è mandata via commette adulterio.
 
Se non sbaglio a capire, effettivamente Rossella si appella a questa affermazione "salvo che", come dire: chiunque manda via sua moglie la fa diventare adultera e chi se la sposa, commette adulterio. Tutta questa situazione è valida "A MENO CHE" il motivo della cacciata della moglie non sia la fornicazione.  
Questo sembra il modo che usa Rossella per interpretare questo testo.
 
Matteo 19:9 dice: "Ma io vi dico che chiunque manda via sua moglie, quando non sia per motivo di fornicazione, e ne sposa un'altra, commette adulterio».
 
Anche questo testo sembra dare ragione a Rossella no?
Fammi capire invece come la intendi tu.
Loggato
Caste
Membro familiare
****



Give God a Chance

   


Posts: 1271
Re: SUL DIVORZIO, 1^ corinzi 7:27-28 CHE NE PENSAT
« Rispondi #126 Data del Post: 10.10.2016 alle ore 17:04:52 »

Allora, se non ho capito male, il fatto è che Rossella sta dicendo: "chiunque manda via la moglie, se non per motivo di fornicazione, e ne sposa un'altra commette adulterio" può leggersi come: "chiunque manda via la moglie per motivo di fornicazione e ne sposa un'altra non commette adulterio". Sarebbe una rilettura, in cui cerchi di capire cosa succede nell'eccezione di cui parla Gesù. Personalmente non sono convintissimo, perché il costrutto della frase non si presta bene (ma qua parliamo dell'italiano, nel greco non ne ho idea); renderla come dice Rossella sarebbe più facile se il verso dicesse: "chiunque manda via la moglie e ne sposa un'altra commette adulterio, se non per motivo di fornicazione". Però qua si va un po' tanto a discutere di virgole  Vago
Loggato

"Il problema delle citazioni su internet è che non si sa mai se siano vere o no" Abraham Lincoln
Stefanotus
Visitatore

E-Mail

Re: SUL DIVORZIO, 1^ corinzi 7:27-28 CHE NE PENSAT
« Rispondi #127 Data del Post: 10.10.2016 alle ore 17:07:22 »

Ma sai che io continuo a non percepire alcuna differenza?
Non capisco nemmeno il tuo intervento infatti.
Deduco che ho un problema di raziocinio.
Loggato
ilcuorebatte
Admin
*****




"Noi ci battiamo per il nostro tutto" Atanasio

   
E-Mail

Posts: 2853
Re: SUL DIVORZIO, 1^ corinzi 7:27-28 CHE NE PENSAT
« Rispondi #128 Data del Post: 10.10.2016 alle ore 17:11:37 »

Caste, ma tu come leggi questa frase:
 
"Ma io vi dico che chiunque manda via sua moglie, quando non sia per motivo di fornicazione, e ne sposa un'altra, commette adulterio». (Mt19.9)
 
Io leggo che se tu ripudi tua moglie senza che lei abbia commesso un adulterio, e a seguito di questo, ti risposi commetti tu stesso un adulterio... ma se invece ti risposi dopo esserti separato a motivo dell'infedeltà di tua moglie non commetti un adulterio, sempre se la persona con cui ti sposi non sia essa adultera.
Loggato

"Per coloro che credono nessuna prova è necessaria, per coloro che non credono nessuna prova è sufficiente." Stuart Chase
Caste
Membro familiare
****



Give God a Chance

   


Posts: 1271
Re: SUL DIVORZIO, 1^ corinzi 7:27-28 CHE NE PENSAT
« Rispondi #129 Data del Post: 10.10.2016 alle ore 17:44:12 »

Oh ma smettetela di tirarmi in mezzo! Linguaccia Alla fine io manco sono sposato quindi che c'entro? Sorridente
 
No, comunque, ho capito ciò che intendi ilcuorebatte e non dico sia sbagliato. Dico solo che, leggendola in italiano, forse non mi convince al 100%, ma vuole dire che diventa un 90%, non un 10%
 
Piuttosto, mi chiedevo una cosa: questa differenza di termini nell'uso di "fornicazione" e "adulterio" (che, se non sbaglio, hanno significati non proprio uguali), vuole forse dire qualcosa? Ammetto che non essendo passi che mi abbiano mai interessato tantissimo non ho approfondito a dovere...  
 
