Cerca

"Boko Haram vuole colonizzare la Nigeria"

Notizia inserita il 23/6/2012 alle 17:30 nella categoria: Chiesa Perseguitata

MILANO - «È in atto una vera e propria colonizzazione. Diventiamo la voce dei fratelli nigeriani!» è l'appello dell'organizzazione evangelica internazionale a sostegno dei cristiani perseguitati, Porte Aperte, in apertura di una nota dedicata alla situazione del Paese africano.

Con l'esperienza accumulata in anni di impegno sul campo per sostenere la Chiesa nigeriana, con i suoi collaboratori locali che «rischiano e pagano a volte prezzi elevati per il loro ministero» Porte Aperte ora dichiara di avere «la netta sensazione che in Occidente non si comprenda la lucida quanto devastante strategia che è dietro questi continui attacchi alle chiese e ai cristiani nel nord del Paese. Nei quotidiani si leggono spesso approssimazioni superficiali (quando non errori veri e propri), mentre nelle inevitabili sintesi dei tg si sconfina nell'assurdo». E aggiunge «proveremo a spiegarlo con una parola che andiamo ripetendo da anni: colonizzazione».

«L'islam radicale, di cui i Boko Haram sono solo il volto più conosciuto di questi ultimi tempi, sta letteralmente marciando alla conquista di questa grande e popolosa terra africana. Di questo passo, i cristiani non resisteranno a lungo. La vigliacca violenza con cui si sta devastando la vita di migliaia di famiglie di credenti è un'arma affilata che sta dissanguando la Chiesa nigeriana, tra bombe lanciate in cortili gremiti di bambini, assalti con armi automatiche in riunioni di preghiera, autobombe lanciate contro le entrate delle chiese la domenica e, ancora, i rapimenti e gli stupri di giovani ragazze cristiane e la continua intimidazione ai leader delle comunità. Ci sono madri e padri che non sanno dove siano le loro figlie scomparse all'improvviso. Ci sono chiese che, nonostante il pericolo dei continui attacchi, s'incontrano la domenica per ascoltare accorati sermoni sulla potenza del perdono, tra i pianti di vedove, orfani e mariti distrutti dal dolore di aver perso i propri cari. Tutto ciò in uno stato di schizofrenica attesa del prossimo assalto. E sì, si sono registrati casi di reazioni a queste violenze».

«Ciò che sta accadendo è di una gravità sconcertante e non si tratta semplicemente di beghe tra gruppi etnici per il controllo di qualche appezzamento di terreno, si tratta piuttosto di una sistematica pulizia religiosa con il preciso e non celato obiettivo di abbattere o cacciare i cristiani dal Paese. Aggiungiamo inoltre che i Boko Haram non sono l'unica fonte di tutta questa violenza: molti semplici musulmani locali partecipano alle violenze, si appropriano delle terre, fomentano l'odio e attendono al varco che la Chiesa nigeriana si pieghi definitivamente».

«Parlatene con i vostri conoscenti, diffondete una maggiore consapevolezza di questa realtà, sono le sorelle e i fratelli cristiani nigeriani a chiedervelo!» riferisce Porte Aperte al termine della nota. [gp]

comments powered by Disqus
Opzioni di condivisione

Condizioni d'uso
Puoi ripubblicare questo materiale solo parzialmente e solo inserendo un link a questa pagina. A titolo di cortesia si raccomanda la segnalazione della ripubblicazione a . Leggi le condizioni d'uso complete.

Chiesa Perseguitata, ultime notizie:
 

 

1847
Copyright e condizione di riproduzione evangelici.net è un sito di Teknosurf.it srl - P.IVA: 01264890052
Il materiale presente in questa pagina si può ripubblicare liberamente ma solo a queste condizioni.
Sono molto gradite donazioni via Paypal, che ci permetteranno di fare di più e meglio. | Contatti