@Stefano: in pratica, Rossella dice che da quel verso si può dedurre che chi manda via la moglie per fornicazione può risposarsi, invece Keith dice che non è vero e chi manda via la moglie non può risposarsi, punto e basta.
Loggato

"Il problema delle citazioni su internet è che non si sa mai se siano vere o no" Abraham Lincoln
ilcuorebatte
Admin
*****




"Noi ci battiamo per il nostro tutto" Atanasio

   
E-Mail

Posts: 2853
Re: SUL DIVORZIO, 1^ corinzi 7:27-28 CHE NE PENSAT
« Rispondi #130 Data del Post: 10.10.2016 alle ore 17:56:09 »

Caste io ho letto con interesse lo studio di Domenico (che ringrazio) e affronta anche la questione terminologica a cui fai riferimento.
Loggato

"Per coloro che credono nessuna prova è necessaria, per coloro che non credono nessuna prova è sufficiente." Stuart Chase
Rossella
Membro supporter
*****





    Rossella
E-Mail

Posts: 2498
Re: SUL DIVORZIO, 1^ corinzi 7:27-28 CHE NE PENSAT
« Rispondi #131 Data del Post: 10.10.2016 alle ore 17:59:07 »


on 10.10.2016 alle ore 17:44:12, Caste wrote:

 
@Stefano: in pratica, Rossella dice che da quel verso si può dedurre che chi manda via la moglie per fornicazione può risposarsi, invece Keith dice che non è vero e chi manda via la moglie non può risposarsi, punto e basta.

Esattamente.  Se io dico: " Piove, perciò prendo l'ombrello" è sottinteso che questo vuol anche dire:  "Se non piove , l'ombrello non lo prendo". (Scusate l'esempio terra-terra Risata  Occhiolino.
Loggato

"Benedici, anima mia, il SIGNORE
e non dimenticare nessuno dei suoi benefici !".
salvo
Membro familiare
****




Io so che il mio Redentore vive.

   
WWW    E-Mail

Posts: 1053
Re: SUL DIVORZIO, 1^ corinzi 7:27-28 CHE NE PENSAT
« Rispondi #132 Data del Post: 10.10.2016 alle ore 18:12:26 »


on 10.10.2016 alle ore 10:16:24, Stefanotus wrote:
Buongiorno a tutti.
 
Ho letto tutti gli ultimi interventi. Non posso fare a meno che considerare due cose. La prima è che in diversi interventi, a ragione o torto, è stato fatto il mio nome. In pratica sono stati i miei post a creare un po' il disappunto che sta creando la discussione.
 

Hai avuto fretta di uscire, vedo, perchè hai fatto una sintesi che non tiene in alcun conto nemmeno di striscio il mio ultimo post dove, credo, vi sarebbe ancora da riflettere ma va bene così.
Eppure la considerazione di ilcuorebatte che risporto di seguito è lampante: "Io leggo che se tu ripudi tua moglie senza che lei abbia commesso un adulterio, e a seguito di questo, ti risposi commetti tu stesso un adulterio... ma se invece ti risposi dopo esserti separato a motivo dell'infedeltà di tua moglie non commetti un adulterio, sempre se la persona con cui ti sposi non sia essa adultera".
 
 Addio Addio
« Ultima modifica: 10.10.2016 alle ore 18:20:18 by salvo » Loggato

Nick skype Ristoramento
Caste
Membro familiare
****



Give God a Chance

   


Posts: 1271
Re: SUL DIVORZIO, 1^ corinzi 7:27-28 CHE NE PENSAT
« Rispondi #133 Data del Post: 10.10.2016 alle ore 18:36:54 »


on 10.10.2016 alle ore 17:56:09, ilcuorebatte wrote:
Caste io ho letto con interesse lo studio di Domenico (che ringrazio) e affronta anche la questione terminologica a cui fai riferimento.

Allora vado a rileggermelo anche io perché pensavo di rammentarlo, ma evidentemente non è così!
Loggato

"Il problema delle citazioni su internet è che non si sa mai se siano vere o no" Abraham Lincoln
keith
Membro familiare
****




L´ Eterno è la mia luce

   
WWW    E-Mail

Posts: 1596
Re: SUL DIVORZIO, 1^ corinzi 7:27-28 CHE NE PENSAT
« Rispondi #134 Data del Post: 10.10.2016 alle ore 22:26:24 »


on 10.10.2016 alle ore 16:50:08, Stefanotus wrote:
Ok Keith, io concordo con te, mi sembra fosse chiaro. Ma continuo con la stessa domanda. Io non capisco cosa significa quel "se non" a cui fai riferimento e cerchi di far notare la differenza. Non capisco proprio dove vuoi arrivare.
 
Per capirci cito i testi, così spero la risolviamo.
 
Matteo 5:32 dice: "Ma io vi dico: chiunque manda via sua moglie, salvo che per motivo di fornicazione, la fa diventare adultera e chiunque sposa colei che è mandata via commette adulterio.
 
Matteo 19:9 dice: "Ma io vi dico che chiunque manda via sua moglie, quando non sia per motivo di fornicazione, e ne sposa un'altra, commette adulterio».
 
Anche questo testo sembra dare ragione a Rossella no?
Fammi capire invece come la intendi tu.

 
Rossella ha scritto il significato suo che vede in questo verso così:  
"chi manda via la moglie per ragion di fornicazione, e ne sposa un'altra,  
non commette adulterio".    
 
Ed è proprio il contrario di quello che Gesù ha detto.
Gesù ha detto in quella frase due concetti 1. "chi manda via la moglie e ne sposa un´ altra commette adulterio" 2. solo per un motivo si può mandar via la moglie: per fornicazione.
 
Rossella (forse magari ha sbagliato a scrivere o ad esprimersi, non so, perché mi sembra strano che non ve ne rendiate conto) ha scritto che Gesù abbia detto che chi manda via la moglie per via di tradimento può risposarsi.  
 
Gesù non ha detto: "non commette adulterio" ha detto "commette adulterio".
Forse mi sono spiegato meglio  Confuso Confuso Confuso o me state a pijà in Giro Sorridente
 

on 10.10.2016 alle ore 16:50:08, Stefanotus wrote:

Se non sbaglio a capire, effettivamente Rossella si appella a questa affermazione "salvo che", come dire: chiunque manda via sua moglie la fa diventare adultera e chi se la sposa, commette adulterio. Tutta questa situazione è valida "A MENO CHE" il motivo della cacciata della moglie non sia la fornicazione.  
Questo sembra il modo che usa Rossella per interpretare questo testo.

 
e quindi se la moglie viene mandata via per fornicazione secondo te si ci può risposare? Credo che, leggendo i versi di prima Gesù non si riferisca a un´ eccezione dove si ci può risposare ma ad un motivo per cui una donna la si può mandar via (a meno che non ci sia tradimento).  
Mi sto ripetendo più volte ma lo faccio perchè vedo che c´ è incomprensione: Gesù ha detto che chi si risposa commette adulterio.
L´ "a meno che" si rifà al mandar via; se no starebbe a fine frase. Mi spiego meglio:
a) chiunque manda sua moglie e ne sposa un´ altra, commette adulterio, a meno che non ci sia fornicazione
b) chiunque manda sua moglie, a meno che non ci sia fornicazione, e ne sposa un´ altra commette adulterio.
 
Lo si può riconoscere benissimo anche dai versetti precedenti (come detto negli scorsi posts) che l´ "al di fuor che", "a meno che", "salvo che", ecc. viene riferito al "cacciar via la donna" e non al "risposarsi" = non si deve cacciar via la donna, a meno che non ci sia tradimento
Infatti il contesto è il divorzio, il mandar via la donna e non lo risposarsi. Il "rimatrimonio" è stato sempre contrario nel corso di tutto il NT.
E questo non in maniera poco chiara, anzi, chiarissima
Loggato

Dio è amore
Pagine: 1 ... 7 8 9 10 11  ...  17 · torna su ·    Abilita notifica Abilita notifica    Invia il Topic Invia il Topic    Stampa Stampa

« Topic Precedente | Prossimo Topic »
Icons made by Freepik, Daniel Bruce, Scott de Jonge, Icomoon, SimpleIcon from www.flaticon.com is licensed by CC BY 3.0
Powered by YaBB 1 Gold - SP 1.4 - Forum software copyright © 2000-2004 Yet another Bulletin Board

    
Copyright e condizione di riproduzione evangelici.net è un sito di Teknosurf.it srl - P.IVA: 01264890052
Il materiale presente in questa pagina si può ripubblicare liberamente ma solo a queste condizioni.
Sono molto gradite donazioni via Paypal, che ci permetteranno di fare di più e meglio. | Contatti